Migliori misuratori di consumo elettrico

Migliore misuratore consumo elettrico
Il misuratore di consumo elettrico permette di tenere sotto controllo la bolletta

In un periodo come quello attuale tenere sott’occhio i consumi energetici è fondamentale, sia per il rispetto dell’ambiente sia per motivi di costo. Per questo può essere necessario utilizzare un misuratore di consumo elettrico.

Si tratta di un dispositivo che viene prodotto in differenti formati e che è in grado di misurare l’assorbimento di una sottorete dell’impianto elettrico domestico oppure in ambiente professionale.

Viene montato a valle del contatore o in un ramo separato, ad esempio quello di una stanza, di un garage o del cortile e permette di valutare l’assorbimento di quella parte dell’impianto elettrico senza incidere in maniera pesante in bolletta.

Il controllo è quasi completamente passivo e di solito l’assorbimento di energia per l’alimentazione è trascurabile. Esistono versioni analogiche e digitali con differenti funzioni e la possibilità anche di essere integrate nei sistemi di domotica per migliorare il controllo e la sorveglianza, anche da remoto tramite app o con il PC.

Cos’è e come funziona un misuratore di consumo elettrico

Cos’è il misuratore di consumo elettrico

Il misuratore di consumo elettrico è un contatore montato in posizione slave rispetto a quello principale o master. Si tratta di un dispositivo in grado di misurare la quantità di corrente e di conseguenza la potenza che viene assorbita da una sottorete, cioè da una parte dell’impianto elettrico che si vuol tenere sotto controllo.

Le versioni storiche, ormai obsolete, erano dotate di un sistema a girante, una specie di motore elettrico a bassissimo consumo che faceva scorrere il conteggio in un contatore analogico, un po’ come l’acqua in un mulino.

Migliore misuratore consumo elettrico
Il misuratore di consumo elettrico permette di tenere sotto controllo la bolletta

Come funziona il misuratore di consumo elettrico

Quelle attuali utilizzano dei sensori Hall oppure degli amperometri digitali che con una semplice elettronica onboard convertono la misura in dati progressivi che vengono salvati in diverse maniere in base al modello.

I modelli più semplici vedono soltanto il consumo tra gli intervalli di misura senza possibilità di avere un diagramma complesso, che eventualmente deve essere letto in esterno tramite un’app.

Quelle professionali o più avanzate possono consentire di misurare su fasce orarie specifiche e di produrre un report attendibile, anche al minuto, che si può leggere sul display o esportare in diversi formati.

Dove installare il misuratore di consumo elettrico

Per montare il misuratore di consumo elettrico bisogna creare una sottorete elettrica. Si tratta semplicemente di separare dalla rete principale di casa, ad esempio, quella di una stanza, del garage o di una dependance montando in serie al cavo afferente il misuratore.

È un’operazione che richiede una certa quantità di competenza in campo elettrico e che deve essere effettuata con il contatore staccato per non danneggiare il dispositivo e non rischiare sgradevoli incidenti come l’elettrocuzione.

Il misuratore deve essere alloggiato all’interno di un contenitore stagno a norma o di un quadro elettrico è sulla sua carcassa sono riportate le indicazioni relative a fase, neutro e terra, che devono essere rispettate scrupolosamente nella maggior parte dei casi per avere una lettura attendibile, sebbene esistono alcuni modelli che non richiedono questa attenzione specifica.

È importantissimo ricordare che il misuratore di assorbimento elettrico non deve essere installato a monte del contatore, perché non è un dispositivo adatto e soprattutto non ci sono protezioni su quel lato della rete che fa riferimento direttamente alla distribuzione esterna nazionale.

Il rischio è altissimo, per cui se non si è particolarmente esperti è sempre meglio rivolgersi a un elettricista o a un amico esperto in grado di affrontare il problema in sicurezza.

Come si usa un misuratore di consumo elettrico

L’uso del misuratore di assorbimento elettrico è semplicissimo e molto intuitivo. Serve per sorvegliare il consumo di una parte dell’impianto di casa, dell’officina o del garage e produce un report relativo a tutto l’assorbimento a valle.

Si possono confrontare i dati forniti dal contatore con quelli delle app del servizio di distribuzione per farsi un’idea migliore della situazione.

Può essere installato, ad esempio, in un condominio o in un albergo per capire se ci sono picchi di assorbimento che violano i contratti, se per esempio qualcuno in un residence sta utilizzando macchine elettriche non consentite. In questo modo è facile notare il problema.

Potete installarne uno per accorgervi della presenza di un assorbimento improvviso, che però non fa scattare i magnetotermici di sicurezza.

Ad esempio se in garage o in una serra abbiamo un compressore o un sistema di riscaldamento elettrico che si attiva in modo automatico e imprevedibile, il misuratore di assorbimento ce lo farà sapere.

Se ci sono dispersioni di rete legate a una messa a terra non ottimale, questo dato sarà riportato come assorbimento anomalo. Vi consente anche di monitorare in maniera indiretta l’attività in un determinato ambiente.

Si usa per esempio se ci sono di lavatrici o scaldabagno comuni per poter scalare il costo della corrente consumata, scorporandolo dal lordo. Con i misuratori di assorbimento potete sapere esattamente quando e per quanto tempo i dispositivi sono attivi ed eventualmente prendere provvedimenti.

Quanto costano i misuratori di consumo elettrico

  • Prezzo del misuratore di consumo elettrico: 65,00 € per modelli di fascia medio alta.

Passiamo a vedere le fasce di prezzo dei vari modelli:

  • Fascia economica, tra i 15,00 e i 20,00 €: per i modelli economici che si montano esattamente come un normale adattatore per le spine. Di solito hanno soltanto un display per visualizzare il consumo nell’intervallo di tempo.
  • Fascia media, tra i 20,00 e i 100,00 €: potete avere modelli per quadro elettrico che richiedono un intervento da parte dell’elettricista o di un tecnico in grado di installarli, con memoria, display e app di servizio oltre che funzioni aggiuntive di distacco, anche da remoto o tramite interruttore e relè slave.
  • Fascia alta, oltre i 100,00 €: si tratta di modelli professionali per impianti a 220 V o 380 V con integrazione per app di domotica e sistemi wireless per lo scambio di dati e la stima dell’assorbimento, anche con scansione temporale inferiore a 1 s.

Miglior misuratore di consumo elettrico più Economico

Oggi in OffertaScelta Convenienza
Diymore Misuratore di Consumo Elettrico,Contatore di...
  • 【Funzione e 7 modalità】Questo contatore di...
  • 【Protezione da sovraccarico】Quando il...
  • 【Ampia applicazione】Adatto per tutti i tipi di...

Come scegliere il giusto misuratore di consumo elettrico

Tipologia

Per tenere sotto controllo l’assorbimento di un singolo elettrodomestico di solito è sufficiente scegliere i modelli da spina. Sono molto simili a normali ciabatte o adattatori e hanno funzionalità piuttosto limitate, ma consentono comunque di conoscere l’assorbimento in determinati intervalli di tempo.

In alcuni casi sono dotati di un sistema di blocco automatico che stacca l’utenza in caso di sovraccarico o superamento di una soglia programmabile.

Se li usate per controllare una sottorete, ad esempio una stanza o il garage è meglio scegliere il modello da quadro elettrico che richiede installazione in sicurezza e il montaggio da parte di un tecnico o comunque di una persona in grado di garantire un corretto assemblaggio.

Funzioni aggiuntive

Se si tratta soltanto di controllare un elettrodomestico di solito basta la stima dell’assorbimento nell’intervallo di tempo. Se, invece, è necessario una stima più complessa è sempre bene verificare che ci siano funzioni aggiuntive come la navigazione per fasce temporali, la programmabilità dell’eventuale distacco, la memorizzazione di dati e lo storico.

Inoltre è importante verificare la connettività e la compatibilità con diversi standard per la domotica.

Compatibilità

Molti modelli sono stand-alone e consentono soltanto di visualizzare i risultati della misura attraverso il display o in alcuni casi con una porta USB per il collegamento e lo scambio dei dati, oppure una semplice rete wireless con app da cellulare.

Altri, invece, prevedono l’installazione all’interno di una rete domotica e possono essere compatibili con differenti standard, come per esempio quelli di Google Home, Amazon Alexa e Philips Hue, oppure con dispositivi Apple per la domotica.

Migliori Misuratori di consumo elettrico

Maxcio, azienda del settore elettrotecnico produce misuratori di consumo elettrico digitali da presa con display chiari, intuitivi e capacità di supporto per grosse potenze senza sovraccarico o perdita di dati.

Besvic, uno dei colossi leader per l’impiantistica elettrica mette in campo ottimi modelli sia da pannello sia a presa, con connettività wireless, funzioni programmabili, possibilità di gestire relè come master e compatibilità con i principali standard per smart home.

Ketotek, ha un’ampia gamma di modelli di contatori ausiliari e power meters da pannello in standard DIN sia elettromeccanici che digitali, con funzioni adatte per la limitazione e il distacco forzato.

1 - Misuratore Consumo Elettrico,

1° miglior Misuratore Elettricità
Misuratore Consumo Elettrico, Besvic 3680W Misuratore di...
  • ✔️【Monitoraggio del consumo di elettricità...
  • ✔️【Design amichevole per l'utente】Il...
  • ✔️ 【7 Modalità di monitoraggio】...

2 - Besvic Misuratore Consumo

2° miglior Misuratore Elettricità
Besvic Misuratore Consumo Elettrico, 3680W Misuratore...
  • ✔️【7 modalità di monitoraggio】Questo...
  • ✔️【Monitoraggio in tempo reale】È...
  • ✔️【Avviso di sovraccarico】Quando viene...

3 - Besvic Misuratore Di Consumo

3° miglior Misuratore Elettricità
Besvic Misuratore Di Consumo Elettrico 1 Pezzo, Misura...
  • [7 Modalità di Monitoraggio Energia] ---...
  • [Schermo LCD e Retroilluminazione] --- Viene...
  • [Avviso di sovraccarico] --- Protezione da...

4 - KETOTEK Smart Contatore Energia

4° miglior Misuratore Elettricità
KETOTEK Smart Contatore Energia Eelettrica Monofase...
  • 【Power Monitor Multifunzione】 Questo contatore...
  • 【Telecomando e Controllo Vocale】 Questo...
  • 【Funzione di Protezione da Sovraccarico】...

5 - Mengtech 6 in 1 Misuratore

offerta5° miglior Misuratore Elettricità
Mengtech 6 in 1 Misuratore Contatore di Corrente Digitale,...
  • 【 DIGITALE MULTIFUNZIONE】——Contatore...
  • 【ALTA PRECISIONE】——Tensione CA: CA...
  • 【MEMORIA DATI】——Il contatore di corrente...

6 - Xcsaide 2 Pezzi Misuratore Consumo

6° miglior Misuratore Elettricità
Xcsaide 2 Pezzi Misuratore Consumo Elettrico, Misuratore di...
  • 【Monitoraggio energetico】 Misura e calcola il...
  • 【Protezione da sovratensione】Tensione...
  • 【Contatore dei costi energetici con schermo...

7 - Besvic Misuratore di Consumo

offerta7° miglior Misuratore Elettricità
Besvic Misuratore di Consumo Elettrico, Contatore del...
  • ✔️ 7 modalità di monitoraggio – Il...
  • ✔️Monitoraggio reale – Basta collegare i...
  • ✔️Avviso di sovraccarico - Quando il...

8 - Diymore Misuratore di Consumo

offerta8° miglior Misuratore Elettricità
Diymore Misuratore di Consumo Elettrico,Contatore di...
  • 【Funzione e 7 modalità】Questo contatore di...
  • 【Protezione da sovraccarico】Quando il...
  • 【Ampia applicazione】Adatto per tutti i tipi di...

FAQ sui misuratori di consumo elettrico

Quanto assorbe il misuratore di consumo elettrico?

Sebbene il misuratore si trovi effettivamente inserito sulla rete la quantità di assorbimento dell’amperometro è pressoché nulla, perché la sua impedenza dovrebbe teoricamente corrispondere a zero Ohm.

In realtà il sistema elettronico di controllo in molti casi è alimentato a batteria, anche se esistono modelli che non prevedono questo tipo di backup e utilizzano soltanto la tensione di rete, con la conseguenza che in caso di un distacco si perdono i dati.

Chi può installare un misuratore di consumo elettrico?

I dispositivi di tipo adattatore possono essere utilizzati da chiunque, senza bisogno di particolari precauzioni, a patto di rispettare i minimi di sicurezza per l’utilizzo delle prese elettriche.

Quelli da quadro, invece, richiedono conoscenze di elettrotecnica di base quali la distinzione tra fase e neutro o il corretto montaggio. In alcuni casi può essere necessario l’utilizzo di un tecnico o di qualcuno in grado di garantire la sicurezza.

Salva dai cortocircuiti?

Non tutti i modelli sono dotati di sistema di distacco automatico in caso di superamento della soglia programmabile o fissa di assorbimento.

È una feature che deve essere verificata prima dell’acquisto, ma che può fare la differenza, soprattutto nel caso di controllo per ambienti dove non è possibile intervenire a mano in caso di incidenti o problemi.

Accessori

I misuratori di assorbimento ad adattatore da presa non hanno bisogno di alcun tipo di accessorio, mentre per quanto riguarda quelli da quadro elettrico può essere utile acquistare anche una scatola di derivazione in materiale plastico antincendio e una guida DIN per il montaggio in sicurezza.

Scegliete possibilmente una soluzione dotata di sportellino trasparente e chiave per poter fare ispezioni senza bisogno di aprirlo ma soprattutto per evitare incidenti da contatto o manomissioni da parte di terzi.

Autore: Marco R. (Okspot)

Marco R. (Okspot)
Dopo gli studi in ingegneria, Marco Ricca si dedica alla divulgazione web di articoli sulla tecnologia, sui viaggi, sulla finanza e sul futuro. Pubblica il suo primo sito nel 1999, ed è fondatore e autore di Okspot dal 2009. Ogni giorno scrive per condividere le proprie impressioni sulle novità tech del momento: le sue recensioni hanno successo anche su Google, su Amazon e su molte testate giornalistiche Italiane.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)