Recensione Dreame P10 Scopa elettrica

Dreame P10 aspirapolvere cordless
Abbiamo messo alla prova la Dreame P10 aspirapolvere cordless - Foto da sito Dreame

Quante volte il cavo dell’aspirapolvere vi ha intralciato nelle pulizie domestiche, magari rischiando di farvi cadere? Grazie alle nuove tecnologie, si possono dimenticare queste piccole difficoltà: basta affidarsi agli aspirapolvere cordless, ovvero senza filo, che grazie ad una potente batteria riescono a garantire una buona autonomia in grado di portare a termine le pulizie di tutta la casa.

A questo proposito abbiamo deciso di mettere alla prova la nuovissima aspirapolvere cordless Dreame P10 che promette degli ottimi risultati. E’ solo una promessa o questa affermazione diventa realtà? Dopo averla messa alla prova, vi diciamo quello che abbiamo notato e se soddisfa le nostre aspettative.

Perché acquistare un aspirapolvere cordless?

Ormai possiamo dire che gli aspirapolvere senza fili hanno conquistato il mercato delle pulizie domestiche. E a ragione. Vediamo perché. Un aspirapolvere senza cavo è certamente più comodo da usare rispetto a quelli tradizionali visto che l’assenza del filo si fa sentire: niente più problemi legati alla lunghezza del cavo e al fatto di dover cambiare ogni volta la presa.

Addio ai cavi attorcigliati e alla lotta per rimetterli a posto. Si toglie semplicemente l’aspirapolvere dal proprio alloggiamento e si inizia a pulire: tutto più veloce ed immediato, oltre ad essere anche tutto più ordinato visto che ogni cosa, aspirapolvere e accessori, hanno il proprio posto negli alloggiamenti di ricarica.

Inoltre rispetto alle scope tradizionali, quelle elettriche sono più leggere e maneggevoli, spesso un po’ a discapito del serbatoio che, in qualche caso, è davvero poco capiente: fortunatamente con le nuove aperture, i serbatoi si svuotano con un click senza il pensiero dei vecchi e puzzolenti sacchetti.

Gli aspirapolvere senza fili, grazie alla loro forma ergonomica piacciono molto anche per la loro versatilità: i vari accessori si possono attaccare e staccare con un click e si può passare da aspirapolvere a aspirabriciole in un attimo.

E la batteria? Negli anni la situazione sta migliorando: infatti se fino a poco tempo fa era il vero tallone d’Achille di questi aspirapolvere, adesso l’autonomia è gradualmente migliorata, fino a dare la possibilità di pulire continuamente le superfici per almeno 35 – 45 minuti, pari ad una casa di circa 90 mq.

Dreame P10 aspirapolvere cordless
Abbiamo messo alla prova la Dreame P10 aspirapolvere cordless – Foto da sito Dreame

Caratteristiche e funzioni dell’aspirapolvere Dreame P10

Se non ne avete ancora sentito parlare vi diciamo che Dreame è un’azienda partner di Xiaomi, specializzata nei dispositivi elettronici per le pulizie domestiche di fascia medio/alta. Non solo aspirapolvere, ma anche lavapavimenti e robot: tutto è pensato per rendere le pulizie sempre più facili e leggere. Per maggiori informazioni e se volete conoscere anche altri prodotti dell’azienda potete visitare il sito ufficiale Dreame in inglese.

Dreame P10 Aspirapolvere senza fili, Scopa Elettrica,Scopa...
  • GRANDE POTENZA ASPIRANTE Grazie al motore...
  • ASPIRARE SENZA GROVIGLI: Il suo design speciale...
  • LUNGO AUTONOMIA: grazie alla sua batteria...

Tra i tanti modelli di aspirapolvere prodotti dall’azienda, abbiamo provato il modello Dreame P10 Cordless: la sua forma è compatta dà subito l’idea di essere molto maneggevole. Una volta tirato fuori dalla confezione, ci si rende subito conto che è davvero facile e intuitivo e non ci sono cose difficili da imparare o a cui fare caso. Un buon punto a favore per iniziare alla grande le pulizie domestiche in tutta tranquillità.

Il corpo macchina centrale è la parte principale dell’aspirapolvere: qui, infatti, sono raggruppati il motore, la batteria, il display, il serbatoio dello sporco, il filtro HEPA e la maniglia con l’interruttore on/off.

A questa parte si aggiunge, con un semplice click, l’asta di prolunga, un tubo rigido, che può accogliere sia la testina della spazzola a rullo utile per la pulizia delle superfici ampie come i pavimenti, che l’ugello per le fessure, adatto per raggiungere i punti più difficili e nascosti. La prolunga può essere tolta del tutto per fare dell’aspirapolvere un piccolo e compatto aspirabriciole: basterà attaccare al corpo principale l’ugello per le fessure e il gioco è fatto.

Molto utile l’indicatore della batteria posto nella parte superiore del corpo macchina centrale: si tratta di un display a LED che indica in tempo reale lo stato dell’aspirapolvere, dal livello della batteria, alla modalità di pulizia in uso. Attraverso il display è anche possibile azionare il funzionamento continuo: basta toccare il simbolo del lucchetto per pulire in modalità continuata, utile per evitare di tenere tanto premuto l’interruttore e affaticare le dita.

Dati Tecnici dell’aspirapolvere Dreame P10

Ecco i dati tecnici del dispositivo:

  • Dimensioni: ultracompatta
  • Peso: 1,6 Kg
  • Capacità serbatoio: 0,5 litri
  • Tempo di ricarica: 2,5 ore
  • Autonomia: fino a 50 minuti in modalità Eco
  • Potenza: 350 Watt
  • Modalità di pulizia: 3

Unboxing dell’aspirapolvere Dreame P10

Ecco cosa contiene la confezione dell’aspirapolvere Dreame P10:

  • Dispositivo principale
  • Supporto fisso da parete per la ricarica
  • Alimentatore per la ricarica
  • Spazzola con rullo morbido
  • Ugello per fessure “2 in 1” con spazzola
  • Prolunga
  • Libretto delle istruzioni

Aspirapolvere Dreame P10 messo alla prova

Prima accensione

Appena aperta la confezione la prima cosa che occorre fare è quella di inserire la prolunga e la testina della spazzola nell’alloggio specifico del dispositivo principale. La batteria è già in parte carica, ma è consigliato metterla comunque in carica in modo da averla completa.

Per poterla ricaricare è necessario installare il supporto per la ricarica. E’ forse la parte più laboriosa, ma è certamente anche la più comoda, visto che l’aspirapolvere, una volta messa a posto, sarà attaccata alla parete, senza prendere posto in terra. E nel mentre si ricaricherà.

Per installare il supporto fisso occorre fare attenzione che non vi siano fili o tubi direttamente dietro l’area di installazione: inoltre, è consigliato installarlo in un luogo asciutto e pulito. Fondamentale che nelle vicinanze ci sia una presa elettrica.

Al momento dell’installazione è necessario fare attenzione che il supporto sia collocato ad almeno 100 cm da terra. Dopo averlo fissato alla parete con le viti è necessario inserire l’estremità della presa elettrica nel supporto.

Modalità di pulizia

L’aspirapolvere Dreame P10 dà l’opportunità di aspirare sfruttando le tre modalità di potenza:

  • Eco, ovvero aspirazione soft, con una durata della batteria di 50 minuti
  • Standard, ovvero aspirazione con potenza media, con un’autonomia di 20 minuti
  • Turbo, ovvero alla massima potenza con un’autonomia di 8 minuti

Oltre alla potenza è possibile scegliere tra la modalità di pulizia discontinua tenendo premuto il tasto di avviamento e rilasciandolo quando necessario o tra la modalità continua durante la quale potrete togliere le dita dall’interruttore e riposarle.

Display a Led

Il display a LED è molto chiaro ed intuitivo ed è utile per controllare lo stato dell’aspirapolvere. Ecco cosa si potrà visionare con un semplice colpo d’occhio:

  • Modalità della pulizia: una tacca illuminata indica Eco, due tacche indica Medio, tre tacche indica il Turbo
  • Indicatore dello stato della batteria: Rosso indica che il livello è inferiore al 20%, mentre il colore Bianco indica che è superiore al 20%
  • Stato attuale: Blu se tutto è normale, Rosso se la batteria è scarica o c’è qualche problema in corso

Oltre a questo, attraverso il display è possibile inserire il blocco per pulire in modalità continuata togliendo le dita dall’interruttore ed è anche possibile scegliere le diverse modalità di pulizia, se Eco, Media o Turbo.

Batteria e autonomia

Come visto, l’aspirapolvere Dreame P10 ha un’autonomia che varia da 8 minuti a 50 minuti a seconda della modalità di pulizia impostata. Si ricarica completamente in 2 ore e mezzo. Per ricaricarla basta inserirla nel supporto apposito che avrete già collegato alla presa di corrente.

Uso degli accessori

Nella confezione ci sono due accessori specifici per la pulizia:

  • Spazzola morbida a rullo: utile per pulire le superfici due come pavimenti, piastrelle e marmo, nonché per aspirare sporco di dimensioni medio – grandi. La spazzola può essere collegata direttamente anche al corpo principale senza bisogno della prolunga
  • Ugello per fessure: utile per aspirare nelle fessure, angoli, tra il battiscopa e il muro e altri punti difficili da raggiungere. Anche questo accessorio può essere aggiunto al corpo macchina senza bisogno della prolunga.

Manutenzione dell’aspirapolvere

Una volta terminate le operazioni di pulizia è consigliato svuotare il serbatoio dello sporco. L’aspirapolvere deve essere spento (non in modalità continua). Basta premere il contenitore della polvere nella direzione indicata, ovvero verso l’interno del corpo macchina. Una volta ogni tanto è necessario togliere anche il gruppo ciclone che si trova all’interno dello scomparto raccogli polvere.

Il pre-filtro, il sistema ciclonico e il vano raccogli-polvere si possono sciacquare con acqua corrente: occorre lasciarli asciugare per almeno 24 ore per essere sicuri che siano ben asciutti prima di un nuovo utilizzo. Il contenitore della polvere andrebbe pulito una volta al mese, mentre il sistema ciclone o il pre-filtro almeno una volta ogni 3-4 mesi.

Oltre a questo, ogni 4 – 6 mesi occorre pulire anche il filtro HEPA, utile per trattenere anche le particelle più piccole, germi, batteri e virus. Il filtro HEPA è assolutamente consigliato per i soggetti allergici e per case dove ci sono i bambini piccoli. Il filtro HEPA si trova nel corpo macchina: si lava sotto l’acqua corrente e si lascia asciugare per 24 ore prima di un nuovo utilizzo.

Si può pulire anche la spazzola morbida, anch’essa togliendola dal proprio alloggiamento e lavandola sotto l’acqua corrente. Attendere sempre 24 ore prima di riutilizzarla.

Dreame P10 Aspirapolvere senza fili, Scopa Elettrica,Scopa...
  • GRANDE POTENZA ASPIRANTE Grazie al motore...
  • ASPIRARE SENZA GROVIGLI: Il suo design speciale...
  • LUNGO AUTONOMIA: grazie alla sua batteria...

Pulizia: funziona bene?

L’aspirapolvere Dreame P10 è leggera e maneggevole e funziona molto bene. Cattura bene sia le particelle più piccole come briciole di pane e peli di animali che particelle leggermente più ingombranti. E’ molto utile la modalità di pulizia continua, utile per non affaticare troppo le dita sull’interruttore.

E’ perfetta per le pulizie ordinarie, ma meno per le pulizie straordinarie “di primavera”: in quel caso è sempre consigliato un bidone aspiratutto. La spazzola, grazie alla sua forma, pulisce bene anche negli angoli e vicino ai battiscopa.

Cosa ci piace

  • Molto leggera, maneggevole e compatta
  • Buona capacità del serbatoio
  • Potente
  • Ottima autonomia in modalità Eco
  • Buona velocità di ricarica

Punti deboli

  • La modalità Turbo consuma molta batteria

Prezzo dell’aspirapolvere Dreame P10

Questo potente modello si colloca nella fascia media di questa tipologia di dispositivi e si trova spesso in offerta anche ad un prezzo interessante, il che la rende uno dei nostri “best buy” della categoria:

Dreame P10 Aspirapolvere senza fili, Scopa Elettrica,Scopa...
  • GRANDE POTENZA ASPIRANTE Grazie al motore...
  • ASPIRARE SENZA GROVIGLI: Il suo design speciale...
  • LUNGO AUTONOMIA: grazie alla sua batteria...

Conclusioni

Dopo aver provato duramente l’aspirapolvere Dreame P10 sul campo è possibile affermare che è un dispositivo davvero potente che svolge bene il suo lavoro. E’ molto facile da gestire, gli accessori si mettono e si tolgono con un click e i filtri si puliscono bene anche con acqua corrente. Molto interessante il display che permette una visione d’insieme del funzionamento, dalla batteria alla modalità di pulizia.

Alternative all’aspirapolvere Dreame P10

L’aspirapolvere Dreame P10 si pone sul livello delle migliori aspirapolvere senza fili. Tante delle concorrenti non sono dotate del comodo display e non hanno neanche la funzione si pulizia continua.

L’azienda Dreame pensa anche a coloro che non hanno molto tempo per le pulizie domestiche e lo fa con i comodi robot aspirapolvere che aspirano in completa autonomia. Chi, invece, fosse interessato alla pulizia completa delle superfici con una passata e via potrà fare riferimento ai modelli di lavapavimenti: molto interessante è il modello Dreame H11 Max, dotata di interessanti funzionalità.

FAQ sull’aspirapolvere Dreame P10

Come mai la ricarica è più lenta del solito?

Se la ricarica è più lenta del solito può significare che la temperatura della batteria è troppo alta o troppo bassa. Può capitare che sia troppo alta se si è usato il dispositivo per un tempo troppo prolungato in modalità turbo.

Si può utilizzare su superfici bagnate?

No, è bene evitare di utilizzare l’aspirapolvere su superfici particolarmente bagnate perché si potrebbero danneggiare le componenti interne specifiche per aspirare particelle asciutte e secche.

Cosa significa se l’aspirazione è debole?

E’ molto probabile che il serbatoio dello sporco sia pieno o che il filtro HEPA sia da pulire.

Autore: Marco R. (Okspot)

Marco R. (Okspot)
Dopo gli studi in ingegneria, Marco Ricca si dedica alla divulgazione web di articoli sulla tecnologia, sui viaggi, sulla finanza e sul futuro. Pubblica il suo primo sito nel 1999, ed è fondatore e autore di Okspot dal 2009. Ogni giorno scrive per condividere le proprie impressioni sulle novità tech del momento: le sue recensioni hanno successo anche su Google, su Amazon e su molte testate giornalistiche Italiane.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.