Migliori tappetini Yoga e Pilates

Migliori tappetini yoga
Il tappetino è fondamentale per praticare al meglio lo yoga

Chi pratica per la prima volta lo yoga o altre attività come il pilates si renderà subito conto che il tappetino è una parte fondamentale della pratica. Il corpo diventa quasi parte di esso: è per questo motivo che è fondamentale che sia comodo, aderente al pavimento e non scivoloso.

Acquistare il primo che capita è un errore comune, così come confondere il tappetino da yoga con quello da fitness. Ecco, quindi, una pratica guida ai migliori tappetini da yoga con i consigli per scegliere quello giusto.

Tappetini Yoga: cosa sono e a cosa servono

Il tappetino influisce molto sulla pratica yoga, soprattutto agli inizi, quando ancora non si è troppo sicuri delle diverse posizioni da assumere. Per questo motivo un buon tappetino yoga dovrebbe isolare dal freddo del pavimento, essere il più comodo possibile, stabile ed evitare di essere scivoloso quando il corpo inizia a sudare.

Grazie a tutte queste caratteristiche sarà possibile concentrarsi completamente sulla respirazione e sul proprio corpo, sulle posizioni sedute nell’Hatha yoga e nelle fasi di rilassamento.

Migliori tappetini yoga
Il tappetino è fondamentale per praticare al meglio lo yoga

Quanto deve essere spesso il tappetino da yoga?

Lo spessore del tappetino è una delle prime caratteristiche da considerare visto che influisce moltissimo sulle posizioni e sulle fasi di rilassamento. Se troppo spesso, infatti, oltre i 6 mm potrebbe rendere difficile mantenere le posizioni di equilibrio e concentrazione, ma al contempo sarà molto comodo nelle fasi di rilassamento.

Se troppo sottile, sarà più adatto per l’equilibrio, mentre sarà leggermente meno confortevole nel rilassamento. Sarà, quindi, necessario scegliere un tappetino né troppo spesso, né troppo sottile, intorno ai 5 – 6 mm.

Che differenza c’è tra un tappetino da yoga e uno da fitness?

Acquistare un normale tappetino da fitness pensando di poterci praticare lo yoga è uno degli errori più comuni. Il tappetino da fitness, infatti, è più sottile dell’altro, non raggiunge la lunghezza di quelli da yoga e, spesso, non è dotato del grip giusto per non scivolare durante le posizioni quando le mani e i piedi iniziano a sudare.

Quanto costa un tappetino da yoga

Il prezzo è l’ultima delle caratteristiche alla quale dovrete pensare, visto che dovrete puntare soprattutto sulla qualità del tappetino. Lo yoga è una pratica che richiede concentrazione e farsi infastidire da un tappetino di scarsa qualità, scivoloso e poco stabile, sarebbe davvero un errore. Il prezzo medio di un buon tappetino da yoga è di circa 50,00 €, ma il costo può salire ancora di più quando si fa riferimento alle marche top, garantite a vita.

Miglior tappetino yoga più Economico

Scelta Convenienza
Zenpower Tappetino Yoga - We Love Yoga - 180 x 60 x 0,6 cm -...
  • VERSATILE: il nostro tappetino palestra è...
  • VERSATILE: il nostro tappetino palestra è...
  • SUPER ADERENZA: il nostro tappetino yoga...

Come scegliere il tappetino yoga

Ma come si sceglie il tappetino da yoga giusto per le proprie esigenze? Ecco le caratteristiche da prendere in considerazione prima dell’acquisto.

Materiali

La prima caratteristica da valutare è senz’altro il materiale: da esso infatti dipendono la durabilità del tappetino, l’aderenza e la stabilità. Vediamo i più utilizzati:

  • PVC: il materiale più frequente che offre la migliore aderenza e grip, anche in situazioni di particolare sudorazione. L’unica pecca è che si tratta di un materiale sintetico che sta lasciando via via spazio a materiali più ecosostenibili.
  • Schiume e TPE: morbide, elastiche, ottima alternativa al PVC. Perfette per mantenere l’equilibrio grazie al giusto supporto dato alle articolazioni.
  • Cotone: si, ci sono tappetini yoga anche in cotone. Assorbe bene il sudore, è ecosostenibile, anallergico, ma non dà il giusto sostegno per diverse posizioni.
  • Lattice: morbido, aderente e offre un buon grip antiscivolo. Ovviamente non è adatto a chi è allergico al lattice.
  • Sughero: materiale naturale, anallergico, traspirante, ma assorbe troppo il sudore.
  • Iuta: resistente, non tossico, antimicrobico. Ha una buona aderenza.

Dimensioni, peso e spessore

Le dimensioni rappresentano la seconda caratteristica da valutare: dovrete acquistare un tappetino che possa permettervi di sdraiarvi completamente senza dover lasciare alcuna parte fuori da esso. La lunghezza media è di circa 175 cm, ma per le persone più alte, ci sono tappetini che arrivano anche a 195 cm. Ovviamente occorre valutare anche la larghezza: di solito i tappetini yoga sono larghi 65 cm, ma ce ne sono anche di più lunghi.

Lunghezza, larghezza e spessore. Cercate un tappetino che abbia uno spessore di 5 – 6 mm: in questo modo si potrà avere il giusto rapporto tra densità e morbidezza. In questo modo potrete sfruttarlo benissimo sia per le posizioni che per la fase di rilassamento.

Da evitare tappetini troppo spessi e morbidi: in questo modo potreste perdere la giusta stabilità sul pavimento. Un tappetino particolarmente denso, invece, sarà adatto per chi cerca un supporto intenso e per chi è in dolce attesa.

Da non sottovalutare anche il peso del tappetino: alcuni pesano fino a 3 Kg, ma se dovrete portarlo dal bagagliaio alla palestra, allora passerà in secondo piano.

La nostra Scelta
Yogii Tappetino per Yoga, Pilates ed Esercizio Fisico, in...
  • Perché la gomma termoplastica? Realizzato in...
  • Antiscivolo e robusto: i tappetini per esercizio...
  • Modello ottimizzato: il nostro obiettivo è quello...

Grip, antiscivolo e struttura

Il grip, ovvero la presa sul pavimento, deve essere eccellente in modo da evitare che si sposti durante le sessioni di yoga. Sarebbe davvero disdicevole sentirlo scivolare pian piano sotto il proprio corpo mentre si è concentrati sulla pratica. Il grip è importante anche dalla parte del corpo: mani e piedi non devono scivolare mentre si è in equilibrio e soprattutto mentre si inizia a sudare.

Per questo motivo considerate il tipo di struttura: se a celle aperte o chiuse. I tappetini a celle aperte assorbono il sudore e sono consigliati a chi pratica il bikram yoga o altre forme di hot yoga, durante i quali si tende a sudare molto. Questi vanno bene anche per chi pratica l’ashtanga vinyasa o il power yoga,due metodi molto vigorosi, in cui il corpo tende a sudare molto.

I tappetini a celle chiuse, invece, sono più adatti per pratiche yoga dove si suda molto poco.

Linee di allineamento

I migliori tappetini yoga sono dotati di linee che consentono di mantenere in perfetto equilibrio e allineamento mani, piedi e corpo e di posizionarlo esattamente nel centro. E’ solo così che si potrà raggiungere il perfetto equilibrio fisico al quale lo yoga ambisce.

Manutenzione e trasportabilità

La manutenzione va di pari passo al luogo dove viene praticato lo yoga: se si è in casa o in palestra andrà benissimo un tappetino a celle aperte che trattiene più lo sporco, ma anche è perfetto nel caso che si sudi molto.

Differentemente un tappetino a celle chiuse, è l’ideale per chi lo utilizza in viaggio e per chi lo utilizza in giardino o in ambienti che possono essere polverosi: con la struttura e celle chiuse sarà più facile pulirlo, anche solo passandoci un panno umido.

Allo stesso modo è bene considerare la facilità di trasporto, soprattutto nel caso in cui si tratti di un tappetino pesante (oltre i 2,5 Kg). In questo caso, potrete acquistare le pratiche borse a tracolla adatte per il traporto dei tappetini da yoga.

Tappetino Manduka: il top

Un discorso a parte lo merita il tappetino Manduka, garantito a vita, perfetto per chi cerca il massimo comfort durante la pratica, il mantenimento dell’equilibrio e delle posizioni. E’ spesso 6 mm, lungo 216 cm, ideale per contenervi tutte le parti del corpo. Ha un ottimo grip anche in situazioni di particolare sudore.

Manduka, tappetino da yoga professionale, spessore 6 mm...
  • Tappetino da yoga Pro Yoga: tappetino da yoga...
  • Alte prestazioni: scopri l'eredità:...
  • Materiale di qualità: amato dagli insegnanti di...

Migliori tappetini yoga

Le marche top quando si parla di tappetini yoga sono Manduka e Lotuscraft. Se cercate qualcosa di più economico, optate per i tappetini del Decathlon o per quelli della marca Fair Soul.

1 - Yogii Tappetino per Yoga, Pilates

1° miglior Tappetino Yoga
Yogii Tappetino per Yoga, Pilates ed Esercizio Fisico, in...
  • Perché la gomma termoplastica? Realizzato in...
  • Antiscivolo e robusto: i tappetini per esercizio...
  • Modello ottimizzato: il nostro obiettivo è quello...

2 - Avoalre Tappetino Yoga Antiscivolo

2° miglior Tappetino Yoga
Avoalre Tappetino Yoga Antiscivolo Pieghevole, Tappetino...
  • Design Pieghevole e Portatile: Questo tappetino da...
  • Design Antiscivolo a Doppia Faccia: La parte...
  • Design Spesso 5 mm: Lo strato intermedio ha una...

3 - Zenpower Tappetino Yoga - We Love

3° miglior Tappetino Yoga
Zenpower Tappetino Yoga - We Love Yoga - 180 x 60 x 0,6 cm -...
  • VERSATILE: il nostro tappetino palestra è...
  • VERSATILE: il nostro tappetino palestra è...
  • SUPER ADERENZA: il nostro tappetino yoga...

4 - FitPaddy Mat Viola Tappetino

offerta4° miglior Tappetino Yoga
FitPaddy Mat Viola Tappetino Ginnastica, Yoga, Pilates,...
  • Qualità dei materiali: FitPaddy Mat è realizzato...
  • Sistema Allinea: la superficie del tappetino...
  • Comodo da trasportare: con soli 800 grammi di peso...

5 - Liforme Tappetino Yoga - Miglior

5° miglior Tappetino Yoga
Liforme Tappetino Yoga - Miglior Tappeto da Yoga...
  • Realizzati da yogi per yogi – i tappetini da...
  • Massima presa – Questo tappetino premium...
  • Sistema di allineamento rivoluzionario: il nostro...

6 - Tappetino Yoga, Tappetino da Yoga

6° miglior Tappetino Yoga
Tappetino Yoga, Tappetino da Yoga in TPE Antiscivolo...
  • ✅ [Materiale TPE ecologico] Il tappetino da yoga...
  • ✅ [Tappetino da yoga antiscivolo a doppia...
  • ✅ [Durevole spessore di 6 mm] I nostri tappetini...

7 - BAKAJI Tappetino Yoga in TPE

7° miglior Tappetino Yoga
BAKAJI Tappetino Yoga in TPE Ecologioco Doppio Strato...
  • Questo incredibile tappeto è realizzato...
  • Il nuovo tappetino da Yoga Bakaji è fornito di...
  • Le dimensioni di 61 x 183 cm permettono ampia...

FAQ sui tappetini yoga

Come si pulisce il tappetino da yoga?

Il tappetino yoga andrebbe pulito di frequente per evitare che prolifichino germi e batteri. Pulirlo è molto semplice, basta un po’ d’acqua e sapone, mentre è molto importante asciugarlo bene, in modo che l’acqua non ristagni e non venga assorbita dal tappetino.

E’ necessario utilizzare un asciugamano sopra il tappetino?

No, assolutamente. E’ importante utilizzare il tappetino senza altri materiali frapposti. Sarà soltanto così che si potranno sfruttare appieno le sue qualità e svolgere alla perfezione le varie posizioni dello yoga.

Autore: Elisa

Elisa
Letterata e lettrice accanita, appassionata di viaggi e di wellness, Elisa scrive ogni giorno approfondimenti sui prodotti per la persona e per il fitness: le sue recensioni sono pubblicate su queste pagine e su molte rubriche al femminile. Si definisce una nerd col pallino della condivisione: è la "quota rosa" di Okspot!

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)