Home » Cura della Persona » Fasce Lombari: funzionano? La guida ai migliori modelli

Fasce Lombari: funzionano? La guida ai migliori modelli

Fasce lombari, la guida
Fasce lombari: ecco la guida completa alle varie tipologie


Oggi parliamo di fasce lombari, accessori utili per chi ha fastidiosi dolori alla parte bassa della schiena o per prevenirli. Precisiamo subito una cosa: le fasce non guariscono una problematica in atto, ma sono piuttosto pensate per migliorare la qualità della vita.

La cosa più importante è scegliere la fascia adatta alle proprie esigenze: in effetti ce ne sono di molte tipologie, specifiche per diversi utilizzi e patologie.
Non lo sapevate? Per capire meglio questo piccolo “universo”, abbiamo deciso di analizzare le varie tipologie di fasce lombari presenti sul mercato, e per ciascuna tipologia vi consigliamo il modello migliore di fascia da acquistare.

Inoltre, vi andremo a spiegare alcune problematiche derivanti dal loro uso e vi illustreremo alcuni modelli di fasce lombari utili per altri scopi.

Perché usare le fasce lombari?

Per chi non ha ancora ben chiaro l’uso delle fasce lombari, cerchiamo di spiegarlo. Molte persone soffrono frequentemente di mal di schiena che in genere si localizza nella zona lombare, subito sopra i glutei: quella è la parte su cui gravano i carichi, accentuati quando si sollevano dei pesi, come nel caso di lavori logoranti, o nel caso di persone obese. Purtroppo non sono solo questi i motivi che portano a fastidiosi mal di schiena: anche indossare frequentemente scarpe con il tacco, una postura scorretta o ancora una caduta accidentale, concorrono ad aumentare i problemi nella regione lombosacrale. Non ne sono escluse, poi, le persone che stanno sedute per molte ore: anche in questo caso una seduta non corretta può creare fastidiosi dolori.

Fasce lombari, la guida
Fasce lombari: ecco la guida completa alle varie tipologie

Dopo questa premessa, vediamo cosa succede al nostro corpo se lo sollecitiamo in modo errato. A lungo andare i dischi intervertebrali, ovvero i “cuscinetti” situati tra una vertebra e l’altra, si assottigliano: a questo punto i fasci nervosi, che da qui dipartono, rimangono schiacciati, creando quella fastidiosa e continua sensazione di dolore che si può propagare anche agli arti.

Si parla semplicemente di lombalgia, quando il dolore è localizzato nella regione lombare e sacrale, mentre se è esteso anche agli arti inferiori si parla più comunemente di lombo-sciatalgia.
La situazione più grave è quella in cui il nucleo polposo che si trova tra le vertebre fuoriesce: in questo caso si parla di ernia del disco. La sensazione di dolore che si riscontra può arrivare ad essere continua, incessante, sia di giorno che di notte, fino a compromettere la vita di tutti i giorni, compreso il buon riposo notturno.

Prima di ricorrere a soluzioni chirurgiche, peraltro non sempre risolutive, la cura per questi problemi è sempre l’igiene posturale, ovvero tutto quell’insieme di accorgimenti che possano limitare l’affaticamento della colonna vertebrale. L’argomento è ampio e interessa abitudini alimentari e di vita, attività fisica e anche l’uso di fasce posturali, come aiuto per sostenere la zona lombare. Vediamo come. L’azione che compiono le fasce è quella di “stirare” verticalmente la colonna verso l’alto, sostenendola e diminuendo così la pressione tra vertebre e cuscinetti.

Quale modello scegliere?

Il termine “fasce lombari” è in verità piuttosto generico. Vediamo di fare un po’ di chiarezza. Noi abbiamo individuato 5 tipi di fasce che intervengono sulla zona lombare: ognuna di esse è da utilizzare a seconda dell’attività che si deve svolgere, o in base al tipo di dolore che si riscontra:

  1. Fasce Posturali
  2. Fasce Lombari per lo Sport
  3. Fasce Lombari per la Moto
  4. Fasce Dimagranti
  5. Fasce Post Parto

Il primo è il modello di fascia lombare più generico, gli altri sono per usi più specifici. Di seguito andremo ad analizzarle in dettaglio.

Guida alla taglia

Prima di analizzare a fondo le diverse categorie, soffermiamoci un attimo sulle taglie, argomento che merita un discorso a parte. Per avere la massima efficacia è infatti fondamentale scegliere la cintura della lunghezza giusta per il proprio giro-vita. Per capire qual’è la taglia che fa per voi, vi mostriamo una tabella, secondo noi abbastanza universale, alla quale potrete fare riferimento un po’ per tutti i modelli.

  • da 75 a 90 cm: taglia S
  •  da 90 a 100 cm: taglia M
  •  da 100 a 110 cm: taglia L
  • da 110 a 120 cm: taglia XL
  • da 120 a 130 cm: taglia XXL
Guida alle taglie per le fasce lombari
Scegli la taglia giusta: ecco un’utile guida alle taglie per le fasce lombari.

Un appunto importante riguarda anche l’altezza della fascia, che dovrebbe variare da un minimo di 25 cm ad un massimo di 28 cm. Le fasce più basse non sono consigliate per i dolori posturali, ma sono adatte per svolgere attività sportiva, quali motociclismo e palestra.

1- Fasce Lombari Posturali

Partiamo dalla categoria più ampia e generica: le fasce lombari posturali sono infatti pensate per un uso quotidiano, per correggere ed alleviare i dolori che derivano da posture scorrette, lombalgie in atto, ernie infiammate. Costituiscono anche un valido aiuto nei casi in cui si soffra di mal di schiena, ma si debbano comunque compiere sforzi durante il lavoro.
L’azione della fascia è quella di proteggere la zona lombare, sostenendo la colonna vertebrale e aiutando a mantenere una postura più corretta. Non tutte le fasce lombari posturali agiscono allo stesso modo, visto che, in questa categoria, ne esistono diversi modelli con diversi principi di funzionamento.

Ci teniamo a precisare che l’uso intensivo delle fasce lombari posturali non è consigliato: sostituendosi gradualmente ai muscoli che sostengono la schiena e non favorendo il naturale movimento del busto, si rischia infatti di andare ad indebolire gli stessi muscoli. In poche parole, andando a sostenere troppo e troppo a lungo i muscoli, questi smettono di funzionare e, anziché rafforzarsi per mantenere eretto il corpo, si allentano sempre di più. Un’azione completamente opposta da quella che vogliamo ottenere! Per ovviare a questo problema consigliamo di fare di tali fasce un uso non continuativo: piuttosto, usatele sempre se dovete fare degli sforzi, anche semplicemente portare la spesa in casa.

Con Stecche

Le fasce posturali con stecche sono la tipologia più diffusa e più consigliata dai vari ortopedici. Nella parte posteriore, quella a contatto con la schiena, sono inserite delle stecche più o meno rigide: i modelli migliori, che consigliamo, sono quelli dove è possibile intercambiare le stecche, scegliendo tra quelle rigide o morbide a seconda del grado di supporto voluto. All’interno della fascia le stecche sono inserite parallelamente alla colonna vertebrale: in questo modo, stringendo la fascia attorno alla regione lombosacrale, le stecche avvolgono la colonna, spingono le vertebre verso l’alto e aiutano a sostenere la zona dolorante.

E’ complicato l’uso delle fasce con le stecche? Assolutamente no: si deve soltanto fare attenzione che le stecche siano posizionate simmetricamente attorno alla colonna, in modo che svolgano la trazione giusta. Inoltre la chiusura è ancora più semplice grazie al velcro sistemato alle due estremità.

Passiamo adesso a qualche modello consigliato.
Il seguente è un modello generico che va bene per la maggior parte delle persone:

Il seguente è invece un vero e proprio “corsetto lombare” pensato per un maggiore sostegno. E’ dotato di 4 stecche semi-rigide intercambiabili che si estraggono dalla parte posteriore del prodotto. Nella parte anteriore è dotato di 2 stecche ulteriori che servono a mantenere gli addominali in posizione corretta, in modo che il corpo non tenda a “chiudersi” in avanti, gravando sia sugli addominali che sulla zona sacrale. E’ creato in materiale traspirante, tra cui cotone e poliestere: c’è anche una percentuale di gomma che lo rende più morbido al momento di indossarlo. Un’ulteriore particolarità che ci teniamo a sottolineare è la struttura a V delle fasce che avvolgono il corpo conferendogli un sostegno più rigido. Grazie alla sua fattura, pur essendo piuttosto grande, può essere indossato sotto i vestiti senza che qualcuno se ne accorga. Disponibile in diverse taglie: osservate la tabella precedente, per capire qual’è la vostra.

Senza Stecche

A prima vista il modello è molto simile al precedente. Ma andiamo ad analizzarlo da vicino, per capire in cosa si differenziano. Premessa: anche in questo caso, vi consigliamo le fasce prodotte con una percentuale di cotone, per lasciare traspirare la pelle. Come suggerisce il nome, il supporto non avviene tramite le stecche, ma soltanto con la rigidezza della fascia stessa. Di conseguenza sono più morbide e comode, ma ovviamente con una minore azione sulla zona lombosacrale.

Ci piace il modello seguente: facile da indossare, creato con materiale traspirante, adatto per essere utilizzato quotidianamente. Aiuta a mantenere una postura corretta ed è consigliato anche per chi sta molto seduto. Si può utilizzare per un’attività riabilitativa dopo un intervento o dopo una caduta che ha interessato la regione sacrale. Una nota positiva è che la maggior parte dei modelli senza stecche, essendo più morbidi e seguendo maggiormente la linea del corpo, si possono nascondere sotto i vestiti, senza che nessuno noti la loro presenza.

Oggi in Offerta
OrthoCare S - Fascia lombare Unisex
149 Recensioni

Gonfiabili

Riteniamo che siano le fasce più innovative sul mercato. Vediamo perché. Grazie all’azione dell’aria contenuta all’interno di piccole camere d’aria gonfiabili al momento dell’uso e situate nella parte posteriore e laterale della fascia, acquietano e leniscono la maggior parte dei dolori lombosacrali, come nel caso di ernia del disco, discopatia, sciatica e lombosciatalgia.

Ma come funzionano? L’aria contenuta nei cuscinetti, oltre a massaggiare la parte e a rilassare i muscoli lombari, crea un’azione verticale sulla colonna, la distende e dunque lenisce il dolore. Inoltre aiuta a non comprimere troppo la parte, permettendo di muoversi naturalmente senza sentirsi troppo costretti e lasciando libero movimento ai muscoli, che non rischiano così di atrofizzarsi. Come abbiamo detto in precedenza, questo è un aspetto molto importante!
Sono consigliate anche in situazioni di freddo intenso, visto che proteggono da particolari escursioni termiche nella regione lombare, grazie al materiale isolante con cui sono prodotte.
Difetti? Costano più delle precedenti.

A noi è piaciuto questo modello, uno dei più semplici. L’azione del morbido neoprene crea una sensazione di calore che interviene nella zona sacrale e protegge dal freddo. Il sostegno nella parte posteriore è regolabile e si può scegliere a quale altezza rinforzarlo, per concentrale l’azione della fascia.
E’ consigliato per mantenere una postura corretta, ma soprattutto per alleviare dolori muscolari cronici e sciatici: adatto per chi soffre di lomboscitalgia, ernie al disco, visto che aiuta a rinforzare i muscoli intorno alla colonna vertebrale, aiutando i movimenti giornalieri, senza impedirli.

Con Magneti

Alcuni modelli sfruttano l’azione della magnetoterapia. Premesso che non vi è alcuna prova scientifica dell’efficacia dei magneti per la cura di patologie, ci sono molte persone che apparentemente ne traggono beneficio.
Sono fasce dotate di piccoli magneti situati nella parte posteriore: nella maggior parte dei casi si tratta di 16 magneti con intensità di 500 gauss. Il flusso emesso dai magneti penetra sotto pelle per circa 2-5 centimetri, intervenendo sulle cellule e ristabilendo, in questo modo, una situazione di normalità all’interno dell’organismo. Secondo gli esperti di questa terapia, l’intensità magnetica che il corpo può sopportare senza interferenze alla normale attività cellulare è di 100 gauss: per questo motivo, consigliamo di indossare la fascia saltuariamente, senza portarla tutto il giorno.

Passiamo al materiale. Sono prodotte appositamente con materiali poco traspiranti come nylon e neoprene: in questo modo si crea una sensazione di calore che, unita all’azione dei magneti, aumenta la circolazione sanguigna, lenisce il dolore e ristabilisce l’attività cellulare.

Come detto, non siamo troppo convinti della reale efficacia di queste fasce, ma vogliamo comunque consigliarle per un uso notturno, per migliorare la qualità del sonno.

Tra tutte le fasce in commercio, noi vi consigliamo la seguente. La sua altezza supporta bene la zona lombosacrale, dove agiscono i 16 magneti inseriti all’interno. La taglia è unica, adatta sia alla circonferenza dell’uomo che della donna e si chiude intorno al girovita grazie alla chiusura a strappo. Consigliata per un uso saltuario o per proteggere la schiena in caso di giornate particolarmente fredde. Inoltre, grazie alla confezione di gel intercambiabile all’interno della fascia, è possibile scegliere tra la terapia del freddo, adatta per trattamenti contro stiramenti o lividi, e tra la terapia del caldo, ideale per trattamenti contro i dolori muscolari.

Oggi in Offerta
Homedics Terapia dei Magneti
2 Recensioni

Con Bretelle (“Royal Posture”)

Sicuramente le avete viste in TV: la fascia Royal Posture è infatti un prodotto che sta andando per la maggiore nelle televendite. Ma come funzionano?

Questo tipo di fasce posturali sono dotate di una sorta di bretelle che impediscono alle spalle di portarsi troppo in avanti, in una posizione sbagliata. Le bretelle aiutano a mantenere il torace e la zona sacrale in posizione eretta, ovvero, corretta. Un’altra particolarità, che le differenzia dagli altri modelli, è il fatto che le bretelle sostengono la fascia stessa: in questo modo essa non grava sulla zona delle anche o sul ventre, dando una migliore comodità.

A differenza di quanto si possa pensare, sono estremamente facili da indossare: prima di chiudere la fascia grazie allo strappo, basta indossare le due bretelle sulle spalle e dopo stringere la fascia sottostante. Le due bretelle sono dotate di inserti metallici che, al primo utilizzo, si possono regolare alla dimensione e alla fattura delle proprie spalle, in modo che vi aderiscano perfettamente. Questo tipo di fasce sono prodotte in nylon e cotone: il cotone lascia traspirare la pelle, non facendola sudare, mentre il nylon le rende più elastiche.

Il modello con le bretelle è tra i nostri preferiti: è inutile infatti indossare una fascia lombare se non si impara a stare eretti: questa fascia è di aiuto in tal senso. Assolutamente consigliata in via preventiva per chi sta molto seduto, come studenti ed impiegati. Utile per le donne che soffrono di osteoporosi: faciliterà il sostegno della colonna. Si nasconde facilmente sotto i vestiti: gli altri faranno fatica a capire che la indossate. Per quanto riguarda le taglie, potete fare riferimento alla tabella sovrastante.

Ecco il modello “visto in TV”:

Ma il seguente modello sembra più efficace:

Sempre in questa categoria facciamo poi rientrare i raddrizzaschiena steccati, decisamente più costrittivi, per una efficacia ancora maggiore.

2- Fasce Lombari per lo sport (body building)

Come suggerisce il nome, queste fasce lombari sono consigliate per chi pratica sport come la palestra e soprattutto il sollevamento pesi (body building). A partire dall’azione, passando per il materiale con cui sono prodotte fino all’altezza della fascia, si differenziano completamente dalle precedenti fasce lombari posturali. Vediamo perché.

Per quanto riguarda l’azione, tali fasce non intervengono tanto su una zona già dolorante, piuttosto aiutano a prevenire contratture e movimenti anomali che potrebbero essere causati da un eccessivo sforzo. La loro caratteristica è infatti una grande resistenza e rigidità dal materiale, che deve essere poco flessibile per mantenere le vertebre in linea. Non occorre che siano anche comode, perché l’azione si svolge solo per un breve tempo, quello che serve per svolgere l’attività sportiva. Per i materiali, non più neoprene, nylon o cotone, ma ottimo e rigido cuoio.

Da notare che le fasce sportive sono meno alte rispetto alle fasce posturali, in modo che i muscoli lombari possano lavorare liberamente. I modelli particolarmente alti sono consigliati solo per usi specifici di sollevamento pesi.

Il modello che ci è piaciuto di più è la seguente fascia in pelle dotata di doppie chiusure: non c’è il velcro, ma una vera e propria chiusura a cintura. Questo perché il velcro non è una chiusura che possa supportare questi carichi e la fascia rischierebbe di aprirsi improvvisamente. Consigliata per uso quotidiano in palestra, anche a chi non solleva pesi elevati.

Oggi in Offerta
RDX Fascia Cuoio per Palestra
63 Recensioni

Ovviamente abbiamo pensato anche a chi fa palestra “leggera”, senza sollevamento di pesi o attività faticose. Per questo, abbiamo scelto la fascia lombare agli ioni di rame, perfetta per tenere caldo alla parte bassa della schiena e prevenire i dolori lombari. La nota positiva è che questa fascia offre sia rigidità che libertà di movimento: in questo modo è possibile indossarla in qualsiasi momento della giornata, anche e soprattutto quando vi dedicherete ad attività sportive.

3- Fasce Lombari per la moto

Si tratta di fasce appositamente pensate per l’uso durante la guida di motocicli. Servono a proteggere la schiena dalle vibrazioni ed eventuali urti, e prevengono l’insorgenza di mal di schiena, molto diffuso tra i motociclisti a causa dalla posizione mantenuta alla guida del mezzo, soprattutto in quelli dalla guida più eretta. Per la schiena è infatti più gravosa una moto da enduro o uno scooter rispetto ad una moto sportiva.

Ci teniamo a precisare che affidarsi in moto ad una qualsiasi fascia lombare posturale non è del tutto indicato. Vediamo perché e in cosa si differenziano.

Innanzitutto le fasce lombari per la moto offrono un rinforzo maggiore sulla schiena, una speciale imbottitura che rende più comoda la guida ed evita che si assumano posizioni sbagliate che possano causare l’insorgenza di dolori lombosacrali. A differenza delle altre, il materiale con cui sono prodotte è il poco traspirante poliestere. In realtà c’è un motivo. La fascia non lascia traspirare l’aria, crea una zona di calore nella parte lombare e protegge la zona dalle forti correnti d’aria, principali cause dell’insorgenza di fastidi lombosacrali tra i motociclisti.

La soluzioni migliore, che ci piace consigliare, è quella di utilizzare un paraschiena che funge anche da fascia lombare: in questo modo oltre ad essere protetti da ventate di aria gelida e mantenere la giusta postura, il paraschiena proteggerà anche il corpo da eventuali cadute.

I nostro modelli preferiti sono quelli di Acerbis, uno dei leader del mercato delle moto. Questo è un buon modello classico:

Oggi in Offerta

Non male anche la fascia di Zandonà, decisamente confortevole, eppure molto efficace:

4- Fasce Dimagranti

Questi modelli sono particolarmente richiesti dalle persone che cercano di dimagrire. Qui ne trovate qualche modello: fasce dimagranti, ma ricordate che, da sole, non fanno dimagrire. Usando alcuni accorgimenti è invece possibile avere dei benefici. L’argomento è ampio e lo abbiamo approfondito qui: guida alla fascia dimagrante addominale.

5- Fasce Post-Parto

Sono modelli specifici per il dopo maternità, utili a ritrovare la migliore forma. Neanche queste possono definirsi propriamente delle “fasce lombari” e ci sono diverse cosa da sapere prima di acquistarle. Abbiamo scritto un articolo dedicato alle fasce post-partum (a breve online).

Riassumendo: funzionano? Guida alla scelta

Focalizziamo quanto detto in una semplice tabella riassuntiva:

  • Fasce Posturali con le stecche: consigliate per svolgere lavori pesanti e logoranti.
  • Fasce Posturali senza stecche: utili per la riabilitazione dopo un intervento, per l’azione notturna e per chi sta molto seduto.
  • Fasce Posturali gonfiabili: utili per rinforzare i muscoli della schiena, senza impedirne i movimenti. Consigliate per chi sta molte ore in piedi.
  • Fasce Posturali con bretelle: mantiene una postura corretta ed è consigliata per chi sta molte ore seduto e per casi di osteoporosi.
  • Fasce Posturali con magneti: consigliate per proteggere la schiena dolorante nelle giornate di freddo intenso e nelle ore notturne.
  • Fasce in cuoio: utili nel caso di sport quali palestra e il sollevamento pesi. Consigliata in via preventiva.
  • Fasce per la moto: da indossare alla guida per una postura corretta, per proteggersi dal freddo e da eventuali cadute.
  • Fasce dimagranti: consigliate a chi, insieme ad uno stile di vita corretto, voglia dimagrire.
  • Fasce post-parto: per la matenrità, utili per recuperare la forma dopo la matenrità

Avvertenze finali: questa piccola guida non è un trattato medico, vuole solo fornire degli spunti per un migliore stile di vita. Se avete delle patologie, recatevi dal vostro ortopedico di fiducia o dal vostro medico curante.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)