Home » Piccoli Elettrodomestici » Folletto? No grazie, 7 motivi per non comprarlo

Folletto? No grazie, 7 motivi per non comprarlo

Vorwerk: il Folletto si o no?
Vorwerk: Folletto "si" o Folletto "no"? Vediamo se vale la pena acquistarlo


Sconvolti dal titolo? Chiariamo subito una cosa: questo articolo rappresenta una nostra libera espressione di opinione e non vuole essere diffamatorio nei confronti della nota azienda Vorwerk ne’ dei suoi prodotti. L’intento è quello di fornire ai consumatori un punto di vista diverso sul diffuso aspirapolvere, che sia critico in maniera oggettiva.
Precisiamo anche che questo sito, ne’ i suoi autori, sono collegati ad alcuna marca di elettrodomestici.

Come evidente, questo approfondimento è un consiglio di NON acquisto, e siamo consapevoli che solleverà un vespaio di polemiche, dato il gran numero di estimatori del prodotto di cui andremo a parlare. Noi invece vogliamo proprio sfatare il “mito” degli aspirapolvere Folletto della Vorwerk, uno degli elettrodomestici più noti tra le famiglie, anche da chi non lo possiede, “grazie” alla martellante rete di vendita porta-a-porta.

Cos’è il “Folletto”?

Si tratta di un aspirapolvere, anzi, di un “sistema per la pulizia della casa”, come amano definirlo i venditori, composto da una unità aspirante (una scopa elettrica) e numerosi accessori. Le sue caratteristiche sono quelle di essere venduto porta a porta e di avere un prezzo molto elevato, prezzo giustificato (da chi lo vende), da doti di robustezza, versatilità, affidabilità ed efficacia. Ma sarà veramente così? Ne vale la pena?

Un tempo la risposta sarebbe stata affermativa. In effetti Folletto esiste ormai da generazioni, e negli anni ’70 e ’80 era effettivamente un prodotto innovativo, più efficiente della concorrenza, e che ben si collocava in una situazione di mercato nella quale assistenza e robustezza rappresentavano un vero valore aggiunto.

Oggigiorno sul mercato ci sono moltissimi prodotti che hanno raggiunto e superato le doti di Folletto che invece, pur rinnovandosi, è rimasto un prodotto legato a canoni di utilizzo non più attuali. Per carità, la qualità è buona, l’assistenza esiste, possiede alcuni accessori che per qualcuno sono indispensabili… ma il mondo è andato avanti e ha poco senso spendere così tanti soldi per questo sistema. Si perché si parla di tanti soldi, come vedremo di seguito nel primo punto.

Vorwerk: il Folletto si o no?
Vorwerk: Folletto “si” o Folletto “no”? Vediamo se vale la pena acquistarlo

E allora perché se ne parla ancora oggi? In verità quello di Folletto è un successo di nicchia che secondo noi è dovuto non tanto alla qualità del prodotto in se’, comunque buona (e lo ribadiremo spesso in questo articolo, a scanso di equivoci!), quanto alla suggestione che si porta appresso, ben alimentata dalla attivissima rete di vendita. La nonna ce lo aveva, la mamma ce lo aveva, e pure la figlia ce lo ha, perché le viene regalato al matrimonio. Ma c’è qualcuno di questi che ha veramente fatto un confronto?

I modelli di Folletto: il nuovo VK200

Con una cadenza in media ogni 5 anni, viene rilasciato un nuovo modello. Spesso le differenze sono minime, ma è un’ottima occasione per i venditori per invogliare all’acquisti i clienti fidelizzati. Di questo ne parleremo di seguito, al punto 2.
Il modello attuale si chiama VK200 il quale ha sostituito il VK-150, che a sua volta sostituiva la linea VK-130/135. La sua innovazione maggiore sta nell’adottare una turbo-spazzola in combinazione con la funzione aspirante: in pratica è un battitappeto. Chi lo ha acquistato, spesso è rimasto deluso a causa di un prezzo troppo elevato (anche per i clienti più convinti), ed una minore praticità di utilizzo rispetto alle scope classiche fino alla VK-150. Invero, anche questo modello, a sua volta, veniva un po’ criticato da chi ha posseduto i modelli precedenti, più leggeri e maneggevoli. E anche più robusti.

I 7 punti del “NO”

La verità sul Folletto secondo noi è ben diversa da quella pubblicizzata dai rappresentanti. In breve, potremmo affermare che tutti i prodotti della gamma Folletto sono validi aspirapolvere, ma che in sostanza non valgono l’elevato costo. Per chi ha voglia di approfondire, ecco le nostre motivazioni, riassunte in 7 punti, i punti del “no”.

1- E’ troppo costoso

Lo ribadiamo, se ancora non si era capito! La chiave di tutto è qui: il prezzo di questo aspirapolvere è completamente fuori mercato, nonostante qualità, garanzia, accessori, assistenza ed ogni altro valore aggiunto che possiate considerare!

Il nuovo modello VK200 dovrebbe costare attorno ai 2.000 € ed il condizionale è d’obbligo perché per sapere il prezzo si deve chiamare un rappresentante e assistere alla presentazione. I prezzi indicativi che abbiamo ricavato dalle varie testimonianze sono: più di 1.000 € euro per la sola scopa elettrica con accessori base, ma il prezzo sale se si aggiungono gli “indispensabili” accessori come il lava-pavimenti, quindi un kit completo di tutto dovrebbe costare di listino 3.000,00 euro, proposto in genere “scontato” a 2.000-2.200,00 euro. Lo sconto, ovviamente, c’è sempre per invogliare il cliente.

E’ troppo! Considerate infatti che con un budget di 2/300,00 € si può acquistare presso la grande distribuzione una ottima scopa elettrica di marca, che non ha di certo una durata di 10 volte inferiore!
Non solo: la longevità del Folletto è data dalla qualità costruttiva ma anche dalla buona reperibilità dei ricambi, che sono però costosi, così come le riparazioni. Chi si vanta di durate ventennali ha in realtà speso, in aggiunta, centinaia di euro in almeno due o tre riparazioni!

Il costo degli accessori è poi assurdo: una lancia, che è un pezzo di plastica, può costare come una intera scopa elettrica di marca, per non parlare dei sacchetti-filtro di ricambio, che sono il vero cordone ombelicale che vi legherà a vita alla rete di vendita.

Spesso ci chiedete delle alternative. Abbiamo scritto molti approfondimenti qui sul nostro sito nella sezione dedicata alla pulizia della casa, alla quale vi rimandiamo.
Ecco qualche scopa elettrica di qualità paragonabile a Folletto, ma a prezzi inferiori.
 A noi piacciono molto i modelli di Miele, anch’essi di qualità tedesca, che ha la classica gamma Swing con prezzi attorno ai 200,00 €. All’estremo opposto potremmo segnalarvi i modelli Dyson, che al contrario dei rigorosi Miele son modernissimi, con sistema “ciclonico” e senza sacchetto: il DC51, ad esempio, è probabilmente la scopa più potente esistente, benché un poco ingombrante, e costa circa 350,00 €. Nel mezzo, decine e decine di ottimi prodotti delle note marche Bosch, Hoover e Philips, che vi consigliamo senza riserve.

2- L’obsolescenza c’è

Non sempre una durata “infinita” di un elettrodomestico è un vantaggio. Ci sono persone che si vantano di possedere ed usare quotidianamente un Folletto da oltre 20 anni: queste persone forse non sanno che gli aspirapolvere hanno fatto, in questi anni, molti progressi: sono più potenti ed efficienti, consumano meno, sono più leggeri ed offrono caratteristiche importanti come i filtri HEPA antiallergici, inesistenti al tempo.
Pensate ad esempio che , ormai tra pochi anni, useremo soltanto aspirapolvere senza fili, con buona pace di chi dovrà ancora tenersi e “ammortizzare” un costoso Folletto con il cavo. E’ bene che un elettrodomestico (ed in genere ogni oggetto tecnologico), presenti ogni tanto la necessità di essere sostituito: è un’ottima occasione per aggiornarsi! E cosa dire poi dei robot aspirapolvere?

Del resto, come abbiamo detto, la Vorwerk stessa propone un nuovo modello ogni 5/6 anni, offrendo ai propri clienti campagne di rottamazione. Al di la dello sconto rottamazione (che probabilmente più o meno si otterrebbe anche non restituendo niente), questo è un grandissimo controsenso: se si spendono molti soldi per un aspirapolvere “eterno”, perché mai dovremmo darlo indietro dopo pochi anni?

3- Metodo di vendita insistente e troppo aggressivo

Per carità, niente a che vedere con alcune reti di vendita piramidali, che sono dei veri sistemi di truffa (in primis per il venditore stesso), ma anche i rappresentanti Folletto, storici professionisti con un metodo di vendita consolidatissimo, non sono certo esenti da “peccati”.

La loro insistenza è proverbiale: per ogni aspirapolvere venduto ci sono infatti decine e decine di famiglie disturbate in casa con gli stratagemmi più astuti e a nulla serve spiegare che non si è interessati: loro ripasseranno comunque!
La metodologia di convincimento del cliente passa poi attraverso una serie di passaggi-chiave che a noi, francamente, non piacciono. Non ci piacciono perché viene chiamata in gioco la salute. Il metodo è quello di fare leva psicologica sul senso di colpa della madre/casalinga che non sta offrendo una casa sufficientemente igienica e salubre ai propri figli: durante la dimostrazione a domicilio si fa sempre notare che da qualche parte c’è dello sporco dannoso per la salute che con il Folletto sarebbe eliminato.
In verità non c’è motivo di pensare che  non sarebbe ugualmente efficace un buon apparecchio della concorrenza o comunque una maggiore attenzione durante le pulizie!

L’altro stratagemma riguarda la costante presenza di sconti e promozioni a termine, in modo da mettere fretta all’acquirente indeciso. Molta fretta… la promozione guarda caso scade sempre l’indomani! Ci chiediamo: ma se un oggetto che costa 3.000,00 euro viene facilmente scontato a 1.800,00 euro, non è che forse il prezzo di listino è artificiosamente alto? Chi lo ha acquistato a prezzo pieno (ammesso che esista) sarebbe stato dunque “taglieggiato”?

Pare invece una leggenda metropolitana quella diceria secondo la quale il macchinario utilizzato per le dimostrazioni in casa sia speciale e potenziato, diverso da quello che si andrà ad acquistare.

4- Fa le cose che fa un “qualunque” aspirapolvere

Badate bene, nel titolo abbiamo messo le “virgolette” perché sarebbe ingiusto paragonare Folletto ad una scopetta elettrica cinese da 50,00 euro (che pure in genere sono articoli onesti nelle prestazioni), tuttavia, come dicevamo, già un modello di marca di medio livello, ha pari caratteristiche tecniche ed un costo molto, molto inferiore!

Toglietevi dunque dalla testa che il Folletto pulisca meglio della concorrenza. L’aspirapolvere è un elettrodomestico tutto sommato a bassa tecnologia: è un motore elettrico che aspira aria che passa attraverso un filtro. Non esistono tecnologie miracolose o accorgimenti particolari: tutti gli aspirapolvere infatti svolgono egregiamente il proprio compito, chi più chi meno, ma nessuno è in grado di pulire da solo la casa.
Oltre alla potenza, l’unica vera differenza forse la può fare la qualità dei filtri, ma oggi è facile trovare aspirapolvere con filtri certificati antiallergici a poche decine di euro di più dei modelli base. Un esempio? I filtri Hepa della “solita” Miele costano come ricambio, alla fine, circa 40,00 € e sono tra i più costosi sul mercato, Folletto a parte ovviamente!
Anche le tanto sbandierate funzioni aggiuntive di battitappeto e lavapavimenti, sono presenti in moltissimi prodotti normalmente sul mercato! Il battitappeto è spesso venduto come accessorio aggiuntivo: quello della Dyson, giusto per fare un esempio, costa solo 55,00 € ed è una turbospazzola efficientissima che si adatta a molti modelli della gamma. E soprattutto, si può mettere e togliere a piacimento!

La funzione di lava-pavimenti è un’altro di quegli specchietti che rendono Folletto insuperabile ad un occhio poco attento. Oltre ad essere, infatti, caro e poco efficiente (anche come concezione), secondo noi è assolutamente sbagliato affidare questa funzione ad un accessorio: molto meglio avere un apparecchio dedicato, per tanti motivi. Si tratta di un elettrodomestico ancora poco diffuso in Italia, ma potete trovare validi modelli con funzione di lavaggio e aspirazione quali gli Hoover serie Floormate (meno di 250,00 €), oppure a vapore.
Chi ha voglia di approfondire l’argomento, sarà sicuramente interessato a leggere il nostro approfondimento sulle migliori macchine lava-pavimento.

5- Poco pratico, troppo pesante, troppi accessori

Uno degli aspetti su cui i venditori fanno leva è la grande gamma di accessori. In verità, basta consultare un qualunque catalogo delle marche già citate per rendersi conto che la scelta è ampia per ogni modello! In ogni caso, a nostro avviso, con le classiche lance e spazzole di cui è dotato qualsiasi aspirapolvere anche economico, si riesce a far fronte alla maggior parte delle situazioni di pulizia di una normale casa.
La stessa indubbia robustezza comporta un certo peso complessivo che nelle faccende non è il massimo. In assetto si ha un peso di circa 4 Kg (dipende dagli accessori), quindi in linea con i pesi dei modelli della concorrenza, ma con la differenza che per alcune funzioni viene richiesto di modificare il funzionamento da scopa a… motore a tracolla! Solo Folletto, per quanto ne sappiamo, propone questa modalità. Dubito che la massaia avrà forza o voglia di caricarsi del macchinario per le faccende! Per queste funzioni, meglio un carrellato.

Va anche detto che, anni fa, le scope elettriche erano poco diffuse e quelle presenti, poco efficaci. Per avere potenza si doveva acquistare un aspirapolvere carrellato, che non andava a genio a tutte le massaie. Oggi invece si trovano ottime scope di varie marche, potentissime, leggere, silenziose ed economiche. Insomma, quelle caratteristiche che un tempo erano, in effetti, peculiarità di Folletto, oggi sono diffusissime.
Chi invece avesse esigenza di peso ridotto e massima agilità, può rivolgersi a modelli ultra-compatti quali la nota Colombina De Longhi (poco più di 3 Kg) , Electrolux Ergorapido (2,60 Kg) ed il peso-piuma Dyson DC45 (solo 2,3 Kg!).

Chiudiamo con un cenno allo spazio per il ricovero: il kit accessori occupa una borsa grande quanto un secondo elettrodomestico!

6- Scarsa trasparenza

Fino al modello VK-150, sul sito ufficiale https://folletto.vorwerk.it/home/ non avreste trovato un solo dato tecnico dei prodotti. Quanto pesa il Folletto? Quanto consuma? Quanto costa? Anche per conoscere i dati più semplici era necessario passare da un venditore. Forse in Vorwerk hanno letto questo articolo e hanno posto rimedio, dato che del VK200 è disponibile una scheda tecnica abbastanza dettagliata, anche se bisogna faticare non poco per trovarla, ed è corredata di dati parziali. Un esempio? Il peso è indicato “senza accessori”: il dato utile sarebbe conoscere il peso in condizioni di utilizzo!

7- Attenzione ai feedback e al passa-parola!

Questo punto è dedicato a chi è interessato alla comunicazione e vuole porre l’accento sul fatto che molti ritengono il Folletto buono solo per “sentito dire”. Ma il “sentito dire” non è affidabile, sia che venga direttamente da amici e parenti, sia che venga dal web.

I clienti Folletto sono tradizionalmente poco informati sui prodotti presenti sul mercato: non fanno confronti, e ovviamente la casa produttrice si guarda bene dal farlo, vendendo l’articolo al di fuori dei circuiti classici, direttamente in casa. Questa “chiusura” viene alimentata sia dalla rete di vendita che dal passaparola, sempre molto efficace in questi casi: basti pensare alla giovane ragazza che mette su casa e che è indottrinata dalla madre che possiede un Folletto da molti anni.
Vi è inoltre un meccanismo psicologico per il quale, una volta convinto all’acquisto, il cliente ha necessità di auto-giustificare un costo così esorbitante ed è portato a magnificare il prodotto. Chi spende 2.000,00 euro per un aspirapolvere (quando se ne trovano di ottima qualità a prezzi ben minori), si auto-convince (e convince chi lo circonda, come a giustificarsi), che DEVE essere migliore della concorrenza a prescindere, e che in qualche modo sarà garantita un’igiene domestica inarrivabile da chiunque non possieda un Folletto. Ma sono queste opinioni attendibili?

Passiamo adesso al web, che espone ogni azienda al feedback virale e spesso incontrollabile degli utenti e dei denigratori. Il web è certamente una “minaccia” per Vorwerk, che ha costruito negli anni una rete di clientela “chiusa” e autoreferenziale. Ebbene, provate a cercare consigli sul Folletto in qualche forum: per ogni scettico troverete una valanga di risposte di clienti affezionati e soddisfatti. Sono attendibili? Spesso no, si capisce dal tono e dal modo in cui sono scritte: i feedback fasulli si riconoscono subito, specie quelli positivi! Ma chi li inserisce? Semplice, tutti coloro che hanno interesse nel mantenere alto il nome del prodotto: i venditori in primis, ma potrebbe anche essere l’azienda stessa, che potrebbe aver affidato il marketing  a qualche agenzia web specializzata in feedback artefatti. Non è un reato, purtroppo per il consumatore, tanto che questa è oggi una pratica molto consolidata presso molte aziende di primo piano nei più disparati settori merceologici, basti pensare all’agguerrita concorrenza tra hotel e ristoranti su Tripadvisor.

Ovviamente, non avendo certezze ma solo sospetti, diciamo che tutto quanto appena detto è un’ipotesi. Siamo dei “complottisti”? Forse… ma intanto anche in questa seguitissima pagina compaiono quotidianamente appassionati elogi del prodotto che, per come sono scritti, non sembrano certo genuini! Da parte nostra ci impegnano per selezionare, almeno qui, i feedback di clienti veri da quelli artefatti!

Conclusioni sul Folletto

Chiudiamo con una considerazione: notate come tutti gli oggetti venduti con modalità quali porta-a-porta e televendite, abbiano costi molto alti, giustificati da una presunta migliore qualità. E’ una legge commerciale, dovendo il loro costo “coprire” le ingenti spese della rete di vendita e di promozione, ma soprattutto le vendite sono ottenute grazie ad una sapiente opera di convincimento del cliente, che viene indotto a pensare che l’articolo sia il migliore sul mercato, anche solo in virtù del prezzo! Ovviamente, senza possibilità di confronti. Ergo, no grazie!

Casalinghe… per pulire bene casa è sufficiente un budget minore!

PS: forse potrebbe interessarvi anche il nostro articolo sul famoso robot da cucina Bimby, sempre della stessa Vorwerk.

Acquistare il Folletto online

Dato che siete in molti a chiederci informazioni circa l’acquisto di Folletto online anziché tramite la rete di vendita ufficiale, eccovi qualche informazione utile.

Vorwerk non vende online, se non qualche accessorio, per lo più per il sistema Bimby: in Italia è obbligatorio passare da un venditore e da una dimostrazione a domicilio. Perché allora si trovano sistemi Folletto in vendita online, anche a buoni prezzi? Per vari motivi, dall’importazione parallela fino a immancabili truffe. Nel caso migliore dell’importazione parallela, non potrete comunque godere di alcune coperture previste dalla rete ufficiale, in primis la garanzia di 5 anni che è uno dei veri plus dell’apparecchio. Però si può risparmiare qualcosa, avere una consegna a domicilio più veloce e nessun rapporto con il venditore, ottimo se non vi va di avere gente per casa.

In ogni caso, evitate assolutamente di acquistare online da siti non verificati! Se, nonostante il nostro articolo, volete acquistare un Folletto, tra i vari canali di vendita online vi suggeriamo di dare un’occhiata alle offerte di Vorwerk Folletto su Amazon, senza dubbio il marketplace più affidabile al momento.
Oltre ai kit nuovi di modelli passati, ovviamente in promozione, scoprirete che vi è molta scelta di scope elettriche Folletto rigenerate, una soluzione tutto sommato a basso costo per provare il “mondo” Folletto. I prodotti rigenerati non sono di certo come nuovi, soprattutto esteticamente, ma in genere vanno bene ed oltretutto è possibile trovare qualche modello passato che aveva buone caratteristiche di agilità.

Se già avete un Folletto, date poi un’occhiata alle offerte di sacchetti per Folletto e a quelle di ricambi ed accessori Vorwerk.

Adesso commentate voi!

Come di consueto sulle nostre pagine, vi offriamo uno spazio per le vostre considerazioni qui a seguito dell’articolo. L’espressione è libera, ma vi informiamo che lo spazio è moderato per mantenere la discussione su livelli civili e di interesse per chi ci legge.
In particolare NON saranno pubblicati interventi anche velatamente diffamatori verso nessuna azienda, persona ne’ questo sito; interventi non a tema e che divagano su questioni non strettamente legate a Folletto ed al mercato degli aspirapolvere. Non accettiamo battaglie di opinione, ne’ discussioni che virano sul personale. Non pubblichiamo link, email, numeri di telefono di nessun tipo e non mettiamo in contatto venditori con clienti.

Accettiamo invece volentieri ogni considerazione di tipo tecnico, i confronti, le esperienze personali di utilizzatori, sia pro che contro Folletto. Accettiamo ovviamente anche gli interventi dei venditori Folletto quando si qualificano come tali, molto meno chi scrive di Folletto non essendone un utente, piuttosto che un appartenente alla rete di vendita, tentando di creare feedback fasulli. Per noi non è difficile smascherarli!
Vi facciamo infine notare che, prima di scrivere cose tipo “Folletto è il migliore aspirapolvere del mondo perché mia mamma ce l’ha da 20 anni”, sarebbe bene leggere l’articolo ed avere accettato che la discussione sta su un livello superiore rispetto a quello della chiacchiera da bar (perdonate la presunzione!).


1.719 commenti

VUOI SCRIVERE ANCHE TU? A FINE PAGINA TROVI IL MODULO COMMENTI, OPPURE REPLICA AI MESSAGGI
  1. Giuseppe

    Buonasera comprata meno di un anno fa messa subito da parte portata in assistenza ma niente non va secondo loro funziona. I soldi piu spesi male della mia vita .comprata una Dyson va benissimo e’ costa la metà della metà. Non acquistate la folletto.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ma che problema presenta?

  2. Ivano

    marco, la cosa curiosa è vedere che se uno pubblica una recensione negativa sul Folletto o lo denigra viene ringraziato ed è uno che ha capito tutto dalla vita.
    se uno invece pubblica una recensione positiva semplicemente perchè ha un folletto in casa e per lui va bene, venga additato come tendenzioso, disonesto, persona on senziente, persona abbindolata e quant’altro.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non sempre: per prima cosa cerchiamo di capire se l’intervento (pro o contro), sia genuino o meno. Non è colpa nostra se la maggior parte di quelli a favore, non è genuino. Noi sappiamo riconoscerlo.

  3. Alexis

    Lavorato per Folletto per circa 10 mesi, qualche anno fa. Prodotto praticamente impossibile da vendere, prezzo spropositato. Pagamenti solo a provvigione, quindi spese di benzina e pranzo tutte a carico. Per portarsi a casa uno stipendio bisogna vendere almeno 20 macchine al mese, cosa praticamente impossibile. Buona parte della gente si lamenta che il venditore precedente li ha truffati in qualche maniera più o meno grave, e ci credo, è un lavoro per chi è con l’acqua alla gola, l’ultima spiaggia prima dell’accattonaggio.
    Ho letto molte altre recensioni con votazioni alte, si capisce quanto siano farlocche dall’uso di frasi precostruite totalmente prive di senso reale, del tipo “ambiente dinamico”, “possibilità di crescita”, “ambiente stimolante” e altre frasi di produzione mononeurale.
    Il lavoro sostanzialmente prevede di scampanellare tutto il giorno con l’obiettivo di trovare un tonto ogni tanto che per pietà o stupidità compra il benedetto aspirapolvere miracoloso, che sarebbe valido, se costasse un quarto di quello che costa. Le provvigioni, vista la difficoltà della vendita e le spese sostenute in toto dall’agente, sono a dir poco ridicole. I piani alti non licenziano un agente nemmeno dopo svariate telefonate che lamentano o prodotti pagati e mai arrivati.
    Lato positivo, colleghi divertenti, ma si capisce che il divertimento non mette il pane in tavola ne la benzina nel serbatoio.
    Un consiglio, se vi suonano al campanello non aprite nemmeno per sbaglio.

    P.S. Difficile capire chi riesce davvero a crearsi uno stipendio di tale nome e a lavorare per anni ed anni con sti tipi… chi lo sa.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Alexis, grazie della tua preziosa quanto dura testimonianza. Al proposito, ho dovuto togliere alcune parti per renderla pubblicabile.

  4. Adriana

    In famiglia abbiamo sempre avuto il folletto, funziona benissimo anche a distanza di anni, ma per casa mia mi sono affidata a Dyson che per me risulta migliore… pulisce perfettamente, i ricambi occupano poco posto, non hai lo sbattimento dei sacchetti, i filtri si lavano e si possono riutilizzare…. tutto questo ad un prezzo decisamente inferiore…. La tecnologia si è evoluta tantissimo negli anni, e ad oggi non c’è più quella differenza di qualità. Dopo aver visto il dyson anche nella mia famiglia hanno deciso di puntare su questo elettrodomestico.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Adriana: a filo o a batteria?

  5. Raffaella

    Ho letto l’articolo e sono d’accordo praticamente su tutto. L’unico punto di forza del Folletto è, a mio parere, anche il suo limite: la durata. Non mi pace buttare cose che ancora funzionano, così mi ritrovo ad usare un apparecchio obsoleto e poco efficiente. Ho un vecchio Folletto, ereditato dalla nonna, che avrà vent’anni (e mia mamma ne aveva prima uno ancora più vecchio, che adesso usa mia zia nella casa in montagna): funziona ancora ed uso gli accessori si e no una volta l’anno, ma niente di paragonabile con il Dyson (con filo) di mia sorella. Per quello che costa, il Folletto nuovo dovrebbe farmi tutte le pulizie da solo, prima di entrare in casa mia.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Eh eh Raffaella, chissà, tra qualche anno ci arriveremo!!

  6. Stefano

    Aspetti positivi, e negativi

    L’aspetto positivo di un aspirapolvere folletto, e la robustezza e la qualità dei componenti . per questo i prodotti hanno una lunga durata
    Purtroppo il prezzo e elevato, come tutti sappiamo che è dovuto dai ricavi della azienda produttrice e della rete vendita.
    Diventa sempre più difficile ,entrare nelle case degli italiani ,per paura ,la cronaca parla sempre più spesso di reati penali a danno degli ignari cittadini.
    Oltre a questo dobbiamo considerare che il mercato di coloro che possono permettersi un prodotto folletto e saturo.
    Poveri venditori!!!!
    I prodotti acquistati presso le catene specializzate e la grande distribuzione a prezzi così detti contenuti spesso sono di bassa qualità infatti dopo svariati utilizzi ,le plastiche tendono a rompersi ,e il potere aspirante viene meno.
    Ma il prezzo alto non vuol dire qualità ,bisogna fare sempre i conti con i ricavi che vengono applicati al prodotto .
    Esempio se il prodotto al dettaglio costa 100€ il 60 % sono i ricavi il 40% i costi di produzione ,dobbiamo detrarre IVA quindi i componenti a questi livelli sono di bassa qualità.
    Con i prodotti Folletto ?
    Sicuramente non state comprando un prodotto che vale tutti i soldi spesi.
    Esempio 1000 € togliete il ricavo del 27% che e la commissione dei venditori porta a porta ,IVA,e il ricavo del produttore .

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      L’impostazione del tuo ragionamento può anche funzionare, ma il punto è che non sapremo mai i ricavi e i veri costi di produzione!

  7. Stefano

    Una tristezza leggere le risposte “ di parte” di chi ha scritto il post .
    1 ci sono attrezzi sicuramente validi , vedi Dyson ecc ( mi piacerebbe provare lo xiaomi )
    Per i più blasonati il costo, anche se all’acquisto può sembrare più basso , non è economico circa 700 euro , come un folletto base , il quale viene fornito di 30 sacchetti, manutenzione pari a 10 anni . La versatilità l’espandibilita’ gli altri non la offrono
    Si è vero folletto è caro dura 30 anni , gli altri prodotti? Ne parliamo tra 30 anni

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Caro Stefano, con questo siamo a ben 33 tuoi messaggi “pro Folletto” ospitati su queste pagine, e ancora argomenti denigrando e parlando per slogan?
      Nel merito: gli argomenti che hai citato sono tutti trattati nell’articolo, quindi non mi ripeterò.

  8. emilia

    USO 30 FOLLETTO DA OLTRE 30ANNI E IL MIGLIORE ASSOLUTO SUL MERCATO
    PERTANTO COSTA DI PIU, MA IO GUARDO IL RESULTATO …MOLTO POSITIVO E DURA TURO
    USO VK 135 DA OLTRE 15 ANNI SEMPRE PERFETTO
    ALTRI MARQUE GLI VEDO SPESSO NELLA SPAZZATURA

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Errori di ortografia, scrittura TUTTO MAIUSCOLO, denigrazione generica delle altre marche senza averle usate… qui c’è un po’ di tutto.
      Ma soprattutto, faccio notare che gli aspirapolvere sono rifiuti RAEE che vanno smaltiti negli appositi centro di raccolta, non buttati nella spazzatura!

  9. Paul

    Che amarezza, ve ne parla uno che oramai è uscito da 1 anno da quell’ambiente di ****** che è la vendita porta a porta.
    […]

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Per i nostri lettori: ho dovuto omettere quasi tutto il messaggio di Paul, troppo colorito e infarcito di parolacce per essere pubblicabile, comunque da ex venditore si lamentava del prezzo alto a fronte di commissioni basse.

      Grazie per aver condiviso la tua testimonianza Paul.

  10. Paola

    Buonasera, anche io sono pro folletto.
    20 anni fa acquistai tutto il sistema Kobold 130 , la spesa fu grande ma ne valse la pena , purtroppo , causa separazione tutto rimase nella vecchia casa… Negli anni successivi non potendo acquistarne un altro, spesi davvero molti soldi per l’acquisto di aspirapolveri di marche famose e puntualmente mi deludevano dal punto di vista prestazionale , per non parlare della durata . Sono passata dai tradizionali con sacchetto ai famigerati ciclonici ogni volta speranzosa che fossero migliori , prodotti davvero pessimi senza contare la fatica fisica. Mi ritrovo punto a capo devo valutare l’acquisto di un nuovo prodotto e ho preso in considerazione anche il famoso Dyson a batteria , ma i dubbi sono tanti, uno più di tutti : sappiamo che anche i nostri telefonini sono dotati di batterie agli ioni di litio e, con il loro uso intenso si consumano , stessa cosa penso anche di tutti gli altri prodotti . Il quesito è: e quando mi troverò a doverle sostituire? Ne varrà la pena o mi troverò di nuovo a cambiare l’aspirapolvere? Alla fine di tutto farò un sacrificio ma acquisterò il nuovo folletto .

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non pensare di aver fatto lo scoop: questa pagina ospita anche tanti interventi come il tuo, Paola, ovvero VUOTI di contenuti, e pieni di considerazioni genericamente denigranti per tutte le marche. Tutte. La cosa non ha una logica e puzza tanto di spot inutile, almeno in questa pagina dove si cerca di ragionare e non di parlare per punti presi.
      Interessante invece la considerazione sulla durata delle batterie. E’ un punto critico degli aspirapolvere a batteria, che va gestito. La domanda che il consumatore attento deve porsi è: quanto durano, se c’è una garanzia, quanto costa il ricambio, se alla fine del tutto ne vale la pena. Non scartare a priori. Chissà se lo farai quando Folletto farà il suo bell’aspirapolvere con la batteria al litio!

  11. laura minini

    Chi ha scritto questo articolo forse le pulizie di casa le fa fare a qualcun’altro e quindi non ha mai provato a pulire casa con una scopa elettrica piuttosto che un’altra. I prodotti Foletto sono di un livello superiore, sono sicuramente costosi, ma i prezzi reali sono più bassi di quelli riportati. Le altre scope elettriche, sono come dire… sono solo le altre scope elettriche, che aspirano certo, ci mancherebbe altro, ma aspirano per quello che valgono. Poi tutti possono scegliere come spendere i propri soldi, ma denigrare le eccellenze, oggettivamente riconosciute da credo ogni cliente, con argomentazioni ridicole non mi sembra il massimo della serietà…

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Quindi secondo te stiamo “denigrando”… ma se lo stai facendo tu, nei confronti di tutta la produzione mondiale di aspirapolvere, anche quella veramente innovativa. Ma lo so che lo sai bene: è evidente che il tuo è uno dei tanti interventi tendenziosi che qui ci fanno sorridere, perché non hanno alcune argomentazione.

  12. Marco

    Dal punto di vista del disegno industriale vi assicuro che il folletto è al top. plastiche accoppiamenti, motore, snodi. il prezzo è elevatosi è vero bisognerebbe anche vedere dove viene prodotto. Vi assicuro che però all’interno ci sono elementi studiati per durare (cosa che potrebbero non fare le batterie della dyson). molti dubbi sollevati ma nessun dato di fatto, vi consiglio di prendere un folletto e un dyson e testarli seriamente. Testate il rumore, la potenza aspirante, la capacità di evitare ostacoli, la resistenza agli usti, e poi smontateli completamente e guardate come son fatti. Fate cadere un po’ di volte un folletto e poi il Dyson. ALTRIMENTI state parlando come spesso si fa in Italia, del NULLA.

    • Francesco

      In casa abbiamo sempre avuto il folletto, e avendo preso in mano la stragrande maggioranza delle scope elettriche negli ipermercati, posso dire che la qualità costruttiva ed ergonomia non si batte.
      I Dyson esteticamente sono accattivanti, sempre più spaziali e colorati per attirare L attenzione…toccati con mano hanno plastiche e accoppiamenti scricchiolanti equiparabili ai giocattoli di mio nipote, nulla a che vedere coi polimeri utilizzati dalla vorwerk.
      Il mio mi è stato regalato ( sicuramente sarà costato una fucilata) ma se dovessi comprarlo sicuramente lo acquisterei su internet ( corpo +spazzola base) che e’ Quello che a me serve.. alla fine ho speso poco più di un Dyson ma mi ritrovo con un prodotto solido e durevole
      e non mi sono fatto lavare il cervello da nessun venditore porta a porta.
      Buona vita a tutti

      • Mizar

        Come ha fatto notare chi mi precede, la caduta sul passaggio da plastiche a ‘polimeri’ tradisce un classico linguaggio studiato a tavolino per fare promozione del proprio prodotto.. Siamo ovviamente di fronte a rappresentanti della Folletto intenti a difendere il loro mezzo di sostentamento, dalle insidie di un mercato per fortuna non più fatto da comari di paese pronte a bersi tutto quello che lo scaltro rappresentante gli propina.. Non a caso il paragone primario è sul Dyson, prodotto che più rappresenta l’antitesi del mondo Folletto e il pericolo più grande per le loro rendite di posizione storiche.. Io ho impedito a mia moglie solo di pensare di spendere migliaia di euro per un aspirapolvere come hanno fatto le sorelle, abbiamo comprato due anni fa un Dyson V6 per 300 euro, ritengo che sia stato uno dei migliori acquisti della mia vita, e mia moglie ancora mi ringrazia. Appunto dopo due anni batterie ancora al top, leggerissimo e maneggevole come nessun altro strumento mai provato prima, adeguatamente potente, addio sacchetti, addio filo, il XXI secolo contro il XX. Le plastiche resistono al peso di 50kg, testato dopo che un mio collega ex Euronics mi ha raccontato di una dimostrazione Dyson dove l’agente saliva letteralmente sopra alla scocca.. Ho testato anche l’assistenza clienti, risolvendo un problema (di manutenzione) semplicemente parlando al telefono alle otto di sera… Tutto quello che ho letto nell’articolo l’ho sempre pensato, sono lieto di non essere l’unico ad avere le idee chiare sul ‘mondo’ Folletto.

        • Francesco

          Come passo la vita mio caro non sarai certo tu a saperlo.
          Watson,
          Penso che tu ti stia allargando un po troppo con le tue fantastiche elucubrazioni mentali su complottismi anti-Dyson e fantomatici funzionari della Folletto sotto mentite spoglie.
          Non credo ci sia da aggiungere molto, ho fatto una considerazione personale e subito sono stato additato.
          Se poi riesci a leggere fino alla dodicesima riga del mio primo post, prima di sputare sentenze, scrivo che non ho intenzione di farmi lavare il cervello da nessun venditore ambulante…
          Ora posso andare in cantiere, sai.. come persona normale mi alzo al mattino come tutti e magari saro’ libero di leggere le corbellerie che mi pare su di un blog pubblico.

        • Mizar

          Un artigiano edile che passa la vita a “piantonare” i commenti di un articolo di un blog, alle 7 di mattina… Non aggiungo altro.

        • Francesco

          Bravo Mizar, mi hai subito smascherato.. non credevo ci fossero persone così astute sul web.
          Sono un artigiano edile da circa 15 anni, ma ovviamente e’ Tutta una copertura. ( mia moglie non lo sa, non diteglielo).
          Parto al mattino col Piaggio porter per poi cambiarmi di nascosto ed andare a vendere porta a porta i miei amatissimi aspirapolvere.
          Goditi pure L acquisto più bello della tua vita.

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Molto molto interessante: da una parte “plastiche scricchiolanti” dall’altra “Polimeri”, che è la stessa cosa ma fa più figo. E si fa un paragone con la marca riferimento del settore “toccando” (…e basta??). Io mi chiedo fin dove si vuole arrivare con post tendenziosi a questa maniera.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      E perché pensi che non lo abbiamo fatto?

  13. aldo

    Premetto che in passato ho avuto una scopa elettrica Philips e un aspirapolvere a traino Hoover.
    in casa ne abbiamo sempre fatto un uso molto intenso, e la cosa che mi infastidiva di più di entrambi era il rapido riempimento del sacchetto con altrettanto rapido decadimento della potenza aspirante.
    per limitare il costo dei ricambi anche io ho iniziato ad aprire i sacchetti , svuotarli e richiuderli; riuscendo a usare un sacchetto almeno 2 volte , riuscivo almeno a contenere i costi.
    Poi 11 anni fa ci siamo trasferiti in una casa più grande e abbiamo deciso di comprare un aspirapolvere di alta gamma. il rappresentante worweek non mi ha convinto e sono riuscito a non comprare il suo costosissimo aspirapolvere. Alla fine la scelta è stata Dyson DC 20 Allergy, che ancora oggi abbiamo e usiamo quotidianamente.
    E’ costato 4 forse 5 volte di meno ( circa 380 euro all’epoca ) , non usa sacchetti , aveva il filtro HEPA , e il filtro premotore si lava con acqua e sapone , 2 o 3 volte all’anno.
    la dotazione non era ricchissima , questo è vero; una spazzola con setole delicate per il parquet che è quella che più usiamo, una spazzola per pavimenti e tappeti con setole retrattili , spazzola per materassi , tubo sottile per spazi stretti e mini spazzola con setole. abbiamo dovuto comprare a parte la spazzola battitappeto ( circa 50 euro ) che funziona molto bene. il tubo telescopico in alluminio è molto pratico e per riporre il tutto basta uno spazio molto contenuto . dopo 11 anni di uso molto intenso mostra tutti i segni del caso. 1 anno fa si e tagliato il tubo flessibile , ma in un punto dove tempo prima aveva subito uno schiacciamento accidentale: comprato il tubo nuovo con 35 euro.
    Ora sto pensando di sostituirlo. Onestamente se trovassi un altro DC20 nuovo ma fondo di magazzino non ci penserei due volte. I nuovi modelli sono sempre molto costosi, sono diventati più compatti ( hanno ridotto le dimensioni dei serbatoi della polvere ) e onestamente non mi piace l’idea delle batterie. nessuno potrà mai convincermi che potrò usare un aspirapolvere a batterie 10 anni ! e dubito possano durare anche 5 anni.
    in merito al folletto, trovo già difficile giustificare la spesa di 300/400 euro per un Dyson, figuriamoci 2000 !
    non esiste , dai , è un motore elettrico chiuso in un carter di plastica.
    il metodo di vendita porta a porta è necessariamente pressante e la scusa che in questo modo si evitano costi di pubblicità e il rapporto è diretto produttore / consumatore è solo un teatrino.
    anni fa un venditore ha cercato di piazzarmi la “cenerentola” ovvero una specie di vaporella polti ; non vi dico cosa ha cercato di dimostrare pur di convincermi che con il vapore avrei pulito qualsiasi cosa , potendo buttare via tutti i detersivi che ho in casa. ha passato il vapore sui bicchieri che avevo nella vetrina : ovviamente essendo freddi il vapore si è condensato sopra . poi ha preso un bicchiere, lo ha investito con un abbondante getto di vapore dentro e fuori affermando che a questo punto era perfettamente sgrassato e igienizzato , lo ha rimesso nella vetrina e ha sparato nuovamente il getto di vapore. gli altri bicchieri si sono nuovamente appannati , quello “igienizzato” no. Secondo lui era la prova provata che non c’era più grasso e sporco. Ho dovuto spiegargli che ovviamente il bicchiere “igienizzato” era ancora molto caldo e quindi il vapore non poteva condensare sopra come sugli altri bicchieri. Insomma , questi sono dei furbacchioni e devono campare come tutti. E lasciamo perdere il principio che ti scontano una rata per ogni contatto passato che va “a buon fine”. va a finire che anche tu inizi a in**** amici e parenti pur di risparmiare qualche rata……
    Esiste uno spassosissimo libro che racconta bene come funziona il sistema: “il mondo deve sapere ” di Michela Murgia. Combinazione , descrive in prima persona l’esperienza vissuta nelle vendite con il sistema del porta a porta di un altro aspirapolvere “geniale” e di costo astronomico ; il Kirby.

    • liberofiore

      La ringrazio sig. Aldo per la sua chiara e onesta esposizione. Buona vita.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie Aldo… chissà se i lettori ci crederanno che questo lungo e illuminato commento non lo abbiamo scritto noi!

  14. Salvatore

    Onestamente condivido poco quello che ho letto nell’articolo. Non ho letto tutto l’articolo perché sin dall’inizio non mi è piaciuta l’impostazione dello stesso. Criticate la vendita porta a porta ma mi chiedo chi sarà mai venuto a proporvi il folletto! Io tutte ste problematiche e ste pressioni non me le ricordo. In casa ho vk140 ed un Bimby. Si rompono o si logorano ma credo sia nella natura Delle cose. Personalmente me li riparo da solo ma anche dal pizzicagnolo trovo i ricambi. Degli altri apparecchi non parlo perché non li conosco ma da quando ho il vk140 ed il Bimby ho cambiato una scheda (vk140) e un tastierino (Bimby). Sono apparecchi praticamente immortali come forse anche altri, forse altri sono migliori ma seriamente mi domando se fosse necessario impostare un articolo, il vostro, su queste basi. La Vorwerk fa prodotti di nicchia e forse non valgono quello che si fanno pagare? Io credo che basare questo teorema su come viene proposto il prodotto dai venditori sia ridicolo. Se non esistono dati tecnici come voi dite non vedo su cosa basiate le vostre critiche. Io ho anche elettrodomestici in casa: ho un roomba e guai a chi me lo tocca ed un forno a microonde Hoover che considero il top. Il mio discorso si basa su un’esperienza quarantennale… Ci sono marche che non comprerò mai più ma la Vorwerk non è fra queste

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non è solo una questione di metodo di vendita. Forse, leggendo tutto l’articolo, potevi capire tutto il punto di vista e trovare altri spunti.

  15. Matteo

    Finalmente anche il folletto ha lanciato il primo modello a batteria. Per ora è solo in Germania ma arriverà presto in Italia. Ottimo il fatto di avere una batteria di ricambio, design come sempre al top funzione turbo e sicuramente più maneggevole del Dyson. Con sacchetto e filtro hepa. quindi a mio avviso più igienico almeno a parere personale. Spazzola tappeto pavimento è ugelli per spolverare e spazi angusti.
    Mi spiace ma come sempre il folletto è il top.

    • Mizar

      Ecco un altro solerte rappresentante che addirittura ci illumina con le sue doti divinatorie stabilendo che sarà più maneggevole del Dyson a priori, senza neanche averlo visto e meno che mai testato a confronto.. Il maggiore igiene del sacchetto è una favola che vi raccontate perché vi serve tenere al laccio i clienti con i consumabili, è roba da secolo scorso a cui voi però non potete rinunciare. Solo una cosa è veramente certa, costerà molto più del Dyson.. Ma sarò lieto di ricredermi (ma ne dubito).

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non l’hai ancora visto e già sentenzi che è il top? Andiamo bene! Ovviamente, qui su okspot lo proveremo non appena possibile!

      • Natasha

        I filtri da cambiare? Il mo nn ha filtri e il sacchetto del nuovo folletto dura sei mesi e anche più. 3 mila euro? Completo 2 mila. Hai sparato un po di bugie.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Mi sa che neanche hai letto l’articolo, in quanto non ci sono scritte queste cose!

      • Matteo

        Già per il fatto che ha la doppia batteria e sicuramente meglio del Dyson.non ha il rumore di un giocattolo come il Dyson. Non è fatto di plastica come il Dyson. Ha il sacchetto hepa non il serbatoio del dyson(che comunque a onor di cronaca se sei allergico aLla polvere e svuoti il serbatoio tu quella polvere la respiri comunque).
        Quindi si. E’ il top. Poi tu scredita pure il marchio. Problema tuo.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Punto per punto:
          La doppia batteria serve se durano poco. Se il Dyson ti sembra un giocattolo è solo un problema estetico. Che il nuovo Folletto non sia di plastica ne dubito fortemente. Il Dyson ha il filtro Hepa; andiamo a vedere quale dei due lo ha in classe migliore? Il cambio sacchetto rilascia polvere più o meno come lo svuotamento del serbatoio.
          Quindi è “il top” così sulla carta, senza sapere come va, quanto costa, ecc.
          Questa dialettica da punto preso è proprio quella su cui vogliamo far riflettere i nostri lettori quando scelgono: grazie per avercela ricordata.

  16. Pinuzzu

    In tutti questi commenti che è impossibile leggerli non so se si è parlato dell’inquinamento che producono tutte le scope elettriche in specialmodo mi fa rabbia folletto visto che lo fanno pagare così tanto. Anch’io come la maggioranza ho avuto folletto..purtroppo..convinto di avere il top dei top sino a quando ho conosciuto Ritello un dispositivo medico che sostituisce tutte le scope elettriche che non fanno altro di sporcare l’aria ancora di più ..io lo buttato..Vi invito ad approfondire sul danno che provocano le scope elettriche

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Facciamo attenzione con queste dichiarazioni assolute e sulla salute. Ritello, alla fine, è un normale aspirapolvere con filtro ad acqua e Hepa, che in più ha una funzione di filtraggio dell’aria. Per chi è interessato alla sanificazione dell’aria in ambiente domestico, suggerisco la lettura delle nostre nuove recensioni sui purificatori d’aria.

  17. Piero

    Io trovo veramente anacronistico acquistare (praticamente a busta chiusa ) un elettrodomestico da un venditore porta a porta che neanche le enciclopedie negli anni 80.
    Il folletto,diciamolo,altro non è che un -buon-aspirapolvere,ripeto ASPIRAPOLVERE ,non una tecnologia così complicata e rivoluzionaria da poter giustificare un prezzo tanto elevato.
    Probabilmente,e paradossalmente, è proprio il prezzo stratosferico a tenere in vita il mito del folletto.mi spiego,senza presunzione di essere custode della verità assoluta,se l’oggetto in questione costasse sui 5,600€ in linea con i competitor principali(cari anche loro)non se lo filerebbe nessuno!
    Purtroppo,come ripeti sia nell’articolo che nelle risposte ai commenti,i venditori fanno leva sull’ignoranza(nell’accezione non negativa ma realistica)e la pigrizia dei clienti che non si informano su specifiche,wattaggio,ecc e non leggono recensioni ,quando basterebbero pochi minuti di ricerca.io non faccio testo perché sono un fanatico delle comparazioni e recensioni dei prodotti ahaha.
    Probabilmente mi sbaglierò ma potrebbe anche essere uno status symbol possedere un aspirapolvere da 2000€ ,boh…
    Peccato,perché esisono prodotti dal prezzo decisamente inferiori(anche 10 volte ) che fanno le stesse identiche cose se non meglio,più ergonomici,più potenti.lo stesso discorso potrei farlo per apple,bose,bimby,e via dicendo.
    Quanto alla versatilità del folletto e alla pletora di accessori in dotazione,io preferisco ,per ovvi motivi,oggetti separati e specifici per ogni uso,non ho mai amato i “tutto in uno” ma è una considerazione personale.
    Un saluto e scusa la lungaggine ed eventuali errori grammaticali

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie Piero del tuo intervento: beh che dire, siamo in sintonia!

  18. paolo

    Buon giorno, io sinceramente ho il folletto da quasi 20 anni, oggi uso il vk200. Io il confronto ho cercato di farlo con altri prodotti e ho sempre optato per il folletto. Robustissimo, efficace e pratico. Scrivo pratico perché è vero che devo operare per cambiare gli accessori, ma in tutti gli altri apparecchi di altre marche dovevo fare la stessa cosa. Il battitappeto è eccezionale, per me non paragonabile con la maggior parte di altri prodotti. Il pulilava che ho io si prepara in 2 minuti e lava mille volte meglio del mocho…con molta meno fatica, chi dice il contrario non ha mai lavato un pavimento e credetemi ho lavato mense intere col mocho. Parere assolutamente personale lo ricomprerei anche se non costa poco…. Sulle scope senza filo ne ho provate alcune e sono ancora poco valide ne ho una della Hoover per la casa delle vacanze.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie della tua testimonianza, Paolo.

  19. sonia

    Rinfaccio ancora oggi a mia madre di averlo acquistato 20 anni fa, modello VK122, purtroppo quel giorno ero fuori casa e si è fatta incastrare. Ovviamente acquistò il pacchetto completo, pulisci tappeto incluso. L’unica cosa che abbiamo sempre usato è stata il batti-materasso, per il resto lasciamo perdere. Non aspira nemmeno una stellina di pasta dal pavimento. E’ pesante, ingombrante con tutta la sua borsa e ci vuole più tempo a cambiare gli accessori che a pulire casa. Ogni volta che un rappresentate folletto mi propone un acquisto gli dico che spenderò tutti quei soldi per farmi pulire casa, non per faticare come mi fa faticare folletto!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie della tua testimonianza, condivido i punti critici che hai individuato, tuttavia la “stellina” dal pavimento dovrebbe aspirarla con facilità!

  20. Elisabetta

    Ho un folletto VK 140. Completo. E’ il terzo che cambio, non certo perchè avessero dei problemi. Il primo era di mia madre. Il secondo l’ho acquistato perchè con la rottamazione, ne avrei avuto uno con tutti gli accessori e l’ultimo mi sono fatta tentare dalla lavapavimenti. Io mi trovo benissimo. Vero che il costo è molto elevato, sicuramente non vale tutti questi soldi, ma non mi è mai capitato di usare un altro aspirapolvere che funzioni così bene. Si, forse è un po’ pesante ma….. a mio avviso, pulisce benissimo. Con il picchio pulisco i divani (ho due gatti ed i peli non si contano) e sedili dell’auto: risultato ottimo. Il battitappeto lo utilizzo sul tappeto (anche qui peli gatti) senza nessuna fatica e anche qui il risultato è perfetto e sul materasso. E’ dotato di tantissimi accessori che sinceramente non ho mai visto abbinati a nessun’altra scopa elettrica. Unica pecca, a mio avviso di questo modello, sono i sacchetti piccoli, rispetto al modello che avevo ereditato da mia madre. Sostituirli, in effetti costa. Io ho ovviato al problema riutilizzandoli: li apro, li svuoto e una cucitura di zig-zag a macchina, sono pronti per un nuovo utilizzo! La lavapavimenti non la uso tantissimo, solo quando faccio pulizie di fino. Proprio in questi giorni, ho deciso di regalare un aspirapolvere. Penso proprio che prenderò sempre il folletto su Amazon, di quelli rigenerati. Spero che il mio duri nel tempo, non mi farò più tentare dai nuovi modelli. Ma se mai fossi costretta a cambiarlo, non ne comprerò più uno nuovo. La Folletto con me, ha già guadagnato abbastanza. Credo che in ogni caso, lo acquisterò nuovamente, ma rigenerato. Se avessi la possibilità di provarne altri per poter quindi fare un confronto….. chissà…. ma sul mercato non c’è la possibilità di vederli in funzione per poter fare una comparazione quindi, per non saper nè leggere nè scrivere, opto per qualcosa che conosco e che mi soddisfa a pieno. Condiviso critica sul prezzo: MOLTO CARO. Mi sono domandata da che cosa sia dato questo costo….. non certo dai materiali……

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie della tua analisi, Elisabetta. Ti invito a riflettere sul fatto che rigenerato significa “obsoleto”: così facendo non avrai più un aspirapolvere al passo con i tempi. E se si guarda ai prodotti attuali, a batteria e potentissimi, rispetto ai modelli di pochi anni fa, si capisce che c’è molto divario e di più ce ne sarà nei prossimi anni.

      • Luigi

        Marco può essere rigenerato anche L ultimo modello. Rigenerato può essere un prodotto che aveva dei problemi ed è stato aggiustato oppure un prodotto difettato. Comunque non capisco veramente questa polemica assurda contro questo prodotto. Penso che ognuno di noi potrà essere libero di spendere i propri soldi come preferisce? Avete criticato la vendita porta a porta senza conoscere minimamente la fatica che si fa a fare questo tipo di lavoro. Abbiate più rispetto verso chi questo lavoro lo fa, perché non tutti i venditori porta a porta cercano di intortare la gente. Alla fine voi in questo articolo avete fatto peggio di un venditore porta a porta scorretto e senza dati di fatto. Sinceramente avrei apprezzato nell articolo dei dati certi non delle supposizioni senza dati.
        Ps: non sono un venditore folletto ma un agente immobiliare che fa onestamente il proprio lavoro facendo il porta a porta senza intortare la gente, a differenza di questo articolo che su supposizioni cerca di intortare chi acquista questi prodotti… è proprio vero che in Italia bisogna inventarsi qualsiasi cosa pur di essere visibili e protagonisti… mah

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Riprendo una tua frase: è vero, non hai capito l’articolo. Peccato.

  21. Sergio Buonanno

    Questo post è fuorviante e chi scrive male informato. Che il costo del folletto sia eccessivo non ci sono dubbi, ma alcune cose vanno corrette. Il Dyson è molto potente, ma non fa neanche il 10% di quello che fa il folletto. Se si afferma che il folletto sia pesante e poco maneggevole significa che non lo si è mai usato, soprattutto nelle sue ultime versioni. Poi leggo di consumabili costosi… noi, in casa, possediamo un folletto di ultima generazione acquistato nel 2018 (versione 220S), abbiamo la fornitura dei consumabili A VITA compresa nel prezzo di acquisto (circa 2000€), per il prodotto completo, inoltre, sempre a vita, abbiamo l’assistenza annuale periodica e la casko per i primi 5 anni. Abbiamo avuto diversi sistemi di pulizia di svariate marche e se è vero che la potenza aspirante non è certo la caratteristica che lo distingue rispetto ad altri prodotti è vero che NON HO MAI TROVATO UN ASPIRATORE PIU FACILE E MANEGGEVOLE DA USARE DEL FOLLETTO e che aiuti a fare tutto quello che fa lui. Chi scrive dice di non essere affiliato ad alcun altro produttore e non dubito che sia così, ma non scrive un articolo obbiettivo, cerca in tutti i modi di screditare il Folletto, anche fornendo informazioni fasulle. Molto male. Se lo si considera un prodotto troppo costoso per le sue caratteristiche ci può anche stare, ma allora parliamo pure di MIELE, che si prende ad esempio nell’articolo come prodotto più valido e meno costoso… volgiamo parlare di lavatrici e lavastoviglie MIELE ? A proposito di ingiustificato rapporto qualità prezzo ? Pessimo articolo…. ma ….. soprattutto, di parte.

    • Mizar

      Il prezzo medio che può essere valutato a occhio su Amazon per i sacchetti degli aspirapolvere è di circa 1,5 euro a sacchetto, anche volendone cambiare 2 al mese (perché abitate nel Sahara) parliamo di una spesa annuale di 36 euro.
      Tenendo presente che un Folletto può arrivare a costare oltre 2.000 euro, ipotizzando un valore reale della scopa elettrica di 800 euro (che è comunque una cifra spropositata per il mercato di riferimento) possiamo dedurre che hai pagato senza saperlo una fornitura di 33 anni di sacchetti… Che non sfrutterai mai e che alla Vorwerk costeranno qualche centesimo.
      Semplicemente per Vorwerk non sono un costo, e tu hai l’impressione di chissà quale risparmio.
      La soluzione? Pagare molto meno un aspirapolvere, senza sacchetti. Fine.

    • Marco

      Giusto bravo SERGIO concordo con te..o regalato a mia moglie il nuovo folletto vk 220s mai avuto il folletto..x me è il migliore folletto mai costruito oltre che e classe A+…comunque hai dimenticato di menzionare oltre ai 5 anni di garanzia kasco che abbiamo..ce anche abbinata 60 mesi di assicurazione protezione CASA AXA compresa nel prezzo e quindi la spesa del folletto si dimezza!! Buona serata.

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Curioso notare i toni di questi interventi: prima dici “mai avuto il Folletto” e dopo “il migliore Folletto mai costruito”… boh?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Vedi, se tu mi dici che non sei d’accordo sull’articolo, lo accetto. Ma se mi dici che è “falso”, di parte, che siamo male informati ecc, allora non siamo più nel confronto, ma nello scontro, e non mi interessa. Non mi interessa perché non è utile ai nostri lettori
      Faccio solo notare un dettaglio delle tante cose che hai sparato: parli di fornitura consumabili “a vita”. A parte che un limite ci sarà senza ombra di dubbio, dire che è “incluso nel prezzo di acquisto”, non equivale a dire che è gratis. Per quanto ne possiamo dedurre, questi presunti 2.000 euro di materiale potresti averli semplicemente pagati in anticipo.

  22. Anna

    Sono pienamente d’accordo con le perplessità sollevate da questo articolo, perché sono le medesime che ho riscontrato personalmente.
    Ho comprato il folletto alcuni anni fa e da allora, oltre al prezzo stratosferico di acquisto mi sono imbattuto in spese di riparazione ultimamente, molto salate da 250€, 130€, ecc., costi per l’acquisto di ricambi esosi e manodopera di 1€ al minuto, così come da fatture.
    Credo a conti fatti di aver speso per tre volte ,o forse più, il costo d’acquisto con tutte le riparazioni e ricambi. Non sto qui a dirvi quanti aspirapolvere nuovi con ricambi di marca avrei potuto comprare. Conclusione ho salutato il riparatore e deciso a non rivederlo mai più!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie della tua testimonianza, Anna. Certo, che sei stata piuttosto sfortunata con i guasti, a quanto pare!

  23. Anna

    Mi sento molto offesa da questo post. Il consumatore viene dipinto come un ignorante troglodita fuori dal mondo… la fidelizzazione cieca relativa al folletto di mia nonna passi, ma le nuove generazioni vanno da Mediaworld, sanno consultare il web è, dato che forse sono un po’in bolletta, confrontano fin troppo i prezzi e le caratteristiche dei prodotti! Personalmente ho un folletto nuovo ed uno ereditato della nonna (sottolineo che non ho mai sentito di aspirapolvere di altre marche che sia stato mai ereditato). Purtroppo il mercato fornisce molte alternative ma tu non ne puoi provare nè vedere in azione nessuna. Ok, spendo 200€ ma se il prodotto non funziona o non è conforme lo so dopo che ho aperto la scatola e l’ho usato. Vabbè, mi dico, costa poco, ne proverò un altro… e gira la ruota. Il sistema porta a porta non è così male, l’assistenza di uno che ti viene a casa in qualsiasi momento e ti spiega e mostra anche come si usano tutti i pezzi che hai acquistato. Penso che tu paghi anche questo. Sono solo due modi diversi di gestire l’acquisto.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Mi dispiace che ti sia sentita offesa dall’articolo, ma è evidente che non lo hai compreso. Proprio grazie al web, provare un elettrodomestico non è importante, grazie alla grande mole di informazioni e feedback che si trovano, così come non credo che un utilizzatore che non sia “ignorante e troglodita”, abbia bisogno di una persona che spieghi come usare un aspirapolvere!

      • fairytale

        Non dimentichiamoci che esiste Amazon, a cui puoi restituire il prodotto se non ti soddisfa… (così come per tutte le vendite a distanza comunque, ma parlo di questo sito perché per me è comunque il più affidabile).
        Devi solo farti carico delle spese di spedizione per (eventualmente) restituirlo, che si aggirano sui 15-20 euro circa a seconda del peso. Per me è meglio buttare (o “investire”) 20 euro che centinaia o migliaia.

      • elisabetta

        A volte i feedback sono molto contraddittori. Spesso sono esattamente opposti. Quindi scegliere non è così semplice. Poi, quale metro di misura si usa? Mia madre dice che il suo aspirapolvere funziona benissimo. Io, che ho il folletto, il suo, lo butterei nella spazzatura. Per me, per poter scegliere, è fondamentale provarlo, tocccare con mano e vedere con i propri occhi. I giudizi altrui sono da prendere con le pinze perchè sono molto soggettivi. Se trovassi altre marche che me lo facessero provare, potrei anche prendere in considerazione l’idea (in un speriamo, lontano futuro), di cambiarlo. Per ora, (spero che duri a lungo), uso il mio folletto, che (a parte il costo elevatissimo) mi piace tantissimo.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Infatti il problema è proprio che non hai confronto, e chi ti vende il Folletto, lo sa.

      • Giannicola Peddio

        Ma scusa come puoi argomentare che la bontà di un elettromestico non-folletto sia attendibile attraverso il feedback dei post su internet quando questo è uno dei punti critici che l’articolo stesso solleva facendo notare che ci sono aziende che pagano agenzie per inoltrare feedback positivi artificiosamente?

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Osservazione giustissima. Sono le dinamiche di vendita che portano ad avere feedback di diversa tipologia. Il Folletto non è acquistabile online, quindi non è possibile avere feedback verificati di acquirenti, inoltre (sempre senza offesa per nessuno), il target di clientela ha una alfabetizzazione informatica minore, quindi è meno propenso a scrivere, viceversa il metodo di vendita è fortemente basato sul feedback e sul passaparola, quindi è facile ipotizzare che questo venga “pompato” anche online. Poi è evidente che feedback non genuini ce ne sono per ogni elettrodomestico, prodotto o servizio, sta un po’ anche al lettore saperli riconoscere.

  24. Francesca

    Ho avuto un 140 acquistato 20 anni fa tutto rilegato con il nastro adesivo. È volato pure da sopra l’armadio della camera da letto. . Dopo 20 ho dovuto sostituire il motore rigenerato. È diventato una schifezza.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Io ho capito poco, francamente!!

  25. Manfreda

    dopo varie scope elettriche cambiate sistematicamente ogni 2 anni di utilizzo ho acquistato il folletto! perfetto… con 3 persiani in casa e un pastore tedesco mai più senza! La sola scopa elettrica non è poi così costosa! gli altri accessori sono come dire optional…per me è indispensabile la lavapavimenti; piastrelle e parquet puliti senza fatica e con poco detergende! rappresentanti insistenti ? in fondo é il loro lavoro basta rifiutare educatamente se non interessati.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Come sempre, ricordo l’inutilità di questi interventi se non si da qualche dato di confronto su modelli e problemi avuti. Magari erano tutte scope ultraeconomiche?
      Lavapavimenti: suggerisco la lettura del nostro articolo di approfondimento su questo accessorio/elettrodomestico.
      Sul commento ai venditori sorvoliamo… scommetto che tu rispondi educatamente e senza essere infastidita anche a tutte le telefonate di telemarketing!

  26. Iacopo N.

    La mia recensione del Nuovo Folletto è completamente negativa.
    1) Non aspira Bene come quello vecchio e, soprattutto per il prezzo che ha non funziona come dovrebbe.
    2) I venditori mi hanno rubato 50 euro.
    3) i sacchetti non sono facili da mettere e costano tanto

    • Stefano

      I sacchetti vanno appoggiati , non aspira , ma aspira più di un dyson, sul venditore è probabile

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      A quale modello ti riferisci, e soprattutto, cosa significa “i venditori mi hanno rubato 50 euro?”

  27. Daniela

    Ho acquistato l’ultimo folletto VK 200 più la lavapavimenti, IL PEGGIOR ACQUISTO della mia vita. In casa vive un cagnolino, avevo bisogno di un ottimo aspirapolvere e il rappresentante mi ha convinto che il folletto era l’ aspirapolvere che poteva soddisfare tutte le mie esigenze, compreso l’aspirazione dei peletti lasciati dal cagnolino. Per i primi mesi tutto OK poi ha iniziato a emanare cattivo odore, insopportabile che peggiorava con l’utilizzo della lavapavimenti. La risposta del servizio clienti è stata” il folletto può aspirare esclusivamente polvere domestica e non è adatto ad aspirare il pelo del cagnolino, alla mia obbiezioni sul fatto che il loro rappresentante mi aveva dato delle informazioni scorrette, la risposta è stata ” avrebbe dovuto leggere il libretto dell’iscrizione alla pagina … “

    • Marta

      Trovo doveroso condividere la mia esperienza sul Folletto che uso da più di 30 anni. Il primo modello che ho avuto era perfetto, ma quelli successivi sempre meno. Mentre la tecnologia si evolveva, il Folletto conservava delle caratteristiche di pesantezza e di rigidità, pur mantenendo prezzi elevati. Ma il peggiore acquisto della Vorverk è stato il robot: carissimo, ca 700 euro, poco funzionale e sempre rotto, un vero disastro. Non lo consiglio a nessuno.

    • Stefano

      ok Hai aspirato qualcosa di deperibile , un pezzo di carne o feci o altro , con qualsiasi macchina avresti avuto lo stesso problema , io ho il gatto aspiro peli e cibo che lascia in giro e odori strani non ne fa , il sacchetto lo cambio ogni 4 mesi .
      Certo che è un bel covo di cazzate

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Ti ringrazio intanto per l’eleganza con cui apprezzi questo spazio libero e di confronto.
        E ti faccio notare la tua contraddizione: prima dici che aspirando materiale organico qualunque aspirapolvere fa puzzo, poi dici che con il tuo lo aspiri e non fa puzzo. Ci mettiamo d’accordo?

        • Stefano

          Ripeto , hai aspirato materiale organico è potrebbe causare cattivi odori , perché? Umidi , aspirato piccola quantità di liquido , i sacchetti non sono originali , il coperchio del sacchetto rimane leggermente aperto , i motivi sono tanti , anche il mio dyson ogni tanto fa odore , il folletto no , una amica con il cane mi ha detto che anche a lei ogni tanto lo fa ovvia al problema facendo aspirare un batuffolo di cotone imbevuto di aromatizzatore

    • Francesco Guido

      Sé hai aspirato materiale organico prova a cambiare più spesso il sacchetto,perché solo gli aspirapolvere con filtro ad acqua rispondono a queste esigenze.

  28. Denis

    Comprato folletto e lava pavimenti dicendomi che nn si rompeva mi si è spaccato il pezzo del manico dopo 3 anni …..

    • PIERINO

      a mia figlia le è caduto e ha fatto tutta la scalinata per andare in taverna è andata a raccoglierlo e aveva appena due grafietti davanti sulla vernice penso che ci volglia anche fortuna nelle cose io ad esempio anni fa ho comperato una ford e avevo girato che non ne avrei comperate più invece ho preso la essemaxs della Ford ancora e non ho più avuto probemi ora ha 200000 km ho fatto solo i cambi filtri e olio vede che ci sono macchinari che escono già con dei difeTtI e altri no è anche questione di fortuna buona serata

    • Stefano

      1 su mille , comunque in garanzia

  29. Mirko

    Voglio vedere adesso che esce il folletto con la batteria al litio se i follettari diranno ancora che la tecnologia dyson fa schifo.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Sarà un confronto molto interessante!!

  30. Giovanni

    Anni fa dovevo pulire i materassi di casa e la mia vicina mi prestò il suo Folletto dicendo che era meglio di un normale aspirapolvere. Lo provai per pulire un materasso ma poi glie l’ho subito restituito ed ho finito di pulire i materassi con il mio vetusto aspirapolvere Alfatec che da anni regna in casa nostra. La Folletto che mi prestò la mia vicina era prima di tutto molto rumorosa e vibrava molto forte, inoltre ho notato che aspirava come il mio classico aspirapolvere ed anzi era anche più scomoda. Non ho notato nessuna differenza nella qualità della pulizia. Inoltre hai sempre i rappresentanti in mezzo ai piedi ogni volta che devi comprare un accessorio lo vedo con la mia vicina che tutte le volte deve chiamarli. Non comprerò mai un Folletto in vita mia.

    • pierino

      questione di opinioni rispettabili invece la mia esperienza e al contrario di ciò che scrive mia moglie ha tutti i pezzi ho comperato ancora l’ultimo uscito col turbo e quando attacca il turbo non ha bisogno di spostare divano o altri mobili fatto la prova non spostare divano solo accostato la scopa acceso il turbo poi spostato divano per verificare non cera più segno di polvere vede che ci sono opinioni opposte.

    • Stefano

      Hai detto bene anni fa , fai bene , vibrava forse stava battendo il materasso , non ti sei posto la domanda?
      I tessili non vanno aspirati con grande potenza , non gli devi fare la chemio , devi aspirare polvere e acari non il tessuto

  31. Romano

    comprato VK150 circa 2 anni fa. da qualche mese il motore si surriscalda e credo intervenga un termico per cui l’aspirapolvere si spegne per 15-20 minuti. in più i sacchetti filtro sono eccessivamente piccoli. l’unico vantaggio che sono riuscito a farmi dare sul prezzo scontato anche un vk 131 funzionante che usiamo per i lavori più “pesanti”. non lo consiglierei a nessuno.

    • Stefano

      Controlla il filtro motore o sostituiscilo , costa 6 euro , dai anche una aspiratina dove esce l’aria dal motore , la griglia nera , nei 140 e 150 capita di mettere male il sacchetto . Io con 1 sacchetto ci faccio 4 mesi , non mi paiono così piccoli

      • fairytale

        A me francamente un sacchetto dura meno di un mese, non ho animali in casa e non aspiro materiali deperibili, ho l’accortezza di evitarlo proprio perché ci arrivo da sola che, non essendo sacchetti ermetici, possano arrivare a puzzare. Eppure li cambio proprio perché puzzano e francamente non penso che questo sia salutare per me… significa che comunque esce aria “contaminata”, i filtri non funzionano a dovere. Eppure un paio di mesi fa me l’ha controllato e pulito un rappresentante dicendo che non c’erano problemi… anche se poi ha tentato di rifilarmi quello nuovo. Ora penso proprio che me ne libererò e comprerò un Dyson v10. Hanno ragione in questo articolo, è un’ottima scopa elettrica ma non vale quello che costa…soprattutto è obsoleta! Con i soldi che ti fanno pagare, com’è possibile che ancora non abbiano proposto un senza fili con batteria a lunga durata?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ma l’assistenza cosa dice in merito al problema?

  32. Andrea

    Buongiorno a tutti
    Ho acquistato il folletto vk140 completo con lavapavimenti (non rigenerato) nel 2010 .
    Ho sostituito i sacchetti in dotazione con regolarità .
    NON HO MAI AVUTO UN PROBLEMA.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie della tua testimonianza, Andrea!

  33. emaMary

    lasciate proprio perdere, anche io credevo che il folletto costasse un botto, effettivamente costa molto più di quello che vale ma NESSUNO e dico NESSUNO può eguagliare il folletto, se non fosse per un semplice ed insignificante dettaglio: LA SPAZZOLA .
    il vk 140 ha una spazzola che si infila praticamente ovunque, negli angoli sotto ai mobili bassi, nella parte iniziale sotto ai divani, dietro le sedie. dietro ai piedi dei mobili.
    col cavolo che con quelLO SPAZZOLONE DEL DYSON che ci arrivi.
    vcerto quanto a potenza di aspirazione che hanno altri aspirapolvere, faranno anche meglio del folletto ma a mio modesto avviso è come se hai un’auto che puoi fare 500 km/h in rettilineo, e unaltra auto che ne fa solo 300Kh/h ma anche in curva….

    • Stefano

      Che aspiri meno , dubito, a meno che il sacco sia pieno, ho un Dyson e poi ho acquistato un vk 150 , la spazzola del folletto è molto comoda ma mi trovo meglio con la lava pavimenti e panno dry .
      Non ricomprerò mai un Dyson senza filo per 2 semplici motivi anzi 3
      1 ha un’alimentatore sempre in rete , consumo ma sopratutto prima o po andrà sostituto
      2 batteria agli ioni di litio , dopo pochi anni , le prestazioni di carica scendono parecchio, perciò andrà sostituita
      3 filtro epa non ti dicono che ogni 6 mesi va sostituito
      Se considero che un Dyson costa , allergy, 650€ poi devo aggiungere questi costi , il prezzo è ben più alto pari
      Un folletto mi costa 687€ con 30 sacchetti che sono filtri epa 14 e mi durano 10 anni , fate vobis

      • Mizar

        1 – Alimentatore sempre in rete, come qualsiasi altro dispositivo elettronico, consumi ridicoli come tutti gli alimentatori a bassa tensione moderni (roba di qualche euro/anno). MTBF (se non si sa cosa vuol dire si cerchi su Google) per questi alimentatori altissimo, costi del nuovo irrisori (10-15 euro).
        2 – Batterie ad altissima efficienza, testate per due anni da me personalmente nell’uso quotidiano, ancora in perfetta efficienza (Dyson V6, le nuove sono ancora più efficienti). Costi di sostituzione dopo anni di esercizio variabili dai 40 agli 80 euro.
        3 – I filtri HEPA (non epa) sono lavabili come da caratteristiche tecniche illustrate e comuni a tantissimi altri filtri utilizzati nelle più diverse applicazioni (comprese quelle industriali). Se si vuole sostituirli: costo filtro motore (che non si cambia mai) originale 30 euro, compatibile 18, filtri pre-motore 3 pezzi 16 euro.
        4 – Costo V10 top di gamma 510 euro, V8 ex-top 380 euro.

        Goditi i sacchetti…

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        1- si può staccare, e anche il Folletto con filo va attaccato e staccato
        2- è la tecnologia migliore attuale per le batterie
        3- si può lavare (per quello non dicono che va sostituito!)
        4- Il Dyson V8 che è il top escluso il neo arrivato v10, costa meno di 450 euro.

        • Stefano

          Il filtro epa non si può lavare , si informi bene prima di parlare .
          Le sue ultime informazioni sono completamente inesatte, le informazioni di Dyson le ho avute direttamente dalla Dyson

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Confermo che sia il filtro pre-motore che quello Hepa possono essere lavati, direi in tutte le macchine Dyson. Fonte: il manuale di istruzioni, ad esempio del V8, che spiega come lavarlo (acqua tiepida) e di lasciarli asciugare all’aria e al sole per 24 ore.
          Certo, dopo TOT lavaggi potrebbe essere necessario sostituirli, ma è un problema da poche decine di euro che forse si verificherà una volta nella vita dell’elettrodomestico.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      A parte il tono assoluto, che secondo me è sbagliato a priori, sempre, e a parte che il VK140 è un modello molto superato, gli aspirapolvere attuali prestano molta attenzione ad avere spazzole pratiche e che si infilino bene sotto ai mobili. Dyson ad esempio ne ha una standard molto sottile, e le attuali scope senza filo hanno turbospazzole modernissime, con forme pensate per arrivare negli angoli e sotto ai mobili.

  34. Papi Patrizia

    Sono cliente Folletto da 50 anni e prima di me mia madre, ho provato altri aspirapolveri ma nessuno è pratico e ottimo come questo, negli anni ho comprato quasi tutti i modelli non perché mi si rompessero, perché questo non è mai avvenuto, ma perché o li ho dati alle figlie o per la casa al mare.
    Il modello che ho ora il VK 150 è un disastro per quanto riguarda il filo che si aggancia a scatto sul manico e bene che va ogni circa due mesi bisogna cambiare il filo. Lo faccio presente ai tecnici ma sembra che non capiscano. Io spero che capiate il problema a meno che non sia il mio Folletto difettoso e non è successo ad altri clienti. Spero avere vostre notizie perché non so più che fare se non comprarne uno usato tipo l’Ovetto che, grazie

    • Tommaso

      Basta avere l’accortezza di non tirare il cavo nel primo tratto prima di avvolgerlo.

    • Stefano

      Strano , comunque da quello che so , è in garanzia , prova a cambiare centro assistenza

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Francamente, questo è un problema mai sentito.

  35. Stefano

    Ho animali e tappeti in casa, come aspira il dyson non aspira nessuno. HO addirittura passato il folletto di mia madre e poi il mio dyson sul tappeto. Il dyson ha recuperato altro pelo.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)