Home » Piccoli Elettrodomestici » Folletto? No grazie, 7 motivi per non comprarlo

Folletto? No grazie, 7 motivi per non comprarlo - Pag.5

Vorwerk: il Folletto si o no?
Vorwerk: Folletto "si" o Folletto "no"? Vediamo se vale la pena acquistarlo
Questo e' un articolo del sito Okspot, il grande blog dedicato alle recensioni indipendenti di articoli tecnologici e di consumo. Questo argomento ha avuto molti commenti da parte dei nostri lettori ed e' stato quindi suddiviso in diverse pagine per facilitarne la lettura. Fai attenzione: se vuoi leggere l'articolo originale devi andare qui: Folletto? No grazie, 7 motivi per non comprarlo .


1.719 commenti

VUOI SCRIVERE ANCHE TU? A FINE PAGINA TROVI IL MODULO COMMENTI, OPPURE REPLICA AI MESSAGGI
  1. Gabriele

    Ciao Staff, ho letto con interesse l’analisi che avete fatto questo prodotto e devo dire che sono rimasto perplesso perchè la ritengo superficiale.
    Mi occupo di marketing e non ho nulla a che fare con questa azienda, non ho parenti e amici che vi lavorano, non alcun interesse personale. Ho acquistato il prodotto 3 anni fa ma la mia analisi non è mirata a decantarne o meno le doti ma piuttosto a come viene proposto il prodotto sul mercato.
    Nel vostro articolo riscontro una grande contraddizione, prima dite che la notorietà e la diffusione è dovuta alla martellate rete di vendita porta a porta e poi affermate che la stesse rete vendita è famosa per la “proverbiale insistenza”. Qualcosa non torna. Anch’io ritengo che la modalità di vendita sia perfettibile ma il successo del prodotto non è certo dovuto alla rete vendita ma piuttosto alla qualità e anche alla notorietà che il brand ha saputo conquistarsi nei decenni. Se così non fosse non sarebbe sul mercato da tanti anni. Sul fatto che sia di nicchia non ci giurerei, non ho dati alla mano, non so voi. Ma anche questo, da come avete scritto voi, è una contraddizione. Il prezzo è certamente elevato rispetto alla concorrenza ma la concorrenza non ti permette di rateizzare il prodotto senza chiederti alcuna garanzia (busta paga, finanziarie o altro) firmi un modulo e punto. Un attestato di fiducia da parte dell’azienda verso il cliente non da poco, soprattutto di questi tempi. Anche iPhone costa uno sproposito rispetto alla concorrenza, però la forza del brand supera questo ostacolo. Il fatto che sia considerato “indistruttibile” è un valore aggiunto, chi acquista lo fa perchè pensa di aver acquistato un prodotto che per anni gli “farà compagnia”, non al fatto che tra 5 anni potrebbe essere “obsoleto” perchè la tecnologia va’ avanti (consideriamo che un aspirapolvere non è un computer o un cellulare dove l’evoluzione tecnologica è velocissima). Se compro una lavatrice non penso di cambiarla dopo 3 anni ma penso che la cambierò solo quando cadrà a pezzi. Sulle informazioni date sul sito dell’azienda mi sembrano che siano più che esaustive. Ma il sito l’ho guardato oggi e il vostro articolo è di 2 anni fa, quindi può darsi che all’epoca non fosse così aggiornato.
    Per concludere, non è un caso che questa azienda sia un esempio studiato nelle università, al pari di Ferrarri, Apple, Techogym o altre aziende di successo. Un’azienda non sta sul mercato così tanti anni in questo modo se non ha basi solide e un prodotto/servizio di qualità. E’ un’azienda che ha saputo applicare alla lettera “La strategia dell’uovo fritto”. (citazione del libro del famoso guru delle comunicazione Beau Toskich). Buona giornata. Gabriele.

    • Grace

      La penso parI pari come te, se la carta vincente di questo marchio fosse davvero la martellante presenza o insistenza, dietro le porte dei potenziali clienti… Beh saremmo anche tutti testimoni di Geova, allora! XD

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Caro Gabriele, sarai anche esperto di marketing e fai citazioni dotte, ma penso che tu sia di parecchio fuori strada. Quindi secondo te il concedere finanziamenti alla leggera è una apertura per dimostrare fiducia nei confronti del cliente? E i superficiali saremmo noi? Sveglia!!! E’ una precisa scelta, nella quale l’azienda si assume maggiori rischi di insoluti a fronte di maggiori vendite di un articolo sul quale ha molto margine.
      Per il resto che dire… non mi sembra di aver mai parlato male dell’azienda, anzi, tanto di cappello alla struttura e ai risultati conseguiti, qui ci limitiamo a sconsigliare il prodotto.
      Nota tecnica: l’articolo in effetti è sempre abbastanza aggiornato, anche se non ri-datato , lo ridatiamo solo in occasione di importanti aggiornamenti.

      • Annalisa

        Io ho usato sia Hoover che miele, entrambi sono durati poco più che il tempo della garanzia e dopo aver comprato 4 scope elettriche in 10 anni ho scelto di fare una spesa… è farla bene!!! Visto che conosco gente che usa questo elettrodomestico da 30 anni… e se pensiamo al risparmio energetico, e quindi al consumo dovremmo pure pensare che per trent’anni non abbiamo creato rifiuti inutili…. io nn mi sono fatta convincere da nessun agente, semplicemente ho conoscenti che la usano da tanti anni e ne sono soddisfatti della resa.. Questa è semplicemente la mia esperienza! Saluti a tutti

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Ma guardacaso si rompono sempre quelle che consigliamo! Ti sei dimenticata Dyson, quella si rompe sempre il giorno dopo della scadenza della garanzia!
          Ti dico una cosa Annalisa: o il tuo è l’ennesimo caso di commento falso per screditare aziende premium del settore, oppure ti assicuro che, se hai spaccato una Miele, anche Folletto ti durerà molto poco.

      • Gabriele

        Marco, mi sembra evidente che la marginalità elevata consenta di assumersi rischi maggiori di crediti inesigibili. Dici di non aver parlato male dell’azienda. E quando sostieni che la rete vendita è troppo aggressiva e che l’azienda è poco trasparente cosa stai facendo? Addirittura parli di feedback costruiti ad arte, quindi accusi l’azienda di dire il falso. Avete prove a riguardo? Mi sembra non abbiate molti argomenti. Buona giornata.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Forse non ci siamo capiti. Intendo dire che l’azienda Vorwerk è molto capace a livello imprenditoriale in quanto riesce nel proprio intento, ovvero vendere un prodotto sovra-prezzato tramite una rete di vendita aggressiva e capillare. Io riconosco la loro abilità nel conseguire risultati con un metodo che però a me fa ribrezzo.
          Comunque, siccome qui vogliamo dare consigli a chi compra e non fare trattati di economia, direi che la valutazione sulla capacità imprenditoriale della casa madre sia del tutto irrilevante.
          Tu forse sei portato ad acquistare un Folletto perché la Vorwerk è brava a fare soldi?

          PS: sui feedback pilotati, non c’è bisogno di andare lontano, solo qui in questo articolo ci sono 1.200 commenti, hai idea di cosa ho visto in questi anni?

  2. Daniela

    Personalmente non cambierei mai il folletto con nessuna altra scopa/aspirapolvere.
    Nonostante ne abbia provati altri sulla carta molto potenti, per me resta il migliore considerando la praticità e l’efficacia di aspirazione.
    Stesso discorso per i sacchetti e ricambi. Comprate solo quelli originali da Centri ufficiali, Online e Offline. C’e’ un abisso con quelli commerciali. Vi consiglio di fare un giro su www.*********, nello specifico su questa pagina: www.******
    Ho comprato sacchetti ed altri ricambi originali a buoni prezzi, ed essendo centro ufficiale vorwerk andate sul sicuro.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ma davvero pensavate di fare pubblicità al vostro negozio così?

      • daniela

        Onestamente non era mia intenzione…avete fatto bene ad oscurare i link se non è consentito

  3. Marco

    Il credo che sia una visione parziale. Il ho comprato il secondo in una fiera, dopo che ne uso il primo da almeno 10 anni in un’altra casa e dopo che mia madre lo usa regolarmente da tantissimo.
    Il punto di volerne lodare le virtù per giustificarne il prezzo potrebbe essere anche visto al contrario : ovvero ridurne il valore per chi non lo può comprare ,
    Personalmente non ho assistito mai a visite pressanti o fastidiose, ho provato altri apparecchi ( ammetto che costano la metà ) ma mi hanno dato sempre problemi ed appunto come scritto in precedenza ho comprato il secondo .

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Secondo te una persona che non si può permettere un Folleto apre un blog e per anni risponde a migliaia di commenti? Altre argomentazioni più consistenti?

  4. Silvana

    Trovo molto interessanti e competenti, i commenti qualitativi relativi alle macchine di pulizia dei pavimenti, del sig. Marco. Per questo lo informo che avendo nel mio appartamento, molti tappeti e ben 3 stanze da letto con pavimento di moquette, ho risolto egregiamente il problema della pulizia quotidiana ( da oltre 15 anni ), con un aspirapolvere/battitappeto ” molto comodo, pratico, leggero ” cordless ROWENTA 18 V e per le piu integrale profonda integrale pulizia ( ogni 20/30 gg.) con un aspirapolvere/battitappeto, con cavo, mod. MIELE S147, piu’ pesante, ma molto potente ed efficace ( con filtro Hepa e carboni ). Premessa questa mia informazione, chiedo a lei quale macchina ritenga valida, per un buon lavaggio dei tappetti ( di un certo valore ) e in particolare per una ” ottima pulizia della moquette ” pratica per un appartamento, non ingombrante, funzionale per un lavaggio 3/4 volte all’anno, che non costi piu’ di 400/500 €. Le chiedo se conosce la lavatappetti KARCHER o altra da propormi! Grazie, Silvana.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie dei complimenti e di aver condiviso la tua esperienza. Sulle macchine lava-tappeti non mi sento di esprimere un giudizio: si tratta di un prodotto di nicchia per il quale cercheremo di approfondire meglio il mercato, in futuro.

  5. Daniele

    Sinceramente un aspirapolvere che è “nata” con dei motori di fonografi, solo perchè finita l’era dei fonografi si è passata al vinile e di questi motorini ne avanzavano a milioni…. potrei capire li vendessero ad un prezzo nella norma, oppure per il prezzo con cui vengono venduti dovrebbero dare almeno la garanzia a vita come nel caso di certe pentole in inox…io finiscamente non ne ho mai provato uno ma ne ho avuto in mano uno di qualche annl fà, le plastiche son di buona fattura ma purtroppo la potenza di aspirazione è inversamente proporzionale al sistema di filtraggio e con qualche studio di fluidodinamica ( vedi dyson e bosch ) si può ottimizzare la turbina di aspirazione. Ma un motore elettrico è un motore elettrico, chi grida al miracolo che con 1000w aspira quanto un aspirapolvere industriale a 2 motori non può essere nemmeno lontanamente paragonato… piu volume d’aria si aspira a parita di potenza e meno depressione si riesce a creare. Io son un felice possessore di un bosch roxx e devo dire che in confronto a una hoover space ( che dovevo pulirla ogni 5 pulizie sennò non aspirava piu niente ) ha un aspirazione impressionante e il rumore maggiore la dà la bocchetta di aspirazione. Comunque sarei curioso di provare sto fantomatico folletto e di metterlo su un flussometro e calcolare la curva potenza assorbita/volume d’aria/ depressione e paragonarlo ad altri…

    • ninni

      Se è per questo, la Vespa è nata per utilizzare i motori d’accensione aeronautici avanzati dopo il ’46 (quadrimotore Piaggio P.108)………

    • nkk86

      Ciao daniele. Il tuo commento è leggermente fuorviante. Come dici tu la potenza aspirante è in linea teorica inversamente proporzionale al sistema di filtraggio, ma questo vale se si confrontano motori uguali… tipo, prendo la colombina (mia mamma ha un cimelio di tipo 20 anni, usata 3 volte) e ci metto il suo bel sacchetto di carta: aspira tot. Poi prendo la stessa colombina e ci metto un sacchetto compatibile di nuova generazione in multistrato microfibra: aspira un terzo, ma è normale! Anche il sistema di filtraggio ciclonico di dyson “tappa” il motore: la perdita di potenza di aspirazione invece che essere ostruttiva (filtro, che comunque ha) è meccanica (perdita di carico dovuta al moto turbolento dell’aria nei cicloni, per farla semplice, che equivale in senso fluidodinamico ad avere un filtro fisico), quindi non vedo il perché alcuni possono ottimizzare i flussi e altri no. E poi il tuo discorso può essere letto anche come “più aspira e minore è l’efficienza del sistema di filtraggio” quando non è così. Comunque la potenza in airwatt (che è sempre dichiarata alla bocchetta, quindi nel mondo reale e non dei numeri, a parità di potenza sviluppata, sono avvantaggiate le scope elettriche rispetto ai traini, in quanto non hanno perdite di pompaggio lungo il tubo della spazzola) viene calcolata sulla base di parametri (flusso d’aria e capacità di depressione) che sono, diciamo per semplicità, universali: prendi un dyson v6 (100 aw), un folletto 140 (260aw) e un industriale da 520 aw. Bene, il folletto aspira 2,6 volte il dyson e l’industriale il doppio del folletto (si parla di aspirazione alla bocchetta, ribadisco!). Quindi il discorso “vorrei metterlo su un flussometro” non ha senso…. esempio stupido: se lascio il dyson “originale” (bocchetta) e modifico il folletto per avere una bocchetta di mezzo metro di diametro, il dyson aspirerà il suo e il folletto neanche le briciole, ma il risultato sul flussometro sarà il medesimo: il folletto aspira 2,6 volte il dyson… scusami ma quando si vuole entrare in tecnicismi è d’obbligo sapere di che si parla… ciao

      • Livia

        Ohhh finalmente qualcuno che parla di tecnica, di prestazioni al banco, la ringrazio cercavo proprio le sue precisazioni, sono un ingegnere e dopo 4 aspirapolveri (di ogni prezzo genere e grado), con un’allergia cronica alla polvere, cerco informazioni rigorose, oggettive ed e utili per un futuro nuovo acquisto. Folletto o altri che sia. Ancora grazie.

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Intervengo solo per precisare che il Dyson V6 è un aspirapolvere a batteria. Per evitare di fornire indicazioni fuorvianti, possiamo indicare anche la potenza di un Dyson 220v? E magari di un Folletto attualmente in vendita?

        • nkk86

          Ciao marco. Sì, scusami il v6 l’ho usato solo a titolo di esempio per la storia dei flussi. Comunque l’ultima sopa elettrica dyson ha 150aw, cercando un pò su internet sono riuscito anche a scovare qualche dato rigrardo al consumo, perche dyson non li fornisce: quindi 150aw per 800w di consumo. I traini più potenti (ripeto, non confondiamo le scope con i traini!) hanno 250aw per 1200/1300w di consumo, credo dipenda dal tipo di filtraggio. Il vk200 ha 280aw per 700w di consumo. Ciao

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          I Dyson tipo il “ball” dovrebbero avere potenza di circa 270aw per 800Watt di consumo massimo.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Curiosa la faccenda dei fonografi! Facci poi sapere se fai il test!

  6. nkk86

    Ciao marco, ho avuto modo di rispondere ad un commento poco sotto, e questo mi dà lo stimolo per dire una cosa. Ho provato il vk200 e devo dire che il corpo macchina tecnicamente è un gioiello, prende tutto il meglio dei vecchi modelli combinato ad una silenziosità senza paragoni. L’estetica è soggettiva, quindi non mi esprimo (personalmente a me non piace, troppo squadrato). MA…. come avevo letto su internet, purtroppo la spazzola è fissa ed enorme… un abominio… e l’aspirapolvere è nell’insieme un pò più pesante. Da possessore di folletto posso dire che si è fatto un passo in avanti in termini di “tecnologia” ma un enorme passo indietro sull’usabilità… Non comprerò sicuramente questa serie, spero in un vk 210…

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Confermo, e non sei il solo ad averlo notato!

  7. Anna Maria

    Mi ritrovo in toto con quanto scritto nell’articolo. Letto, peraltro, solo ora dopo aver effettuato un recesso ad appena 3 gg di distanza dalla chiusura di un contratto a 2300€ per vk 200, pulilava e qualche accessorio. La cosa sbalorditiva è che mia sorella 2 mesi fa ha speso esattamente la stessa cifra per avere ben DUE (dico 2) Vk 200, 1 pulilava (come me) e accessori (uguali ai miei). Trovo inaccettabile un tale ventaglio di possibilità di acquisto perché, appunto, i costi sono del tutto sconosciuti e bisogna prendere quel che passa il venditore di turno. Ho fatto appello al diritto di recesso più per una questione di principio: la totale assenza di trasparenza mi risulta sgradevolmente desueta, ottocentesca, in un mondo fatto per fortuna di condivisione e conoscenza.
    Grazie per l’articolo “confortante”

    • Fabio

      Secondo me hai le idee un po’ confuse …tua sorella non ha comprato ne il picchio ne l eb 400 perciò cosa pretendi? Il prezzo è corretto

      • Anna Maria

        E chi ti ha detto che non li ha comprati? Invece li ha. Dunque, tranquillo, le idee mi son ben chiare

    • nkk86

      La forbice deriva dal fatto che tua sorella ha acquistato un prodotto ex dimostrazione. Con tutti i PRO e i CONTRO del caso. Te lo dico perché anche io sono stato, a suo tempo, beneficiario della cosa.

      • Anna Maria

        Non ho motivo di dubitare di ciò che dici. In conseguenza del prezzo offerto a me è l’unica spiegazione possibile. Perché i prezzi sono ignoti ed introvabili. Tranne sul sito tedesco, dove compaiono i kit con relativi prezzi, da cui farsi almeno un’idea
        Mia sorella, intanto, non è stata messa a conoscenza della cosa, infatti è convinta di aver ricevuto soltanto un’ottimo prezzo. Dunque si conferma l’assoluta mancanza di trasparenza. Inaccettabile

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie a te di condividere la tua esperienza, la forbice di prezzo che hai riscontrato è decisamente anomala! Il prezzo tuo mi pare alto, quella di tua sorella invece piuttosto basso.

      • Anna Maria

        Esattamente! Questa forbice mi ha, francamente, malposto (nonostante io conservi gelosamente il terzo modello, degli anni ’70, di cui mia madre fu prima acquirente nell’intera provincia. Per dire… che la “fedeltà” alla ditta con me non ha, per fortuna, funzionato)

  8. caterina

    buona serata volevo un informazione il consulente deve venire a aprire i pacch ho sono imbranata, io con 2.800 euro di spesa penso che era il minimo, non mi ricordo niente impcchetto

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Beh, chiamalo, no?

      • caterina

        ho chiamato ma era impegnato ,premetto non è stata fatto una dimostrazione forse verrà in settimana

  9. Mafaldo

    il nuovo fin da subito presenta problemi di silenziosità. In certe condizioni emette un sibilo molto fastidioso. Neanche l’assistenza ha risolto il problema.

  10. Nkk86

    Ciao marco.

    1. Beh, forse la casa su 3 piani come la mia è un po’ l’eccezione, ma la maggior parte dei miei conoscenti vive in case su 2 piani, quindi non vedo tutta questa particolarità. Sono d’accordo che in qualunque caso il peso dell’aspirapolvere crea disagio a prescindere, ma proprio per questo (senza rinunciare alla potenza aspirante) vale la regola più leggero è, meglio è; ed in questo il folletto è una spanna sopra agli altri. Come ti ho detto prima, non considero il mio v6 perché nonostante il peso piuma in confronto al folletto aspira pochissimo (o dura pochissimo).

    2. Ok

    3. Ok.

    In ultimo, come ti ho detto lavoro nel settore automotive anche elettrico, e fidati, dalle batterie abbiamo già tirato fuori il massimo. Nel settore parlano adesso dei supercondensatori a nanotubi ma hanno già dato tempi di sperimentazione di circa 20 anni. Con le tecnologie attualmente utilizzabili siamo al limite come densità energetica e la tecnologia utilizzata non permette cambiamenti, ma solo piccoli affinamenti. Ergo, non vedremo prima di decenni scope a batteria di potenza comparabile a quelle a filo con una durata accettabile.

    Ps. Già oggi la dyson preleva dalla batteria circa dieci (10) volte la potenza oraria in wh creando non poco stress alla stessa. E la tanto pubblicizzata stazione di ricarica non fa che diminuire la durata della batteria stessa: non tutti sanno che una batteria è vincolata ad un numero di cicli di ricarica, dopo cui perde efficacia. Ricaricare una batteria con tecnologia al litio una volta al giorno ti garantisce la durata standard temporale (circa 3 anni); metterla in carica in continuazione nella stazione di ricarica ne accorcia drasticamente la vita. Ecco perché consigliamo la ricarica delle vetture elettriche a batterie quasi scariche, se possibile, ed ecco perché non ho montato la stazione di ricarica ma ricarico la dyson solo quando totalmente scarica. Purtroppo oggi i limiti delle batterie sono questi e, purtroppo, lo saranno per molti anni.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non c’è bisogno di chissà quale rivoluzione per le batterie di un’aspirapolvere, basta che durino un po’ di più e e che sopportino più cicli di ricarica: già adesso, come detto, i modelli Dyson hanno una autonomia sufficiente per il proprio scopo e durano 3 anni (secondo me di più), che non sono pochi, e possono pure essere sostituite.

      • nkk86

        Ciao marco

        Probabilmente hai ragione, lo spero anch’io, ma attualmente i limiti sono questi e vedendo tutti i giorni quanto producano gli investimenti sulle batterie in rapporto ai reali cambiamenti (pochi), ci credo poco….

        Adesso però abbiamo esulato troppo dall’argomento dell’articolo… :D

        Scusami per i per i miei lunghi commenti, spero solo di aver creato spunti di riflessione e magari aver chiarito un pò di dubbi a qualche utente.

        Ciao a te e a tutti i lettori.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Assolutamente, si, grazie di averci scritto!

  11. nkk86

    Buonasera. Preciso che possiedo, oltre al folletto, anche un dyson e un kirby. Tralasciando il kirby (buona potenza aspirante ma peso assurdo, maneggevolezza infima e rumorosità assordante, mi ha fatto odiare gli aspirapolvere a traino), vorrei fare, da consumatore, alcune precisazioni.
    1- peso: il mio folletto (vk 140) pesa sulla bilancia 3,4kg (sacchetto vuoto); tanto per fare un paragone, la scopa dyson di mio zio sfiora i 9kg a vuoto. Le scope citate nell’articolo non hanno senso di esserlo: quando parliamo di pesi paragonabili la potenza aspirante non si avvicina neanche lontanamente (ho provato la imetec piuma, leggera sì, 3 kg o poco più, ma non paragonabile come forza) e la citata dc45 (io ho la v6) è una scopa a batteria leggerissima ma con tutti i limiti del caso (per capirsi: la v6 ha dura 17 minuti a 28aw, cioè quasi un decimo della potenza aspirante del folletto, e 6 minuti 100aw, che cominciano a essere sufficienti, seppur meno della metà del folletto, ma 6 minuti!!….)
    2- consumo: il vk 140 consuma 900w (senza accessori, chiaro) per 260aw di potenza aspirante. Sempre la stessa scopa dyson da 9kg di cui sopra per la stessa aspirazione ne consuma 1300. Ho poi sentito dire, ma non ne sono certo, che l’ultimo folletto ha 280aw con 700w di consumo.
    3- sacchetti: morirei senza. Sono un allergico alla polvere e avere il filtro hepa integrato nel sacchetto anziché esterno è una benedizione (soprattutto perché tutte le volte che cambio il sacchetto cambio anche l’hepa, che quindi è sempre efficiente). Inoltre i sacchetti, almeno quelli che uso per il 140, hanno una portellina a molla per cui il sacchetto a riposo (anche al momento del cambio) è sigillato.
    4- dyson: ho un dyson v6 (è una scopa a batteria) che mi aiuta nelle faccende domestiche quando il folletto sarebbe troppo scomodo o troppo complicato, tipo zone lontano dalle prese di corrente, scale, ecc… ricomprerei il dyson a occhi chiusi, per l’uso che ne faccio è troppo comodo, ma mi ha anche fatto capire 2 cose fondamentali:
    1- le scope a batteria non soppianteranno i cavi per mooooolto tempo. La dyson è la migliore in assoluto ma avere la metà della potenza di una buona scopa a cavo per soli 6 minuti… mah…. certo, la colombina cordless ne dura 40 ma aspira pochissimo, a quel punto uso la dyson che a potenza base è comunque onorevole e dura 17 minuti (comunque insufficienti a pulire bene una casa di 80 mq)
    2- sacchetto: va bene il risparmio, ma io devo andare a svuotare la dyson in giardino: quando apro il contenitore una buona parte della polvere si riversa nell’aria, specie quella finissima che si racccoglie al centro. È una cosa che odio, preferisco spendere per un sacchetto che almeno mi garantisce che quello che ho aspirato non torni sul pavimento….
    3- costo: ho pagato la v6 quasi 500 euro, il modello nuovo ne costa 600. La ricomprerei sicuramente, ma a ben vedere siamo quasi sui prezzi di folletto, per una scopa a batteria….
    Ps: per favore non confrontiamo i traini con le scope, sono due mondi diversi. Un mio amico ha un dyson a traino e si trova da dio; ho avuto modo di provarlo ed è veramente buono, ma è un traino, categoria di aspirapolvere con cui proprio non mi trovo (gusti personali). Il confronto reale si deve fare con altre scope, le cui uniche paragonabili sono sempre le dyson (!) per potenza aspirante ma come dicevo con un peso non irrisorio: ho 2 rampe di scale e non mi ci vedrei a farle con 9 kg in braccio, a volte mi scomodano i 3 kg e mezzo del folletto…

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie del tuo lungo post, ricco di spunti! Vediamo punto-punto
      1- Peso: per fortuna è un dato oggettivo e quindi c’è poco da dire. I Dyson a filo oscillano dai 5 ai 7,5 Kg circa, quelli a batteria sono invece dei pesi piuma da 2 Kg soltanto (batteria compresa!). Non so bene che modello abbia tuo zio, comunque il raffronto andrebbe fatto a parità di accessori montati. In ogni caso, più che il peso in un aspirapolvere conta la maneggevolezza, il bilanciamento.
      2- Potenza: come detto molte volte, non ha senso andare a raffrontare la potenza massima dichiarata: per valutare i consumi si dovrebbe andare a vedere l’energia assorbita per aspirare la stessa quantità di sporco, e qui entrano in gioco molti fattori e il confronto è difficile.
      3- Concordo: il pro del sacchetto è una maggiore praticità e pulizia, il contro è il costo.

      Parliamo adesso degli aspirapolvere a batteria. Come dici tu, per adesso sono complementari rispetto ai potenti modelli a filo, e nessuno vuole metterli oggi sullo stesso piano. Forse tra qualche anno. Per ora, si usano per una passata veloce e non per le pulizie di primavera. L’argomento è lungo, e sicuramente lo approfondiremo, ma intanto un paio di cose vorrei precisarle: innanzitutto il pratico sistema di carica del Dyson fa si che ogni volta che si usa la batteria sia sempre al 100%, e per l’uso per il quale sono pensate, è sufficiente. Per aspirare una casa di 80mq 17 minuti sono più che sufficienti, per pulirla “bene” devi invece usare altro. In prospettiva le cose non potranno che migliorare perché gli studi sulle batterie sono molto intensi, con novità frequenti.

      • nkk86

        Ciao marco, grazie a te per la risposta.
        Se me lo permetti, ti rispondo subito punto per punto.

        Premesso, e ci tengo a sottolinearlo, che non ho intenzione di fare paragoni né con le scope a batteria (perché da possessore posso dire che per quanto utilissime hanno grossi limiti, come già detto) né con i traini, in quanto di categoria diversa (sarebbe come confrontare un piano cottura ad induzione ad uno a gas: il risultato finale è lo stesso, ma il suo modo di utilizzo profondamente diverso).

        1- il peso di un aspirapolvere (scopa elettrica!) ben costruito non rappresenta alcun problema per le pulizie “al piano”. A me non interesserebbe se la mia scopa elettrica pesasse 9 kg come il dyson di cui parlavo, peraltro bilanciato molto bene: nonostante pesi oltre il doppio si tiene in mano come il folletto. Il problema sta negli “spostamenti”: come dicevo ho 2 rampe di scale in quanto abito in una villetta a schiera su 3 piani e mi darebbe non pochi pensieri il dovermi sobbarcare un peso simile. Per quanto riguarda la maneggevolezza lasciamo perdere, la spazzola snodata del 140 è una cosa incredibile. Tra l’altro mi è parso di capire che nel modello nuovo la hanno abbandonata per una più tradizionale, fissa… mha… contenti loro….

        2-concordo con te che la potenza massima dichiarata non deve essere presa come metro di paragone assoluto, ma la si può utilizzare per fare un paragone di efficienza (che vale sia alla velocità minima che massima, in quanto è più o meno costante). Ovvero se folletto ha un rapporto consumo efficienza di circa 3,5 (dati alla mano), e altri aspirapolvere anche molto blasonati sfiorano o superano il rapporto di 5 qualcosa significa. A titolo di esempio, ho avuto in casa una rowenta, non ricordo il modello, un regalo, che aspirava molto bene, diciamo più o meno come il folletto. Ogni tanto, ma sempre con l’aspirapolvere acceso, saltava la luce. Pensavo fosse un problema dell’aspirapolvere e invece scopro che la macchina consuma 2000w (!), e quindi bastava poco in più per mandare in sovraccarico l’impianto. Ora, a parte esempi estremi, vedere che posso dare un’aspirata efficace al pavimento, alla velocità minima, con un consumo di diciamo meno di 100w (non ci ho collegato un amperometro ma i dati ufficiali danno più o meno quel valore), e comunque se lo metto al massimo ho in mano una signora scopa elettrica, quando la concorrenza consuma quasi il doppio per la stessa forza aspirante mi fa capire che chi dice che il folletto “consuma troppo” o “non ha una buona potenza” non sa di cosa parla o vuole denigrare a prescindere.

        3- il sacchetto, nonostante il costo aggiuntivo, per me è indispensabile (ho scritto cosa mi tocca fare per svuotare la dyson) nell’aspirapolvere principale di casa; poi de gustibus non disputandum est.

        Per quanto riguarda i portatili, come ti ho detto, da soddisfatto possessore, ritengo che non siano attualmente confrontabili. Poi che tra 4/5/10 anni arrivi la tecnologia per fare la rivoluzione quello non possiamo saperlo ed è quindi inutile dire che “hai preso un aspirapolvere che dura 20 anni ma forse, bho, chi lo sa, tra 6 anni potrebbe, forse, esserci la rivoluzione”.
        Tra parentesi, lavorando nel settore automotive di cui una parte riguardo l’elettrico ti posso dire che con le batterie, di qualunque tipo e tecnologia (escluse le nucleari, ma per forza di cose), siamo ad un grosso punto di arresto.

        Come siamo ad un punto di arresto sulla tecnologia di filtraggio: la vera rivoluzione poteva essere la filtrazione ciclonica ma ha dimostrato tutti i suoi limiti, primo il sistema di svuotamento che è tutto fuorché igienico ed adatto a soggetti allergici e secondo la necessità di un filtro hepa esterno che va periodicamente sostituito ad un costo non indifferente (tipicamente tra i 25 e i 50 euro). La soluzione migliore, opinione personale, è quella di folletto e di alcuni miele, ovvero tutti i filtri integrati nel sacchetto: come gia detto, cambio il sacchetto e cambio tutto il filtraggio che quindi rimane sempre in perfetta efficienza. Non vedo che tipo di rivoluzione si potrebbe fare su questi sistemi.

        Ultimo ma non ultimo il costo. Sono d’accordo che sia un prodotto molto costoso, ma offre determinate caratteristiche che solitamente si trovano racchiuse in prodotti diversi fra loro. Leggerezza-scope che aspirano poco, potenza-scope che pesano molto, filtraggio-sistemi particolari, costosi, che necessitano di filtri aggiuntivi, ecc… ecc…
        E ricordo comunque che come hai detto anche tu nell’articolo un folletto costa dai 600 agli 800 euro, quindi niente di esagerato rispetto ad un miele top gamma o un dyson top gamma che se non costano quelle cifre costano poco meno. Secondo me il vero “troppo costoso” sono le tanto decantate scope a batteria, che come hai detto anche tu attualmente non possono sostituire una filo: 200/300 euro per una colombina cordless o una hoover athen? 500 euro per un dyson v6 e 600 per il v8? Ma siamo pazzi? E dov’è l’esagerazione del folletto a 700 euro?

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Grazie, di scrivere si vede che tu sei un consumatore attento! Non abbiamo lo stesso punto di vista, ma va bene, siamo qui per confrontarci!
          1- Quello della casa su 2 piani è un caso che definirei “particolare” e che crea disagio qualunque sia il peso dell’aspirapolvere
          2- In effetti, non ho mai detto che Folletto consuma troppo!
          3- Capisco
          Sui portatili, io sono certo che tra pochi anni ci sarà la rivoluzione, non 5 o 6, forse anche meno! Sulle batterie c’è una vera gara all’investimento nella ricerca e può bastare una semplice diminuzione dei costi delle migliori tecnologie attuali, non chissà quali rivoluzioni tecnologiche.

  12. andrea

    ho letto l’articolo e anche decine e decine di commenti….forse non avete capito che marco non sta dicendo che fa schifo, ma sta dicendo che spendere migliaia di euro per questo aspirapolvere è assurdo dato che la reale qualità del prodotto non giustifica il prezzo esorbitante

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie! Mi sento un po’ meno solo ;)

  13. daniele

    Ciao marco, qualche giorno fa ti avevo chiesto un consiglio…ho risolto dovo varie recensioni sul web, varie valutazioni e tutto….ho acquistato la nuova dyson small ball, guarda è incredibile….sono senza parole….mi piacerebbe se tu facessi qualche recensione su questo articolo della dyson….anche mia suocera si è convinta che è meglio della sua folletto….

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Si, è in programma (lo so, siamo lenti): intanto dimmi, secondo te non è troppo ingombrante/pesante? Intanto, mi fa davvero piacere che tu abbia seguito il mio consiglio e che ti sia trovato bene!

      • andrea

        Ciao Marco, allora intanto non è la dc51, lo sottolineo perchè esteticamente posso sembrare uguali ma in realtà sono 2 articoli diversi….la differenza sostanziale è che se metti questa small ball in posizione verticale, il flusso di aspirazione si sposta in un tubo collegato dietro che si allunga per diversi metri, quindi anche i punti che prima non si potevano raggiungere, adesso si puliscono con facilità…..come peso (kg 5,5) non la trovo pesante, l’unica “pecca” se cosi la vogliamo chiamare, è che sul mio pavimento, se la metto alla massima potenza, praticamente si incolla a terra e diventa un po difficile….per quanto riguarda l’ingombro, non trovo nessun problema in merito…

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Hai proprio ragione, sono due oggetti esteticamente quasi uguali ma in effetti diversi. Il problema è che avevo anche consultato il codice Asin dell’articolo ed era uguale!

  14. daniele

    Ciao Marco, volevo farti una domanda…devo comprare un aspirapolvere (non voglio la folletto) potresti dirmi secondo te quali siano i migliori modelli attualmente in commercio….cerco recensioni sul web ma sinceramente non so quanto siano attendibili, sia quelle negative che quelle positive…a prescindere dal prezzo che abbiano, vorrei sapere da te quale aspirapolvere sceglieresti….a me ne servirebbe una con tantissima potenza aspirante dato che ho un cane e preferirei che non sia a traino, mi sembra un morto questa cosa che devo trainare

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      La potenza è prerogativa degli aspirapolvere carrellati, altrimenti si rischia di avere una scopa elettrica troppo pesante ed ingombrante. Uno dei modelli più potenti è senza dubbio la scopa Dyson Small Ball – DC51. Anche Miele e Hoover fanno ottimi modelli di scope. Prometto che poco alla volta inseriremo prove anche di queste marche.

      • daniele

        anche io avevo visto questa dyson, ma guardando le recensioni su amazon (lo posso scrivere?? ) c’è chi dice che è troppo potente e c’è chi dice che non asprira nemmeno le briciole di pane….è questo il problema, c’è troppa differenza di valutazione sia in quella troppo positiva e sia in quella troppo negativa…..è questo che mi confonde

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Ti confermo che è molto potente, chi dice che non aspira neanche le briciole dice il falso o forse si è dimenticato di attaccare la spina! Il suo svantaggio, piuttosto, è che è tutt’altro che una scopa agile, ma questo penso si veda anche ad occhio!

  15. Elena

    Ho acquistato un Folletto nel 1993, quando mi sono sposata. All’epoca non ebbi alcun dubbio riguardo al suo acquisto in quanto sia mia madre l’aveva a casa sua da almeno 10-12 anni ed io stessa lo utilizzavo quando la aiutavo, spesso, a fare le pulizie, sia mia suocera che ne possedeva addiruttura due : il primo da almeno 20 anni (proprio il primissimo modello, quello con il pedale d’accensione posto sul piccolo motorino quadrato sopra la spazzola!!) entrambi utilizzati ancora oggi, nessuna di noi ha fatto manutenzioni sulle nostre aspirapolveri, solo cambiato le spazzole usurate e, ovviamente i sacchetti.
    Tre anni fa, ho cambiato casa e, su insistenza di mio marito e convinta anche dal fatto che sia io che mio figlio siamo due allergici (anche se non agli acari della polvere), ho acquistato ed installato un aspirapolvere tipo quelli degli Hotel: Scopa telescopica wirless stra leggera (corredata da varie spazzole, spazzoline tubicini, spazzola battitappeto, ecc) collegata con un tubo lungo 6 metri che attacco in tre punti della casa, lo sporco passa in condotti all’interno del muro e convogliato in un raccoglitore posto anch’esso all’interno del muro del terrazzo. E’ chiaramente un mondo completamente diverso e assolutamente non paragonabile con il Folletto, ma solo così mi sono accorta della differenza in primis sulla pesantezza e poi sulla potenza di aspirazione….. Ma solo ora leggendo i vostri 7 motivi per non acquistarlo, mi rendo davvero conto che mi sta crollando un MITO. In effetti essendo soddisfatta del mio caro folletto che ha sempre funzionato come il primo giorno, non mi sono mai preoccupata di doverlo cambiare e cercare modelli magari anche più innovativi e diversi. Anche la recente visita di una mia amica, da anni venditrice del BimBy (che non possiedo per scelta) che mi è venuta ad illustrare un nuovo elettrodomestico: l’asciugatrice Agento della House to House. So che non è il tema da voi trattato, ma proprio la mia diffidenza in merito a questa nuova casa costruttrice (quando è venuta la mia amica pensavo fosse prodotto dalla stessa casa che produce Folletto e Bimby). Cercando in internet , non ho però trovato niente e nessuno che ne parlasse nonostante, mi dicono, l’azienda esista da almeno 10 anni. Ovviamente costa come la miglior asciugatrice della Miele per cui non essendo così sprovveduta ho voluto accertarmi meglio e cosi sono imbattuta nel vostro sito perchè volevo cercare qualcuno che criticasse anche il mio Folletto!!!!! Mi avete aiutato comunque a desistere circa il suo acquisto, ma ho anche notato che non avete consigli circa le asciugatrici in genere come elettrodomestico.
    Potete aiutarmi nella scelta???
    Grazie mille.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Mi fa piacere che i nostri articoli ti siano stati utili; come ti dicevo nell’altro commento, abbiamo in programma di parlare anche di asciugatrici.
      Fammi spendere una parola sul sistema di aspirazione canalizzato che hai in casa: semplicemente è il top! E’ un altro pianeta rispetto anche al migliore aspirapolvere: avendo il motore e lo scarico al di fuori dell’ambiente da pulire, non si ha rumore ne’ problema di particelle reintrodotte. Va da se che la sua installazione è davvero complessa e praticamente va fatta solo in caso di ristrutturazione della casa.

  16. Franco

    Per dovere di cronaca e non per animosita’ preconcetta.
    Qualche giorno fa il rappresentante della Folletto mi e’ capitato in casa a controllare l’aspiratore, che ha 10 anni e, fino a quell’istante, era sempre andato bene.
    Mi sono stati spiegati i motivi per cambiarlo, il costo , i vantaggi e, dal momentop che l’aspiratore, dopo essere stato ben smontato e controllato dall’addetto:
    A) non aspirava piu’ e scaldava il motore
    B) la spazzola battitappeto non funzionava piu’
    diventatava ” necessario” cambiarlo subito!
    Non ho accettato.
    Dopo che e’ uscito il rappresentante, ho smontato e rimontato correttamente il sacco e l’aspirazione e’ riapparsa!
    La scopa battitappeto non girava piu’ perche’ una aletta di contatto con il corpo dell’aspiratore era piega ta e non faceva piu’ contatto.
    Stamattina ho riallineato e bloccato con la colla la aletta ed e’ riapparsa anche la rotazione della scopa!
    Il Folletto, come tatti altri aspiratori va bene, la politica aziendale di questo tipo NO.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Non posso che concordare!

  17. Ryan

    Ciao, volevo chiedervi cortesemente, ma é vero che i sacchetti non originali rovinano il folletto ?
    Ho un vk 135 e non vorrei rischiare di rovinare il motore, ma neanche continuare a spendere un esagerazione in sacchetti.

    In piu sapete darmi qualche consiglio su come mantenere al meglio la sua efficenza ?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Direi che dipende dal sacchetto: tra quelli compatibili ce ne sono di validi e altri di pessimi che possono davvero rovinarlo, e questo è un concetto che vale per ogni aspirapolvere.

      • Ryan

        Qualche consiglio su qualche sacchetto compatibile ma buono ?
        Sto guardando su ebay ma ne esistono molti….

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Dai un’occhiata ai link su Amazon che indichiamo in questo articolo e verifica le recensioni degli altri acquirenti, sono abbastanza attendibili.

  18. benito

    Il vero motivo del costo esorbitante è dovuto al sistema di vendita. Un agente vende in media da uno a tre apparecchi al mese. E da quelle vendite ci guadagna lui più il capo area e il distributore… Non è difficile fare due conti… Il costo reale non supera i 200 € il resto sono tutte provvigioni! Ecco perchè il canale di vendita e così blindato.

    • Leonardo

      Sono un Agente folletto…e non è vero che un Agente vende 2/3 apparecchi al mese….se fosse vero non potremmo nemmeno fare gasolio….e poi non è un sistema a piramide….la provvigione è dell’agente.,capito!!!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Magari anche qualcosa di più di 200 euro, ma il ragionamento fila.

  19. Elena

    Buongiorno, porto la mia esperienza da profana.
    Non possiedo un Folletto, bensì un comune aspirapolvere a traino, senza sacchetto, di nessuna marca “famosa”, pagato una fesseria 3 anni fa all’Ipercoop della mia zona.
    Per casa mia (140mq su un piano), in cui siamo in tre -senza animali- e stiamo attenti a non entrare con le ciabatte che usiamo in giardino, è più che sufficiente per le pulizie d’abitudine.
    Mia mamma ha il Folletto -non ho idea del modello-, versione base (solo scopa e tubo lungo con beccuccio fino), acquistato a marzo 1991 per la “modica” cifra di un milione e duecento mila lire.
    A parte l’acquisto, negli anni, dei sacchetti di ricambio, non l’ha mai manutenzionato in alcun modo e funziona egregiamente. E’ leggero, pratico, non consuma energia più del dovuto ed è abbastanza silenzioso. Mia mamma lo usa sia nelle pulizie quotidiane (ripasso delle briciole sotto il tavolo della cucina) sia per quelle più impegnative, quindi in questi anni (in casa eravamo 4, circa 160mq, avanti e indietro dal giardino come fanno i bambini) è stato usato e, talvolta, abusato.
    L’ho usato anch’io, dopo finita la costruzione della casa, per dare le ultime aspirate ai pavimenti (dopo aver aspirato col bidone la calce e i grumi degli scarti di lavorazione e averli lavati cento mila volte con acqua e aceto per togliere quella patina di sporco, davvero sporco) prima di montare i mobili.
    Io posso dire che, a differenza della mia scatoletta di cui sopra, la differenza si è vista eccome.
    Detto questo, non è che tutti i giorni costruisca case e debba pulire pavimenti “cragnosi”.
    Quindi, in sunto, a meno che non necessitiate di dover aspirare lo sporco che più sporco non c’è, non ha senso spendere tutti quei soldi per un prodotto di uso quotidiano e standard.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie di aver condiviso la tua esperienza, Elena. ma non c’è bisogno di fare alcuna rinuncia! Il punto della questione è che si può “salvare capra e cavoli”, ovvero avere una pulizia efficace quanto e più del Folletto ma spendendo molto meno, andando a cercare tra molti altri validi aspirapolvere in commercio. Quio nell’articolo indichiamo qualche alternativa, a breve scriveremo altri approfondimenti.

  20. Marco75

    Ho provato molte volte il Folletto. Ce l’hanno mia madre i mia suocera. Sicuramente un prodotto valido.
    Al momento di acquistarne uno per la casa nuovo mi sono messo a fare ricerche ed essendo un tecnico sono andato a vedere le caratteristiche tecniche ed i dati di targa. Beh i risultati della ricerca sono stati sorprendenti.
    Il Folletto in realtà è ben lontano dalla vetta come potenza di aspirazione e consumi. Il migliore risultava il Dyson (non mi ricordo più quale modello) veramente sopra tutti come potenza di aspirazione (diversa dalla potenza in Watt dell’apparecchio, non confondetevi). Tra i migliori Hoover con un costo ridicolo (circa 70 Euro senza accessori). L’ho comprato su Amazon a circa 120 Euro con tutti gli accessori e quando è arrivato e provato la sorpresa è stata grande. Aspira circa 2 volte in più del Folletto. Fatto confronto simultaneo con il Folletto di mia suocera. La rumorosità è simile e l’accessoristica più o meno la stessa. Adesso l’abbiamo da 4 anni è và da dio. Ve lo dice uno che gli apparecchi elettronici li progetta. Il Folletto è stra stra stra sopravalutato ed ha un prezzo veramente Folle. Poi chi lo compra a quelle cifre si autoconvince che sia il migliore ma credetemi non è così e ve lo potrei provare con i fatti. Magari voi direte che il Folletto è robusto e dura una vita. Dovrebbe durare 100 anni per poter ammortizzare 1500 euro. Io con 120 da 4 anni sono stato servito egregiamente e probabilmente ne durerà altri 4 o più. Sfatiamo i falsi miti…guardiamo alla concretezza.

    • federica

      che modello è quello che hai te”

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Caro marco75, vedi quante sorprese ci sono per il consumatore attento!
      Per prima cosa, ti chiedo di condividere il nome del modello che hai acquistato! E poi spendo una parola a favore di Folletto e in genere degli aspirapolvere di maggiore costo: il valore non sta solo nella pura potenza ma nell’efficacia effettiva, che è un connubio di potenza, maneggevolezza, ergonomia, peso, accessori, ecc. Da questo punto di vista, devo dire che raramente si trovano apparecchi competitivi in senso assoluto tra i modelli base di gamma, ma questo potrebbe certamente essere una piacevole eccezione!

  21. fabrizio C.

    mi sono imbattuto in questo forum per caso perchè cercavo (come altri ) se su internet si trova un listino ufficiale sulle composizioni e set (modote più accessori vari) che vengono proposti……e mi pare di essere in quei forum PRO/ANTI APPLE. Giusto ieri mi sono imbattuto in un agente che in fiera mi ha fatto una dimostrazione: solitamente rifiuto ma cercando da un po di tempo delle lavapavimenti mi sono soffermato. Intanto non ho visto alcuna “pistola sul tavolo”! Sicuramente la loro tecnica è “aggressiva” e l’ha ammesso anche lui. Per la cronaca, in campagna ho anche una scopa hoover (mi pare 1200w) e un aspirapolvere miele (quella con motore sepatato e tubo flex) comperate “in lire” ma francamente il folletto lo trovo superiore come versatilità, potenza e risultato finale. Ieri non, so se correttamente, ho comperato li nuovo vk200 con lavapavimenti e un po di altre cose a 1300€ e il prezzo mi pare buono visto quello che lo letto anche su questo sito … e se davvero aspira e lava bene (vedremo qualdo arriverà) costa meno di una donna delle pulizie in un anno….. poi è naturale che chi lo ha comperato dica che il prodotto è buono: con quello che costa si passerebbe per fessi, no? a parte le battute, non voglio o devo convincede nessuno (non sono un venditore, ma un architetto): ho visto in cantiere usare un vk120 dal parquettista (che lo usa da alcuni anni) per aspirare segatura ecc, io uso a casa il vk 150 un paio di volte alla settimana (piu pulizia dell’auto quaòche volta) dal 2003 e va senza problemi, speriamo che il nuovo 200 non mi faccia ricredere e cosi in campagna mi porterò il vecchio. N.B. per la cronaca a casa usiamo anche il vecchio Bimby tm21 dal 2003 praticamente tutti i giorni e quando andiamo in ferie viene con noi: un grandissimo aiuto in cucina! impeccabile e superaffidabile!

    • Emanuele

      Ho appena smontato un VK130 o a cui la mitica assistenza voleva sostituire la scheda per una cifra assurda, quando è bastato rifare una saldatura per rimetterla in funzione.

      La qualità delle plastiche è scadente, tale e quale a quella dei modelli di tante altre marche.
      Non ho mai posseduto un aspirapolvere “top” personalmente, ma ricordo un Hoover a traino di mia madre che è durato veramente venti anni, il primo ad avere la variazione elettronica della potenza sul manico della scopa. Dopo una quindicina d’anni gli fu cambiato il tubo a spirale e fu revisionato il motore (fisiologico per un motore a spazzole usato come quello). Il segreto è sostituire i sacchetti per tempo e tenerlo pulito dentro e fuori.

      Per quelli ciclonici, che utilizzo adesso in casa, sempre a marchio Hoover, la raccomandazione è la pulizia dell’unità ciclonica. Spesso non bastano le raccomandazioni delle case e occorre una pulizia più radicale dell’unità. Personalmente la smonto mensilmente (più o meno) e lavo i pezzi con acqua e detersivo. Lo smontaggio può non essere semplice e serve principalmente ad essere sicuri che sia ben asciutto quando si rimonta.
      Si capisce che è fatto per durare “poco”, almeno a livello delle plastiche ecc. Ma io cento euro ho speso (Amazon, modello Shinua o come si chiama) ed è durato cinque anni, e funziona ancora bene dopo innumerevoli peripezie.
      Penso che tra poco ne compro un altro, simile. E se dura altri cinque anni, ho speso duecento euro in dieci anni.
      Signori “follettisti”, mangiatevi il fegato.
      Ah, e funziona benissimo, si incolla al pavimento come mai potrebbe un aspirapolvere di pari potenza elettrica ma con il sacchetto.

      Mi fa morire il paragone dell’aspirapolvere alla donna delle pulizie… mai sentita una sciocchezza del genere. A parte l’ovvietà che da solo il folletto non fa nulla, ma poi ha anche gli accessori carica lavastoviglie, stendi i panni, stiratura, metti nell’armadio, lava i pezzi del bagno, tazza compresa, caricamento e svuotatura lavastoviglie, eccetera eccetera eccetera.

      • Marco (staff)
        Marco (staff)

        Certo, anche smontare e lavare tutto una volta al mese non è che sia così pratico! Io che sono pigro forse opterei per farlo durare 4 anni anziché 5 ed eviterei troppi sbattimenti di manutenzione!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Il prezzo che hai strappato è buono, ma comunque per me ancora eccessivo in senso assoluto e la lavapavimenti secondo noi assolutamente inutile (Per chi vuole approfondire abbiamo un articolo sulle macchine lavapavimenti). PS: ma sei sicuro che la lavapavimenti sia compresa e che si tratti di un Folletto nuovo e non, ad esempio, di un usato fiera? Facci sapere come ti troverai.

      • Francesco Lorenzo

        Il prezzo è corretto la macchina è nuova non ha strappatto nessun prezzo, il prezzo è quello di listino, compresa di sacchi e di panni per 5 ann, quelli che sono contrari vi consiglio di provare per credere saluti

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Ti sbagli, di listino costa molto di più.

  22. Valentina

    Questo articolo a mio avviso lascia il tempo che trova……il futuro è la batteria….si,il futuro….e nel frattempo che faccio??? Io ho casa grande,due bambini e pulisco minimo due volte al giorno…..niente di meglio che un bel filo…non mi pesa di certo cambiare ogni tanto presa…..la folletto non fa nessuna rottamazione….l’apparecchio più moderno se lo vuoi te lo compri…..questa è una trovata di molti rivenditori per incentivare a comprare e loro rivendono il vecchio apparecchio o i pezzi privatamente (questo mi è stato detto da un venditore…..chissà che uno dei pochi onesti l’ho beccato proprio io). E la prova della cartina sul pavimento l’ha fatta con un normale fazzoletto tirato fuori dalla mia tasca… Sul libretto di istruzioni i dettagli dei consumi ci sono eccome…Dettagli a parte mia madre ne ha uno da 20anni….interventi di assistenza 0,pezzi sostituiti 0. Io ho il modello vk140, gli ultimi non hanno filtri tra la scopa aspiratrice e il sacchetto. Il filtro è il sacchetto stesso (brevettato tra l’altro)…e questo non me l’ha detto il rivenditore ma l’ho scoperto da sola.imparagonabile ai sistemi senza sacchetti….che per svuotarli devi scappare. Il mio ha subito diverse cadute, scale comprese, tiraggi di fili dalle mie pesti…ha 5 anni ma sembra che ne ha 20 ed è ancora una bomba. L’ho usato anche sulla polvere da cantiere quando abbiamo finito di ristrutturare. Incosciente probabilmente ma non ha fatto una piega. Io con 1200euro ho preso scopa elettrica battitappeto e picchio (per imbottiti e divani). Considerando che è una delle poche macchine multifunzione che offra diversi motori con la stessa macchina non mi sembra così eccessivo il prezzo. Io poi avendo casa su tre piani non mi alletta molto l’idea di avere mille macchine da portare su e giù per le scale facendo pulizie tutti i giorni. Inizialmente stavo valutando per l’eco aspira polti…..ma decisamente molto meno pratico. Sia da portare su e giù che per l’uso su un piano solo. I carrellabili non fanno proprio per me. Non vedo cosa ci sia di pesante in un folletto, forse non l’ha mai provato…..ci riesce anche mio figlio di tre anni……spingi su e giù e va praticamente da solo… Inizialmente avevo un miele….300euro….quando si è rotto (dopo due anni) la riparazione mi costava 170 euro più Iva….e ho deciso di prendere anche io un folletto. I soldi meglio spesi…..che poi vogliamo dire che sul mercato c’è altro, che si trova di meglio (anche se ho i miei dubbi), e che il futuro è un altro (e il presente?) diciamolo pure, non sono di certo fesserie e ognuno avrà le sue buoni ragioni…..ma io contro i 7 motivi del no ho 7 motivi per il sì. Bisogna anche considerare le esigenze personali, le abitudini e le caratteristiche dell’abitazione. E per me il folletto è il top. In termini di pulizia nessuna macchina fa miracoli, se vogliamo una cosa fatta bene ci vuole olio di gomito, c’è poco da fare. Ma nell’era moderna ci piace pensare che una macchina possa fare il lavoro al posto nostro…..ecco,questo è il presupposto sbagliato per tutti gli acquisti. Però aspira non bene,di più….non so perché ma quando avevo il miele dovevo ripassare la zona notte necessariamente ogni giorno. Avendo il parquet la polvere ti si rimangia in 24 ore. Con il folletto resta più pulito,e se un giorno non lo passo il giorno dopo ancora è cmq in ottime condizioni. Non sono un tecnico ne uno scienziato ma forse la storia delle micro particelle di polvere (che molti aspirapolveri non trattengono ma li ributtano nell’aria) intentata dal rivenditore forse forse è vera.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie Valentina della tua lunga disamina.
      Sulla batteria, siamo d’accordo, ma ciò che facciamo notare noi è che non conviene investire in un aspirapolvere di durata decennale quando probabilmente tra 3 anni ci sarà la rivoluzione, poi è chiaro, si può continuare ad andare a filo così come mio nonno andava con la Fiat 126 vecchia di 30 anni.
      Questione peso: tu dici “non vedo cosa ci sia di pesante nel Folletto”. Bhè, la sua massa! E’ misurabile e raffrontabile in maniera oggettiva.
      Accessori: il battitappeto e accessori simili al picchio puoi acquistarli con moltissimi modelli, non capisco cosa ci sia qui di esclusività.
      Molto interessante l’ultima considerazione sulla durata della pulizia. Concordo sul fatto che, se la casa appare polverosa molto presto, probabilmente è colpa del filtro che reimmette nell’aria parte delle polveri che aspira. E’ un aspetto spesso trascurato benché basilare in un’aspirapolvere. Ciò che è falso è che quello di Folletto sia tra i migliori, anzi, è nella media. In genere le scope Miele hanno filtri Hepa al top, con classi di filtraggio superiori rispetto al filtro Folletto, per cui è abbastanza anomalo ciò che ti è capitato.
      PS: curioso che qui compaiano sempre esperienze negative con Miele e Dyson, che sono i competitor più temuti!

  23. Serjo

    X Marco Staff
    Vedo che parli in maniera solo negativa, prova a fare qualche esempio, compara il folletto con un’altro aspirapolvere con le medesime funzionalità e magari scrivi anche il costo. Perchè contrasti il fatto che abbia una bassa emissione di polvere microscopica e poi mi continui a parlare dell’elevato consumo?
    Se più persone scrivono che ci si trovano bene e che rifarebbero l’acquisto avendo provato anche altre marche, perchè devi dire che sta parlando da venditore, a questo punto qualunque persona che parli bene di ciò che ha da te è visto come venditore? oppure parti già con pregiudizi verso? Secondo me dovresti cambiare titolo a questo post chiamandolo: “A me fa schifo il folletto e qualsiasi cosa positiva diciate non mi interessa”.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Caro Serjo, di esempi e comparazioni ne abbiamo fatti molti, sia nell’articolo che qui negli ormai oltre mille commenti.
      Per quanto riguarda il mio controbattere ai commenti positivi, come specificato in fondo all’articolo e come ben motivato nella risposta al tuo precedente del 20 settembre, mi indispettisco solo di fronte ai commenti palesemente falsi/pilotati/interessati. Chi invece condivide una esperienza seria e ragionata, che sia positiva o negativa non fa differenza, è il benvenuto.

      • Francesco

        Folletto si o Folletto no? E’ l’enigma del secolo!
        A me sinceramente, che si chiami Folletto o Gargamella poco importa…di certo non spendo 2000 (DUEMILA) Euro per un aspirapolvere!!!

        Fatta questa premessa, sono in cerca di un aspirapolvere “serio”, rigorosamente con cavo e sacchetti (che volete, sono un tradizionalista), che mi permette di aspirare i tappeti senza problemi di natura fisica (ho una Hoover di 10 anni, e mi distrugge il braccio) e che mi dia la soddisfazione di liberarli dai peli del mio Abnorme e pelosissimo gatto!
        Non ingombante come la Dyson ovviamente O_o

        N.B.: Ho scritto Hoover di 10 anni? Essì…ha 10 anni, mai tagliandata se non 2 anni fa per sostituzione filo elettrico…grido al miracolo?

        Aspetto un consiglio…grazie!

        • Andrea

          Ciao. Per me il top in fatto di aspirapolveri con sacco sono gli Electrolux. La serie Zen offre anche livelli di rumore sensibilmente bassi. A seguire Bosch, Miele/Hoover. A buon mercato anche i Rowenta, serie silence force, sulla carta 4a e ben accessoriato.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Per tutti quelli come te che giustamente cercano una valida alternativa, stiamo scrivendo articoli di approfondimento che spero vi saranno molto utili. Siamo un po’ lenti, ma preferiamo scrivere cose giuste e comprovate. per adesso abbiamo riposto ai tanti che ci chiedevano sulle lavapavimento e qualcosa sugli aspirapolvere abbiamo, ma orientativamente qui posso dirti di cercare tra i modelli top di gamma di Miele e di Hoover, con il quale ti sei trovato bene. Se maneggevolezza ed ergonomia sono le prerogative principali, ti suggerisco di andare in un centro commerciale ben fornito e provarle li, in quanto dai soli dati tecnici di dimensioni e peso non è facile capire quale sia la meno faticosa.

  24. milena

    Ciao Marco,
    escluso il Folletto,la spesa mi sembra eccessiva,sto pensando ad un dyson.Su Ebay ho trovato il modello ball dc50 ad un prezzo conveniente (proviene dal regno unito),me lo consigli anche se,credo,sia fuori produzione?Pensi che possa avere problemi con i pezzi di ricambio?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Se non sbaglio è quello fatto a scopa. Penso che tu lo trovi anche in italia con nomi simili e prezzi e caratteristiche analoghi. Cerca “Dyson small ball”. Penso che sia un modello che bisognerebbe vedere prima di acquistare. E’ infatti molto ingombrante e, per quanto progettato in maniera fantastica, risulta decisamente più scomodo di una normale scopa elettrica. In compenso, ha la potenza del bidone (del resto è grande come un bidone!).

  25. ozzy

    Invece io sono pentita di non avere preso il folletto. Trovando ragionevoli gran parte delle motivazioni di questo articolo, un anno e mezzo fa ho optato per una scopa elettrica più economica (e comunque non economicissima: sui 300 euro), senza filo, sulla carta eccellente (e faccio pure i nomi perché sono furiosa! è il Bosch Athlet). All’inizio è strepitosa, leggera e potente. Ma dopo nemmeno un anno non aspira più niente e si spegne mentre lavora. in assistenza mi dicono che si è usurato un pezzo non coperto da garanzia e che le scope senza sacco sono delle mezze fregature (dirmelo prima no, eh?). Ho aperto un reclamo con bosh, ma non è detto che me lo sostiuiscano e intanto sono da mesi senza aspirapolvere. Così, a collo torto mi sa che prenderò il folletto. E’ vero, è carissimo, e magari dopo 20 anni mi sarà venuto a noia. Ma farcene 5-6 o perché no 10 non mi dispiacerebbe.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Stai facendo un errore molto classico. Se eri interessata a Folletto, hai sbagliato ad acquistare una scopetta elettrica a batteria. I motivi sono due, il primo è che si tratta di un elettrodomestico totalmente diverso, inadatto come unico aspirapolvere per una casa di dimensioni medie. Inoltre, a mio giudizio, quello specifico modello non è tra i modelli a batteria più performanti. Ad oggi un aspirapolvere a batteria deve essere “al top”, per funzionare bene. Tra 5 anni magari tutte le marche avranno ottime scope a batteria, ma per adesso è ancora dura.
      Ultima osservazione: affermare che le scope senza sacco sono delle mezze fregature è una generalizzazione del tutto sbagliata: hanno i loro pro ed i loro contro, ma non è che la mancanza di sacco pregiudichi l’affidabilità.
      Fossi in te darei un’occhiata al mondo di aspirapolvere a filo.

      • ozzy

        Vero, Marco. Però se l’Athlet avesse continuato a funzionare come funzionava all’inizio avrebbe soddisfatto egregiamente i miei bisogni: l’appartamento è piccolo, ci stiamo poco, non abbiamo animali e ribadisco, la macchina lavorava davvero bene. Peccato che dopo pochissimo tempo (e un uso non certo selvaggio) sia da buttare. Ovvero, la qualità degli elettrodomestici si misura non tanto sulla performance, ma sulla capacità di mantenerla invariata nel tempo. E mi sembra che il folletto in questo senso dia più garanzie di altri. Sbaglio? Se poi ti vengono in mente competitor altrettanto, o quasi, solidi nel tempo sarò felicissima di prenderli in esame! Grazie mille :)
        (Ah, scusami: aggiunta & precisazione. Il problema di questa scopa elettrica a batteria non è la batteria, che si spegne ma comunque si riaccende subito, quanto proprio le parti meccaniche della scopa: si sono usurate delle rotelline che non fanno più scivolare la macchina sul pavimento compromettendo l’aspirazione.)

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Le marche di comprovata affidabilità le ripetiamo spesso, sono Miele, Dyson, Hoover e i top di gamma di Philips e pure Bosch. Certamente ve ne sono altre, su queste abbiamo molto feedback. Fare della statistica con 1 solo modello è fuorviante. Venendo al tuo problema, parrebbe davvero minimo anche se fastidiosissimo, ipotizzo che si possa sostituire, se non le rotelle, la spazzola. L’apparecchio è ancora in vendita, secondo me il ricambio lo trovi online.

  26. rino

    e’ vero,prezzo esagerato, ma secondo me e’ il numero uno
    sono al secondo mio folletto e non lo cambierei con nessuna aspirapolvere,
    ho provato altre scope elettriche a casa di mio figlio e di mia mamma,
    di marche diverse,fra le piu vendute,ma mi sembra di tenere in mano dei pezzi di legno dal rumore assordante,naturalmente il mio e’ un parere personale,ma conosco tantissima gente che la pensa come me.
    folletto tutta la vita!!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Penso che tu non abbia provato dei modelli “giusti”!

      • Ela

        eh si…modelli giusti.. e quali sarebbero…dove cercarlo se nei negozi ci sono sempre gli stessi modelli e nessuno che te li spieghi bene e non puoi neanche provarli!!.. ho preso un rowenta airforce senza filo a 210euro lerche voglio pulire velocemente e senza rotture.. il fatto e che sia senza filo e bellissimo ma la plastica e abbastanza scricchiolante e aspirazione insomma. va bene x una scopa x tutti giorni ma x le pulizie più profonde? x gli angolini? nei cassetti? allora presi aspirabriciole ma nn fa niente. …. e quindi dovrei avere un aspirapolvere traidzionale x avere dei accesori?
        e devo avere due,3,4 prodotti in casa .. e dove li metto.. gia la veranda e un casino.
        voglio una cosa compatta che duri,che pulisca e che la posso mettere nel mio.micro ripostiglio.
        e poi Dyson ..i modelli quelli migliori costano un sacco di soldi pure.
        poi x la rete in vendita….. qui pagano gli agenti ma.nn pagano la pubblicità nei negozi ecc. da produttore al consumatore.
        almeno cn folletto lo provi,te lo spiegano bene. ben venga che vengono pagati per il suo lavoro.
        io cmq nn ho folletto ma vostri pareri nn mi sembrano tanto imparziali.. e ovvio chi non ce l’ha lo critica,chi ce l’ha lo osanna…..
        lo stesso cn bimby che io ce l’ho e adoro. e costa pure tanto sempre criticato ma nn lo cambierei, mi aiuta tantissimo.
        aggiungo.. casa da 90mq,3 figli e un lavoro cm.cake designer perciò. ….

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Grazie dell’ennesimo spot, mi limito a far notare che se fai il paragone tra un Folletto ed una aspirapolvere a batteria di bassa qualità e con un aspira-briciole, siamo ben lontani da un confronto utile. Qui su queste pagine noi ci proviamo a dare delle alternative: chi vuol recepire il consiglio in genere rimane contento, gli altri, beh… che si tengano felici i propri elettrodomestici da migliaia di euro!

      • Massimo

        Ho avuto sia il Dyson che il folletto v140, differenza di 200 euri circa: prestazioni eccellenti per entrambi, Dyson più rumoroso ed ingombrante ma aspirazione perfetta anche con carrello pieno mentre il folletto col sacchetto pieno un pochino aspira meno. Punto negativo del Dyson e penso per tutte le aspirapolvei senza sacchetto è lo svuotamento del carrello dalla polvere, devi farli necessariamente all aperto perché appena sblocchi e lo muovi le micropolveri fuoriescono….
        Ho provato altre aspirapolvere, di varie marche, vero che per aspirare nn occorre una tecnologia particolare e che forse è più una questione mentale, ma tutte hanno avuto dei problemi sia di rottura di materiale che di motore nel giro di 3 anni, ma proprio per lo stesso motivo, preferisco affidarmi ad un attrezzo resistente che mi duri nel tempo senza crearmi problemi, che doverlo cambiare ogni 3 4 anni, che sicuramente avrà nuove tecnologie ma come so è detto….per aspirare non ci vogliono “genialate”

  27. Daniela

    Ho un Rowenta dal 1994, lo uso regolarmente e non mi ha mai dato un problema. Mia madre prese il Folletto negli anni 80 e non lo ha usato tanto perchè veramente poco pratico (non passava nemmeno sotto il letto). Mia suocera si è lasciata convincere ad acquistare l’ultimo modello superaccessoriato pagato più di 1000 euro, usato 3 volte e adesso….stiamo cercando di rivenderlo.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie della tua testimonianza. Penso però che anche il per il Rowenta sia arrivato il momento della pensione: vai a provare un modello di nuova generazione, anche della stessa marca se ti sei trovata bene, vedrai che sono più leggeri e con accessori molto utili, e soprattutto consentono una pulizia migliore grazie ai filtri di nuova generazione.

      • Antonio

        Marco sei un grande. Te lo dico da “appassionato” di elettrodomestici ed elettro utensili vari , girando per la rete quando si ha bisogno di recensioni e consigli, non ho mai trovato uno con dei commenti e consigli sani come i tuoi. Oggi ho avuto in casa un rappresentante folletto e mi ha, di più mia moglie, ” sbalordito” facendoci vedere quanto la casa di una “maniaca” delle pulizie sia sporca!! Se mi aspiri un tappeto con un battitappeto con spazzole rotanti è logico che “toglie roba” , se prima era stato solo aspirato! Passando lo straccetto sui mobili e sulle mensole è rimasto deluso, niente polvere ( che loro chiamano sporco). Il top è la cartina che usano sfregandola sul pavimento con tre dita, un grès porcellanato lucido che viene aspirato e lavato tutti i giorni. Era così sprorco che ha lasciato dei segnacci neri sulla cartina. Una volta andato via il rappresentante, quella stessa cartina l’ho sfregata per tutta la casa. Risultato: zero assoluto di sporco!! Il prezzo per il nuovo modello è di tremila e rotti euro, che con rottamazione, offerta solo fino a oggi ecc ecc faceva alla fine 1600 e rotti euro. Non mi ha voluto lasciare i conteggi che ha fatto. Domanda: secondo voi quelle cartine potrebbero essere un trucchetto? Tipo quelli che fanno le analisi alla tua acqua per venderti il depuratore? Spero di sì, altrimenti per avere la casa pulita dovrò comprare un Folletto!! Grazie di esistere.

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Grazie Antonio, troppo buono.
          Francamente non so cosa può essere accaduto con la cartina, che è uno dei vari esperimenti che fanno sempre. Per quanto, come è evidente, non abbia in simpatia questo metodo di vendita, voglio rimanere convinto che non possano arrivare ad usare trucchetti da prestigiatore.

  28. Carla

    Folletto = Miele
    Paghi un po di più ma sono eterni.

    anche io sono andata a Milano con la 500. Ma poi, con la BMW è stato un viaggio piu riposante e confortevole.
    Entrambi le auto mi hanno portato a Milani…….

    Paghi un po di piu ma……….

    Folletto forever: dopo tre modelli ho acquistato il VK200. Un altro mondo.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Spiegami: che senso ha avere un aspirapolvere “eterno” se sei già al 4° acquisto? Ovvero DODICIMILA euro di aspirapolvere?
      Paghi un po’ di più ma… poi lo cambi lo stesso!!

  29. Serjo

    Stavo cercando una cosa su internet e mi sono imbattuto in questa discussione, e volevo intervenire dicendo la mia visto che sono in possesso di un Vk150.
    E’ vero costa parecchio, ma è affidabilissimo, in più con la nuova scopa “aspira e lava” ci metti la metà del tempo visto che mentre aspira lava anche il pavimento, e sinceramente non mi sembra di aver visto questo tipo di tecnologia su aspirapolveri “low-cost”. Pesa molto? non direi, perchè mentre si pulisce non dovete tenerlo in braccio, ma poggiato per terra e le rotelle ti aiutano a non sentire questo peso. Troppi accessori? dipende da che uso ne volete fare e se li volete, ma ditemi, se dovete aspirare dietro i termosifoni come fate? sul folletto cè un tubo che passa tranquillamente in ogni dove, anche tra il muro ed il frigorifero. Poi c’è il batti materasso, utilissimo per togliere la maggior parte degli acari, ed è Ottimo nel contenere le emissioni di polvere microscopica, cosa buona se siete allergici. In sostanza, può piacere o no, inizialmente io ero restio nel comprarlo visto il prezzo, ma ad oggi ne sono felice di aver speso quei soldi, soldi invece buttati per altre aspirapolveri che mi sono durati 6 mesi circa, o per rottura del motore, o per la batteria ricaricabile che non si ricaricava o durava 45 minuti e poi ci volevano ore per ricaricarla…..insomma, come dicevo chi ce l’ha se lo tiene ben stretto perchè comunque lo usa e lo trova conveniente e pratico, chi non ce l’ha può esprimere opinioni, sia positive che negative, però dovrebbe almeno provarlo per far critiche pesanti.

    • Dario

      Vorrei far notare alcune cose:
      1) la Pulilava non è una novità, visto che esiste già da tempo, inoltrenon è una scopa ma un accessorio;
      2) la potenza di aspirazione della Pulilava equivale alla potenza dell’aspirapolvere impostata su 1, quindi aspira poco o nulla;
      3) il tubo per passare nei luoghi stretti lo possiede anche il mio dyson con l’apposita spazzola (tra l’altro inclusa nella confezione e non da acquistare a parte);
      4) il peso della scopa si sente anche con le rotelle;
      5) le scope senza filo non superano i 20-30 minuti.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ecco un altro commento pieno soltanto della dialettica dei venditori: c’è il riferimento alla salute, la denigrazione di tutta la concorrenza in maniera generica, addirittura obiezioni su dati oggettivi quali il peso, che è misurabile e sul quale non ci sarebbe nulla da aggiungere. Che ognuno di voi lettori dia a queste parole il peso che crede.

      Un punto però mi colpisce: aspirapolvere a batteria che durano solo 45 minuti. Magari durassero così tanto! Forse non sai che nei migliori modelli la durata è pure inferiore, ma che la praticità di utilizzo (che rende possibile la pulizia in poco tempo) unita alla particolare modalità di ricarica, rende questo un difetto assolutamente trascurabile. A presto con un bell’approfondimento sui migliori aspirapolvere a batteria!

      • Simone

        Ciao Marco,
        sono un cliente Folletto che poi ha deciso di diventare venditore. L’ho fatto per qualche mese, poi ho smesso. Oggi sono solo cliente.
        Ho girato il Veneto per mesi, nessuno, e dico nessuno, dei clienti Folletto si è mai lamentato del prodotto. Le uniche lamentele erano sul prezzo.
        Come entravo in casa, mi bastava annusare la qualità dell’aria per capire se usava il Folletto o no…
        Non metto in dubbio che oggi ci siano degli aspirapolvere con filtri altrettanto validi, però non dubitare di commenti che parlano di salute e di acari nel materasso: fatti prima sei mesi di campanelli, poi capirai che non sono solo i venditori a parlarne bene.
        Un’ultima cosa: un venditore Folletto se vuole fare soldi deve stare all’aria aperta a suonare campanelli, non ha tempo da perdere a riempire di commenti i forum. Quante volte un venditore vi ha citato “elogi fatti su un forum X” per vendere di più? Quante volte un venditore vi ha mostrato su Internet le impressioni di altri clienti soddisfatti?
        Il regolamento vieta loro di vendere online, quindi…
        1) inutile commentare sui forum
        2) diffidate e segnalate chi vende online, perché danneggia tutti gli altri onesti venditori che si fanno il mazzo tutti i giorni, senza sosta, dalla mattina alla sera, talvolta anche la domenica

        Per dimostrare di non essere un venditore, ti lascio la mia email di lavoro. Se fai un controllo sul dominio, ti renderai conto che lavoro per una società informatica a Parigi… La vedo difficile suonare campanelli italiani. Ma se vuoi altre prove, ti mando la mia ultima dichiarazione dei redditi francesi…

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Eppure non è difficile da capire… qui nessuno sta dicendo che funziona male, ma che ci sono molti altri prodotti che puliscono uguale o meglio con spesa minore. E che dunque non ne vale la pena.

          Scusami, ma una frase come “Come entravo in casa, mi bastava annusare la qualità dell’aria per capire se usava il Folletto o no” è pura pubblicità vuota, quindi ci credo che tu stia scrivendo in maniera sincera, ma penso che tu abbia un punto di vista non obiettivo. Tutto il resto che dici sui venditori è vero e conferma che questo metodo di vendita è quanto meno anacronistico e non curante del recare disturbo al prossimo.

          Quanto ai commenti, non credo vi siano dubbi che ce ne siano di “interessati”, che poi li facciano venditori, responsabili o agenzie di marketing non fa molta differenza, quello che a noi interessa è cercare di discernere tra questi e quelli veri, che invece sono di grande utilità.

  30. elisa

    Salve a tutti, sicuramente l’articolo avrà ragione pero porto la mia esperienza. Circa 40 anni fa mia mamma acquisto il Folletto Vk116, ha sempre funzionato, non si è mai guastato, non ha mai fatto riparazioni, ha una carica aspirante che non ha eguali, non sarà un fuscello ma neppure pesante, gli aspirapolveri di oggi, almeno il mio dopo un po che ce l’hai aspira poco e si infiamma il motore, per me questo acquisto è stato imbattibile.

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Sarà anche la tua esperienza, ma affermare che gli aspirapolvere di oggi “dopo un po’ aspirano poco” e che “il motore si infiamma” è oggettivamente falso, a meno che tu non abbia provato solo cineserie da 50 euro!

      • Vincenzo

        Invece è verissimo…io cel’ho dai regali di nozze… e dopo 2 anni non aspirano nulla..e sono 2 tra le marche commerciali migliori

        • Marco

          Io in genere dopo alcuni mesi svuoto il sacchetto… LOL.

        • Alessia

          Hai mai provato a pulirlo?

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Quindi siccome il tuo non funziona, tutti gli aspirapolvere fanno schifo? E perchè il Folletto no? Dai ragazzi, per fare statistica occorre ben altro!

  31. Maria Paola Mazzetti

    Garanzia di 5 anni???? Sostituzione completa anche se il danno dipende da te???? Puoi buttarlo dal 5 piano entro i 5 anni di garanzia e ti verrà sostituito. …… È andato in corto, lo porto in assistenza e non sanno se mi verrà sostituito! A parte che una cosa che costa 1300 euro non può avere i panni della lavaspira attaccati col bi-adesivo!!!!!!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Oggi pare la giornata dei guasti elettrici :( facci sapere come va a finire!

  32. Rebecca

    salve a tt volevo raccontarvi della mia esperienza che è assurda… ho acquistato il folletto vk200 compreso di multifunzione e lavapavimenti piu di un mese fa… mi e stato consegnato ieri. chiamo la rappresentante che me lo ha venduto x venire ad montarlo e controllare che tt sia arrivato integro perché cosi e la prassi.. prima difficoltà la riscontriamo nell inserire il cavo di alimentazione la macchina va in blocco piu di una volta lei risp che e normale che ci vuole piu di un tentativo ok.. al quarto ce la facciamo …mi spiega cm lo devo usare cn il multifunzione e fin qui tt ok agganciamo la pulilava dopo venti sencondi fa un botto e si spegne tt… no va beh puo succedere forse nn era agganciato bene.. niente fatto sta che nn e piu ripartito ok al che rispondo pazienza si vede che questo e uscito difettoso lo mandiamo in assistenzaio risp che nn vedo il perché una cosa appena comprata nemmeno usata ed evidentemente guasta la dovessi portare in assistenza e farla riparare.. cmq la rappresentante chiama il suo capo e gli dice che questa e la prassi da seguire… ok x giunta tt cio a carico mio mi premuro di portarlo al centro assistenza e ragazzo gentilissimo mi dice che se lui lo smonta lo deve riparare ed e cm nuovo io gli spiego che nn voglio ripararlo che voglio solo sapere quale il danno da comunicare all azienda x avere la sostituzione… lui mi risp che nn ce bisogno che io posso a prescindere richiedere la sostituzione del folletto a maggior ragione che nn e stato nemmeno utilizzato… la rappresentante nel frattempo nn risp piu al telefono contatto il numero verde e una sign molto sgarbata mi risp che io nn sono nelle condizioni di decidere se vada sostituito o aggiustato e il capo area nel frattempo aveva contattato il centro assistenza dicendogli di aggiustarmelo e di dirmi che era una cosa da niente….

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Esercita immediatamente il diritto di recesso! Ne hai diritto indipendentemente dal guasto, fallo per raccomandata.

      • Patrizia

        bravo! ioho fatto così.il rppresentante mi aveva uasi ocnvitna all’acquisto, c’erada dare un anticipo di 120euro (su 720 per l modello base) ma io in quell momento non avevo 120 euro in casa così lui miha detto che ptevo drli al corriere al momento della consegna. nei giorni successive mi sono resa conto che non avevo bisogno di sostenere una spesa così ingente e quando il corrier mi ha contattata per consegnarmela, ho chiesto di rimandarlo idietro perhè nn lo volevo più. quiche giorno dopo ha contattato il rappresentante e mi ha chiesto se avrei ritirato il folletto e io che non volevo fare polemiche ho detto di sì. lui mi ha risosto o, altriment avreb perso 3000 euro di premio perchè no raggiungeva il target d vendita. io a quel punto non ci ho più visto e ho rifiutato di ritirare la merce. contattata da una operatrice ho risposto che stavo semplicemente applicndo il diritto di recess e che non aveva senso che mi consegnassero il folletto se poi lo dovevo restiture.è andato tutto come vevo chiesto, salvo che dpo qualche giorno hotrovato nella cassetta della posta un biglietto del rappesentante che mi chiedeva di contattarlo perchè mi doveva spiegare alcune cose. ovviamente sta ancora aspetrtando la mia telefonata.
        cnsiglio a tutti di farsi fare una bella dimostrazion e farsi ulire gli angolini remoti e poi non comperare nulla!!

  33. Ne

    Là folletto è un aspirapolvere tanto complicata fanno vedere la sacca è già pensi wow quanti accessori poi guardi la dimostrazione e ti rendi conto ke chi pulisce davvero Nn ha bisogno di tutti quei tubi io cm la mia miele faccio gli angoli i battiscopa tutti i santi giorni in modo facile e veloce x non parlare dei lavapavimenti e aspirazione compresa aspirano il davanti il laterale te lo lascia lì anke se costasse meno Nn l avrei comprata perché mi ha delusa per il prezzo mi aspettavo ke lavasse a vapore invece neanche quello per tanto così tengo la mia ke ha subito 3 ristrutturazioni e ancora intatta sono parole di una casalinga che pulisce tutti i gg con 2 bambini e vi posso assicurare ke là folletto aumenta
    Il tempo di pulizia potrà essere bella moderna esteticamente ma
    Vi assicuro ke i soldi sono troppi per una aspirapolvere al momento sn alla ricerca di qualcosa ke disinfetti e pulisca davvero come le macchine a vapore se sapete consigliarmi accetto consigli l importante la maneggevolezza e là praticità

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ti consiglio di leggere il nostro articolo sul Vaporetto Polti, dove analizziamo i vari modelli.

  34. carlo

    aggiungo la mia esperienza diretta di utente Kobold 135 comprato nel 2003.
    Ottimo aspirapolvere per i primi anni, poi la potenza è nettamente scesa tanto che adesso siamo costretti a cambiarlo perchè aspira poco.
    Portato in riparazione per vedere di ripristinare la potenza originaria, ci hanno spiegato che il motore si era intasato perchè avevamo aspirato polvere di muro durante i lavori: ma allora perchè fornire come accessorio il “tulipano” che serve proprio per aspirare quando si fanno fori nel muro???
    vero, il Folletto ha tantissimi accessori (anche se per il prezzo che paghi dovrebbero dartene almeno il doppio) ma utilizzati pochissimo perchè se devi:
    – tirare fuori la sacca
    – estrarre l’accessorio
    – togliere la scopa
    – montare il tubo
    – montare le spazzole ecc. ecc. ti passa davvero la voglia…
    l’unica cosa su cui io e mia moglie non siamo d’accordo è la c.d. “lucidatrice”, che secondo me non lucida proprio un bel niente, mentre mia moglie dice che comunque qualcosa fa
    Lasciate perdere Folletto, anche se è un buon prodotto non vale la pena di spendere tutti quei soldi per una tecnologia vecchia che è destinata a scomparire

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Grazie di condividere la tua esperienza.
      La polvere del muro, finissima, è davvero ostica per qualsiasi aspirapolvere: io consiglio di non usare mai alcun aspirapolvere costoso per questi ed altri lavori di fai da te, bensì un bidone economico, magari di quelli appositamente pensati allo scopo, ad esempio i Karcher.

  35. Daniela

    Avevo già scritto in precedenza, non sostengo un prodotto se non ne ho avuto esperienza diretta e del folletto ho un’esperienza di 20 anni, l’ho fatto ripulire una volta e stop, l’ho maltrattato perché gli ho cambiato pochissime volte il filtro, ripeto, usato anche dai miei figli piccoli, ed è ancora ottimo, mia madre ce l’ha da più di 25 anni, stessa cosa, è ancora lì che va con la stessa potenza dell’inizio. Conosco tanta gente che l’ha da tanto tempo, io non vendo folletti! Sono un’insegnante, altro campo. C’è poco da dire per me, chi lo prova se ne accorge alla svelta: pratico, maneggevole, entra nei punti più stretti, aspira benissimo, potente, no, no, non lo ambierei con nessun altro aspiratore: 20 anni di esperienza non sono 2 gg. Tu, Marco hai detto che le aspirapolveri che avevo provato prima saranno state di marche scadenti, la Miele non mi sembra una sottomarca. Guarda, per dimostrarti che parlo disinteressatamente, ti dico anche che invece sono molto diffidente sulla pulilava del Folletto, perché quante volte devi cambiare quello straccetto? tanto come lavare a mano, sennò come viene pulito?! Di quella non mi fido. Sui venditori poi ce ne saranno di bravi e non. Non ascolto le loro chiacchiere, guardo io l’efficienza del prodotto o meno. Ecco, posso dire che quando ho comprato il folletto 20 anni fa mi avevano rifilato tutti i pezzi, per inesperienza, che poi potevo anche non acquistare, perché alla fine non li ho quasi mai usati, la lucidatrice ad esempio per il mio pavimento era inutile. Allora ero giovane e inesperta, ma ora ricompro un folletto, visto che mio figlio si è preso il mio!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Beh che è affidabile è cosa nota, ma ti invito a riflettere sul reale valore di questo dovuto alla inevitabile obsolescenza, punto 2 della nostra disamina.

      • Annarita

        Ho letto il posto e su alcune cose ti permette di riflettere tanto. Ma su una cosa non sono d’accordo: la nuova e futura tecnologia non è detto che sarà meglio di quella presente. Un’aspirapolvere a batteria non ha la stessa efficenza di un con il filo.. Quelli adesso in commercio durano 40min, i primi 10 hanno un’aspirazione efficace… Il tempo successivo un po meno.. Ed inoltre vanno tenuti sempre sotto carica, per cui c’è da chiedersi.. Questa obsolescenza, di cui sopra, non sarà stata scelta appositamente? Un occhio anche alla bolletta è più che necessario! Io mi sono informata sui kw che occorrono ad un’aspirapolvere normale per garaire l’aspirazione.. E quella che impiega il folletto.. Ed è pari ad 1/4.
        Tutto ciò naturalmente non giustifica l’elevato prezzo… Ma è come parlare del prezzo eccessivo di una ferrar rispetto una fiat… Alla fine fanno le stesse cose!!

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          Vedi Annarita, l’efficienza dei sistemi a batteria è la sfida dell’immediato futuro e ci sono in campo tanti di quegli investimenti che il mondo sarà rivoluzionato già nei prossimi 10 anni. Ovviamente non sto parlando di aspirapolvere, ma di sistemi fotovoltaici e auto elettriche. Ma anche le nostre aspirapolvere vedrai che funzioneranno alla grande a batteria e il cavo sarà un ricordo lontanissimo.
          Consumo: non è così, è vero che Folletto ha un motore a basso consumo, ma la differenza non arriva ad 1:2 in media

      • Giuliana

        Ma ste mamme…suocere bisnonne…..trisavole…….tutti che hanno parenti che si trastullano con sta folletto da 25 35 40 anni! Ma la vita media si è allungata a 150 anni ed io non me ne sono accorta?

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)