Lavatrici con carica dall’alto – Pro e Contro

Lavatrice con carica dall'alto
La lavatrice con carica dall'alto risolve problemi di spazio: vediamo se è anche pratica

Le lavatrici con carica dall’alto sono dei modelli contraddistinti da una forma più stretta ed alta rispetto a quelli tradizionali con l’oblò frontale e sono provviste di uno sportello superiore da cui caricare tutti gli indumenti da lavare.

Si tratta di una soluzione ideale per chi ha a disposizione poco spazio, infatti presentano uno spessore significativamente inferiore rispetto alle comuni lavatrici, ragion per cui si incastrano bene in spazi più ristretti. Inoltre, avendo la carica dall’alto, possono essere posizionate in punti che non necessitano di spazi frontali per l’apertura dell’oblò.

Lavatrici con carica dall’alto: cosa sono e come funzionano

Caratteristiche principali

Come anticipato, le lavatrici con carica dall’alto sono elettrodomestici per il lavaggio di indumenti che differiscono dai modelli tradizionali per l’assenza dell’oblò e la presenza di uno sportello superiore.

Dimensioni e posizionamento

Queste lavatrici presentano delle dimensioni standard, infatti vengono prodotte in modo tale da avere un’altezza di 90 cm, una larghezza di 40 cm ed una profondità di 60 cm. Di fatto, rispetto alle lavatrici normali la larghezza è di 20 cm inferiore, che sono preziosi per tutti coloro che vivono in case piccole e poco spaziose.

Inoltre, è bene considerare che questi modelli non possono essere incassati, altrimenti non si riuscirebbe ad aprire lo sportello superiore, quindi sono indicati esclusivamente per l’installazione libera.

Il Carico

Nonostante le dimensioni siano standardizzate, il carico di queste lavatrici può essere estremamente vario: da modelli con un massimo carico di 5 kg fino ad arrivare ad 8 kg. Ovviamente, se pensiamo che le lavatrici tradizionali raggiungono anche 17 chilogrammi di carico, è evidente che i modelli con carica dall’alto non permettono di soddisfare le esigenze di famiglie particolarmente numerose, poiché riescono ad ottemperare ai lavaggi necessari per un massimo di quattro persone.

Lavatrice con carica dall'alto
La lavatrice con carica dall’alto risolve problemi di spazio: vediamo se è anche pratica

Come funziona una lavatrice con carica dall’alto

Per quel che concerne il funzionamento di una lavatrice con carica dall’alto, questo è completamente analogo a quello dei modelli comuni: si deve inserire il carico di panni da lavare nell’apposito sportello, inserire il sapone che si preferisce e selezionare il programma di lavaggio desiderato. Ovviamente le impostazioni variano da modello a modello, tuttavia ce ne sono alcune particolarmente comuni che saranno senz’altro presenti:

  • Cotone: si tratta di un programma che prevede un lavaggio di 60 gradi
  • Lana: la temperatura viene mantenuta bassa per evitare di infeltrire i capi in lana
  • Misti: in cui la temperatura intermedia è quella giusta per lavare carichi di tessuti misti
  • Sintetici: per il lavaggio di capi sportivi e tessuti sintetici
  • Delicato: è l’opzione che emula il più possibile il lavaggio a mano ed è pensato per tessuti pregiati e delicati come la seta o i pizzi
  • Breve: pensato per dare delle rapide rinfrescate a quei vestiti che non sono particolarmente sporchi
  • Prelavaggio: ideale per una preliminare scrematura in presenza di sporco eccessivamente ostinato
  • Ammollo: da prediligere per quelle macchie di fango, erba o comunque molto difficili da eliminare
  • Centrifuga: ottimo per strizzare in maniera adeguata i panni bagnati

Poi, come per i modelli tradizionali esistono programmi avanzati ideali per capi particolari come jeans o camicie: in questo caso il prezzo della lavatrice sarà senz’altro più elevato.

Oltre ai programmi di lavaggio, vi sono altre opzioni essenziali per il funzionamento della lavatrice con carico dall’alto. Tra queste si annovera il bilanciamento automatico del carico, che è molto importante perché consente di orientare il cestello in modo da distribuire uniformemente il carico degli indumenti da lavare.

I modelli più avanzati sono provvisti di particolari sensori che dal grado di torbidità dell’acqua riescono a risalire al grado di sporcizia del carico, così da fornire consigli in merito al programma di lavaggio più adatto.

La funzione antipiega è spesso associata ai lavaggi delicati per evitare di stropicciare i vestiti e di formare delle pieghe difficili da stirare. Inoltre, la velocità della centrifuga può essere molto varia, modulando il grado di umidità che permane nei vestiti, si va da soli 800 giri al minuto, fino a 1500 giri al minuto. È bene sapere che i modelli di lavatrice con carica dall’alto sono in grado di supportare centrifughe più rapide data la loro conformazione allungata.

Prezzo medio delle lavatrici con carica dall’alto

Il prezzo di una lavatrice con carica dall’alto è indicativo fino ad un certo punto perché, come vedremo, è molto più importante basarsi sulla classe di consumo elettrico e sul consumo idrico, al fine di avere una reale stima dei costi di mantenimento.

Ovviamente, a seconda del numero di programmi, della qualità dei materiali e della presenza di optional il prezzo di partenza può essere molto vario. In generale esistono tre diverse fasce che racchiudono i costi globali della lavatrice con carica dall’alto:

  • Fascia di prezzo basso: include lavatrici che richiedono una spesa inferiore a 300,00 €, che includono modelli con una capacità massima di 6 kg, e che sono contraddistinte da una classe energetica A++ o A+++
  • Fascia di prezzo medio: lavatrici che oscillano tra 300,00 € e 500,00 €, con un massimo di 7 kg di carico ed una centrifuga con più di 1200 giri al minuto
  • Fascia di prezzo alta: tipica di lavatrici che necessitano di una spesa di più di 500,00 €, con una capacità superiore a 7 kg, una classe energetica A+++ ed una centrifuga con più di 1200 giri al minuto

Lavatrice con carica dall’alto più Economica

Come scegliere una lavatrice con carica dall’alto?

Oltre alla capacità di carico ed alla varietà delle funzioni e dei programmi, descritti precedentemente, è importante considerare il comfort connesso all’utilizzo di una lavatrice con carica dall’alto. Ad esempio, è molto utile valutare la presenza del programma ritardato, che consente di programmare l’inizio del ciclo di lavaggio in anticipo, cosicché la lavatrice inizi a funzionare solo nell’orario in cui si desidera e il bucato sia pronto solo quando si può provvedere alla sua stesura.

Molto utile sarebbe avere la funzione memoria, che consente di memorizzare un intero set di impostazioni: in questo modo quando si deve procedere a lavaggi di vario tipo è possibile solo premere un tasto, senza programmare la lavatrice ogni volta da capo.

Per i più tecnologici sarebbe ideale sapere se la lavatrice con carica dall’alto è provvista anche di un display su cui monitorare il progresso del lavaggio, valutando a che fase di trova il bucato e quanto manca alla fine.

La nostra Scelta
Candy CST 372L-S Lavatrice Carica dell'alto, 7 kg, 1200 rpm,...
  • Carica dall'alto salvaspazio
  • Connettività NFC
  • Programmi aggiuntivi grazie all'App simply-Fi

Domande sulle lavatrici con carica dall’alto

La carica dall’alto è scomoda?

Dipende. La posizione è migliore, in quanto non ci si deve chinare, tuttavia le dimensioni dello sportello sono inferiori rispetto alle classiche lavatrici con oblò, a maggor ragione se consideriamo che adesso esistono bellissime lavatrici con oblò grande.

Quanto consuma una lavatrice con carica dall’alto?

Ovviamente, come per molti altri elettrodomestici, è evidente chiedersi quali sono i consumi di una lavatrice con carica dall’alto. I costi sono sovrapponibili a quelli di una lavatrice tradizionale, e si possono stimare esclusivamente verificando la classe energetica di appartenenza che si può consultare nella etichettatura energetica obbligatoria.

Il consumo energetico si stima in KwH/anno e varia sulla base del tipo di programma di lavaggio adoperato, sulla base del carico, del tipo e della frequenza del bucato, ragione per cui il reale consumo dipende da quanto e come si adopera la lavatrice ma indicativamente una lavatrice di classe D comporta consumi elevati, mentre una di classe A+++ determina consumi minori. Ad oggi, per legge, non sono commercializzabili lavatrici di classe inferiore alla classe A.

Anche il consumo idrico viene stimato su base annua ed in generale, la maggior parte delle lavatrici con carica dall’alto commercializzate attualmente, consuma meno di 9.000 litri di acqua. È bene precisare che consumi idrici ed elettrici non vanno di pari passo.

E’ rumorosa?

Infine, un’altra domanda importante è quella relativa alla rumorosità; chi fa il bucato la notte per approfittare delle tariffe energetiche ridotte deve optare per una lavatrice silenziosa, aspetto che si può stimare consultando l’etichetta energetica in cui vengono riportati i decibel associati alla rumorosità durante il funzionamento normale e quello con centrifuga.

Come pulire la vaschetta detersivo

Per pulire la vaschetta del detersivo della vostra lavatrice occorre, per prima cosa sfilarlo dalla propria postazione. Una volta estratto, tirandolo verso di voi al massimo, è possibile pulirlo con un anticalcare e intervenire con acqua molto calda e uno spazzolino da denti per togliere anche lo sporco più ostinato.

Come pulire la guarnizione

La guarnizione della lavatrice, se non pulita di frequente, può ospitare tanti germi e batteri, e in particolare muffe. Per eliminarle basta passare un panno con bicarbonato e acqua lungo la gomma nera della guarnizione facendo attenzione a strusciare bene con il panno.

Come sbloccare il cestello della lavatrice con carica dall’alto

Il cestello della lavatrice dell’alto viene riportato in automatico verso la posizione di apertura quando finisce il programma di lavaggio: a questo punto basta premere verso il basso la manopola che si trova sul cestello perché questo si apra. Un gesto davvero semplice!

Le migliori lavatrici con carica dall’alto

Ovviamente, una lavatrice di un brand conosciuto è spesso sinonimo di resistenza e durevolezza e soprattutto ammette una garanzia piuttosto prolungata. Tra i brand più apprezzati esistono Miele, Rex e AEG, ma anche Whirpool e Bosch che rispetto ai primi sono leggermente più economici.

1° in classifica Lavatrici
Candy CST 372L-S Lavatrice Carica dell'alto, 7 kg, 1200 rpm,...
  • Carica dall'alto salvaspazio
  • Connettività NFC
  • Programmi aggiuntivi grazie all'App simply-Fi
2° in classifica Lavatrici
AEG L6TBG721 913123617 Lavatrice a Carica dall'Alto, 1200...
  • Con la tecnologia prosense ogni carico viene...
  • L'opzione softplus si assicura che l'ammorbidente...
  • L' "eco timesave" ti permette di risparmiare tempo...
3° in classifica Lavatrici
Indesit BTW D61253P (IT), Lavatrice a Carica Dall'alto, 6...
  • Turn&wash: Il tuo bucato in modo facile e veloce....
  • Rapid wash: risparmia tempo e ottieni un pulito...
  • Water balance plus: il sensore permette di...
offerta5° in classifica Lavatrici
Indesit Lavatrice Carica dall'Alto 7 Kg Classe A+++ 60 cm...
  • A+++, 7kg, 1200RPM, 58/77dB, 174kWh, Bianco
  • Codice Prodotto: B2_0690660
  • Adatto per la tua casa
offerta6° in classifica Lavatrici
Electrolux EW6T473U Lavatrice a Carica dall'Alto, 7 Kg, 56...
  • Il sistema sensicare imposta la durata del ciclo a...
  • Il sistema softplus distribuisce l'ammorbidente in...
  • L'opzione eco timemanager personalizza i programmi...
7° in classifica Lavatrici
Electrolux Lavatrice Carica dall'alto EW2T570U TimeCare...
  • La funzione AutoSense regola le impostazioni in...
  • Capi puliti quando si desidera con la funzione di...
  • Programma Lana certificato Woolmark Blue

E voi avete scelto? Carica dall’alto oppure carica frontale?

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)