Migliori Antifurti per la Casa

Migliori antifurti casa
Per difendersi dai malintenzionati: ecco i migliori antifurti casa

Sentirsi al sicuro è fondamentale. Se poi lo si è in casa propria, è ancora più importante. E’ per questo motivo che gli impianti di sicurezza e gli antifurti per la casa sono dispositivi sempre più richiesti. Sia per chi sta isolato e vuole dormire sonni tranquilli, sia per chi sta in pieno centro e desidera proteggere ciò che di più prezioso ha in casa.

Però, fare installare un impianto da un professionista ha un costo molto elevato: per questo motivo si trovano allarmi per casa anche a prezzi più bassi che si installano facilmente.

Ma funzionano? E come fare a districarsi in questo mondo un po’ complicato fatto da telecamere, centraline e kit? Ecco, quindi, un’utile guida ai migliori antifurti casa, come sceglierli e come installarli.

Perché acquistare un antifurto casa?

Il sistema di allarme è un dispositivo utile per scoraggiare eventuali effrazioni e proteggere ciò che abbiamo di più caro. Sia quando la casa è vuota, sia quando si è presenti all’interno. Quindi, possono scoraggiare, non è che proteggono completamente dall’effrazione: purtroppo ladri ben preparati possono aggirare qualsiasi sistema d’allarme, ma una casa difesa sarà senz’altro meno “attaccata” rispetto ad una dove è più facile penetrare.

Antifurti Casa: come sono fatti

Centralina: cablata, wireless o smart?

Oggi si trovano online ottimi kit antifurto casa composti da svariati componenti diverse: telecamere, centraline, sensori. Ma quali sono i pezzi davvero importanti, quelli a cui non si può rinunciare? Vediamoli.

Un impianto di allarme è costituito da una centralina che è un po’ il cuore di tutto il sistema. E’ proprio attraverso la centralina che è possibile controllare tutti i dispositivi connessi, capire qual è il sensore che ha emesso il segnale, inserire il codice dell’allarme e disinserirlo. Sulla base del tipo di centralina e della sua connessione con gli altri dispositivi è possibile distinguere tre tipologie di antifurti casa:

  • Antifurti cablati: si tratta degli allarmi tradizionali, dove ogni dispositivo è connesso all’altro tramite dei cavi. Richiede dei costi aggiuntivi per la stesa e la sistemazione dei cavi e nella maggior parte dei casi occorre rivolgersi ad un professionista. Difficile, inoltre aggiungere nuovi sensori, soprattutto se molto distanti dalla centralina. Non hanno alcuna problematica riguardo ad interferenze o disturbi da parte di terzi.
  • Antifurti wireless: la centralina comunica con gli altri dispositivi dell’allarme tramite rete Wi-fi. Si installano velocemente e anche in completa autonomia. Inoltre, se si è acquistato uno dei modelli con controllo in remoto tramite wireless, sarà possibile avere a disposizione le informazioni della centralina direttamente sul proprio smartphone e gestirle di conseguenza. Posso essere soggetti a disturbi o interferenze.
  • Antifurti smart: si tratta dei sistemi di ultima generazione. La centralina e gli altri dispositivi appartengono ad una vera e propria rete interna, che può essere messa in comunicazione sia con gli smartphone che con gli assistenti vocali.

Le centraline più complete sono dotate anche di rete GSM (o addirittura GPRS) in grado di comunicare, in modo autonomo come un cellulare senza l’ausilio della rete fissa, con il servizio di sicurezza (guardie giurate, polizia, ecc…). Questa funzione permette alla centralina di funzionare anche se la rete telefonica viene manomessa dai malintenzionati. Come avrete capito, la centralina è uno dei dispositivi dell’impianto dall’allarme da cui non si può prescindere.

Se volete approfondire la questione delle telecamere, vi rimandiamo al nostro articolo sui migliori impianti di telecamere videosorveglianza.

Migliori antifurti casa
Per difendersi dai malintenzionati: ecco i migliori antifurti casa

Sensori

La centralina è il cuore, ma è nulla se non collegata, tramite cablaggio o wireless, ai sensori. Siccome sono proprio i sensori a dover essere sistemati nelle zone della casa che si desidera proteggere, è bene capire quali sono quelli più adatti alle proprie esigenze. Questo perché, ci sono diverse tipologie di sensori pensati per sistemazioni e scopi diversi, ma nessuna tipologia esclude l’altra e anzi, usandoli in maniera combinata si aumentano la sicurezza e il controllo:

  • Sensori perimetrali: si tratta di sensori adatti a controllare porte e finestre, ovvero le eventuali zone di ingresso per i ladri. I più diffusi sono quelli magnetici da applicare su porte e finestre che innescano l’allarme quando le due parti magnetiche vengono separate. Esistono anche i sensori a tenda, simili a quelli di movimento, in grado di rilevare qualsiasi tipo di movimento (escluso quello degli animali grazie ai raggi infrarossi)
  • Sensori di movimento (o volumetrici): questi sistemi sono pensati per attivarsi nel caso in cui venga rilevato un movimento all’interno della casa. Sono da sistemare nelle camere e nei corridoi dove potrebbe esserci del movimento sospetto. I sensori volumetrici hanno una gradazione di rilevazione che va da 90° a 360°
  • Sensori anti sollevamento: sensori utili per controllare le tapparelle, in modo che scatti l’allarme se queste vengono sollevate dall’esterno
  • Sensori anti effrazione: per sistemarlo sui vetri delle finestre o sulle porte finestre, utile per far scattare l’allarme in caso di effrazione (vetro rotto)
  • Barriere invisibili: si mettono all’esterno, in giardini o terrazze, utili per controllare se qualcuno si avvicina alla proprietà
  • Rilevatori di pressione: da mettere sotto il pavimento per rilevare la pressione di un estraneo
  • Sensori video: di solito sono sensori che si sistemano al di fuori della casa, per chi ha giardini o terrazze. Sono molto utili in quanto scattano delle immagini in caso di allarme, giusto per riprendere il ladro che sta scappando. Negli antifurti smart sono in grado di riconoscere chi c’è in casa, se il padrone o un ladro.
  • Sensori di rilevamento gas: utili per rilevare gas o perdite e far scattare immediatamente l’allarme.

Segnali d’allarme

Infine, per avere un impianto completo, serve la sirena, un dispositivo in grado di emettere il segnale d’allarme e scoraggiare il prolungamento della visita da parte dei ladri. Possono essere intere o esterne.

Oltre all’impianto acustico, ci sono degli allarmi in grado di far accendere le luci in tutta la casa e all’esterno e altri che emettono dei gas nebbiogeni, in modo da lasciare disorientato il ladro e altri ancora in grado di accendere le telecamere per riprendere immediatamente la scena dell’effrazione.

Sistemi di controllo

A questi dispositivi può essere associato anche un telecomando per l’attivazione o la disattivazione dell’impianto: in telecomandi sono utili anche nel caso di emergenza. Premendo, infatti, il tasto del telecomando è possibile far scattare l’allarme e collegarsi con un servizio di sicurezza: sono utili nel caso di persone anziane che possono necessitare di assistenza.

L’attivazione e la disattivazione dell’impianto può avvenire anche attraverso un tastierino apposito: di solito è integrato con la centralina, ma se così non fosse, può essere anche dislocato in altre zone della casa, come direttamente nei pressi della porta d’ingresso. Il telecomando e il tastierino, ovviamente non sono presenti negli antifurti smart, ma solo in quelli con tecnologia tradizionale.

Come installare l’antifurto casa

Se avrete scelto un sistema cablato dovrete per lo più rivolgervi ad un professionista in grado di far passare tutti i cavi e collegare tutti i sistemi insieme. Diversa è la situazione nel caso di impianto di allarme wireless o addirittura smart: i sistemi più moderni, infatti, si collegano attraverso un sistema plug and play, ovvero una volta accesi, si connetteranno automaticamente senza nessun intervento esterno. Inoltre si possono attivare e disattivare attraverso lo smartphone o gli assistenti vocali.

Pensate, infine, che per installare in sistemi smart non avrete bisogno di nessun utensile: basterà appoggiare la centralina su un ripiano, sistemare i sensori dove si desidera e lasciare che il sistema si connetta in automatico. Alcuni sistemi sono addirittura scalabili, ovvero che è possibile aggiungere sensori o allarmi, nel caso di bisogni aggiuntivi o altre zone da proteggere.

Nel momento in cui scatta l’allarme, le centraline sia dei sistemi wireless che smart, invieranno un messaggio al vostro smartphone, oltre ad avvertire direttamente le Forze dell’Ordine attraverso il sistema GSM.

Quanto costa un (buon) antifurto casa

I sistemi wireless, oltre ad essere più facili da installare, sono oggi ormai anche più economici: ovviamente il prezzo varia in base a diversi fattori come il tipo di centralina e la tecnologia utilizzata, il numero dei sensori e la loro tipologia, la presenza o meno di telecomandi.

In linea di massima, quindi, gli allarmi casa di fascia ultra economica, si aggirano intorno alle 50,00 € – 60,00 €, mentre quelli di fascia media, con una dotazione di sensori base, si assestano oltre le 100,00 € fino alle 200,00 €, mentre per un kit di buona marca, “smart” e completo, si va dalle 500,00 € in su.

Come scegliere l’antifurto casa giusto

Come avrete capito ci sono diverse caratteristiche da valutare prima dell’acquisto. Dopo avere scelto tra sistemi di allarme cablati, wireless o smart, e le varie tipologie di sensori da sistemare in casa, potrete passare a valutare anche se seguenti caratteristiche, più tecniche, ma sempre molto utili. Vediamole in dettaglio.

Sistemi di protezione

Protezione della protezione. I sistemi wireless hanno la pecca di poter essere disturbati per essere messi fuori uso. Fortunatamente ci sono dei sistemi, chiamati anti-jamming, in grado di far scattare l’allarme quando si rende conto che due delle frequenze su tre presenti sono occupate (o una su due, dipende da quante frequenze vengono sfruttate). Questo perché, i sistemi, sia la sirena che i sensori possono comunicare con la centralina attraverso le frequenze a 433, 434 e 868 Mhz.

Rete di comunicazione

Oltre a far scattare l’allarme, il dispositivo deve essere anche in grado di avvertire dell’effrazione: questo è possibile attraverso la rete GSM o quella GPRS. Quindi anche nel caso in cui i ladri taglino la linea di comunicazione, questi dispositivi, funzionando con la rete cellulare, sono comunque in grado di avvertire il padrone di casa e le Forze dell’ordine. La comunicazione potrà avvenire anche tramite smartphone e l’utente potrà interagire con l’allarme anche tramite questo device.

Autonomia e batteria

I sistemi wireless funzionano a batteria: fortunatamente gli antifurti consumano molto poco e hanno un’autonomia che va da 1 anno fino a 2 anni. E’ importante comunque controllare costantemente tutti i sensori e il loro funzionamento. Gli allarmi al top di gamma inviano allo smartphone un resoconto del livello di carica della batteria e dello stato di vita di tutti i sensori.

Compatibilità

Infine, vi consigliamo di valutare la compatibilità del sistema prescelto: ci sono alcuni sistemi che sono compatibili con dispositivi di altre marche e che sono facilmente espandibili con sensori o allarmi aggiuntivi, senza nessuna problematica. Altri sistemi, invece sono espandibili, ma accettano solamente i dispositivi della propria marca: a noi piacciono molto quelli più versatili in quanto danno più libertà di gestione.

Migliori Antifurti casa secondo Okspot

1- Somfy Home Alarm Plus – Il migliore antifurto smart

Senza nessun attrezzo e solo leggendo le istruzioni potrete installare questo antifurto per la casa. Dotato di una centralina collegata allo smartphone dal quale è possibile gestire l’intero impianto e controllare i vari sensori.

Ci piace molto la funzione kids, per sapere quando i proprio figli sono a casa e per controllare chi è a casa in un determinato momento. Grazie alla presenza dei badge non importa dover inserire ogni volta il codice: il sistema, infatti, riconosce gli utilizzatori attraverso il badge e disinstalla automaticamente l’allarme.

Grazie al particolare sistema Somfy, i sensori fanno scattare la sirena appena rilevano i tentativi di effrazione e inviano delle notifiche sullo smartphone oltre ad attivare le Forze dell’Ordine. Si può espandere con tutta la gamma dei sensori e accessori Somfy. All’interno della confezione Plus c’è una sirena, 3 rilevatori di vibrazioni per le finestre e le porte, 3 badge di controllo e 1 rilevatore di movimento per interni.

SOMFY 1875230 Home Alarm Plus, Kit Antifurto WiFi Completo...
  • Sistema di sicurezza ideale per la casa,...
  • Questo allarme collegato può essere facilmente...
  • Questo sistema deterrente dà l'allarme prima che...

2- Xiaomi Mi Smart Sensor Set – Giusto rapporto qualità prezzo

Allarmi smart, perfetti per tenere sempre tutto sotto controllo. L’installazione è semplice e veloce e non richiede alcun tipo di utensile specifico. All’interno della confezione c’è un kit completo per controllare e rilevare i movimenti umani e degli animali e per controllare porte e finestre: sarete dotati di una centralina, 2 sensori di movimento, 2 sensori per porte e finestre e un telecomando wireless per il controllo di tutti gli oggetti collegati. E’ compatibile con i sistemi e i dispositivi di Mi Home Xiaomi.

Xiaomi Mi Kit di Sicurezza, Automazione Domotica Casa, Smart...
  • Mi Control Hub: centro di controllo della tua casa...
  • Installazione semplice
  • Rileva i movimenti umani e degli animali

3- Allarmi Casasicura – Facile installazione

Interessanti anche gli allarmi di Casa Sicura che propongono dei sistemi a quadrupla frequenza wireless, utili per essere ancora più al sicuro: 4 frequenze, infatti, saranno in grado di controllarsi continuamente a vicenda e far scattare l’allarme nel caso in cui una delle quattro venga esclusa per un qualsiasi problema.

I vari sistemi di allarme proposti, inoltre, sono compatibili con gli assistenti vocali (Google, Alexa, Siri) e con i sistemi connessi di applet IFTTT (If This Then That): in questo modo li potrete programmare a vostro piacimento a seconda delle vostre abitudini (ad esempio, “Imposta allarme automaticamente quando sono uscito di casa”). In pratica, a casa vi arriverà un kit con centralina, sensori e allarmi pensati per la vostra casa e le vostre esigenze che potrete facilmente installare senza alcun costo di gestione successivo.

4- Gigaset Elements Smart Home – La nostra scelta

Ideale per case a piano terra o case unifamiliari, ma anche per attività commerciali. Nella confezione c’è la centralina, un sensore per la porta, un rilevatore di movimento per interni, due sensori per la finestra e un sistema di allarme-sirena.

Grazie ai sensori volumetrici fa scattare subito l’allarme quando qualcuno si muove nella stanza oppure se la porta viene forzata con violenza. Per controllarla da remoto basta scaricare l’app gratuita.

Sistema di allarme Gigaset elements - Smart Home.
  • Registra subito quando qualcuno apre la porta o la...
  • Tenete sempre sott'occhio la vostra casa con il...
  • L'alarm system M è il sistema di allarme ideale...

5- Tiiwee X1 – Il più economico

Uno dei sistemi più economici e semplici da installare e da utilizzare. E’ un sistema tradizionale wireless, la cui centralina funziona grazie alla presenza di tre batterie della durata di circa un anno. Se le batterie si stanno scaricando, il segnale emette un segnale acustico.

Il sistema di allarme si può espandere con altri sensori o allarmi di Tiiwee per farne un sistema ancora più completo. Va benissimo anche per una casa disposta su più piani visto che il sistema wireless attraversa porte e finestre, oltre che pareti. E’ adatto anche per garage, capannoni e fondi commerciali.

Tiiwee X1 Allarme Casa Senza Fili con Sirena da 120 dB, 2...
  • LUNGO USO SENZA SOSTITUZIONE BATTERIA - La sirena...
  • SELEZIONE DEL SUONO – Si può impostare la...
  • ESPANDIBILE - Espandi il tuo allarme casa wifi con...

6- Dadvu DV2-AT – Funzionale e a basso costo

Installazione rapida e semplice per questo kit allarme composto da una centralina, 5 sensori per la porta, 2 telecomandi per attivazione e disinstallazione e un alimentatore. Il sistema wi-fi è collegato all’app che si può scaricare anche sullo smartphone per un controllo da remoto e per venire avvisati di qualsiasi emergenza.

Sistema di Allarme casa Kit wireless senza fili, WIFI, GSM,...
  • Kit Allarme Antifurto 100 - Wireless 433mhz, Wifi...
  • Notifiche push in App per Allarmi, SOS, Batteria...
  • Gestibile Da App DadVu (Smart Life - tuya),...

FAQ sugli Antifurti Casa

E’ difficile montare un antifurto senza l’aiuto di un tecnico?

I sistemi di allarme sono abbastanza facili da installare, soprattutto quelli smart. Niente utensili o difficili manuali di istruzioni: tutto è fatto per semplificare le cose e rendere l’installazione molto facile. I sistemi smart infatti hanno una centralina che non va installata, ma che va soltanto appoggiata su una superficie piana, un po’ come se si trattasse di un ripetitore wifi.

Certo è che più il sistema è complesso, magari anche cablato, e più probabilità ci saranno di dovervi rivolgere ad un professionista, anche solo per essere sicuri di aver collegato tutto alla perfezione e senza errori.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)