Purificatori d’aria Dyson: recensione e migliori

Purificatore d'aria Dyson
Con il Purificatore d'aria Dyson si ha una sicurezza in più in famiglia Foto dal sito ufficiale Dyson

Se pensate che in casa l’aria sia più pulita che negli ambienti esterni, perché lontani da gas di scarico e altre fonti di inquinamento, vi sbagliate di grosso.

Anche se non si vedono, perché delle dimensioni impercettibili all’occhio umano, ogni casa è una fucina di germi, batteri ed altre sostanze nocive che possono causare malattie respiratorie come allergie e asma.

Per liberarsi di questi ospiti indesiderati spesso non basta aprire la finestra o passare l’aspirapolvere.

Per rendere sana l’aria domestica occorre affidarsi ad un prodotto di nuova concezione, il purificatore d’aria che, attraverso un efficiente sistema di filtraggio arriva ad eliminare la maggior parte delle sostanze nocive, anche le più piccole come pollini e acari, fino ad intervenire anche sui cattivi odori come i fumi delle sigarette o della cucina.

In commercio esistono molti modelli con funzioni e dimensioni diverse: in questo articolo parliamo specificatamente dei purificatori d’aria Dyson, oggetti di gran design e dal prezzo impegnativo: vediamo se valgono la spesa.

Come funziona un Purificatore d’aria?

Un purificatore aria è un elettrodomestico di medie dimensioni da sistemare nell’ambiente domestico, ma anche in ufficio.

A seconda dei modelli, si possono sistemare su un ripiano o su un tavolo o, se si tratta di purificatori più grandi, anche in terra.

Sistema di Filtraggio

Come funzionano? Il vero cuore del funzionamento è il sistema di filtraggio.

In genere è a triplice funzione: i germi e i batteri come funghi e muffe vengono trattenuti dal primo filtro antipolvere, gli acari e i pollini vengono bloccati dal filtro HEPA (che chi soffre d’asma e d’allergie conoscerà certamente bene) e i cattivi odori e i fumi vengono stoppati dall’ultimo filtro, quello a carboni attivi.

Lo ionizzatore negativo agisce, infine, sul sistema, eliminando definitivamente le sostanze nocive che sono state filtrate.

Schema filtro di un Purificatori d'aria Dyson
Ecco come funziona: schema del filtro di un Purificatori d’aria Dyson
Foto dal sito ufficiale Dyson

Sensori intelligenti

Alcuni modelli in commercio, tra cui Dyson, sono dotati di sensori intelligenti in grado di valutare, in ogni momento, la qualità dell’aria.

Il risultato viene mostrato automaticamente sul display: se la qualità dell’aria è buona, il display avrà una colorazione blu o verde, mentre se vira verso il rosso significa che è il momento di mettersi in azione.

Se sono presenti sostanze nocive e la qualità dell’aria è sotto il livello di guardia, infatti, il purificatore si attiverà in automatico per ristabilire la situazione e sanare l’aria presente nell’ambiente.

Pro e Contro dei purificatori d’aria Dyson

PRO

  • Oltre a germi e batteri purificano l’aria anche dalla formaldeide
  • Sono oggetti di design che arredano
  • Si spostano facilmente da una zona all’altra della casa
  • Alcuni modelli fungono anche da termoventilatore e umidificatore

CONTRO

  • Hanno un prezzo elevato
  • Non sono poi così silenziosi
  • Possono essere ingombranti

Quanto costa un purificatore Dyson?

  • Prezzo dei purificatori d’aria Dyson: da 352,00 € per il modello da tavolo ad oltre 700,00 € per il modelli al top di gamma.

I migliori Purificatori d’aria Dyson

I modelli di purificatori Dyson rientrano tutti nella serie denominata “Pure Cool”.

Andiamo ora a scoprire questi articoli ad iniziare dal più semplice e poi salendo fino al top di gamma, con funzioni davvero avveniristiche.

1- Dyson Pure Cool Me (da tavolo) – Scelta Convenienza

Questo è il modello “di attacco”, che ha il grande vantaggio di essere adatto per essere posizionato su un tavolo o su un ripiano, date le sue dimensioni ridotte rispetto al classico modello “a torre”.

E’ adatto ad ambienti di medie dimensioni ed è dotato di una particolare tecnologia che diffonde l’aria in modo omogeneo e può essere regolato con una mano.

Il filtro trattiene il 99,95% delle particelle inquinanti fino ad una dimensione di 0,1 micron.

E’ dotato di telecomando e della possibilità di controllo in remoto tramite l’app Dyson Link.

Si può impostare la modalità notturna che riduce le emissioni sonore se si vuole usare durante il sonno.

2- Serie Dyson Pure Cool – CONSIGLIATO da Okspot

Questa è la serie principale che comprende i famosi modelli a cerchio e ovale.

Qui la potenza si fa davvero interessante, ma le peculiarità non si fermano qui.

E’ infatti dotato di sensori per rilevare la qualità dell’aria rispetto a vari parametri di PM, ha il controllo vocale e la possibilità di essere ruotato quasi completamente.

Il filtro è sostituibile e avvisa quando è sporco.

Ma la caratteristica che li rende diversi da altri apparecchi simili, è il sistema di diffusione dell’aria, silenzioso e senza fastidiose correnti, ideale per chi odia il ventilatore.

Questa serie è proposta in varie versioni e colori, ecco quelle che preferiamo:

Purificatore-ventilatore a torre Dyson Pure Cool, 310130-01,...
  • Dyson Pure Cool rileva particelle e gas...
  • La tecnologia Air Multiplier diffonde un flusso di...
  • Il telecomando permette di regolare fino a 10...

Se avete problemi di ingombri, c’è la versione più compatta, ad un costo non molto diverso:

Dyson Ventilatore/Purificatore da Scrivania DP04...
  • La tecnologia del filtro HEPA rimuove il 99,95% di...
  • Il filtro a carbone aiuta a eliminare l'odore di...
  • Lo schermo LCD integrato mostra l'attuale qualità...

3- Dyson Pure Hot+Cool – Con funzione riscaldamento

Questo è un modello speciale in quanto è di dimensioni ridotte, da posizionare su un tavolo o su un ripiano e non è da pavimento come il precedente modello.

Offre in più la funzione di riscaldamento dell’aria, ed è dotato di tecnologia Jet Focus, che permette di scegliere a chi dovrà essere direzionata l’aria calda, se ad una persona in particolare e all’ambiente in generale.

Per quanto riguarda il purificatore, le funzioni sono le stesse dei modelli precedenti.

Ricordatevi che riscaldare una stanza con un termoventilatore, quale questo è, è costoso in termini di energia elettrica, quindi optate per questa soluzione solo per uso occasionale o se proprio non potete farne a meno.

4- Dyson Pure Cryptomic

Praticamente tutti i modelli sopra citati, sono disponibili anche in versione “Cryptomic”.

Riconoscibili dalla base color bronzo, adottano un sistema di rilevazione e distruzione della formaldeide, ideale ad esempio per rimuovere l’odore della vernice.

Le altre funzioni sono analoghe ai relativi modelli non-Cryptomic.

  • A BREVE DISPONIBILE ONLINE

In questo campo Dyson sta introducendo molti apparecchi velocemente, dal ventilatore all’umidificatore, quindi cercheremo di tenervi aggiornati con tutti gli ultimi modelli.

Purificatori Dyson: caratteristiche tecniche

Aspetto e design

I purificatori Dyson spiccano innanzitutto come oggetti di arredamento e design: la loro forma è davvero futuristica e attraente, ripresa dagli inconfondibili ventilatori senza pale.

La casa produttrice ha scelto di creare un oggetto multifunzione che funga da ventilatore o da termoventilatore e che unisca a questa funzione, quella di purificatore: si può scegliere, infatti, tra ventilatore/purificatore da terra, da tavolo o termoventilatore/purificatore da tavolo.

Sensori e funzioni

Inoltre, grazie alla tecnologia giù sviluppata con i ventilatori, Dyson assicura che l’aria venga distribuita in modo omogeneo in tutta la casa tramite la funzione Air Multiplier.

I purificatori Dyson sono inoltre dotati di sensori intelligenti che monitorano in tempo reale la qualità dell’aria e rilasciano un feedback sulla app Dyson Link2 che potete scaricare sul vostro smartphone per tenerla sempre sotto controllo anche quando non siete in casa.

Il feedback non solo dà una valutazione globale sulla qualità dell’aria in quel momento, ma valuta anche il livello delle diverse sostanze e attiva in automatico il sistema di filtraggio sulla base proprio del livello delle sostanze monitorate.

I purificatori Dyson sono dotati anche della modalità automatica, del controllo delle diverse velocità di filtraggio e della funzione notturna che riduce il livello di rumorosità del prodotto per un uso notturno.

Quantità d’aria e consumi

Ogni purificatore è in grado di purificare una determinata quantità d’aria all’ora misurata in CADR. E’ per questo motivo che sarà necessario valutare anche la quantità di aria purificata rispetto alla grandezza dell’ambiente.

E’ necessario, infine, valutare anche il livello di consumo che varierà anch’esso in base alla grandezza dell’ambiente che sarà necessario purificare che equivarrà, quindi, al tempo in cui sarà necessario tenere acceso il dispositivo.

Per maggiori informazioni, trovate delle schede tecniche dettagliate sul sito ufficiale Dyson.

Differenze con i Ventilatori senza pale Dyson

I ventilatori senza pale Dyson assomigliano molto ai purificatori d’aria perché hanno un design e una forma molto simili.

A prima vista, è possibile scambiarli per il medesimo prodotto!

E’ bene invece non confondere i due prodotti, soprattutto nel caso in cui stiate cercando un purificatore d’aria, visto che esistono ventilatori e ventilatori purificatori, ma non purificatori soltanto.

Infatti, è necessario ricordare che il ventilatore agisce soltanto raffrescando la casa, mentre il purificatore aumenta la qualità dell’aria respirabile nell’ambiente domestico circostante.

Dyson, cercando di venire incontro alle esigenze dei clienti, ha unito la potenzialità del ventilatore alle funzionalità del purificatore, mantenendo lo stesso, accattivante, design.

Purificatore d'aria Dyson
Con il Purificatore d’aria Dyson si ha una sicurezza in più in famiglia
Foto dal sito ufficiale Dyson

Meglio Dyson o Philips? Il confronto

Design

Cominciamo dall’aspetto: i purificatori Dyson hanno un design completamento diverso rispetto a tutti gli altri prodotti in commercio.

Mentre i purificatori d’aria Philips somigliano a piccoli climatizzatori portatili, i Dyson riprendono la forma del ventilatori e dei termoventilatori senza pale.

In effetti, a differenza della Philips che ha progettato sia ventilatori che purificatori, Dyson ha associato la funzione di purificatore ai ventilatori e ai termoventilatori, in modo da poter sfruttare entrambe le funzionalità in un unico oggetto.

Sensori e controllo in remoto

Attraverso i sensori intelligenti e l’app Dyson Link è possibile controllare in tempo reale la situazione dell’aria, ma a differenza di Philips che misura soltanto le particelle PM 2,5, Dyson controlla anche le particelle PM 10, i VOC e NO2 (entrambe sostanze gassose nocive).

A seconda del livello, attiva in automatico il sistema di filtraggio per riportare la situazione sotto controllo.

Inoltre, attraverso il display è possibile controllare la temperatura dell’aria, l’umidità relativa e lo stato del filtro, tutti dati che sui purificatori Philips non sono presenti.

E’ dotato anche di telecomando per il controllo a distanza, piccola accortezza che Philips non ha.

Autore: Marco R. (Okspot)

Marco R. (Okspot)
Dopo gli studi in ingegneria, Marco Ricca si dedica alla divulgazione web di articoli sulla tecnologia, sui viaggi, sulla finanza e sul futuro. Pubblica il suo primo sito nel 1999, ed è fondatore e autore di Okspot dal 2009. Ogni giorno scrive per condividere le proprie impressioni sulle novità tech del momento: le sue recensioni hanno successo anche su Google, su Amazon e su molte testate giornalistiche Italiane.

34 commenti

VUOI SCRIVERE ANCHE TU? A FINE PAGINA TROVI IL MODULO COMMENTI, OPPURE REPLICA AI MESSAGGI
  1. Avatar
    Virgilia

    Buongiorno vorrei sapere quale purificatore è meglio tra quello Mitsubishi MA-E 100RE o Dyson modello contro la formaldeide

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non è una scelta facile, sono entrambi ai vertici della categoria. Il filtraggio di Dyson appare migliore dai dati tecnici, mentre Mitsubishi dovrebbe avere maggiore potenza e velocità di purificazione. Mettiamo in conto anche il design: c’è chi sceglie Dyson solo per questo!

      • Avatar
        Virgilia

        Buongiorno grazie mille ho deciso x l acquisto di Dyson ma vorrei chiederle un ultima cosa è vero che stanno uscendo nuovi modelli Dyson ?

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Ogni anno escono modelli nuovi, ma è difficile sapere con certezza la data di rilascio e distribuzione.

  2. Avatar
    Rosaria

    Appartamento di 80 mq nel centro di Firenze, lo spazio è praticamente costituito da due metà parallele. Secondo installatori di aria condizionata basterebbero due split (motore Daikin o Mitsubishi).
    Io sono incerta se è il caso di considerare Ventilatori Dyson oppure uno split e un Dyson

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      E’ bene ricordare che sono due cose diverse e non “sommabili”. Per abbassare la temperatura occorre un impianto di climatizzazione giustamente dimensionato.

  3. Avatar
    patrizia

    Sto cercando di vedere le varie caratteristiche degli apparecchi purificatori. Dyson utilizza il filtro Hepa, altri , come il purificatore Beghelli, utilizza la lampada UV. Per fare un acquisto consapevole potete dpiegarmi la differenza?
    Grazie per la risposta

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      I filtri Hepa trattengono particelle fino a determinate dimensioni (ci sono filtri più o meno fini), mentre la lampada UV uccide i germi ed i virus, o almeno dovrebbe. I purificatori moderni combinano più sistemi di pulizia dell’aria. Nel nostro articolo sui Migliori Purificatori trovi molte spiegazioni in merito.

  4. Avatar
    Arianna perera

    Per favore come funzionano i filtri? Quando e come si sostituiscone?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Sui Dyson esiste un indicatore che segnala quando il filtro è saturo e va sostituito.

  5. Avatar
    RAFANELLI SILVIO

    Sarei orientato a scegliere Dyson cripton, vorrei sapere quanti m2 copre e se avendo salotto e tinello attigui senza parete divisoria, va bene posizionarlo nel mezzo. Grazie.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ottima scelta! Orientativamente, il Cryptomic (il modello ovale bianco/oro, per capirsi), non ha una metratura consigliata, tuttavia Dyson dichiara di utilizzarlo su circa 80 mq per la funzione di purificazione e 35 mq per il riscaldamento.

      • Avatar
        Federico

        In realtà si parla di metri cubi.
        Comunque io volevo chiedere se i Dyson hanno la funzione ionizzante.
        Nella descrizione all’inizio dell’articolo viene detto che la maggior parte dei purificatori ce l’hanno, ma a quanto pare ionizzare per troppo tempo l’aria faccia male alla salute perché genera ozono.è vero?

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Hai ragione, grazie: i dati che ho indicato, prelevati dai dati ufficiali Dyson, sono espressi in metri cubi. Per dare una risposta a Silvio, direi che vanno ridotti quasi di un terzo, rispettivamente stanze di 30 e 13 metri quadri.

          Questi apparecchi non hanno ionizzatore, tuttavia va precisato che i purificatori d’aria che hanno questa funzione, agiscono in modo debole, non pericoloso per la salute.

  6. Avatar
    Manuela

    buongiorno, vorrei sapere se posizionati in cucina assorbono odori al posto della cappa, in caso quali modelli grazie

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Si Manuela, il funzionamento, alla fine, è equivalente a quello di una cappa filtrante. Pro: ha una tecnologia di filtraggio maggiore; contro: non sarà mai posizionato bene come una cappa.
      Io comunque ti suggerisco un modello molto potente, sovradimensionato per il tuo ambiente, magari di buona marca. Uno qualsiasi di questi Dyson andrà benissimo, ma anche i modelli top di Philips.

      • Avatar
        Carla

        Agiscono contro le muffe? Il modello dyson fa raffreddare l’aria? Io sento freddo e non vorrei mai avere un getto di aria fresca accanto al letto durante l’inverno…

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Si certo, sono molto efficaci anche contro il proliferare nell’aria delle muffe. Non raffreddano, anche se il movimento di aria da la sensazione di freschezza. Consiglio di direzionare il getto lontano dalle persone, specie di notte.

  7. Avatar
    domenico

    Tra il modello a torre che assorbe la formaldeide e il modello standard l’unica differenza è la rimozione della formaldeide o ci sono altre funzionalità differenti? a livello di assorbimento degli odori come si comporta?

    Grazie e ottimo articolo

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie a te dei complimenti!
      In effetti tutti i dati tecnici dei due modelli sono identici, tranne l’assorbimento della formaldeide e ovviamente la forma ed i relativi ingombri.
      A livello di assorbimento odori, devo dire che si tratta di macchine piuttosto utili.

  8. Avatar
    Andrea

    nell’articolo sui purificatori Philips si dice che Philips ha la funzione allergeni mentre Dyson no. vorrei capire in che cosa differisce Dyson in questo aspetto e se è meno efficace contro gli allergeni rispetto a Philips. visto che per il monitoraggio di pm2,pm1, voc e no è comunque più efficace nel monitoraggio.

    grazie, articolo molto utile

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie dei complimenti! Ovviamente entrambe le marche offrono un filtraggio degli allergeni, ma per capire quali (tipologia e dimensione delle particelle) bisogna andare a leggere attentamente le caratteristiche tecniche dello specifico modello, non genericamente della marca.

  9. Avatar
    GIOVANNI

    Quanta corrente assorbono nelle varie fasi?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Dipende dal modello, e comunque nelle specifiche tecniche non viene indicato il consumo per ogni fase. Ad esempio, il modello 2000 indica un assorbimento variabile da 11 a 60 Watt.

  10. Avatar
    Maria Procoli

    Volevo capire meglio l’azione raffrescante. In questa estate torrida ho a casa mia madre anziana, temo il solito condizionatore ma avrei anche bisogno di qualcosa che abbassasse la temperatura . La stanza da letto e quella in cui mia madre trascorre la giornata sono circa sette per sei e cinque per sei metri, che tipo di raffreddamento si produrrebbe? C’e’una deumidificazione? Se non ho capito male c’e’ anche un apparecchio che d’inverno riscalda.. in che modo? Io vivo a Bari , dove sono in vendita i vostri apparecchi in modo da poterli vedere funzionare? Grazie

    • Avatar
      Petita

      Dyson ho presso ma dove lo devo meter x purificare l’area

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Per abbassare la temperatura, serve appunto un condizionatore. Consiglio di fare una spesa definitiva, orientandosi su un fisso con unità esterna.

  11. Avatar
    giordano giuliana

    grazie, ci sono altre marche con le stesse caratteristiche del dyson che danno anche la funzione per il monossido di carbonio grazie

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Che io sappia, no. Ma c’è anche una certa logica: un rilevatore di monossido deve essere sempre in funzione, ed essere posizionato in modo specifico.

  12. Avatar
    giordano giuliana

    i purificatori dyson rilevano anche il monossido di carbonio

    • Avatar
      gianni

      in una camera di circa 15mq ad alta concentrazione di condensa /umidità, esposta a nord dove rimane anche fredda è consigliabile l ultimo modello di termoventilatore prodotto da Dyson, da utilizzare anche di notte? grazie

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Gianni: un apparecchio di questo tipo sicuramente aiuta a scaldare e, indirettamente, ad abbassare l’umidità. Con i filtri, inoltre, dovresti abbassare i problemi di muffe e cattivi odori.

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Gianni: il problema da risolvere è il freddo oppure l’umidità?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      No, non hanno tale funzione.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.