Bicicletta Elettrica da Donna – Guida ai migliori modelli

Bicicletta elettrica da Donna
Per una giornata all'aria aperta, la bicicletta elettrica è la scelta giusta

Le biciclette elettriche sono ormai sinonimo della mobilità green delle nostre città: non inquinano, permettono di fare un po’ di attività fisica, sono adatte a tutti e non richiedono particolari costi di gestione. Sono la scelta giusta per percorrere distanze più lunghe in città e per concedersi qualche uscita nel verde, soprattutto nel caso delle mountain bike elettriche.

In questo articolo ci concentreremo sulle biciclette elettriche da donna: ecco quali sono le migliori e le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto.

Bicicletta Elettrica da donna: come funziona

Cos’è la pedalata assistita

Il pregio della bicicletta elettrica è quello di evitare al conducente da qualsiasi sforzo eccessivo: è considerata, infatti, una fida alleata per tutte quelle donne che sono alla ricerca di un mezzo agile per muoversi nel traffico, ma che non richieda lo stesso sforzo di una bici normale e che, al contempo, non abbia particolari costi come un ciclomotore.

Il principio di funzionamento si basa sulla pedalata assistita: la bici è dotata di un motore che viene alimentato da una batteria. Nei modelli più classici, per attivare il motore occorre pedalare: in questo modo si attiva e continua a funzionare. La pedalata è ovviamente leggera, in pratica simulata. Non occorrerà fare nessuno sforzo, ma solo girare i pedali.

Il motore viene tenuto in funzione anche dall’acceleratore che si trova sulla manopola destra del manubrio: se si smette di pedalare, la bicicletta rallenta un po’, ma non si ferma del tutto. L’unica cosa che può capitare se non si pedala è che si scarichi più velocemente il motore: a quel punto, per tornare a casa, dovrete pedalare senza aiuti.

I modelli di nuova generazione sono dotati di sensore di pedalata: in questo caso non importa più dare la pedalata iniziale per azionare il motore e continuare a pedalare per tenerlo in funzione, ma tutto ciò è sostituito dal comodo acceleratore: il nostro consiglio è comunque quello di continuare a dare una pedalata ogni tanto per aiutare il motore a girare meglio.

Bicicletta elettrica da Donna
Per una giornata all’aria aperta, la bicicletta elettrica è la scelta giusta

Che velocità fa una bicicletta elettrica

La Normativa Europea 2002/24 CE regola la velocità delle biciclette elettriche che non possono superare i 25 km/h e non possono avere un motore più potente di 250 W. Questi modelli vengono denominati anche Pedelec. Non dovrete essere voi a regolare la velocità della bicicletta, ma ci penserà un sensore interno a rallentarla quando si è al limite. Nella categoria delle biciclette elettriche, denominate anche velocipedi, rientrano anche i monopattini elettrici.

Le S-Pedelec, invece, sono tutte quelle biciclette elettriche che superano questa velocità: per questo motivo questi modelli vengono equiparati, come regolamentazione, ai ciclomotori ed è per questo richiesta, la targa, l’immatricolazione e l’assicurazione.

Tipologie di biciclette elettriche da donna

Ci sono diversi tipi di biciclette elettriche da donna:

  • Mini bicicletta elettrica: sono biciclette che hanno una ruota con un raggio minore delle normali biciclette. Sono più accattivanti per chi cerca un design particolare, tanto è che spiccano particolarmente il sellino e il manubrio che sembrano molto più lunghi di quelli di una bici normale
  • Mountain bike elettrica: le i-bike stanno avendo un successo esponenziale perché oltre ad essere utilizzare in città, si possono usare nei sentieri di montagna e con uno sforzo minimo. Oltretutto sono dotate di ottime sospensioni e ammortizzatori
  • Bici da città elettrica da donna: quella dal design classico da città, con ruote dall’ampio raggio e un cestino per portare le cose

Vedi anche i nostri approfondimenti sulle biciclette elettriche pieghevoli.

Come si usa la bicicletta elettrica da donna

A seconda dei modelli, per azionare la bicicletta elettrica occorre dare un giro di pedale o azionare l’acceleratore: una volta partiti si può continuare a pedalare o tenere l’acceleratore per mantenere in funzione il motore.

Quasi tutti i modelli sono basati su tre modalità di funzionamento:

  • Pedalata normale: non si aziona il motore e si pedala normalmente (ma dovrete mettere in conto che vi state portando dietro il peso del motore)
  • Pedalata assistita: si aziona il motore e si continua a pedalare con il minimo sforzo
  • Nessuna pedalata: si aziona il motore e si utilizza solo l’acceleratore

Quanto costa una bicicletta elettrica da donna?

Il costo di una bicicletta elettrica varia in base a diversi fattori che si possono riassumere nel tipo di materiali utilizzati, dall’autonomia della batteria e dal alcune caratteristiche del motore:

  • Biciclette elettriche economiche: al di sotto dei 400,00 € si acquistano modelli mini con un’autonomia molto bassa e una velocità inferiore ai 20 km/h
  • Biciclette elettriche in fascia media: dalle 400,00 € alle 800,00 €, si acquistano delle biciclette elettriche da donna perfette per un uso cittadino, con buone rifiniture e buona autonomia
  • Biciclette elettriche in fascia alta: ben oltre le 900,00 € si trovano quelle biciclette elettriche di altissima qualità

Come scegliere una bicicletta elettrica da donna: cosa valutare prima dell’acquisto

Prima del’acquisto vi consigliamo di prendere in considerazione alcune caratteristiche in modo da trovare il modello giusto per le vostre esigenze:

Peso

Anche se, grazie alla pedalata assistita, il peso non incide più di tanto, vi consigliamo comunque di considerarlo attentamente prima dell’acquisto. Il peso medio delle biciclette elettriche da donna è di 20 kg, ma in commercio si trovano anche modelli light di circa 1 kg di peso! Ovviamente al contrario è facile trovare anche modelli molto pesi intorno ai 30 kg.

Autonomia della batteria e km percorribili

La batteria delle biciclette elettriche è agli ioni di litio ricaricabile tramite l’apposita presa elettrica, la cui durata di vita varia dai 2 ai 3 anni. Per capire che è il momento di cambiarla basterà fare caso al fatto che tende a scaricarsi sempre più di frequente.

Con la massima carica, si possono percorrere circa 35 km, anche se la distanza percorribile è influenzata da diversi fattori esterni, dal tipo di strada, al peso del conducente. L’autonomia incide molto sul prezzo: modelli molto costosi, infatti, possono arrivare fino a 100 km di autonomia

Motore e freni

Per il motore non ci sono particolari accortezze da valutare, visto che per legge, esso non può superare i 250W. L’unica cosa che dovrete valutare è la sua posizione: il nostro consiglio è quello di acquistare una bici con motore in posizione centrale: è più facile da estrarre e da più stabilità alla bici. Messo nelle altre due posizioni, anteriore e posteriore, rende la bici un poco meno stabile, soprattutto sullo sterrato.

Da valutare anche il tipo di freno: per un uso cittadino vanno benissimo quelli a tamburo, mentre chi preferisce utilizzarla anche in strade sterrate o in condizioni meteorologiche particolari potrà optare per quelli a disco e per i v-brake.

La nostra Scelta
Nilox Ebike J5, Unisex Adulto, Black, M
  • Motore BAFANG 36 V 250 W brushless high speed
  • Batteria removibile da 36 V - 8 Ah celle SAMSUNG...
  • Display LED, cambio SHIMANO a 7 velocità e freni...

Che misura scegliere la bici da donna?

Scegliere la misura giusta è senz’altro una delle cose da valutare prima dell’acquisto, in modo da migliore la comodità durante l’uso. Innanzitutto il sellino dovrà essere un po’ più largo rispetto a quelle da uomo, in modo da avere un maggior confort nel caso di un uso prolungato.

Poi anche il manubrio si dovrà adattare alla larghezza delle spalle: più strette sono e più il manubrio dovrà essere corto. Poi c’è da valutare il telaio: per una donna di statura media di 170 cm occorrerà un telaio dalle dimensioni medie, intorno ai 53 cm.

Accessori per bicicletta elettrica da donna

La maggior parte delle biciclette elettriche da donna sono corredate di diversi accessori come il cestino anteriore e il portapacchi posteriore, molto utili nel caso in cui si decida di fare la spesa o di portarsi dietro diverse cose. E’ importante valutare anche la presenza di una luce anteriore e di un campanello, la cui presenza è obbligatoria per legge.

Presenza di incentivi

Prima dell’acquisto valutate anche la presenza di eventuali incentivi statali: questi vengono erogati spesso per favorire la mobilità green nelle città. Perché non approfittarne per acquistare una bici elettrica a prezzo scontato?

Le migliori biciclette elettriche da donna

Alcune marche di biciclette elettriche sono più conosciute di altre, ma in linea di massima ci si può affidare anche a brand cinesi che commercializzano comunque delle bici dal buon rapporto qualità prezzo.

1° in classifica Bici Elettrica Donna
Nilox Ebike J5, Unisex Adulto, Black, M
  • Motore BAFANG 36 V 250 W brushless high speed
  • Batteria removibile da 36 V - 8 Ah celle SAMSUNG...
  • Display LED, cambio SHIMANO a 7 velocità e freni...
offerta2° in classifica Bici Elettrica Donna
Revoe e-bike, Citybike. Nera, cerchi in lega, 26'',...
  • Motore 250W e batteria 36V - 10Ah
  • City bike, bicicletta a pedalata assistita con...
  • 45 km di autonomia
3° in classifica Bici Elettrica Donna
REVOE Fly, Bicicletta Elettrica Pieghevole 20' Misto Adulto,...
  • REVOE FLY Bicicletta Elettrica Pieghevole 20'...
  • Velocità massima 25 Km/h - Fino a 40 km di...
  • Motore 250 W - Batteria agli ioni di litio 24 V-8...
offerta4° in classifica Bici Elettrica Donna
Coolautoparts Bicicletta Elettrica Pieghevole 350W/500W...
  • 【Telaio in alluminio】 - Telaio in lega di...
  • 【Design pieghevole】 - Faro a LED super...
  • 【Lunga durata batterica】 - Le bici da città...
5° in classifica Bici Elettrica Donna
Itekk Smart, E-Bike Unisex – Adulto, Blu, M
  • Velocità max 20 km/h - cambio Shimano
  • Capacità batteria 214, 6 Wh
  • Capacità massima di carico: 100 kg
6° in classifica Bici Elettrica Donna
MoovWay Bicicletta Elettrica Pieghevole con Pedali, Sedile...
  • con Modalità Crociera, velocità massima fino a...
  • Schermo LCD e Campana, luce LED verticale nella...
  • Doppio sistema frenante e pneumatici in Nylon da...
7° in classifica Bici Elettrica Donna
Windgoo Bicicletta Elettrica Pieghevole, Senza Pedale,...
  • Corpo parzialmente pieghevole. Convenientemente...
  • Sedile regolabile. Adatto a varie persone, in...
  • Mozzo ruota da 12 pollici. Adatto per uscire a...
offerta8° in classifica Bici Elettrica Donna
Windgoo Bicicletta Elettrica, E-Bike, Bicicletta Elettrica...
  • Il disegno di buona qualità, la bici elettrica...
  • Batteria al litio, batteria al litio 36V / 6.0 AH...
  • Impermeabile IPX5, adatto a tutti i tipi di...

Altre domande frequenti

Ci vogliono la targa e l’assicurazione?

Per il Codice della Strada le biciclette elettriche sono considerate velocipedi, in pratica biciclette normali a tutti gli effetti: è necessario, quindi, indossare il caso per i minori di 14 anni, non salire sul marciapiede, non prendere strade ad alta velocità e si può utilizzare la pista ciclabile.

Le bici elettriche non devono essere assicurate o targate, al contrario delle bici chiamate S – Pedelec che richiedono l’immatricolazione dato che possono superare i 25 km/h e per questo vengono equiparate ai ciclomotori.

Serve la patente per guidare la bici elettrica?

Visto che si tratta di un velocipede come le normali biciclette, non serva alcune patente per guidarla. Per questo motivo non c’è un’età minima per poterla guidare, al contrario delle S-Pedelec che si possono guidare a partire dai 16 anni.

Si può rendere elettrica una bicicletta normale?

Si, grazie ai kit che sostituiscono i normali pedali con pedali elettrici, è possibile trasformare una bici normale in una bici elettrica.

E voi, come vi trovate con la vostra bici elettrica?

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)