Essiccatore Alimenti: modelli Ok per Frutta e Verdura

Essiccatore alimenti
Ecco delle buonissime mele essiccate preparate in casa con l'essiccatore

Tra le tante tecniche di trattamento degli alimenti vi è l’essiccazione, un procedimento che si può fare in modo semplice e che permette di conservare più a lungo il cibo e al tempo stesso preservarne tutte le qualità nutrizionali.

Se fino ad ora le pratiche più diffuse erano l’essiccazione al sole o nel forno, oggi esistono in commercio degli elettrodomestici specifici, pensati appositamente per l’essiccazione degli alimenti e della frutta: sono economici, funzionali, facili da utilizzare e soprattutto consentono un bel risparmio di energia elettrica. Ma vale davvero la pena acquistarne uno? Vediamo tutte le caratteristiche principali e cosa valutare prima dell’acquisto.

Essiccatore per Alimenti: cos’è e come funziona

Principio di funzionamento

Come anticipato, si tratta di un elettrodomestico di cui esistono varie versioni, sia domestiche che professionali. Possono essere quindi di grandi dimensioni oppure compatti, ed essere quadrati, tondi oppure rettangolari.

Somiglia molto ad una vaporiera elettrica, e in effetti entrambi gli elettrodomestici sono pensati per accogliere, impilati, alimenti tagliati in piccole parti.

Sono infatti dotati di cestelli e vari ripiani dove posizionare gli alimenti: hanno un motore che trasforma l’energia elettrica in aria calda che, tramite una ventola, asciuga gli alimenti finché non hanno disperso tutta l’acqua al loro interno e diventano, di conseguenza, secchi.

Alcuni modelli sono dotati di deumidificatori, di conseguenza le loro performance sono più efficaci poiché togliendo l’umidità i cibi si essiccano più velocemente consentendo ulteriore risparmio energetico.

Quale temperatura raggiunge l’essiccatore? L’essiccatore può arrivare anche a 80°C, ma di solito non supera i 65°C: in questo modo gli alimenti verranno essiccati senza perdere le proprie capacità nutritive.

Essiccatore elettrico
Ideale per essiccare gli alimenti mantenendone intatte tutte le capacità nutritive

Tipologie di essiccatori

Gli essiccatori si possono dividere in due categorie in base al principio di funzionamento:

  • Essiccatore a convezione: l’aria calda è prodotta dal suo passaggio su di una tensione elettrica, in pratica come qualsiasi strumento a calore che utilizziamo, come ad esempio il phon
  • Essiccatore a ultrasuoni: l’essiccazione avviene attraverso il calore emanato da lampade che emettono raggi infrarossi, simulando gli effetti del sole con un maggiore risparmio energetico rispetto all’altro modello

Per quanto riguarda, invece, il tipo di flusso, si possono riconoscere altrettanti modelli di essiccatore:

  • Flusso unidirezionale: in grado di investire allo stesso modo tutti gli alimenti presenti visto che il calore viene distribuito in modo uniforme e l’umidità viene spinta verso l’esterno
  • Flusso misto: il movimento dell’aria all’interno non ha un’andamento sempre uguale a se stesso e non è detto che questa riesca ad investire gli alimenti in modo uniforme

Per questo motivo, vi diciamo subito che i migliori essiccatori sono quelli che hanno un flusso unidirezionale orizzontale, in grado di essiccare uniformemente gli alimenti. Il flusso verticale invece non è uniforme, visto che il calore investirà prima gli alimenti che si trovano nella parte bassa dell’essiccatore (per un’essiccazione più uniforme basterà caricare poco gli scomparti inferiori). Lo svantaggio degli essiccatori a flusso orizzontale è che sono più costosi e ingombranti rispetto a quelli verticali.

E’ importante tenere presente anche la presenza di eventuali valvole di sfogo per l’umidità che deve fuoriuscire e non restare all’interno dell’apparecchio.

Perchè acquistare un essiccatore elettrico?

  • PRO: gli alimenti essiccati si possono conservare molto a lungo, e si evita quindi di buttarli dopo pochi giorni. Inoltre le proprietà nutritive degli stessi rimangono invariate in modo da potersi approvvigionare di cibi stagionali per tutto l’anno. Con l’essiccazione si possono produrre da soli tisane, creare le proprie erbe in polvere, ma anche concime per le piante sfruttando gli scarti alimentari e soprattutto divertirsi a creare nuove preparazioni. Il tutto con pochissima spesa e, non da ultimo, rispetto per l’ambiente.
  • CONTRO: parlando invece di svantaggi, c’è da segnalare la rumorosità degli essiccatori quando sono in funzione, quindi si deve valutare la possibilità di posizionarlo in una stanza dove non dia fastidio. Non solo, la cucina che è un ambiente di per sé generalmente umido non è il locale più idoneo dove posizionare un essiccatore. Sono svantaggi da segnalare ma che comunque non pregiudicano tutti i benefici che si possono trarre dall’acquisto di un essiccatore.

Come si usa l’Essiccatore elettrico

Utilizzare un essiccatore è davvero semplice e agevole. A seconda del modello scelto si potranno disidratare alimenti, erbe, funghi e cibo di ogni genere attraverso programmi predefiniti o impostazioni manuali.

Le eventuali difficoltà consistono nel saper bene come tagliare gli alimenti per portarli al giusto grado di essiccazione, ma non c’è da preoccuparsi perché esistono tantissime guide per imparare questa tecnica e anzi, con molti modelli di essiccatore in vendita sono comprese delle comodissime guide.

Quali alimenti si possono essiccare?

In linea di massima si può essiccare tutto quello che vi viene in mente, ecco qualche idea:

  • Frutta: tagliatela a fettine sottili, provate con mela, banana, ananas
  • Verdura: avete mai provato uno snack di zucca o di carota essiccata e salata?
  • Funghi: da sempre vengono essiccati per una loro conservazione ottimale.
  • Peperoncini: altro prodotto che si presta benissimo. Usate quelli coltivati da voi!
  • Erbe aromatiche: da utilizzare successivamente per insaporire e la cottura dei cibi
  • Fiori un’idea originale per infusi e decorazioni gourmet
  • Carne: fate alcuni esperimenti con fettine sottili di vari tagli, e salateli
  • Salumi: ottimo per accelerare la maturazione di certi insaccati e salumi fatti in casa
Essiccatore alimenti
Ecco delle buonissime mele essiccate preparate in casa con l’essiccatore

Prezzo medio degli essiccatori

Come ogni tipologia di prodotto, esistono tanti modelli e varie fasce di prezzo anche per gli essiccatori di alimenti e frutta. Vediamo in dettaglio le varie fasce di prezzo:

  • Fascia economica: sotto le 50,00 €, si trovano quei modelli base con uno spazio limitato per gli alimenti e una potenza limitata
  • Fascia media: dalle 50,00 € alle 150,00 €, ci sono gli essiccatori dall’ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Fascia alta: oltre le 150,00 €, si tratta di quei modelli di uso anche professionale

Essiccatore più Economico

Scelta Convenienza
SPICE TESEKO essiccatore disidratatore per alimenti 5...
  • Distribuzione del calore uniforme - Bassa...
  • Procedura di disidratazione con mantenimento...
  • 5 Scomparti regolabili

Come scegliere l’essiccatore: cosa da valutare prima dell’acquisto

Come anticipato, vi sono diverse caratteristiche da valutare prima dell’acquisto di un essiccatore. Vediamole in dettaglio.

Potenza

La potenza è sempre una caratterista da valutare prima dell’acquisto di un elettrodomestico e in questo caso va di pari passo con la quantità di cibi da poter inserire e la velocità di essiccazione degli stessi. Ci sono modelli da 250 Watt e modelli che arrivano anche a 1.000 Watt: i primi hanno una capacità di essiccazione molto limitata in rapporto alla quantità di cibo, mentre quelli da 1.000 Watt sono modelli professionali in grado di seccare una gran quantità di cibo in poco tempo.

Presenza di una o più ventole

Le ventole sono importanti perché assicurano la dispersione dell’umidità in modo uniforme raggiungendo senza problemi tutti i ripiani dell’essiccatore. Nei modelli più piccoli basta valutare la presenza di una sola valvola, mentre in quelli più grandi le valvole sono addirittura sistemate all’esterno per un funzionamento migliore e più efficiente.

Oggi in OffertaLa nostra Scelta
Melchioni Babele Essiccatore Elettrico 5 Ripiani 250w...
  • Adatto per l'essicazione di vari alimenti come...
  • Termostato regolabile 35-70°
  • 5 vassoi removibili

Capacità in litri

Anche questo è un fattore da tenere in considerazione nel caso in cui si voglia essiccare una notevole quantità di alimenti: alcuni modelli si fermano a 15 -20 litri, mentre i più capienti arrivano a contenere anche 25 litri di alimenti.

Intervallo di temperatura

Soffermatevi anche sull’intervallo di temperatura che è possibile impostare: nei modelli al top di gamma questa può arrivare anche a 80°C per un’essiccazione più completa e perfetta.

I migliori modelli di Essiccatore

Come per ogni elettrodomestico casalingo o professionale, vi sono molte aziende produttrici anche di essiccatori elettrici. Tauro produce essiccatori di fascia media con alte performance e di ottima qualità. Kwasyo produce essiccatori di livello professionale a prezzi competitivi.

Spice è una marca apprezzata per i prodotti di fascia più economica e al tempo stesso di buona qualità. Severin è un’altra azienda che propone essiccatori a prezzi molto accessibili e curati nei dettagli, nel design e nelle funzionalità, semplici da utilizzare e particolarmente silenziosi rispetto ad altri modelli.

offerta1° in classifica Essiccatori
Melchioni Babele Essiccatore Elettrico 5 Ripiani 250w...
  • Adatto per l'essicazione di vari alimenti come...
  • Termostato regolabile 35-70°
  • 5 vassoi removibili
2° in classifica Essiccatori
SPICE TESEKO essiccatore disidratatore per alimenti 5...
  • Distribuzione del calore uniforme - Bassa...
  • Procedura di disidratazione con mantenimento...
  • 5 Scomparti regolabili
3° in classifica Essiccatori
Essiccatore frutta e verdura OSTBA,5 vassoi,Disidratatore...
  • Essiccatore di frutta multifunzionale: Essiccatore...
  • Essiccatore Alimentare con Tecnologia Rinnovata:...
  • Sicuro &Slenzioso Essiccatore Elettrico: Molto...
4° in classifica Essiccatori
Arendo - Essiccatore Elettrico a 5 ripiani - 350 W -...
  • L'essiccatore automatico Arendo disidrata frutta,...
  • Progettato per la migliore distribuzione possibile...
  • Oltre il 90% delle vitamine e dei minerali vengono...
5° in classifica Essiccatori
Klarstein Arizona - Disidratatore, Essiccatore di Carne e...
  • POTENTE: l'essiccatore Jerky di Klarstein...
  • DISTRIBUZIONE TERMICA UNIFORME: con una potenza di...
  • REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA FLESSIBILE: per la...
6° in classifica Essiccatori
Arendo - Essiccatore Elettrico a 5 ripiani - 260 W -...
  • Gli alimenti seccati lentamente mantengono le...
  • A seconda delle vostre esigenze, potete regolare...
  • Per la vostra salute: fino al 97% delle vitamine e...
7° in classifica Essiccatori
Classe Italy Alimenti, 5 Ripiani BPA-Free con Altezza...
  • Temperatura regolabile - la temperatura è...
  • Ventilazione verticale con tunnel: ventilazione...
  • Silenzioso, potente ed efficente: vivo dry v è un...
8° in classifica Essiccatori
Klarstein Bananarama - Essiccatore , 6 piani , impilabile ,...
  • POTENZA: Bananarama di Klarstein, l´efficiente...
  • REGOLABILE: Il motore potente riduce notevolmente...
  • VASTE SUPERFICI DI ESSICCAZIONE: possono essere...

FAQ sull’Essiccatore

Si può utilizzare il forno tradizionale per essiccare?

Non si hanno buoni risultati. Gli essiccatori sono progettati appositamente per disidratare gli alimenti e la frutta in modo omogeneo, grazie ad uno speciale flusso dell’aria. Il forno, anche se ventilato, crea un ricircolo dell’aria irregolare ed inoltre, anche impostato a basse temperature, consuma più elettricità.

Cosa hanno di speciale i cibi essiccati?

Oltre a tutte le caratteristiche sopra elencate sono, semplicemente, anche più saporiti. Possono essere utilizzati per preparare barrette ai cereali, drink, tè, e persino prodotti di bellezza. Un mondo tutto da scoprire, insomma.

Gli essiccatori sono facili da pulire?

Assolutamente sì. Pur essendovi molti modelli, tutti sono strutturalmente semplici e i cestelli al loro interno, di solito in plastica, si possono lavare comodamente anche in lavastoviglie.

È meglio un essiccatore a flusso orizzontale oppure verticale?

Pur essendo entrambe le modalità efficaci, in linea generale è preferibile scegliere un essiccatore a flusso orizzontale, poiché in questo modo ogni cibo nei cestelli avrà eguale quantità di aria calda; inoltre in caso di cestelli riempiti con alimenti di diverso genere non si avrà scambio di odore o aroma.

Accessori aggiuntivi

Oltre ai pratici manuali e ricettari che si possono acquistare insieme all’essiccatore, vi sono in commercio degli speciali fogli di carta antiaderente, chiamati Dry Silk, comodissimi per far circolare l’aria all’interno dei cestelli ancora più omogeneamente; si possono inoltre lavare e quindi riutilizzare moltissime volte, sia negli essiccatori che nel forno tradizionale, poiché hanno una resistenza fino a 250 gradi.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)