Home » Articoli per l'Infanzia » Contenitori per lo smaltimento dei pannolini: servono davvero?

Contenitori per lo smaltimento dei pannolini: servono davvero?

Sistemi di smaltimento pannolini
Sistemi di smaltimento pannolini: i migliori fanno "sparire" il pannolino e gli odori in 3 semplici mosse


Il cosiddetto “bidone mangia-pannolini” è una di quelle novità sfornate dal mercato degli articoli per l’infanzia che prova a risolvere un problema davvero tra i più antipatici, ovvero quello dello smaltimento dei pannolini usati, noti per essere sporchi e tremendamente puzzolenti! Sicuramente avrete visto uno di questi contenitori in qualche negozio di articoli per bambini, o ne avete sentito parlare da amici e vi starete chiedendo se funzionano davvero. Vediamolo insieme.

Cosa sono e cosa dovrebbero fare

I cosiddetti “mangiapannolini” sono dei contenitori che servono a smaltire i pannolini usati, eliminando l’odore e la possibilità di sporcarsi, ovvero evitando di dover andare a gettare subito via il sacco dell’immondizia.
Sono dei piccoli cestini dotato di un semplice sistema di impacchettamento dove ogni pannolino viene avvolto da un sacchetto e sigillato, il tutto in maniera semi-automatica e veloce.

Sul mercato ce ne sono di molte marche, ma tutte più o meno utilizzano il medesimo sistema e tutte sostengono che, oltre ad annullare qualsiasi tipo di odore che potrebbe insorgere lasciando il pannolino nella spazzatura, essi offrono anche una protezione contro i germi ed i batteri.

Questi contenitori possono quindi essere tenuti nella camera dove il bambino viene cambiato di solito, senza cattivi odori, e svuotati solo ogni tanto. Niente odore, niente germi.

Come Funzionano

Come abbiamo già detto, il principio di funzionamento è praticamente uguale tra le varie marche. La maggior parte dei contenitori sono piccoli e compatti: l’uso è molto facile ed è apprezzabile soprattutto il fatto che è possibile utilizzarlo con una mano sola, sorreggendo con l’altra il bambino: basta spingere il pannolino all’interno del cestino e il gioco è fatto.

Sistemi di smaltimento pannolini
Sistemi di smaltimento pannolini: i migliori fanno “sparire” il pannolino e gli odori in 3 semplici mosse

Ma vediamo la procedura. Una volta cambiato il bambino, vi troverete in mano il pannolino sporco da smaltire. Con una mano si può aprire il coperchio che chiude il cestino e si può inserire il pannolino all’interno dove in precedenza sono stati “caricati” i sacchetti che andranno ad avvolgere ogni singolo pannolino. In effetti si tratta di un unico lungo sacchetto fatto a “tubo”, che si srotola man mano. Una volta spinto il pannolino all’interno del sacchetto, basta ruotare con una mano la manopola che si trova nella parte superiore del cestino, per avvolgerlo in una sorta di “caramella” e di conseguenza annodare il sacchetto in modo che la prima cosa che viene eliminata è l’odore.  Una volta effettuato il giro della manopola basta richiudere il cestino: in questo modo lo stantuffo presente nella parte superiore del coperchio andrà a spingere in basso il pannolino che avete appena avvolto. Analizzando la situazione questa, per noi, è un’operazione non da poco, visto che vi permetterà di compattare i pannolini all’interno del cestino senza doverli toccare: penserà a tutto lo stantuffo.

A questo punto viene da chiedersi se tutto il sistema è facile da montare e da svuotare: a nostro avviso la risposta è sì, visto che una volta che il contenitore è pieno di pannolini, basterà tagliare la pellicola dei sacchetti, annodarli in cima e smaltirli nell’indifferenziata. Una volta tolti i vecchi sacchetti già utilizzati, basterà prendere una nuova ricarica e sistemarla nel contenitore, che sarà facilmente sistemabile grazie alla comoda apertura centrale, presente in tutti i modelli. Anche se sono contenitori igienici, grazie al fatto che sono prodotti in materiale plastico è possibile lavarli senza difficoltà tra una ricarica e l’altra, per assicurarsi una maggiore pulizia. Per qualsiasi evenienza è possibile svuotare il “mangiapannolini” anche se la ricarica dei sacchetti non è terminata: basta utilizzare la manopola o il taglierino per togliere i pannolini insacchettati ed eliminarli.

I modelli

Ma come si presentano questi piccoli bidoni? Ecco, andiamo a vedere come sono fatti. Sono dei piccoli bidoni, alti poco più di 50 cm. e larghi non più di 30 cm. La maggior parte dei contenitori in commercio sono bianchi e di forma leggermente allungata che ben si adattano a qualsiasi arredamento: grazie alle dimensioni ridotte vi suggeriamo che essi possono essere nascosti dietro ad una porta oppure accanto al fasciatoio del bambino: è probabile che nessuno noterà la presenza di un piccolo cestino in camera del neonato.

Uno dei primi modelli messi in commercio è quello della Foppapadretti: non a caso, tutt’ora, è uno dei migliori essendo il bidone che contiene più pannolini di tutti gli altri modelli, arrivando fino a 180, mentre gli altri contenitori devono arrendersi tra i 28 e i 30 pannolini. Come vi abbiamo fatto notare in precedenza, la particolarità è il fatto che tutti i contenitori sono dotati di un coperchio facilmente apribile con una mano sola, che evita le fuoriuscite del cattivo odore e trattiene i germi all’interno: di solito viene utilizzata una barriera all’ossigeno che intrappola i batteri e l’odore all’interno del bidone.

Ma in conclusione, sono efficaci?

Tutto molto semplice e immediato dunque… ci chiediamo se funziona. La risposta è: si, benissimo! Tanto che per noi è un accessorio assolutamente indispensabile in qualunque casa dove ci sia un neonato, o anche un anziano che ha bisogno di pannoloni. Vediamo i tre aspetti su cui agisce :

  • Odore: è la funzione più importante, funziona benissimo eliminando la quasi totalità della “puzza”.
  • Pulizia: basta un minimo di pratica e tutto sarà veloce e poco… sporchevole.
  • Igiene: i produttori affermano che i sacchetti sono creati appositamente non solo per eliminare l’odore, ma anche per uccidere la quasi totalità dei batteri. In effetti su questo aspetto abbiamo qualche perplessità, ma poco importa, dato che l’importante è che i germi se ne stiano ben confinati nel sacchetto chiuso, del resto nessuno andrebbe a rovistare li dentro!

Da notare che in fase di svuotamento periodico non si toccheranno i pannolini, ma un bel po’ di puzza uscirà.

I modelli consigliati

Per facilitare il confronto dei prezzi, vi riportiamo il prezzo del solo bidone e poi (laddove esistente) anche un kit, in modo da paragonare all’incirca la medesima capienza di pannolini.

Foppapedretti “Maialino”

Foppapedretti ha commercializzato il primo modello di mangiapannolini con il suo brevetto chiamato simpaticamente “Maialino”. E’ il più alto della sua categoria e anche quello che contiene più pannolini: arriva fino a 180 dichiarati, ma di fatto poi ne contiene molti meno. L sue dimensioni sono le seguenti: è alto 56 cm, profondo 28 cm. e largo 24,5 cm. Pesa poco più di 2 Kg ed è realizzato in materiale plastico. E’ facilmente utilizzabile con una mano sola e con l’altra potrete occuparvi del bambino. I sacchetti che dovrebbero essere utilizzati per le ricariche sono quelli della Sangenic (non tra i più economici) ma, come vedremo di seguito, una volta in possesso della cartuccia è possibile utilizzare dei rotoli standard di sacchetti. All’interno della confezione non è presente nessuna ricarica, quindi quando acquistate il prodotto dovrete munirvi immediatamente anche della relativa ricarica, altrimenti è inutilizzabile! Comprate questo modello:

Oggi in Offerta
Foppapedretti Maialino - bidoncino getta-pannolini
Di grande capienza, ha una barriera all'osigeno ed una ricarica che si adatta alle dimensioni del pannolino

Questo il kit con le ricariche:

Foppapedretti Maialino kit con 3 ricariche
Kit composto dal bidone + 3 ricariche da max 180 pannolini ciascuna

Tommee Tippee

Tommee Tippee è il sistema di smaltimento di pannolini più venduto nel mondo: questo marchio è commercializzato anche in USA e di qui il suo immediato successo. Il bidone è molto più piccolo e basso di quello della Foppapedretti e contiene meno pannolini: arriva fino a 28. Anzi, possiamo dire che è il modello che porta meno pannolini di tutti, ma è apprezzato proprio per le sue dimensioni minimal, oltre che per la praticità di utilizzo. E’ alto 34,4 cm. è profondo 26,7 cm. e è largo 30,5 cm. La nota assolutamente positiva è che dentro alla prima confezione troverete subito una ricarica pronta all’uso e anch’esso è facilmente utilizzabile con una mano sola. Questo è il modello specifico che vi consigliamo:

Oggi in Offerta
Tommee Tippee Sangenic Tec
Sistema di smaltimento pannolini disponibile in 3 colori e kit con 3, 6, 9 o 18 ricariche, oppure solo bidone. Il più venduto al Mondo.

Questo il kit con le ricariche:

Oggi in Offerta
Tommee Tippee Sangenic Tec Kit con 6 ricariche
Kit composto dal bidone + 6 ricariche da circa 90 pannolini ciascuna

Chicco

A differenza degli altri bidoncini, a nostro avviso, la particolarità del mangiapannolini della Chicco è che è possibile utilizzarlo senza doversi affidare alle ricariche dei sacchetti, infatti all’interno del cestino è possibile adattare qualsiasi tipo di sacchetto, anche quelli del supermercato. Per questa sua nota positiva il prodotto costa leggermente più degli altri, ma il prezzo verrà presto ammortizzato dal fatto che potrete fare a meno delle ricariche. Il contenitore è alto 36,3 cm., è profondo 27,7 cm. ed è largo 38,3 cm.
Ecco il modello esatto che vi suggeriamo per l’acquisto:

Oggi in Offerta
Chicco mangia pannolini inodore
Contenitore brevettato che può utilizzare qualsiasi tipo di sacchetto di plastica. Contiene ermeticamente fino a 30 pannolini.

I costi delle ricariche

La maggior parte dei modelli hanno dei sacchetti per la ricarica omologati al tipo di cestino: a prima vista sembra che siate obbligati ad acquistare i sacchetti consigliati, in realtà in commercio esistono dei sacchetti standard che si adattano a qualsiasi tipo di cestino e che vi permetteranno di risparmiare, senza perdere di qualità. L’unico problema è che i sacchetti “non omologati” non sono datati di cartuccia: quest’ultima è una confezione tonda, da sistemare all’interno del cestino e da dove escono i sacchetti per avvolgere i pannolini. Quindi prima di poter comprare il rotolo di soli sacchetti dovrete essere in possesso di almeno una cartuccia da mettere all’interno del bidoncino.

Ricariche Consigliate

Vi suggeriamo vivamente di dare un’occhiata ai migliori prezzi delle ricariche dei sistemi mangia-pannolini su Amazon: è il classico articolo che ha sempre buone offerte!

I prezzi delle ricariche Tommee Tippee creati dalla Sangenic oscillano tra i 9,00 €  per una cartuccia e i 76,00 € per 18 cartucce ognuna per contenere 28 pannolini. 

Per quanto riguarda le ricariche di Maialino Foppapedretti dovrete affidarvi alle cartucce di Angel Care con prezzi che oscillano tra gli 8,80 € e i 73,00 € per 12 cartucce che contengono fino a 180 pannolini l’una.

Come suggerito in precedenza, una volta che si è in possesso della cartuccia è possibile acquistare i sacchetti da inserirvi. La quantità dei sacchetti utilizzati varierà in base alla marca della cartuccia, visto che Sangenic ne contiene meno che Angel Care.

Per risparmiare, vi segnaliamo che si trovano facilmente  anche ricariche compatibili a prezzi ancora più bassi, e funzionano benone.
Se non volete essere legati a nessun tipo di ricarica, vi suggeriamo il mangiapannolini della Chicco: potrete adattarvi facilmente i vostri sacchetti di plastica, anche quelli del supermercato.

Un trucco per risparmiare

Chiudiamo con un piccolo “tip” che vi risulterà molto utile: la ricarica dei sacchetti si consuma molto nella fase di arrotolamento per la chiusura. Voi evitate di seguire le istruzioni alla lettera e arrotolate il sacchetto solo ogni 3/4 pannolini, ad esempio a fine giornata, vi assicuriamo che l’emissione di odori non ne risentirà e la ricarica durerà il doppio e più!


2 commenti

VUOI SCRIVERE ANCHE TU? A FINE PAGINA TROVI IL MODULO COMMENTI, OPPURE REPLICA AI MESSAGGI
  1. Greta

    Ciao io ho comprato quello di Tommee Tippee e mi trovo molto bene, arrotolo solo ogni tanto, non tutti i pannolini e non ho odori ma risparmio sulla busta. Svuotarlo non è la cosa più piacevole, ma per fortuna solo ogni tanto.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie Greta, i feedback di voi lettori sono importantissimi!

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)