Home » Tablet » iPad Air2: caratteristiche e differenze con iPad Air “1”

iPad Air2: caratteristiche e differenze con iPad Air “1”

ipad air2 vs air 1
Confronto degli spessori tra ipad Air2 ed il vecchio modello Air 1


Se siete fanatici dei prodotti Apple, sicuramente non vi è sfuggita l’uscita dell’ultimo modello di tablet, l’iPad Air2. Sarebbe il 6° modello della gamma: se avessero mantenuto la numerazione, sarebbe l’iPad 6.
iPad Air2 presenta alcune piccole, ma sostanziali, differenze rispetto al modello precedente che è sul mercato in Italia dal novembre del 2013. Vediamo se vale la pena acquistarlo.

Pur essendo molto simili nel design, si nota che l’ultimo iPad, se confrontato con il precedente, è stato leggermente rivisitato nell’estetica; i bordi rimangono quindi arrotondati, ma il profilo è meno bombato e di fatto il design è più sottile ed elegante. Questa differenza fra i due tablet è più netta se vengono osservati di profilo: iPad Air ha un corpo di 7,5 millimetri di spessore, ottimo rispetto alle vecchie versioni 4 e 2, ma il nuovo modello si ferma a soli 6,1 mm; le dimensioni dei due tablet rimangono invece invariate (240 mm di altezza per 169,5 mm di larghezza), il tutto come sempre rivestito da un corpo di alluminio.

ipad air2 vs air 1
Confronto degli spessori tra ipad Air2 ed il vecchio modello Air 1

iPad Air ha un peso di 469 grammi (la versione 3G invece ne pesa 478);  iPad Air2 ha subito un ulteriore ridimensionamento del peso, giungendo a 437 grammi per la versione WiFi e 444 grammi per la versione cellular;
Il fattore del peso può apparire privo di grande importanza, ma tendendo nelle mani i due diversi modelli si può notare una maggiore piacevolezza del nuovo modello.
A causa di queste pur piccole differenze, le cover e le custodie del precedente modello non sono compatibili col nuovo, fatta  eccezione per le smart cover di Apple, quelle che proteggono il solo frontale.

Forse una delle novità introdotte che hanno fatto più scalpore è stata l’adozione, come anche per l’Iphone 5s e 6, della tecnologia Touch ID che sfrutta dei sensori per captare e riconoscere le impronte digitali registrate, e sbloccare così le funzionalità del tablet senza bisogno di inserire il codice. Tale funzionalità non può essere aggiunta in tablet più vecchi, e rimane così strettamente connessa al nuovo prodotto Apple.

Un’altro accessorio che è stato aggiunto nell’ultimo modello, anche se non si vede, è il barometro, che apre lo scenario ad app meteo molto interessanti.

Ma quella che a nostro avviso è la differenza più sostanziale è l’evoluzione del processore, cuore del sistema: iPad Air2 dispone dell’A8X e M8, rispetto all’A7 con coprocessore di movimento M7.
Questo processore è particolarmente potente, grazie alla CPU a 3 core ed a 2 GB di RAM a supporto. Il dispositivo gode quindi del doppio della memoria di sistema rispetto ad ogni dispositivo iOS già messo sul mercato; in base ad accurati test di benchmark, il processore dell’Ipad Air2 supererebbe in prestazioni quello dell’iPad Air fino al 66%. Data la “pesantezza” delle ultime release del sistema operativo, il vantaggio è di non poco conto in termini di velocità di utilizzo.

Al proposito, cambia anche il sistema operativo di default: iPad Air2 è dotato di iOS 8.1, che è però possibile installare anche sul precedente modello Air senza che le prestazioni ne risentano. Al proposito, sconsigliamo invece l’aggiornamento all’ultimo sistema di 8° generazione ai possessori di dispositivi più datati quali iPad 2 e iPhone 4s.

Il display di iPad Air2 ha dimensioni identiche a quelli del precedente (quindi 9,7 pollici) e lo stesso vale per i pixel con risoluzione di 2048 x 1536 (264 ppi); in verità la qualità dell’immagine cambia in conseguenza ad un sistema di costruzione del tutto rivisitato e soprattutto del rivestimento antiriflesso. Affiancando i due tablet si può notare che iPad Air2 assorbe i riflessi, consentendo una visione più pulita anche quando vi siano luci che colpiscono direttamente il display, con un effetto patinato; sicuramente un fattore positivo, dato che riteniamo che uno dei più grandi difetti di iPad Air sia appunto la debolezza di fronte al riflesso della luce, in primis di quella solare, con tutti i fastidi che ne conseguono nell’uso all’esterno. La differenza è comunque meno sostanziale rispetto all’introduzione del primo modello Air, che con una risoluzione di 4 volte superiore al precedente iPad 4, di fatto offriva un’esperienza visiva totalmente nuova ed ancora oggi attuale, anzi, sorprendente.

Un altro aspetto che la Apple ha migliorato nel nuovo tablet è la fotocamera: il nuovo modello dispone di una camera da 8 megapixel, a differenza del primo tablet che consta di una camera da 5 MP; c’è la possibilità di effettuare scatti in sequenza e registrazione video HD 1080p a 30 fps. Non siamo ancora ai livelli di una fotocamera, ad esempio, di uno smartphone Samsung, ma sul tablet si tratta di un accessorio non così utilizzato.
Per quanto concerne la camera frontale, non si riscontrano significative differenze, essendo una Facetime HD da 1,2; allo stesso modo, rimane identico l’autofocus e il sensore BSI (illuminazione posteriore).

Per quanto riguarda la memoria per file e app, iPad Air è adesso disponibile sia da 16 GB che da 32 GB; una scelta più riduttiva rispetto al nuovo modello, il quale è disponibile nelle versioni da 16, 64 e anche 128 GB.
Se avete molti file multimediali e app, scegliete senza indugi almeno la versione da 64 GB, in quanto in quella da 16 avrete quasi metà dello spazio occupato dal sistema operativo! Rimane inoltre la possibilità di acquistarlo in versione WiFi o WiFi + Cellular.

La batteria al litio di iPad Air2 promette le stesse 10 ore di autonomia con musica, navigazione e video inclusi, e quindi non vi sarebbero significative differenze rispetto al precedente modello; tuttavia, dal momento che vi è molto meno spazio all’interno, è probabile che l’autonomia sia leggermente inferiore a quella promessa, ma dovremmo valutare la cosa anche dopo alcuni mesi di utilizzo.

Prezzo: mettiamo a confronto i prezzi di lancio ufficiali Apple. I modelli 16 GB cellular: 619,00 € per Air2 contro 519,00 euro (IVA compresa, prezzo Apple). Solo 100,00 euro di differenza che depongono nettamente a favore del nuovo modello. La forbice si allarga se mettiamo a confronto il modello base 16 GB wi-fi Air1: 399,00 euro, con il modello che consigliamo come migliore: 64 GB cellular Air2: 719,00 €… in questo caso, la differenza di prezzo è marcata per un dispositivo che sostanzialmente fa le medesime cose (e ci sarebbe anche il 128 GB!).

Se lo volete acquistare, date un’occhiata alla promozione di Amazon:

Apple iPad Air 2 nero 16GB WiFi
Tablet iPad Air2 originale Apple con WiFi e 16 GB di memoria. Spedito a casa con 30 giorni di diritto di recesso.

In conclusione, se dovete acquistare adesso un tablet, orientatevi senza dubbi sul iPad Air2 e non sul modello precedente, a meno che non stiate cercando il modello più economico in assoluto. Valutate in tal caso solo il 16GB wi-fi, non avrebbe senso spendere di più per il modello Air1.
Scegliete Air2 invece nel taglio da 64 GB, a meno che non lo vogliate usare soltanto per navigare sul web, nel qual caso va bene anche il 16 GB. Aggiungete la funzione Cellular ovviamente solo se ne avete bisogno.
Se già siete possessori di un iPad Air primo modello, il cambio invece non è così importante, a meno che non siate degli Apple-maniaci!


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)