Home » Smartphone e Cellulari » Cellulari facili da usare e per anziani

Cellulari facili da usare e per anziani

Cellulari facili per anziani
Cellulari facili per anziani: uno dei modelli consigliati, con il tasto SOS sul retro


I moderni smartphone sono fantastici e ormai irrinunciabili per quasi tutti noi. “Quasi”, appunto: una categoria di persone che dei complicati smartphone di oggi non sa proprio cosa farsene è quella degli anziani. Le persone in sù con l’età hanno bisogno di cellulari facili da utilizzare, robusti, immediati, senza fronzoli ed economici: in poche parole cellulari che svolgano soltanto la loro funzione principale, quella di telefonare.

Lo sapevate che esistono in commercio molti modelli di cellulari semplificati, appositamente studiati per anziani e per tutti coloro che vogliono solo un semplice telefono? Vediamo come funzionano e qualche modello consigliato.

Come sono fatti i cellulari “per anziani”

Ricordate i vecchi telefoni cellulari antecedenti agli smartphone? Ecco, i cellulari progettati per le persone anziane ricordano un po’ la prima generazione di telefonini. A primo impatto sembrano quasi dei telefoni portatili di casa, in realtà sono creati appositamente perché un anziano non si senta spaesato ad utilizzarlo e gli sembri di telefonare con un telefono simile a quello della propria abitazione, al quale certamente è più avvezzo. Questi cellulari sono leggermente più piccoli rispetto alle dimensioni di uno smartphone: lo schermo è standard della dimensione di 2″, di solito con caratteristiche colour TFT , vale a dire retroilluminato, ma non si trova certo l’alta definizione degli smartphone. Soprattutto lo schermo non è touch, ma serve soltanto per la visualizzazione dei numeri e non per interagirvi direttamente. Infatti la particolarità principale di questi telefoni è proprio la tastiera, dotata di grandi tasti che le mani poco abili possono premere facilmente. Inoltre non ci sono tasti che possono fuorviare l’utilizzo: oltre ai numeri da 0 a 9 e i due tasti dell’asterisco e del cancelletto, nella parte alta della tastiera si trovano il tasto verde per inoltrare le chiamate e quello rosso per terminarle: nel centro di questi due tasti si trova il tasto per lo scorrimento dei numeri in rubrica e per altre impostazione del telefono.

Cellulari facili per anziani
Cellulari facili per anziani: uno dei modelli consigliati, con il tasto SOS sul retro

Inoltre la maggior parte dei modelli in commercio ha un maggiore spessore rispetto ai normali telefoni cellulari, in modo che l’anziano abbia una presa migliore sull’oggetto. Ma non è finita qui. Non manca mai un piccolo altoparlante, fondamentale per le persone che hanno problemi d’udito. Nella parte inferiore si trova la presa per le cuffiette, non sempre utili per un anziano, ma comunque in dotazione con il telefono.

Altra caratteristica di alcuni modelli è il sistema di ricarica: invece del solito filo di corrente che va inserito nel telefono e poi nella presa, questi cellulari hanno un alloggiamento identico a quello dei telefoni senza filo utilizzati a casa. Senza nessun problema di inserire il filo all’interno della presa del telefono, basterà appoggiare il cellulare dentro l’alloggiamento (dock): così il telefono si ricaricherà senza creare stress nell’anziano.

Chiudiamo con una funzione molto importante, non presente in tutti i dispositivi ma solo in modelli specifici: il tasto SOS. Si tratta di un semplice tasto, in genere non sporgente e più grande di tutti gli altri tasti e posizionato in zona isolata (ad esempio sul retro): se viene premuto con decisione il telefono invia un messaggio di aiuto ad altri telefoni programmati. Ricordate il “Salvalavita Beghelli”? E’ esattamente quella funzione, ma in un apparecchio più pratico e discreto. Un grande aiuto per chi ha parenti anziani e soli.

Come funzionano

Non ci sono funzioni particolari in questo tipo di cellulari, visto che tutto è pensato per un utilizzo semplice e veloce. Infatti le funzioni sono limitate al semplice telefono, componendo i numeri sulla tastiera e premendo il tasto verde, la funziona sveglia, calendario, sms, numeri rapidi, rubrica, torcia e numero e sms di emergenza. Ovviamente la rubrica non è di semplice memorizzazione da parte di una anziano, soprattutto quando i numeri e le lettere del menù appaiono sullo schermo talmente grandi che spesso non appaiono neanche i nomi completi. Ci vorrà quindi l’aiuto di una persona più giovane che sappia muoversi agilmente tra le funzioni del cellulare: una volta impostati, poi sarà facile richiamarli. La funzione rubrica sarà utile per memorizzare i numeri, eliminando le rubriche e i foglietti cartacei, tanto cari alle persone più anziane; la funzione calendario potrebbe essere utile nel caso di appuntamenti o visite da rispettare, così come la sveglia per ricordarsi delle medicine.

Certamente la funzione più importante è proprio quella del SOS: i numeri prescelti per il soccorso riceveranno un sms di avviso e una telefonata. L’unico inconveniente è che può capitare che la persona anziana prema il tasto SOS inavvertitamente: è una cosa da mettere in conto, ma la funzione si può disabilitare.

Inoltre quando si premono i tasti per comporre il numero di telefono, questi cellulari hanno una sovente funzione “voce” che ripete il numero digitato ad alta volume: caratteristica fondamentale sopratutto per chi ci vede male e in questo modo può essere sicuro del numero che ha appena premuto. Come abbiamo già accennato in precedenza, un’altra nota a favore di questi cellulari è proprio il modo in cui si ricaricano: la batteria a ioni di litio assicura circa da 240 a 720 ore di standby, a seconda del modello, ma quando diventa necessaria ricarica, basta appoggiarlo nel proprio alloggiamento. Quando si riceve una telefonata è possibile impostare l’audio crescente, in modo che sia facilmente udibile anche da persone con problemi di udito. Una nota importante riguardo al funzionamento di questi cellulari: hanno bisogno della scheda sim 2G.

Sono tutti uguali?

La risposta è no. Se nel mondo smartphone la torta è spartita tra i due/tre produttori più noti, in questi telefoni di nicchia c’è ancora spazio per tante marche, con proposte dalle caratteristiche e dimensioni diverse.

I telefoni più semplici sono quelli che vi abbiamo descritto fin ora, quelli che riteniamo più adatti per una persona anziana: essi sono dotati di una tastiera grande, delle funzioni principali e di uno schermo retroilluminato che mostri i numeri e il menù in modo molto ampio. Ovviamente la caratteristica fondamentale che non ci stanchiamo di ripetere è proprio il tasto di SOS posto sul retro del telefono. Lo schermo retroilluminato di massimo 2″ è simile in tutti i cellulari di questo tipo: servono soprattutto a visualizzare le funzioni fondamentali, le chiamate in entrata e il menù, nient’altro che questo.

Si trovano altri modelli leggermente più accessoriati, dedicati a quelle persone in su con l’età che amano comunque stare al passo con i tempi, infatti esistono cellulari dotati di una (modesta) fotocamera e connessione bluetooth. Alcuni modelli sono creati appositamente con una protezione impermeabile, adatta soprattutto alle persone un po’ sbadate che trattano il telefono con poca cura. Inoltre, a nostro avviso, sono molto interessanti i cellulari che hanno una cover fissata al telefono stesso che serve per proteggerlo da eventuali cadute.

Altri modelli ancora sono creati con chiusura a conchiglia, vale a dire che il cellulare si chiude a metà su se stesso: il display è situato sia all’interno che all’esterno, in modo che si possa verificare il numero entrante senza doverlo aprire e magari accettare involontariamente la telefonata. La caratteristica che si chiuda a conchiglia è pensata appositamente per le persone anziane o poco abili che eviteranno in questo modo di inoltrare chiamate senza preavviso. Anche questi modelli sono dotati delle funzioni basilari e del tasto SOS: anche in questo caso per ricaricarlo basta appoggiarlo sul proprio dock di riferimento, evitando di doverlo attaccare alla corrente con piccoli fili e prese.

Modelli consigliati

Easyteck – per chi cerca la semplicità

Partiamo da uno dei modelli base, consigliato a chi cerca un telefono semplice e funzionale che abbia soprattutto le funzioni basilari senza particolari fronzoli. Anche il design è essenziale, lontano dai futuristici smartphone. Ma non è questa la cosa importante a nostro avviso: per l’utilizzo da parte di un anziano è fondamentale il fatto che la tastiera sia dotata di grandi tasti per non sbagliare tra l’uno e l’altro e che ogni volta che ne viene premuto uno, una voce risuona dall’altoparlante ripetendo il numero che si è appena premuto: caratteristica importante per chi ha problemi di vista.

Nel resto del telefono è presente il tasto di SOS che invierà se premuto, un sms e una chiamata, ai numeri memorizzati. Il display è grande circa 1,77″ ed è retroilluminato: i numeri e il menù che appare è talmente grande che spesso può essere difficoltoso leggere tutta la parola insieme. Proprio per questo inconveniente riscontrato, conviene che la memorizzazione dei numeri e le impostazioni di base siano lasciate ad una persona che ha dimestichezza con i cellulari e non direttamente all’anziano che potrebbe confondersi. Il volume del telefono è regolabile e arriva a toni molto alti, adatto a chi ha problemi di udito: proprio per questo nella parte laterale del telefono si trova un tasto per regolare velocemente il suono senza dover andare nelle impostazioni. Le dimensioni totali del cellulare sono 15 cm di altezza, 8 cm di lunghezza e 6,5 cm: a nostro avviso, il fatto che sia leggermente più spesso dei normali cellulari aiuta l’anziano ad impugnarlo bene, senza che ci sia il problema che gli sfugga di mano. La batteria è a ioni di litio e i produttori assicurano che la sua durata sia di 240 ore in standby: per ricaricarlo basta porlo nel proprio dock di riferimento, semplicemente appoggiandolo, senza la complicazione di dover inserire i fili nella presa del telefono, azione poco pratica per chi ci vede poco.

Oggi in Offerta

SPC Harmony – telefono a conchiglia

Modello totalmente diverso dal precedente che comunque ne conserva le caratteristiche fondamentali, quali il tasto SOS, il display luminoso retroilluminato, i tasti grandi e semplici funzioni basilari. La particolarità di questo modello è la chiusura a conchiglia che, come ben sappiamo, facilita enormemente le operazioni di risposta e termine della chiamata, evitando di lasciare conversazioni attive o di far partire chiamate inavvertitamente. Secondo noi è una delle caratteristiche più utili!

Il display è presente sia all’interno che all’esterno per controllare eventuali chiamate in entrata, senza dover aprire il telefono. Con il tasto sinistro della tastiera, prodotta anche in questo caso con tasti grandi per permettere agli anziani una tattilità maggiore, si accede al menù principale per inserire le impostazioni desiderate: anche in questo caso conviene che sia una persona avvezza ai telefoni ad impostare le funzioni richieste. Con il tasto destro invece si accede direttamente alla rubrica e poi basta premere il tasto verde per inoltrare la chiamata. E’ possibile impostare il volume molto alto e anche in questo caso nel retro si trova il tasto SOS che manderà un sms e inoltrerà la chiamata in caso di emergenza. Il telefono è alto 9,3 cm, è lungo 4,8 cm, mentre è profondo 1,8 cm. Anche in questo caso il display è 2″ con retroilluminazione. Funziona con batteria al litio e basterà riporlo nel suo dock per ricaricarlo senza grandi difficoltà.

Oggi in Offerta

Mann – impermeabile e antiurto

Come dicevamo in precedenza esistono anche dei telefoni adatti a persone sbadate che non si interessano o non fanno caso a come curano il proprio cellulare. Questa, a nostro avviso, è la soluzione ideale visto che è dotato di protezioni laterali che permettono di ammortizzare eventuali cadute ed oltretutto è completamente impermeabile: non importa che cada da un mobile o dalla borsa o ancora che finisca in acqua, il telefono sarà del tutto resistente. Non è solo per questo che lo consideriamo un buon telefono per anziani: infatti è uno dei pochi dotati di fotocamera, quindi adatto a chi non vuole comunque rinunciare ad un minimo di tecnologia in più, magari fotografando… il proprio nipotino al parco che gioca!

Le caratteristiche fondamentali per gli anziani sono comunque rispettate: tasti grandi, volume alto, menù alquanto semplice ed intuitivo, pronuncia vocale dei numeri digitati, tasti di emergenza per avvertire i propri cari in caso di necessità. Le sue dimensioni sono simili ai precedenti: 17,8 cm di altezza, 10,2 cm di lunghezza e 5,1 cm di profondità: i lati della cover sono gommati e, a nostro avviso, insieme ad una profondità accentuata permettono una presa migliore da parte di una mano più debole e poco abile dell’anziano. Anch’esso funziona con batteria al litio, fino a 720 in standby, ma purtroppo ha il classico filo e non la base di ricarica, preferibile per alcuni anziani o per chi ha una mobilità ridotta.

Oggi in Offerta

Ecco altre marche tra le quali potreste trovare il cellulare semplificato che fa per voi:

I link rimandano alla gamma su Amazon. Vi consigliamo l’acquisto online su Amazon non solo per via dei buoni prezzi, ma anche perché potete eventualmente restituire il telefono entro 30 giorni senza spese: comodissimo qualora la persona che lo dovrà usare non si dovesse trovare bene.

Non esitate a chiedere qui sotto per un consiglio personalizzato.


2 commenti

VUOI SCRIVERE ANCHE TU? A FINE PAGINA TROVI IL MODULO COMMENTI, OPPURE REPLICA AI MESSAGGI
  1. paretel

    Brondi Beta Big. Anche questo modello punta sulla semplicità d’uso: display a colori con caratteri grandi, tastoni retroilluminati per non sbagliare un numero e un altoparlante dal volume alto. Come consuetudine di questi prodotti, include i tasti per la chiamata rapida e il tasto SOS sul retro che invia sms, chiama automaticamente i numeri memorizzati e attiva il vivavoce.

  2. Telefono Facile

    Anche NGM, Onda, Saiet e Kraun hanno prodotto cellulari per anziani, attenzione però a non confondere un semplice cellulare grande e facile da usare da un vero e prorpio dispositivo di sicurezza personale. I prodotti Doro e ITT Monaco appartengono alla seconda categoria.

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)