Passaverdure manuale: i migliori secondo tradizione

Passaverdure manuale
Con il passaverdure manuale potrete preparare delle ottime zuppe. Anche di carote!

Il passaverdure manuale è un oggetto che ancora molti preferiscono al tritatutto o al frullatore: sebbene questi ultimi elettrodomestici consentano delle performance più rapide, il passaverdure manuale rimane un oggetto utilissimo, pratico e veloce da usare, l’ideale per preparare le tradizionali ricette proprio come le facevano le nonne.

Se, allora, siete legati ai sapori veri e genuini, ecco la guida ai modelli di passaverdure manuale, con un confronto rispetto a quello elettrico: il tutto dedicato a chi ama star bene a tavola e spendere qualche minuto in più nella preparazione del cibo.

Passaverdure manuale: cos’è e come funziona

Il passaverdure manuale è formato da un contenitore dalla forma di un tronco di cono, con delle pale interne, dei piedini per facilitarne l’appoggio e una manovella: il cuore del funzionamento, però, è legato ai dischi interni, intercambiabili, dotati di fori di diverso diametro utili per ottenere una consistenza diversa o per lavorare alimenti dalle consistenze diverse. Il contenitore serve per inserire il cibo che attraverso le lame verrà spinto attraverso il disco interno: gli alimenti lavorati passeranno nel recipiente che si sarà messo sotto al passaverdure.

Passaverdure manuale
Con il passaverdure manuale potrete preparare delle ottime zuppe. Anche di carote!

Tritatutto, frullatore o passaverdure manuale?

La differenza sostanziale con il robot tritatutto da cucina e con il frullatore è che questi ultimi non separano la polpa dalla buccia e dei semi, tritano a caldo e distruggono la maggior parte delle sostanze nutritive. Un procedimento manuale, invece, è più lento e graduale, non scalda i cibi e mantiene i principi benefici e le caratteristiche organolettiche degli alimenti.

Il robot da cucina è indicato per chi vuole un risultato più veloce e non vuole impiegare troppi sforzi ed energie: con il passaverdure manuale, però, si ottengono cibi più genuini e digeribili.
Ad esempio, si possono realizzare pappe e omogeneizzati per neonati e bambini molto piccoli, o preparazioni per chi ha una digestione delicata.

Inoltre, con un passaverdure manuale si possono realizzare ottime ricette con i legumi, spesso utilizzati nelle diete delle persone celiache. Minestre e zuppe di ceci, fagioli cannellini, lenticchie, perfette come comfort food nella stagione invernale, dense e cremose da arricchire con gramigna o cereali.

Meglio un passaverdure elettrico o manuale?

I passaverdure  elettrici sono meno diffusi, girano l’elica con l’ausilio di un piccolo motore e permettono di ottenere ottime salse senza fare troppi sforzi. Non si tratta di un frullatore, perché non utilizzano le lame taglienti ma queste pale ad elica che spremono il cibo separando la buccia dalla polpa. Il concetto è quello di un piccolo estrattore a freddo per spremere la verdura. Un modello molto celebre è di sicuro il Passì di Ariete.

Per quanto riguarda la differenza con quello manuale vale quanto detto per il robot e per il frullatore: la differenza sostanziale sta nel calore che viene trasmesso agli alimenti attraverso la lavorazione alterandone le capacità nutritive. Ovviamente al contrario un passaverdure elettrico sarà più pratico e veloce di quello manuale: basterà premere un pulsante senza nessuno sforzo per azionare l’elettrodomestico.

Certo è che quello manuale è più pratico per quanto riguarda la pulizia finale: soprattutto i passaverdure in acciaio, si possono smontare completamente e mettere in lavastoviglie. Quelli elettrici, avendo un corpo motore sono un po’ più difficili da pulire.

Che differenza c’è con un passapomodoro?

Con un passaverdure manuale si può fare la passata di pomodoro, mentre con un passapomodoro non ha senso lavorarci anche altri alimenti proprio perché specifico per il pomodoro. Inoltre il passapomodoro elettrico è utile perché è dotato di un canale apposito dove vengono eliminate tutte le bucce e i semi.

Nel passaverdure manuale, ogni volta che i residui del pomodoro sono troppo abbondanti e ostruiscono il corretto funzionamento e il passaggio del pomodoro, è necessario fermare la lavorazione per toglierli.

Come si usa un passaverdure manuale

L’utilizzo è piuttosto intuitivo, si compongono le tre parti, si appoggia al recipiente di raccolta, si impugna lo strumento e si inizia a girare in modo da far girare l’elica. Ecco che le pale del passaverdure inizieranno a spremere l’ortaggio o il legume verso i fori del disco interno in modo da separare la parte fibrosa e i semi dalla polpa.

Idee di preparazioni

Sono davvero tante le ricette che si possono realizzare con questo strumento. Vediamone alcune:

  • salse di pomodoro e pummarola
  • passati di verdure
  • creme di riso
  • purè e creme di patate
  • vellutate di verdure
  • creme di legumi

La passata di pomodoro estiva avrà una polpa soda e succosa, come quella che piace ai buongustai della cucina italiana.

Prezzo medio del passaverdure manuale

Il prezzo del passaverdure manuale si assesta in un range che va dalle 20,00 € alle 35,00 €: alcuni modelli possono arrivare fino a 50,00 €, ma si tratta di passaverdure top di gamma realizzati in acciaio doppio e con almeno 4 dischi intercambiabili.

Passsaverdure manuale più Economico

Scelta Convenienza
Cook Case By Omac Emanuel 2 Passatutto, Acciaio
  • Dotato di 3 filtri intercambiabili
  • Realizzato in acciaio inossidabile
  • Made in italy

Come scegliere il passaverdure manuale: cosa valutare prima dell’acquisto

Vediamo quali sono le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto di un passaverdura manuale, in modo da scegliere il modello giusto per le proprie esigenze.

Materiali

In commercio si trovano passaverdure manuali in acciaio inox, in alluminio pressofuso e in plastica e resinati duri e fibra di carbonio. Il consiglio è quello di acquistare un accessorio in acciaio inox perché è sicuramente più resistente e robusto, inattaccabile da ruggine e incrostazioni.

La nostra Scelta
Moulinex A40106, Petit Ménager, Schiaccia Verdure N° 1 in...
  • Eccellente per la preparazione di alimenti per...
  • Due lame disponibili
  • Acciaio inossidabile

Dischi intercambiabili

Anche il numero dei dischi presenti nella confezione può influire sulla scelta finale: i modelli più semplici ne hanno uno solo, ma di solito se ne trovano con due o più filtri intercambiabili per consentire un’ottima lavorazione degli alimenti e per realizzare zuppe e composte con granuli diversificati, per consistenze e texture diverse.

Elica e appoggio

Occorre valutare anche il numero delle pale con cui è costituita l’elica: di solito sono due, ma nei modelli migliori è possibile arrivare a tre, per ottenere una pressione più omogenea. Inoltre valutare che siano presenti i piedini per avere un supporto versatile e comodo da appoggiare al contenitore.

I migliori passaverdure manuali

La marca top per quanto riguarda i passaverdure manuali è senz’altro la WMF, specializzata in oggetti da cucina in acciaio inox, commercializza un modello robusto con 4 dischi intercambiabili. In alternativa, un buon prodotto è rappresentato da Moulinex. Si possono trovare anche dei brand meno famosi ma di buona fattura, come i modelli della Gefu, Pedrini e Lacor.

1° in classifica Passaverdure
Moulinex A40106, Petit Ménager, Schiaccia Verdure N° 1 in...
  • Eccellente per la preparazione di alimenti per...
  • Due lame disponibili
  • Acciaio inossidabile
2° in classifica Passaverdure
Cook Case By Omac Emanuel 2 Passatutto, Acciaio
  • Dotato di 3 filtri intercambiabili
  • Realizzato in acciaio inossidabile
  • Made in italy
3° in classifica Passaverdure
Barazzoni Passaverdure, Diametro cm 20, Acciaio inox 18/10....
  • Corpo realizzato in acciaio inossidabile 18/10
  • Dispone di 3 piedini mobili per consentire di...
  • Elica dotata di manico con pomolo colorato, si...
4° in classifica Passaverdure
Cook Case By Omac Emanuel 3 Passatutto, Acciaio
  • Ideale per schiacciare qualsiasi tipo di verdura,...
  • Dotato di 3 dischi per grattugiare
  • Dotato di 3 gambe pieghevoli
5° in classifica Passaverdure
Fangteke Passaverdure in Acciaio Inox con 3 Dischi per...
  • MATERIALE IN ACCIAIO INOSSIDABILE: il tritatutto...
  • IMPUGNATURA ANTISCIVOLO: Il tritatutto è dotato...
  • DESIGN LISCIO: il tritatutto è accuratamente...
6° in classifica Passaverdure
WMF 605636040 Gourmet Passaverdura, Diametro 19 cm,...
  • Materiale: acciaio inossidabile
  • Lavabile in lavastoviglie
  • Con tre inserti: extra fine (2 mm), fine (3 mm) e...
7° in classifica Passaverdure
Moulinex K10121 Moulin-Legumes per passare zuppe, purèe,...
  • Diametro: 18 cm
  • Per passare purè, zuppe e composte.
  • Griglie in acciaio INOX
8° in classifica Passaverdure
COOK CASE BY OMAC 195 Emanuel 3 Passatutto Manuale, Acciaio,...
  • Materiale: acciaio
  • Dimensioni: 37x24x21.5 cm
  • Peso: 0.88 kg

Altre domande frequenti

Va bene per passare i legumi?

Un buon passaverdure manuale setaccia fagioli, lenticchie, ceci dividendo la buccia dalla polpa e ottenendo delle creme vellutate. L’ideale non solo per le minestre invernali, ma anche per condimenti e salse come l’hummus di ceci o la crema di fagioli cannellini da spalmare sui crostini di pane.

C’è il filtro di ricambio?

I migliori modelli hanno di solito un filtro di ricambio, quattro nei top di gamma che consentono differenti livelli di finezza. Il filtro del passaverdure può servire anche a grattugiare e a schiacciare le patate, per realizzare purè cremosi o tortini più croccanti.

Come si realizza la passata di pomodoro?

Il passaverdure manuale è il modo più classico per realizzare ottime pummarole, con pomodoro fresco e genuino. La polpa viene divisa dai semi, dalla buccia e dalle fibre poco digeribili, in modo da ottenere una consistenza vellutata ma allo stesso tempo polposa. Per disinfettare i barattoli si consiglia di bollirli nei pentoloni una volta pronti: il tappo si chiuderà ermeticamente e si allontanerà il rischio di batteri, funghi e muffe.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)