Brita On Tap: come funziona?

Brita on Tap
Brita On Tap è certamente un sistema pratico per avare sempre acqua pulita e potabile. Foto ufficiale dal sito Brita

Probabilmente avete già sentito parlare delle caraffa Brita filtrante, pratico sistema per depurare l’acqua direttamente dal rubinetto di casa propria. Ciò che rende potabile l’acqua è il filtro collocato all’interno della caraffa che elimina i metalli pesanti e il sapore del cloro.

E se ottenere acqua potabile fosse ancora più facile? La stessa azienda Brita ha da poco lanciato sul mercato un nuovissimo prodotto, il Brita On Tap: niente più caraffe, bensì un pratico sistema da installare al rubinetto della cucina. Vediamo, in dettaglio, come funziona.

Brita On Tap: come funziona

Come si installa: i rubinetti compatibili

Molto spesso i sistemi di depurazione dell’acqua richiedono l’intervento di un tecnico per montarli e la gestione dell’impianto da parte della società che lo installa. Con questi filtri acqua per rubinetto è tutto molto più facile e semplificato: il sistema assomiglia ad una piccola scatola, dal design accattivante e compatto, che va sistemato all’estremità del rubinetto della cucina o di qualsiasi altro rubinetto dal quale pensate di prendere l’acqua da bere.

All’interno della confezione troverete 5 adattatori per diverse tipologie di rubinetti, per montarlo non servirà alcun attrezzo ed occorrerà non più di dieci minuti: sono compatibili tutti quei rubinetti dotati di aeratore removibile e di diametro compreso tra 13 e 25 mm.

Una volta installato avrete meno spazio sotto il rubinetto visto che un po’ sarà occupato dal sistema Brita On Tap, ma non cambierà nulla nella mobilità del rubinetto.
Infine, non ci sono dubbi che sia bruttino.

Brita on Tap
Brita On Tap è certamente un sistema pratico per avare sempre acqua pulita e potabile.
Foto ufficiale dal sito Brita

Come viene filtrata l’acqua

Il sistema filtrante Brita On Tap è dotato di un filtro HF che riduce cloro, pesticidi, microparticelle e fino al 99,9% dei batteri presenti nell’acqua, ma non ne riduce la durezza. Il sapore dell’acqua, quindi, resta esattamente lo stesso dell’acqua non filtrata del rubinetto.

Chi, invece, necessitasse di ridurre la durezza dell’acqua, dovrà ricorrere alle caraffe Brita. Il filtro Maxtra+ montato sulle caraffe, infatti, utilizza il sistema Mircoflow in grado di fermare anche tutte quelle sostanze che alterano il sapore dell’acqua, oltre alle microparticelle e batteri, esattamente come il filtro HF.

Il sistema On Tap è molto pratico grazie al selettore a 3 posizioni che permette di avere:

  • Acqua filtrata, per avere l’acqua da bere
  • Funzione doccino, che lascia passare l’acqua non filtrata ideale per lavare verdure e alimenti
  • Acqua non filtrata, che lascia passare l’acqua non filtrata come un normale rubinetto

Il consiglio è quello di filtrare solo acqua fresca per una funzionalità ottimale del filtro, mentre se si desidera acqua calda conviene farla passare direttamente, senza filtrarla.

Filtro Brita On Tap: quando cambiarlo

Ovviamente il filtro entra in funzione soltanto quando si desidera l’acqua filtrata, da bere: un display LCD posto in posizione frontale e ben visibile indicherà, di conseguenza, i litri di acqua che il filtro è ancora in grado di depurare. L’autonomia di ogni filtro è di circa 600 litri, da cui, quindi, vanno esclusi tutti i litri che non passano dal filtro: in media, quindi, il filtro durerà circa 3 o 4 mesi.

E’ importante sottolineare che, una volta giunto il momento di cambiare il filtro, non dovrete cambiare tutto il sistema, ma soltanto il filtro che è sistemato all’interno. Per cambiarlo non dovrete smontare di nuovo tutto il sistema, ma intervenire direttamente sulla parte laterale del prodotto.

Il filtro va cambiato quando è il momento, quando l’autonomia che è mostrata sul display è terminata. Solo in questo modo il filtro Brita farà il suo dovere senza creare inopportuni accumuli. Inoltre avrete, sempre e subito, acqua fresca dal rubinetto, evitando tutto il tempo che l’acqua resta nella bottiglia lasciando sedimentare batteri e sostanze potenzialmente dannose.

Brita On Tap: vale la pena acquistarlo?

Eliminare costi, peso e ingombro delle bottiglie d’acqua, con un risvolto anche ecologico, azzerando il consumo di plastica, è un traguardo eccezionale, che vale questa spesa e anche molto di più!

Purtroppo, non a tutti piacerà il sapore di questa acqua. Dipende molto anche dalla qualità dell’acqua erogata dal proprio acquedotto.

Secondo il nostro giudizio, se già gradite l’acqua depurata con questi sistemi casalinghi, la risposta è quindi un grosso SI: il sistema è pratico, ben pensato e con un’autonomia molto maggiore rispetto ai normali filtri Brita, quelli delle caraffe.

Rispetto ad un impianto professionale, avrete la possibilità di evitare tutte le installazioni per avere acqua depurata, e in soli dieci minuti avrete un sistema montato e pronto all’uso.

Brita: altri sistemi di filtraggio

Oltre alle caraffe Brita e a Brita on Tap, l’azienda sta lanciando sempre nuovi sistemi di filtraggio, per avere sempre acqua disponibile. Un sistema completo è il Brita waterbars: potrete sostituire il vostro rubinetto di cucina con quello filtrante Brita, in modo da avere sempre acqua pronta da bere, mentre se desiderate avere acqua fresca e filtrata sempre pronta da bere ovunque vi troviate provate le nuove borracce fill&go, dotate di un piccolo filtro inserito poco sotto il beccuccio.

Brita On Tap: dove acquistarlo

Brita On Tap: sistema completo

Ecco tutto il sistema completo già integrato con un filtro della durata di 600 litri.

Brita Sistema Filtrante On Tap
Si adatta a qualsiasi tipo di rubinetto

Filtro di ricambio

E quando è il momento di cambiarlo, ecco il filtro di ricambio.

E voi, l’avete già provato?

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)