Recensione Dreame Bot L10 Pro

Robot Lavapavimenti Dreame Unboxing
Unboxing Dreame Bot L10 Pro: ecco il contenuto della confezione

Grazie alle nuove tecnologie le pulizie domestiche sono sempre più facili, sempre meno pesanti e soprattutto si possono demandare. Si, ma a chi? Stiamo parlando dei nuovissimi robot lavapavimenti che non sono solo dotati della funzione di aspirazione, ma sono anche in grado di lavare i pavimenti. Ma queste promesse, vengono mantenute? Dipende: una cosa certa è che la tecnologia sta facendo passi da gigante e i nuovi modelli di robot per la casa ci sorprendono sempre di più.

E’ per questo motivo che abbiamo deciso di mettere alla prova il nuovissimo robot della Dreame, un’azienda partner di Xiaomi Ecosystem che commercializza prodotti per la pulizia che si possono collocare in fascia medio/alta. Il nuovo modello Dreame Bot L10 Pro ha soddisfatto le nostre aspettative? Vale la pena acquistarlo? Vediamo com’è andato il nostro test!

Perché acquistare un robot lavapavimenti

La risposta è davvero molto facile. I robot lavapavimenti (qui il nostro approfondimento) sono dispositivi di ultima generazione che alleggeriscono e di molto, le pulizie domestiche. Il funzionamento è davvero molto semplice: grazie a delle spazzole apposite, lo sporco (briciole di pane, polvere, ecc…) viene aspirato all’interno del serbatoio apposito e successivamente viene rilasciata l’acqua che, attraverso il panno di microfibra, pulisce la superficie.

Come avrete capito il punto di forza dei robot lavapavimenti è il fatto che la pulizia avviene in completa autonomia: dopo che il robot avrà mappato tutta la casa potrà muoversi e pulire senza bisogno che qualcuno lo gestisca o che lo segua. E il tutto mentre magari voi siete fuori casa.

Sarà possibile, infatti, programmare le fasi della pulizia e la relativa potenza a seconda della superficie da trattare e tutto gestibile anche da remoto attraverso una app dedicata. E una volta scarico tornerà al suo alloggiamento di ricarica, per riprendere a pulire da dove si è fermato una volta che si è completamente ricaricato. Tutto molto facile, no?

Robot Lavapavimenti Dreame
Ecco il robot lavapavimenti Dreame pronto per essere utilizzato per la pulizia

Caratteristiche e funzioni del robot Dreame Bot L10 Pro

Questo robot lavapavimenti è uno dei modelli top della Dreame, azienda partner di Xiaomi specializzata in dispositivi di pulizia di fascia alta. L’azienda commercializza non solo robot aspirapolvere e lavapavimenti, ma anche diversi modelli di aspirapolvere senza fili. La linea di robot aspirapolvere è composta dai modelli F9 Mistral e D9 Mistral. Qui trovate il sito ufficiale Dreame in Inglese.

Dreame L10 PRO Robot Aspirapolvere, Aspirazione Potente 4000...
  • Navigazione Lidar e Identificazione Ostacoli:...
  • Aspirazione da 4000 Pa: La forte aspirazione...
  • 2,5 Ore di Autonomia e Ricarica Automatica: Questo...

Il modello Bot L10 Pro ha una forma rotonda, compatta e solida. Sulla parte superiore è presente una specie di periscopio per il sistema di navigazione Lidar, ovvero un radar laser che permette al robot di muoversi con precisione e sicurezza, evitando ostacoli e oggetti fragili.

Anche lateralmente si trovano dei sensori: questi servono come prevenzione ulteriore avendo una visione in 3D. Sempre collocate lateralmente si trovano delle barriere anti collisione e un altro sensore che serve per valutare i bordi degli oggetti e delle scale. Il rilevamento intelligente degli ostacoli permette al robot di muoversi senza il pericolo di rimanere bloccato da mobilia o altri oggetti.

I sensori non sono finiti qui: nella faccia sotto si trovano alcuni sensori di dislivello che permetteranno al robot di salire o scendere alcuni oggetti, come ad esempio dal tappeto o da piccoli scalini.

Nella faccia a contatto col pavimento si trovano anche i contatti per la ricarica, le rotelle principali che permetteranno al robot di muoversi con agilità, una rotella omnidirezionale di supporto, una spazzola principale ed una spazzola laterale decisiva per l’asportazione dello sporco dagli angoli.

C’è anche l’alloggiamento per il modulo di lavaggio comprensivo di serbatoio dell’acqua di 0,27 litri e di un panno di lavaggio in microfibra che andrà ad agire sullo sporco della superficie che si andrà a trattare.

Robot Lavapavimenti Dreame sensori
I sensori anteriori del robot che gli permettono di muoversi con sicurezza nell’ambiente

Il robot si può gestire facilmente attraverso l’app apposita scaricabile sia su Android che su iOS: si potranno programmare i momenti di pulizia, gestire le diverse modalità (silenziosa, standard, forte e turbo) a seconda dello sporco che occorre eliminare, selezionare zone specifiche da pulire, programmare zone da evitare e molto altro, risultando un “giocattolo” molto divertente da scoprire.

Dati tecnici del robot lavapavimenti Dreame Bot L10 Pro

Ecco i dati tecnici del dispositivo:

  • Dimensioni: diametro 35 cm – altezza 7 cm
  • Peso: 5,6 Kg
  • Capacità serbatoio lavapavimenti: 0,27 litri
  • Compatibilità: Smartphone (Android e iOS) e Amazon Echo (Alexa)
  • Autonomia: fino a 150 minuti
  • Potenza di aspirazione: 4000 Pa
  • Modalità di pulizia: 4
Robot Lavapavimenti Dreame Spazzole
Il dettaglio della parte pulente del robot lavapavimenti con spazzole e ruote

Unboxing del robot lavapavimenti Dreame Bot L10 Pro

Ecco cosa contiene la confezione del robot lavapavimenti Dreame:

  • Robot Lavapavimenti
  • Manuale di istruzioni (anche in italiano)
  • Cavo di alimentazione per il dock di ricarica
  • Stazione di ricarica
  • Serbatoio dell’acqua
  • Panno di lavaggio
  • Spazzolina laterale da inserire nell’apposito perno
  • Strumento di pulizia delle spazzole (alloggiato dentro il robot)
Robot Lavapavimenti Dreame Unboxing
Unboxing del Dreame Bot L10 Pro: ecco il contenuto della confezione

Robot Dreame Bot L10 Pro messo alla prova

Prima accensione

La prima cosa da fare è quella di posizionare la stazione di ricarica contro una parete su un pavimento piatto: è molto importante che la stazione sia lontana da altri oggetti per 0,5 metri lateralmente e 1,5 metri frontalmente.

Anche se, una volta aperta la confezione, il robot ha un po’ di carica, è consigliabile sistemarlo sulla stazione apposita e lasciare che si ricarichi completamente prima di procedere con la pulizia. E’ importante non installare il serbatoio dell’acqua e il panno durante le fasi di ricarica. Quando la luce della batteria sarà bianca, significa che il livello di ricarica è oltre il 15%, al di sotto, la luce sarà arancione. Una ricarica completa si avrà in circa 6 ore.

Una volta acceso, il robot traccerà un percorso: grazie all’algoritmo Slam scansiona accuratamente l’ambiente in cui si trova, valutando ogni volta circa 2.000 punti al secondo. E’ dotato di sistemi anticaduta, anticollisione per preservare oggetti fragili e di un sistema antibloccaggio nel caso dovesse finire sotto il divano.

Accensione/Spegnimento

L’accensione del dispositivo è molto semplice ed intuitiva: sulla parte anteriore del robot ci sono tre pulsanti soft-touch: quello centrale serve per accendere il robot. Basta tenerlo premuto per 3 secondi per accendere o spegnere. Se si preme un’altra volta si darà avvio alla pulizia vera e propria.

I due pulsanti laterali servono per attivare velocemente due funzionalità: attivare il ritorno in carica, nella propria stazione, e attivare la modalità “Pulizia Macchia”, per pulire un’area di 1,5 metri per 1,5 metri intorno al robot. Una volta che la pulizia della macchia è stata conclusa, il robot torna al suo posto.
I tre pulsanti sono retroilluminati: se la luce è bianca si indica che la pulizia è in corso o conclusa, mentre se la luce è arancione lampeggiante, significa che è necessaria la ricarica.

Gestione tramite l’app

L’app da scaricare è Mi Home, compatibile sia con Android che con iOS. Una volta installata dovrete registrarvi ed inserire i vostri dati. E’ l’app generica che gestisce tutta la domotica del mondo Xiaomi, compresi i monopattini elettrici.
A questo punto potrete configurare il dispositivo, in modalità automatica oppure attraverso dei semplici passaggi testuali. La connessione, attraverso lo smartphone, avviene tramite rete Wi-Fi e si può controllare che questa sia attiva attraverso la spia che si trova nella all’interno del coperchio dove si trova il serbatoio dello sporco aspirato.

Attraverso l’app si possono gestire la pulizia di singole stanze, di alcune zone specifiche o dell’intera casa. Sempre attraverso l’app è possibile impostare aree vietate che il robot non può raggiungere: ad esempio dove ci sono mobili delicati, ambienti dove giocano i bambini, o semplicemente stanze dove ci sono talmente tante cose in giro che il robot farebbe fatica a muoversi!

Modalità di pulizia

Le modalità di pulizia sono 4 impostabili sia da app che direttamente sul robot:

  1. Standard: è la modalità predefinita che vi permetterà di pulire fino a 200 mq di casa sfruttando l’autonomia massima di due ore e mezzo. Funzionalità da impostare sia in aspirazione che per il lavaggio.
  2. Forte: modalità per pulire in maniera più approfondita. Questa funzionalità agisce contemporaneamente in aspirazione e per il lavaggio (se il mop è installato).
  3. Turbo: ancora più potente
  4. Silenziosa: pulirà in modo accurato, ma limitando i giri e in modo più silenzioso. Da utilizzare ad esempio, quando ci sono i bambini che dormono. Funzionalità da impostare sia in aspirazione che per il lavaggio.

Il robot può essere settato anche per:

  • Pulizia Macchia: premendo il pulsante con il riquadro, verrà avviata una modalità di pulizia che farà muovere il robot in un’area quadrata di 1,5 metri per lato
  • Premendo un qualsiasi pulsante durante la pulizia, il robot entra in pausa. Dopo 10 minuti di inattività entra in modalità Risparmio Energetico. Oltre le 12 ore in modalità riposo, si spegnerà automaticamente.

A queste si aggiungono le seguenti funzionalità che si possono impostare solo attraverso l’app:

  • Non Disturbare: si evita che il robot avvii automaticamente le attività di pulizia.
  • Pulizia Programmata: si possono programmare l’ora e la data della pulizia e quando avrà finito tornerà al dock di ricarica.
Dreame L10 PRO Robot Aspirapolvere, Aspirazione Potente 4000...
  • Navigazione Lidar e Identificazione Ostacoli:...
  • Aspirazione da 4000 Pa: La forte aspirazione...
  • 2,5 Ore di Autonomia e Ricarica Automatica: Questo...

Gestione dei serbatoi

Il serbatoio dell’acqua va alloggiato nella parte posteriore del robot: prima però va riempito d’acqua (solo acqua). E’ indicato di non utilizzare detergenti o disinfettanti, bensì solo acqua. Noi suggeriamo di usare acqua distillata o depurata, per evitare danni al dispositivo derivanti dal calcare.

Il serbatoio ne contiene 0,27 litri. Come detto, il flusso d’acqua erogata viene regolato dalla modalità di funzionamento prescelta.

Una volta terminata la pulizia, occorre togliere il serbatoio, svuotarlo per bene e lavare anche il panno.

Il serbatoio dello sporco aspirato, invece, si trova nella parte superiore del robot e si raggiunge molto facilmente: per svuotarlo dalla polvere e dallo sporco, basta estrarlo, aprirlo e capovolgerlo per gettare via lo sporco aspirato. Il serbatoio è piccolo, ma neanche troppo: in ogni caso i robot lavapavimenti sono adatti per una pulizia quotidiana e non per pulizie straordinarie.

Manutenzione e lavaggio del robot

Ci sono alcune accortezze da seguire per quanto riguarda la manutenzione periodica del robot:

  • Pulizia della spazzola principale cercando di rimuovere anche eventuali capelli o polvere incastrati con l’apposita lama
  • Pulizia della spazzola laterale, sempre per liberarla da capelli o polvere
  • Pulizia delle ruote
  • Verifica della pulizia del sensore laser, di quelli laterali e di dislivello
  • Verifica della pulizia del contatto della ricarica
  • Lavare ad ogni utilizzo il panno e lasciarlo ad asciugare al sole

Batteria e autonomia

In modalità standard il robot è in grado di pulire un’area di circa 200 mq con un’autonomia di 2,5 ore. Molto bene! Una volta che il robot sarà scarico, prima di fermarsi tornerà alla stazione di ricarica e poi riprenderà a pulire da dove si era fermato.

Pulizia: funziona bene?

Come la maggior parte dei robot lavapavimenti, anche il modello della Dreame è l’ideale per pulizie ordinarie, per una passata leggera quotidiana e non per una pulizia straordinaria e più approfondita.

La forza di aspirazione è buona, ma anche in questo caso va benissimo per mantenere pulita una casa già in ordine, visto e considerata la capacità del serbatoio, adatto per contenere uno sporco non eccessivo. Dal punto di vista della pulizia con acqua, il robot dà una pulita leggera: questo è anche dato dal fatto che all’interno del serbatoio non ci si può aggiungere agenti chimici come detersivi.

Test di Navigazione

Dal punto di vista della navigazione, il nostro giudizio è molto buono. Il robot è sorprendentemente agile, si muove molto bene tra la mobilia, comprese le gambe delle sedie che aggira perfettamente senza neanche sfiorarle. Non sbatte mai contro gli oggetti, arriva a pulire molto bene negli spazi adiacenti alle pareti e agli oggetti, riuscendo a direzionare sempre bene la spazzolina laterale. Fa un po’ più fatica negli angoli, ma questo è dovuto anche alla sua forma tondeggiante che poco si addice agli angoli, come la maggior parte dei robot da pulizia.

Robot Lavapavimenti Dreame Telecamera
I sensori superiori in dettaglio che permettono al robot di avere una visione 3D

Fa più fatica, invece, se si lasciano in giro oggetti più piccoli: è bene, infatti, prima di dare avvio al robot, togliere dal pavimento tutto ciò che può dare fastidio al robot. Fate attenzione, in particolare, a cavi e fili: talvolta non li vede e rischia di aspirarli.

Cosa ci piace

  • Ottimo il movimento del robot, non urta la mobilia e si destreggia con sicurezza
  • Copre bene ogni zone dell’ambiente che deve pulire
  • Una volta connesso con l’app, il robot è di facile gestione
  • Funzionamento silenzioso
  • Facile la manutenzione dei serbatoi

Punti deboli

  • Non è estremamente intuitiva l’associazione con l’app
  • Adatto solo per una pulizia quotidiana e superficiale
  • I serbatoi sono piccoli e se c’è tanto sporco vanno svuotati spesso
  • Il prezzo potrebbe scoraggiare (ma si trova spesso in offerta)

Prezzo del robot Dreame Bot L10 Pro

Il prezzo è in linea con quello dei robot aspirapolvere e lavapavimenti di fascia media, ma spesso si trova in offerta ad un prezzo allettante:

Dreame L10 PRO Robot Aspirapolvere, Aspirazione Potente 4000...
  • Navigazione Lidar e Identificazione Ostacoli:...
  • Aspirazione da 4000 Pa: La forte aspirazione...
  • 2,5 Ore di Autonomia e Ricarica Automatica: Questo...

Conclusioni

Dopo averlo provato, possiamo affermare che secondo noi il robot Dreame Bot L10 Pro è un dispositivo valido, assolutamente da prendere in considerazione se cercate un buon robot aspirapolvere con in più la funzione di mocio.

Ci piace molto la sua versatilità, la maneggevolezza, la facilità di gestione e la possibilità di utilizzare con un tocco sullo smartphone le 4 modalità di pulizia, oltre a poter programmare la pulizia quando siete fuori casa. Nell’uso si dimostra di ottima fattura e la navigazione è di alto livello. Bene la parte aspirazione, un po’ semplice quella di lavapavimenti, ma in linea con la concorrenza.

Alternative al robot Dreame Bot L10 Bot

Il nostro robot si pone in diretta concorrenza con i migliori modelli di robot lavapavimenti dei quali parliamo nel nostro approfondimento. Questo settore è in fortissima espansione: pensate che solo due anni fa questi dispositivi si contavano sulle dita di una mano, e adesso invece quasi ogni marca produce un proprio robottino che, oltre ad aspirare, ha anche una funzione di lavapavimenti più o meno evoluta.

Se la funzione di mocio per voi non è decisiva, valutate un robot aspirapolvere, ma considerate che questo modello della Dreame svolge egregiamente tale funzione.

Se invece volete un macchinario che lavi a fondo i pavimenti, meglio (per adesso) rinunciare agli automatismi dei robot e orientarsi su una delle moderne lavapavimenti a rulli.

FAQ sul robot Dreame Bot L10 Pro

Dopo la ricarica, il robot torna a pulire da dove si era fermato?

Quando il robot ha la batteria scarica durante la pulizia, torna autonomamente alla stazione di ricarica e quando la batteria è di nuovo al massimo, riparte a pulire esattamente dove si era interrotto.

Se il robot viene lasciato sulla stazione di ricarica, consumerà energia?

Se il robot viene lasciato nella stazione di ricarica consumerà pochissima energia e questo aiuterà a mantenere ottimali le prestazioni della batteria.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)