Migliori Miele di Manuka

Miele di Manuka
Miglior miele di Manuka: dosi, usi e proprietà nutritive

Il miele di Manuka è un particolare tipo di miele prodotto in Nuova Zelanda. Da sempre utilizzato dai neozelandesi, da qualche anno a questa parte si è velocemente diffuso anche nel resto del mondo grazie alle sue proprietà benefiche e terapeutiche, tanto da renderlo uno dei cosiddetti superfood più ricercati.

A differenza del miele che tutti conosciamo e a causa del suo prezzo abbastanza elevato, è importante saper scegliere bene il miele di Manuka: tra dosaggi, usi esterni e altro proprietà da scoprire, ecco una guida con tutto quello che c’è da sapere sul miele di Manuka e i migliori da acquistare.

Miele di Manuka: cos’è e da dove proviene

Il miele di Manuka prende il suo nome dalla pianta omonima (nome scientifico, Leptospermum scoparum), chiamata anche albero del tè. Perché possa essere poi commercializzato con questo nome, però, è necessario che le api, per la produzione del miele, utilizzino almeno il 70% di pollini e nettare proveniente da questa pianta. E’ grazie a questi fattori, infatti, che può garantire alcune proprietà benefiche, antibatteriche e antinfiammatorie.

Le proprietà dell’arbusto di Manuka

La pianta di Manuka cresce in Nuova Zelanda e in Australia e si presenta sotto forma di un piccolo arbusto cespuglioso simile al mirto, sempreverde e con foglie sottili. La pianta di Manuka viene utilizzata, non solo per le proprietà benefiche del miele, ma anche per le sue proprietà aromatiche e per l’olio essenziale che se ne ricava e per la consistenza del legno, adatto per l’intaglio e per dare sapore alla carne e al pesce durante le fasi di affumicatura.

Miele di Manuka
Miglior miele di Manuka: dosi, usi e proprietà nutritive

Miele di Manuka: le cose da sapere

Cosa contiene il Miele di Manuka

La caratteristica principale del miele di Manuka è il fatto di contenere sostanze antibatteriche, tra cui il perossido di idrogeno e il più conosciuto metilgliossale alimentare (MethylGlyOxal, MGO), componenti efficaci contro alcuni batteri antibiotico-resistenti. Nel miele commerciale e tradizionale che tutti conosciamo, questi fattori si trovano, ma in piccole quantità.

Ecco spiegato il motivo per cui il miele di Manuka viene etichettato come terapeutico. E’ bene, comunque, specificare che le proprietà antibatteriche e terapeutiche del miele di Manuka trovano spazio in campi limitati e specifici e non sono ancora stati comprovati dalla medicina tradizionale.

La concentrazione del miele di Manuka varia anche in base ad altri fattori come i tempi di raccolta, i trattamenti effettuati e l’eventuale purezza (più o meno monofloreale). Inoltre c’è da aggiungere che questo tipo di miele non è pastorizzato, ma crudo, in modo che non vengano eliminate le sue proprietà benefiche.

Cosa significa MGO nel miele di Manuka?

Il miele di Manuka viene etichettato sulla base della quantità di MGO, ovvero di metilgliossale presente all’interno. Maggiore è questo valore e maggiori proprietà benefiche e antibatteriche dovrebbe avere il miele. Talvolta questo valore viene espresso con la dicitura UMF, ovvero “Unique Manuka Factor”, il quale ha un punteggio minimo di 10 UMF, sotto il quale il miele non è etichettato come Manuka.

Sapore e consistenza

Ma di cosa sa il miele di Manuka? Ha un gusto leggermente amarognolo, con alcune note speziate, di erbe e minerali. Il sapore è forte e deciso, ricco e complesso, tant’è che si possono individuare anche sentori di terra. Alla vista e al colore è viscoso e scuro: anche il colore è una caratteristica molto importante di questo miele, in grado di contraddistinguerlo dal miele di Manuka contaminato da altre coltivazioni.

Proprietà del Miele di Manuka

I benefici del miele di Manuka

Pur essendo usato da sempre nella farmacologia dei Maori, le sue proprietà benefiche nella medicina tradizionale non sono ancora state provate. Che abbia proprietà antibatteriche, questo è certo, ma non è da considerarsi assolutamente un sostituto dei medicinali classici.

Studi in vitro hanno dimostrato che le sostanze contenute nel miele sono anche in grado di limitare lo sviluppo dei batteri resistenti, sensibili solo ad alcuni antibiotici specifici. Le applicazioni in vivo, invece, sono ancora molto scarse. Ma vediamole in dettaglio:

  • Applicazione esterna per curare ferite, lievi ustioni e ulcere
  • Limita la proliferazione batterica
  • Stimola la produzione di cellule per la riparazione dei tessuti
  • Efficace per le gengiviti perché riduce l’accumulo di placca
  • Trattare alcuni problemi intestinali

Miele di Manuka come alimento

Oltre ai benefici dovuto all’uso interno ed esterno, il miele di Manuka è considerato soprattutto un alimento energetico. E’ considerato, per questo, alla stregua dei super food, ovvero un prodotto alimentare che si presume che abbia benefici per la salute dati dal contenuto dei nutrienti. Ci piace ricordare qui, ad esempio, la pappa reale.

Può essere utilizzato come un sostituto dello zucchero bianco, ma rispettando le dosi, visto che avendo un potere dolcificante inferiore allo zucchero, è normale che si tenda ad aumentarne la dose: quella consigliata è circa 20 g, massimo 3 volte al giorno. Non è indicato nella dieta di soggetti sovrappeso o diabetici.

Miglior Miele Manuka
Miglior Miele Manuka: ecco come sceglierlo

Effetti collaterali del miele di Manuka?

Non ci sono particolari affetti collaterali dovuti all’uso del miele di Manuka, a meno che questo non sia eccessivo e sovradosato: in questo caso può causare iperglicemia, soprattutto in soggetti diabetici. E’ sconsigliato anche per tutti coloro che sono allergici alle api.

Come usare il Miele di Manuka

Uso

Se desiderate utilizzare il miele di Manuka per curare ferite o abrasioni, basterà che lo applichiate direttamente sulla pelle attraverso una piccola garza. In caso di uso alimentare, invece, vi consigliamo di non utilizzarlo come sostituito del pasto, ma come accompagnamento, non superando le dosi giornaliere consigliate. E’ possibile assumerlo direttamente dal cucchiaino o sciolto in bevande appena calde o fredde.

Dosi

Pur consigliandovi di non eccedere mai con l’uso del miele di Manuka, ne potrete assumere un cucchiaino (circa 20 g) per 3 volte al giorno, prima dei pasti.

Come scegliere il Miele di Manuka

Scegliere il miele di Manuka significa controllarne i valori e la purezza. Se i valori fossero espressi in UMF, controllate che questi non siano inferiori a 10, mentre se fosse espresso in MGO, il valore minimo accettabile è di 100+.

Il massimo, invece, arriva a 800+, ma noi vi consigliamo di non superare i 550+: oltre questo valore, infatti, può capitare che il miele sia stato modificato artificialmente, a prescindere dal lavoro naturale della api.

Quanto costa il Miele di Manuka

Il miele di Manuka è molto più costoso rispetto agli altri tipi di miele classici. Il costo varia anche in base alla purezza e alla quantità di metilgliossale contenuto all’interno. Ad esempio, il miele di Manuka con 100+, può costare circa 90,00 € al Kg, mentre con 800+, può arrivare anche a 250,00 € al Kg.

Dato il prezzo elevato, fate attenzione ai falsi! Un prezzo al Kg troppo basso vi dovrebbe infatti insospettire.

Miglior Miele di Manuka

1 - Miele di Manuka 400+ MGO 250 gr.

1° miglior Miele di Manuka
Miele di Manuka 400+ MGO 250 gr. Prodotto in Nuova Zelanda,...
  • ✔ RAW MANUKA HONEY: Il Miele di Manuka è una...
  • ✔ PROVENIENZA MIELE DI MANUKA: La pianta di...
  • ✔ PURO E NATURALE AL 100%: Miele di Manuka di...

2 - Steens Miele Di Manuka Monoflorale

2° miglior Miele di Manuka
Steens Miele Di Manuka Monoflorale MGO 514 (UMF 15) 340g...
  • UMF 15 (MGO 514) - La classificazione UMF misura i...
  • MIELE DI MANUKA GREZZO - Non pastorizzato e...
  • PROPOLI - Un mix naturale di polline d'api,...

3 - Miele di Manuka 500+ MGO 500 gr.

3° miglior Miele di Manuka
Miele di Manuka 500+ MGO 500 gr. Prodotto in Nuova Zelanda,...
  • ✔ RAW MANUKA HONEY: Il Miele di Manuka è una...
  • ✔ PROVENIENZA MIELE DI MANUKA: La pianta di...
  • ✔ PURO E NATURALE AL 100%: Miele di Manuka di...

4 - New Zealand Honey Co. Miele di

4° miglior Miele di Manuka
New Zealand Honey Co. Miele di Manuka MGO 829+ / UMF 20+ |...
  • SUPERARE IL TUO CIBO - Potenzia il tuo cibo...
  • 100% NUOVA ZELANDA FATTA - Tutto il nostro miele...
  • UMF CERTIFICATO - Siamo membri dell'associazione...

5 - Miele di Manuka 100+ MGO 250 gr.

5° miglior Miele di Manuka
Miele di Manuka 100+ MGO 250 gr. Prodotto in Nuova Zelanda,...
  • ✔ RAW MANUKA HONEY: Il Miele di Manuka è una...
  • ✔ PROVENIENZA MIELE DI MANUKA: La pianta di...
  • ✔ PURO E NATURALE AL 100%: Miele di Manuka di...

6 - Sonnentor Miele Di Manuka Biologico

offerta6° miglior Miele di Manuka
Sonnentor Miele Di Manuka Biologico 250g
  • Già i maori, i residenti della Nuova Zelanda,...
  • Il miele ottenuto da questa pianta è stato detto...
  • Leggermente menta, affascina tutti i sensi e...

7 - Steens Miele Di Manuka Monoflorale

7° miglior Miele di Manuka
Steens Miele Di Manuka Monoflorale MGO 85 (UMF 5) 500g Crudo...
  • MGO 83 - Il nostro miele Manuka è testato in modo...
  • MIELE GREZZO - Non pastorizzato e lavorato...
  • PROPOLI - Un mix naturale di polline d'api,...

8 - Miele di Manuka 800+ MGO 250 gr.

8° miglior Miele di Manuka
Miele di Manuka 800+ MGO 250 gr. Prodotto in Nuova Zelanda,...
  • ✔ RAW MANUKA HONEY: Il Miele di Manuka è una...
  • ✔ PROVENIENZA MIELE DI MANUKA: La pianta di...
  • ✔ PURO E NATURALE AL 100%: Miele di Manuka di...

FAQ sul Miele di Manuka

Quando fiorisce la Manuka?

La Manuka fiorisce a metà novembre e la sua fioritura dura circa 4 settimane.

Perché è meglio non usarlo in bevande calde?

Il miele di Manuka è un alimento crudo, ossia non pastorizzato. Se utilizzato in bevande calde, come il tè, potrebbe perdere le sue proprietà benefiche.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)