Home » Climatizzatori » Ventilatori senza pale: come funzionano, tipologie e modelli

Ventilatori senza pale: come funzionano, tipologie e modelli

Ventilatori senza pale: i modelli
I ventilatori Dyson senza pale sono tra i modelli più venduti.


Tutti ben conosciamo utilizziamo i classici ventilatori: da soffitto, da terra o da tavolo; nell’immaginario collettivo il ventilatore è rappresentato dall’iconico modello con le pale a velocità regolabile ed eventualmente l’oscillazione. Sembra che l’evoluzione tecnica non interessi questo elettrodomestico, che ogni anno si ripropone sugli scaffali dei negozi sempre uguale e senza alcuna innovazione ne’ miglioria…. ma non è così!

Negli ultimi anni si sono affacciate alcune novità, che hanno rivoluzionato il concetto stesso di ventilatore a partire proprio dal suo elemento più distintivo, ovvero le pale, che… sono sparite! Vi presentiamo dunque i nuovi ventilatori senza pale. Detta così, sembra una cosa poco credibile, ma al di là dello stupore iniziale, si tratta di un prodotto dal funzionamento molto semplice.

Facciamo intanto una distinzione tra due grandi famiglie: i ventilatori “a colonna” e quelli “di design”.

Ventilatori senza pale a Colonna

Si tratta di ventilatori che sfruttano lo stesso sistema di ventilazione dei climatizzatori, ovvero un rotore cilindrico inserito in un box di dimensioni compatte e dotato di alette per l’orientamento e la distribuzione dell’aria. In genere hanno le funzioni proprie dei condizionatori: telecomando, oscillazione, programmazione, ecc.

Ventilatore a colonna di Rowenta
Ventilatore a colonna di Rowenta: uno dei modelli più venduti

Rispetto ad un ventilatore normale sono più compatti e assicurano una movimentazione meno aggressiva dell’aria. Cosa non da poco, sono anche più silenziosi.

Aspetti negativi: generano flussi di aria minori rispetto ai ventilatori tradizionali e costano di più, ma bisogna considerare, nel confronto, che nei ventilatori tradizionali si solito non si hanno funzioni quali telecomando, display e simili.

Consigliamo questo acquisto a chi cerca un ventilatore compatto e silenzioso, da usare spesso, che raffreschi l’ambiente generando flussi di aria poco “violenti” e che non vuole avere un condizionatore.

In commercio ve ne sono tantissimi, è davvero difficile orientarsi e bisogna prestare attenzione nella scelta in quanto i ventilatori a colonna economici spesso risultano inefficienti se comparati ad un ventilatore tradizionale, anche basico.

Rowenta Eole Crysal

A noi piace moltissimo il top della gamma, il Ventilatore a Colonna Rowenta Eole Crystal che è dotato di telecomando, oscillazione, display lcd e funzione sleep. Spesso è possibile trovarlo in offerta. Ci piace per l’ottima fattura e le funzioni degne di un condizionatore.

Rowenta VU6555 Eole Crystal Ventilatore a Torre
Dotato di timer digitale con schermo LCD, della funzione sleeping, e si può impostare su tre velocità diverse.

Rowenta Eole Infinite

Se cercate un modello di alta qualità, ma leggermente più economico, il nostro consiglio è quello di prendere in considerazione il ventilatore a colonna Rowenta Eole Infinite, dal prezzo decisamente inferiore rispetto a quello precedente. E’ dotato di telecomando, di display lcd ed è possibile impostare il timer fino a 8 ore. Regola automaticamente la velocità sulla base della temperatura che rileva nell’ambiente. La velocità dell’aria è molto potente con possibilità di impostare fino a tre diverse intensità.

Oggi in Offerta
Rowenta VU6670 Eole Infinite Ventilatore a torre
E' possibile regolare automaticamente la velocità in base alla temperatura dell'ambiente. Oscillazione a 180°. E' dotato di telecomando per controllo a distanza e display lcd.

Tecvance

Il ventilatore Tecvance a torre ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Ha un design compatto e leggero ed è facile da trasportare da una stanza all’altra. E’ possibile impostare fino a tre velocità diverse del flusso dell’aria. E’ stabile, silenzioso e ha un’oscillazione fino a 90°.

Oggi in Offerta
Tecvance Ventilatore a Torre
Dotato di 3 livelli di potenza, di un timer per lo spegnimento da poter impostare fino a 2 ore e di un'oscillazione a 90°.

Ventilatori senza pale “di Design”

Partiamo da una domanda: perché togliere le pale ad un ventilatore? Abbiamo già detto che sostituendo l’elica con un rotore si hanno dimensioni più compatte e maggiore silenziosità. Se potenziamo questo sistema con rotori ad alta efficienza e vi abbiniamo un sistema di distribuzione dell’aria che sfrutti dei principi aeronautici, si possono ottenere risultati sorprendenti in termini di potenza in rapporto alle dimensioni. Tutto questo è sfruttato da alcune case costruttrici per fabbricare dei ventilatori di alto design.

I nuovi modelli senza pale di Dyson e di Beem, come potete vedere dalle foto, hanno un aspetto minimale e futuristico, decisamente accattivante in un arredamento moderno, senza contare l’effetto “sorpresa” per gli ospiti, dato che chi non conosce l’articolo… sicuramente chiederà di cosa si tratti!

Ma veniamo alla parte funzionale. In entrambe le linee, per generare il movimento di aria, alla base del piedistallo c’è un piccolo motore che aspira l’aria e la restituisce fino a quindici volte più velocemente rispetto ai ventilatori normali, attraverso un complesso sistema di flussi d’aria che si forma all’interno della struttura ad anello vuota. Le feritoie di uscita, appositamente sagomate, fanno il resto, restituendo un flusso di aria molto uniforme e potente.

I vantaggi nell’utilizzo di questo prodotto rispetto ai ventilatori più comuni con le pale non sono finiti qui. Gli ingombri sono ottimizzati, visto che il diametro del modello base si aggira solitamente intorno ai 30 cm; inoltre, i consumi sono bassi e quindi permette di risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica; il flusso d’aria è inoltre molto costante e direzionale, riuscendo a rinfrescare l’ambiente in cui si trova con facilità e anche in modo immediato e muovendosi secondo l’asse orizzontale e quello verticale: può infatti essere regolato come si preferisce.
Da non trascurare anche l’aspetto della maggiore facilità di pulizia. In ultimo, ma non per importanza, questo sistema non è pericoloso (pensiamo soprattutto ai bambini) perché non ci sono le pale che girano vorticosamente.

Fin qui abbiamo visto i numerosi pregi. Di difetti di questi modelli ne vediamo uno sopra tutti: il prezzo è molto alto. Anche i modelli basici hanno infatti prezzi superiori ai cento euro, ovvero il triplo di un normale ventilatore “cinese”, ma si può arrivare a cifre ben maggiori con i modelli di punta… Paragonabili a quelli di un buon climatizzatore!
Un altro difetto è quello che, a differenza di quanto si possa pensare, il funzionamento è piuttosto rumoroso, almeno pari a quello di un modello tradizionale. Questo, a causa del rumore aerodinamico dei flussi di aria.

Ventilatori senza pale: esistono davvero!
Ventilatori senza pale di Dyson: futuristici, il loro design è già un riferimento

Ventilatori Dyson senza pale

Capostipite di questi nuovi ventilatori è la nota azienda Dyson che ha utilizzato il proprio brevetto di “micro-tornadi” usati per gli aspirapolvere anche per la propria linea di ventilatori innovativi che, ad oggi, risulta di gran lunga la migliore, nonché, purtroppo, costosa. Proposti in molte varianti, la nostra scelta ricade su questi modelli:

Il Ventilatore Dyson AM06 “air multiplier” è il modello “classico”, caratterizzato dalla forma rotonda e minimalista. Ci piace perchè il suo design è di gran lunga il più azzeccato, ormai è diventato un riferimento nel settore. Inutile girarci intorno, chi acquista un oggetto del genere mette l’estetica davanti a tutto e giustamente deve acquistare il più “bello”. Il ventilatore, peraltro, funziona molto bene nonostante assorba soli 40 Watt: genera un flusso di aria molto naturale e ben regolabile grazie alle 10 velocità regolate elettronicamente, al movimento, al timer e al telecomando. Il prezzo è alto per un ventilatore, ma per noi è il “best-buy” della categoria, il vero riferimento.

Oggi in Offerta
Dyson AM06 Ventilatore
Molto silenzioso, è dotato di un timer e di un telecomando, emette un flusso d'aria di 370 l/s

Interessanti i modelli dotati anche della funzione di riscaldamento, per generare un bel vento caldo, anche se, come potete immaginare, a discapito della bolletta elettrica… il modello Dyson termoventilatore AM05 ad esempio consuma ben 2.000 Watt in modalità invernale!

Oggi in Offerta
Dyson AM05 Termoventilatore/Ventilatore
Emette un flusso d'aria pari a 28 l/s, proietta un getto potente ed uniforme grazie alla tecnologia Air Multiplier

Molto efficiente anche il modello AM07, ventilatore a torre senza pale. E’ dotato anch’esso di tecnologia Air Multiplier, ed emetto un flusso d’aria di 500 l/s. E’ dotato del timer per impostare lo spegnimento e di un telecomando per il comando a distanza.

Oggi in Offerta
Dyson AM07 Ventilatore
Dotato di 10 impostazioni di flusso d'aria, del timer per la modalità notturna, facile da pulire e sicuro.

Ventilatori Beem senza pale

La concorrenza si è sbizzarrita nell’imitare i ventilatori Dyson, con risultati alterni. Tra le tante proposte, ci piace quella di Beem che ha provato a differenziarsi nel design offrendo un ventilatore da tavolo estremamente compatto e dal design subito riconoscibile. Funziona abbastanza bene ed è proposto ad un prezzo inferiore rispetto a Dyson, paragonabile a quello di un ventilatore a colonna.

Consuma pochissimo, solo 32 Watt e genera un buon flusso di aria ampiamente regolabile. E’ facilmente inclinabile con una leggera pressione ed è possibile ruotarlo fino a 120°. Ha una ventilazione costante ed uniforme. E’ possibile impostare la quantità del flusso d’aria in base alle proprie necessità. E’ considerato un buon alleato nelle giornate più calde ed afose dell’estate.

Beem ventilatore da tavolo senza pale
Inclinabile, può ruotare, è dotato della funzione timer e del telecomando per il comando a distanza

Conclusioni: i ventilatori senza pale sono da acquistare?

Le due categorie di ventilatori senza pale che abbiamo individuato hanno caratteristiche profondamente diverse. I primi, quelli a colonna, sono validi raffrescatori (o riscaldatori) di aria a prezzi ragionevoli, con alcuni vantaggi rispetto ai ventilatori tradizionali, in primis i minori ingombri.

L’altra categoria, quelli di design, rappresenta più uno sfizio che una reale necessità: sono dei bei pezzi di arredo, soprattutto i modelli di Dyson che ha inventato il sistema e che garantisce un’alta qualità costruttiva, sebbene a prezzi decisamente impegnativi. Per stupire gli ospiti a casa o in un ufficio di rappresentanza.


9 commenti

VUOI SCRIVERE ANCHE TU? A FINE PAGINA TROVI IL MODULO COMMENTI, OPPURE REPLICA AI MESSAGGI
  1. Antonio

    Posso dire che questi ventilatori dyson sono stai inseriti nella cappella a napoli dove c’e’ il cristo velato, la folla visitava ia,scultura e faceva la fila per rinfrescarsi
    Spero di acquistarlo subito con un buon sconto.
    Dyson ottimo prodotto.
    Vi dico la verita’ io pensavo che dal pavimento usciva aria condizionata.

  2. Azzurra

    Ho acquistato un normalissimo ventilatore da circa 20 €. A prima vista non si nota nessun dettaglio importante o meno di diverso da uno da 40 €. Permetto che è dotato di comunissime pale. Ha il gambo lungo da appoggio sul pavimento. Ma difetta in un particolare per me troppo importante. Non espande sufficientemente aria. Aveva una placca in plastica al centro. L’ho svitata per provare ad ottenere più aria ma nulla. Il motore gira a dovere e direi pure molto veloce e silenzioso. Ma..mi chiedo in modo assillante il perché non emetta aria violentemente come quelli più vecchi in mio possesso!? Eppure sono identici!!! Continuo a fissarlo per scoprire il trucco e non mi do pace. Potete forse illuminarmi voi??? È una questione di costo?? Era meglio spenderli 40€??? Non necessariamente. Ma allora? Aiuto!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Nota intanto che stai scrivendo nell’approfondimento dedicato ai ventilatori “senza pale”, suppongo invece che il tuo sia un modello tradizionale.
      Perché funziona poco? Se il motore gira bene, ipotizzo che sia un problema di forma, inclinazione e/o dimensione delle pale. Un difetto possibile in un modello ultra economico, probabilmente di costruzione cinese e progettato un po’ a caso. La risposta dunque è si, meglio spendere un poco di più ed evitare i modelli veramente basici. Se ti interessa, abbiamo scritto un approfondimento sui ventilatori tradizionali con consigli di alcuni modelli, anche economici, ma che funzionano molto bene. Lo dovresti trovare facilmente qui sul nostro sito.

  3. carlo madiai

    ma quanto costano cosa fanno di piu de normali ventilatori

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Le funzionalità sono descritte nell’articolo… il costo non è per niente basso, si tratta di un oggetto sicuramente non essenziale, bensì un piccolo lusso di design.

  4. Francesco

    Ho provato i Dyson.
    Pensavo fossero silenziosi, ma sono rumorosi quanto i ventilatori normali.

    Belli da vedere e particolari, ma costano più di 10 volte i ventilatori tradizionali.

    Non ne vale la pena.

    • giancarlo

      ne ho comperato uno , è patetico , il flusso d’aria è come quello di un semplice ventilatore di 20 euro
      ho speso 379 euro una spesa inutile , quelli che costano 20 euro sono i migliori

      • Lorenzo

        Piccolo dubbio
        Tu vai in un negozio ,compri un ventilatore da 379 euro, e non lo provi?
        Non ti informi su quello che riesce a fare oppure no?
        MA DAIIIII (Mughini docet)

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)