Migliori Monitor 32 pollici

Migliori monitor 32 pollici
Per lavoro o per gaming, ecco le soluzioni per i migliori monitor 32 pollici

I monitor 32 pollici sono ormai praticamente lo standard per chi lavora al PC e per tutti gli appassionati di gaming e grazie alle caratteristiche dei nuovi processori, alla profondità di definizione della matrice e a tecnologie innovative sono un ottimo investimento quando si decide di fare un upgrade del setup sulla scrivania.

Questi schermi sono realizzati per essere compatibili anche con i video tradizionali e lo streaming e possiedono firmware che permettono di adattare rapidamente con un click le caratteristiche addizionali per ottenere sempre le prestazioni migliori.

Spesso gli schermi a 32 pollici possono essere utilizzati anche per guardare video in alta definizione con sorgenti più tradizionali come DVD, Blu-ray e altro e si possono considerare un ottimo compromesso tra resa grafica, comodità e dimensioni, ma bisogna imparare a riconoscere alcune delle caratteristiche. Vediamole.

Monitor 32 pollici: cosa sono e come funzionano

Come sono fatti i monitor a 32 pollici?

La dimensione riportata sulla confezione dei monitor rappresenta la misura della diagonale dello schermo, ma non bisogna illudersi che si tratti dell’unico elemento importante. Quello che conta maggiormente è la risoluzione, espressa in pixel, che ci dice quant’è il numero di punti luminosi presenti nella matrice.

Attualmente la tecnologia punta sugli schermi in 4K, cioè 3840×2160 pixel, mentre è meglio evitare quelli in 2K o i full HD, che per immagini renderizzate in movimento e testi che richiedono un elevato grado di definizione, non si adattano al formato da 32 pollici.

Gli schermi si connettono al pc utilizzando cavi HDMI o Display Port che devono essere però compatibili con quelli montati sulla scheda video per funzionare correttamente.

Migliori monitor 32 pollici
Per lavoro o per gaming, ecco le soluzioni per i migliori monitor 32 pollici

Quanto costano i monitor da 32 pollici

  • Prezzo monitor 32 pollici: 259,00 € per monitor di fascia medio bassa.

Un monitor 32 pollici di fascia economica costa all’incirca 180,00/230,00 € e presenta caratteristiche limitate, soprattutto per quanto riguarda la capacità di sintonizzazione e la variabilità del frame rate.

La fascia intermedia è rappresentata dagli schermi che oscillano tra i 250,00 e i 400,00 €, che vanno benissimo per la maggior parte degli utilizzi e presentano buone caratteristiche, anche se non estremamente spinte. È comunque importante che lo schermo si adatti alla quantità del tempo che si pensa verrà trascorso davanti ad esso.

Nella fascia medio-alta, troviamo gli schermi da 400,00/900,00 € che rappresentano un ottimo investimento per i gamer professionisti e per chi deve utilizzarlo anche per vedere film in streaming.

Per i professionisti i monitor di fascia elevata possono oscillare tra 1000,00 e i 2000,00 € e presentano caratteristiche molto elevate, ben al di sopra di quelle richieste dal comune gamer, ma che per un grafico oppure un montatore possono risultare fondamentali per lavorare senza stancarsi particolarmente.

Migliore monitor 32 pollici più Economico

Oggi in OffertaScelta Convenienza
SAMSUNG 32IN SMART 1920X1080 16:9 LFD
  • 32IN SMART 1920X1080 16:9 LFD

Come scegliere il monitor da 32 pollici

Per acquistare un monitor 32 pollici è sempre bene considerare caratteristiche e specifiche tecniche che possono cambiare considerevolmente da un modello all’altro, ma soprattutto ci sono features essenziali per determinati settori da mettere sul piatto della bilancia durante la scelta del modello.

Risoluzione

Gli schermi a 32 pollici sono disponibili in soluzioni che vanno dalla full HD cioè 1920 x 1080 alla 4K con 3840 x 2160 pixel e attualmente è proprio quest’ultimo il formato che deve essere preso in considerazione da chi desidera trascorrere molto tempo davanti al pc senza stancarsi e soprattutto senza iniziare ad avere problemi di resa della grafica.

Se si scelgono risoluzioni più basse, infatti, le immagini risultano essere sgranate e spesso il processore non riesce a gestire il flusso variabile di bit per secondo e in generale ci possono essere problemi di profondità dell’immagine e difficoltà nella lettura dei testi.

Tipo di pannello

La qualità del monitor è un fattore fortemente influenzato dal tipo di pannello della sua tecnologia, cioè rispetto a come è fatto l’elemento che trasmette le immagini. Gli standard migliori attualmente sono il Vertical Alignement o VA che ha come caratteristica principale un’ottima profondità del nero e dei colori scuri e l’angolo di visione è nettamente migliore rispetto a tecnologie più economiche.

Il Twisted Nematic è il modello più comune e diffuso e deve principalmente il suo successo ai tempi di risposta ottimi e al basso costo di accesso. Presenta, però, alcuni problemi con le immagini con contrasto scarso o dove la luce di fondo è troppo bassa, risultando alcune volte in neri e scuri che si riempiono di pixel visibili.

La terza tecnologia è quella degli IPS, cioè In Plane Switching, ottimale per la riproduzione dei colori che risultano essere estremamente fedeli rispetto a quelli originali. L’angolo di visione e il contrasto sono buoni, ma ha alcuni piccoli problemi per quanto riguarda la velocità di risposta.

Oggi in OffertaLa nostra Scelta
LG 32MN500M Monitor 32" FULL HD LED IPS, 1920x1080, AMD...
  • Monitor 32" FullHD LED IPS 1920x1080
  • Radeon FreeSync 75Hz; Black Stabilizer; Dynamic...
  • Pannello IPS per una visione ottimale da qualsiasi...

Refresh Rate e Tempo di risposta

Per i gamers il refresh rate deve essere alto e il tempo di risposta basso, con pannelli di tipo ultra wide, cioè con proporzioni 21:9 come minimo. Si tratta comunque di una tecnologia abbordabile e che è all’altezza anche delle tasche dei ragazzi.

Processore

Negli schermi tutto quanto viene gestito da un sistema elettronico che deve essere in grado di convertire i segnali che vengono dalla scheda video in immagini. Il processore deve essere di nuova generazione e dotato di una cache elevata.

Questo è il modo migliore per non avere problemi come ad esempio gli strappi dello schermo oppure le immagini che glitchano.

Schermo piatto oppure curvo?

Tutto dipende dal tipo di immersione che si vuole avere nell’esperienza di gioco e se si decide per esempio di utilizzare più schermi, uno accanto all’altro. Con lo schermo piatto si possono avere alcuni piccoli problemi di visione sugli spigoli, ma in generale la qualità è buona.

Se invece scegliete uno schermo curvo una parte del problema si risolve, ma l’ingombro cresce di un po’.

Con cornice o borderless?

La tecnologia attuale spinge a ridurre il minimo indispensabile le cornici degli schermi. Per chi ha intenzione di montarne uno solo il problema è soltanto di ordine estetico. Se invece preferite avere a disposizione più display in contemporanea è meglio scegliere quelli senza cornicetta per evitare di avere discontinuità. In questo modo avrete una visione a 180 gradi durante l’azione.

Per un professionista che deve soltanto tenere i pannelli dei programmi aperti su più schermi il problema è meno sentito e uno schermo piatto può restare un investimento valido.

Migliori Monitor 32 pollici

Per quanto riguarda i monitor 32 pollici fra le marche su cui puntare maggiormente troviamo Samsung che è da sempre leader nella produzione dei pannelli e che offre un ottimo rapporto prezzo e prestazioni, con colori profondi, neri intensi e risposta rapida. Inoltre, essendo leader di settore è anche uno dei marchi con la maggior frequenza di aggiornamento dei processori e delle matrici.

LG è un altro marchio importante che nel settore elettronico e dei video ha saputo creare un vero e proprio impero. I suoi schermi sono rinomati per la pulizia dell’immagine la densità di colore è e le features aggiuntive che li rendono ottimi anche come schermi TV.

BenQ è un marchio molto amato dagli appassionati di gaming che offre schermi compatti e molto stabili, adatti quindi anche a giocatori che a volte si fanno prendere la mano dalla tensione, con immagini pulite e un elevatissimo contrasto, ma soprattutto la capacità di tollerare molto bene i gradini improvvisi di luminanza senza avere bianchi bruciati. Per questo è un tipo di display a 32 pollici ottimo per chi ha intenzione di passare lunghe ore davanti allo schermo.

Asus è un marchio famoso per la produzione di PC e portatili in fascia professionale. I suoi display sono ottimi per lavorare perché hanno un’alta definizione e un basso livello di pixelizzazione per il testo scritto, ma soprattutto un altissimo contrasto che permette di seguire anche le azioni più atmosferiche senza perdere dettagli.

1 - LG 32MN500M Monitor 32" FULL HD LED

offerta1° miglior Monitor 32
LG 32MN500M Monitor 32" FULL HD LED IPS, 1920x1080, AMD...
  • Monitor 32" FullHD LED IPS 1920x1080
  • Radeon FreeSync 75Hz; Black Stabilizer; Dynamic...
  • Pannello IPS per una visione ottimale da qualsiasi...

2 - LG 32UN500 Monitor 32" UltraHD 4K

offerta2° miglior Monitor 32
LG 32UN500 Monitor 32" UltraHD 4K LED VA HDR 10, 3840x2160,...
  • Monitor 32" UltraHD 4K 3840 x 2160, flicker safe,...
  • HDR 10 (High Dynamic Range), 350 cd/m², tempo di...
  • AMD FreeSync 60Hz, black stabilizer, Dynamic...

3 - Samsung Smart Monitor M5

offerta3° miglior Monitor 32
Samsung Smart Monitor M5 (S32BM502), Flat 32'', 1920x1080...
  • Monitor con Smart Hub, servizio di streaming...
  • Collega il tuo PC, telefono cellulare o la console...
  • Monitor UHD da 32 pollici, HDR10, con design...

4 - Samsung Monitor Gaming Odyssey G5

offerta4° miglior Monitor 32
Samsung Monitor Gaming Odyssey G5 (C32G53), Curvo (1000R),...
  • Samsung Monitor Gaming Odyssey G5, 32", Curvo...
  • 2560x1440 (WQHD 2K), Pannello VA, 16:9, HDR10
  • Refresh Rate 144 Hz, Response Time 1 ms, FreeSync...

5 - SAMSUNG 32IN SMART 1920X1080 16:9

offerta5° miglior Monitor 32
SAMSUNG 32IN SMART 1920X1080 16:9 LFD
  • 32IN SMART 1920X1080 16:9 LFD

6 - BenQ EW3270U Monitor 4K, 32

offerta6° miglior Monitor 32
BenQ EW3270U Monitor 4K, 32 pollici, UHD (3840 x 2160), HDR,...
  • Alta risoluzione: 31.5" LED UHD (risoluzione 3840...
  • Supporto HDR: l'HDR aumenta la gamma dinamica tra...
  • Tecnologia Brightness Intelligence Plus: il...

7 - Samsung Monitor HRM S7A0 (S32A704),

offerta7° miglior Monitor 32
Samsung Monitor HRM S7A0 (S32A704), Flat, 32", 3840x2160...
  • Risoluzione UHD che permette una buona chiarezza...
  • Vastità di colori, accentuata dalla loro qualità...
  • Design a cornice che permette di rimanere...

8 - MSI MPG ARTYMIS 323CQR Monitor

8° miglior Monitor 32
MSI MPG ARTYMIS 323CQR Monitor Gaming Curvo 32", Display...
  • ✅IMMERSIONE ESTREMA, GIOCO FRAMELESS - I monitor...
  • ✅DISPLAY WQHD da 31,5", HDR 400 - Un pannello VA...
  • ✅REFRESH RATE 165HZ, 1MS RESPONSE TIME – La...

FAQ sui Monitor 32 pollici

Gli schermi hanno gli altoparlanti?

Alcuni modelli presentano degli altoparlanti integrati di piccola potenza, quindi non sono l’ideale per chi vuol seguire filmati utilizzando un solo dispositivo. Di solito è meglio avere a disposizione anche un paio di cuffie oppure degli altoparlanti esterni.

Che tipo di base scegliere?

Può sembrare qualcosa di molto semplice da decidere, ma la base su cui poggia lo schermo è fondamentale per la sicurezza. Principalmente si trovano tipologie con la classica base quadrata, rettangolare o comunque piatta, che si adattano a un ambiente lavorativo molto pulito, oppure al montaggio dello schermo come televisore.

Le basi con i piedini centrali rialzati invece sono molto utili per chi ha poco spazio sulla scrivania e deve sfruttare il più possibile i passaggi per far scorrere i cavi e per attaccare con le fascette tutto il necessario mantenendo il massimo dell’ordine.

I piedini laterali, infine, sono poco diffusi e poco apprezzati nell’ambiente del gaming perché è difficile stabilizzarli su una superficie come la scrivania, in cui spesso ci si trova a muoversi parecchio durante le sessioni di gioco con poco spazio a disposizione.

Autore: Marco R. (Okspot)

Marco R. (Okspot)
Dopo gli studi in ingegneria, Marco Ricca si dedica alla divulgazione web di articoli sulla tecnologia, sui viaggi, sulla finanza e sul futuro. Pubblica il suo primo sito nel 1999, ed è fondatore e autore di Okspot dal 2009. Ogni giorno scrive per condividere le proprie impressioni sulle novità tech del momento: le sue recensioni hanno successo anche su Google, su Amazon e su molte testate giornalistiche Italiane.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)